I tranquillanti sono sedativi che possono eliminare la paura, l'ansia, lo stress emotivo. Di norma, hanno effetti rilassanti sulla muscolatura centrale e anticonvulsivanti. A differenza dei neurolettici, non hanno attività antipsicotica, praticamente non influenzano il sistema nervoso autonomo (tranne l'amizil) e non danno disturbi extrapiramidali. Sono utilizzati in condizioni nevrotiche, per alleviare lo stress emotivo, l'ansia, per eliminare le reazioni nevrotiche in ipertensione, malattia coronarica, ulcera gastrica, malattie della pelle: i farmaci sono spesso usati in anestesia per la preparazione dei farmaci ai pazienti per vari tipi di manipolazioni dolorose, tra cui dal dentista.

Per struttura chimica, i tranquillanti sono divisi in:

Il meccanismo d'azione dei tranquillanti è associato alla soppressione delle strutture cerebrali (sistema limbico, ipotalamo, formazione reticolare del tronco encefalico, nuclei talamici), che sono responsabili della regolazione delle reazioni emotive. Attualmente, il meccanismo d'azione dei derivati ​​benzodiazepinici è ben compreso..

Nel cervello sono stati trovati recettori della "benzodiazepina" che sono strettamente correlati ai recettori dell'acido g-aminobutirrico (GABA). GABA è un neurotrasmettitore inibitorio universale che realizza le sue funzioni attraverso l'apertura di canali per lo ione cloro nella membrana neuronale. L'eccitazione dei recettori delle benzodiazepine attiva i recettori del GABA, che promuove l'apertura dei canali del cloro e l'inibizione dei neuroni nel sistema nervoso centrale. Le benzodiazepine migliorano l'inibizione GABAergica a tutti i livelli del sistema nervoso centrale.

Sono stati identificati diversi sottotipi di recettori delle benzodiazepine, situati sulla membrana dei neuroni nelle strutture cerebrali che regolano lo stato emotivo di una persona (sistema limbico, ipotalamo, nuclei talamici, midollo spinale). Pertanto, le benzodiazepine hanno un'attività versatile: ansiolitica ("anti-ansia" - alleviare la paura, l'ansia, la tensione), sedativa, ipnotica, miorilassante e anticonvulsivante.

L'azione ansiolitica è principalmente associata all'effetto dei farmaci sui recettori delle benzodiazepine del complesso amigdala del sistema limbico. Questo effetto è inerente a tutti i farmaci, ma soprattutto - fenazepam, diazepam (sibazone, seduxen), clordiazepossido (closepide, elenio).

L'effetto sedativo (sedativo) è associato all'azione di farmaci su un altro tipo di recettori benzodiazepinici localizzati nella formazione reticolare del tronco encefalico, nuclei non specifici del talamo. Questo effetto è più pronunciato in fenazepam, diazepam, lorazepam, ma è meno pronunciato in mezapam, midazolam. La sedazione aumenta con l'aumentare delle dosi di farmaci e con un trattamento prolungato. Un tipo di recettore situato nell'ippocampo fornisce l'effetto anticonvulsivante delle benzodiazepine. Diazepam, clonazepam, nitrazepam sono la principale terapia anticonvulsivante. Attraverso i loro recettori dei neuroni intercalati del midollo spinale, le benzodiazepine riducono il tono dei muscoli scheletrici, sono indicate come rilassanti muscolari centrali (al contrario dei farmaci chiarificanti - tubocurarina e altri - di azione periferica che bloccano le sinapsi neuromuscolari). Il moderato effetto miorilassante delle benzodiazepine è una proprietà positiva, poiché riduce la vigilanza, l'ansia e aiuta ad alleviare l'ansia nervosa, solitamente accompagnata da tensione muscolare. Il rilassamento muscolare è ben espresso in diazepam (sibazone, seduxen), debolmente manifestato in oxazepam, medazepam. Allo stesso tempo, il rilassamento muscolare profondo non è sempre desiderabile, poiché può interferire con l'iniziativa, l'attenzione e il processo decisionale attivo..

L'effetto ipnotico provoca un rapido inizio del sonno, aumenta la sua durata e allunga l'effetto dei farmaci che deprimono il sistema nervoso centrale. L'effetto ipnotico più pronunciato è posseduto da nitrazepam, diazepam, fenazepam.

Data la localizzazione e il significato funzionale dei recettori delle benzodiazepine, in futuro sarà probabilmente possibile creare sostanze con un effetto altamente selettivo su un certo tipo di recettore con meno complicazioni. Gli effetti sedativi, ansiolitici e ipnotici dei tranquillanti contribuiscono al potenziamento e al prolungamento dell'azione di analgesici narcotici, anestetici generali e locali; pertanto sono ampiamente utilizzati nella pratica anestetica.

1) nevrosi, stati simili alle nevrosi, disturbi psicosomatici (con ipertensione, angina pectoris, aritmie, ulcera peptica, malattie della pelle), accompagnati da irritabilità, prurito, ecc.;

2) premedicazione e ataralgesia (in combinazione con analgesici narcotici e altri mezzi) in anestesia;

3) prevenzione e rimozione dello stato convulsivo - diazepam, clonazepam, fenazepam, nitrazepam;

4) condizioni spastiche dei muscoli scheletrici (con lesioni al cervello e al midollo spinale), ipercinesia; 5) sintomi di astinenza per alcolismo e tossicodipendenza.

Le benzodiazepine si differenziano per le caratteristiche farmacocinetiche. Diazepam (Sibazone, Seduxen), Chlordiazepoxide (Chlosepide, Elenium) hanno un'alta solubilità nei grassi, quindi sono rapidamente e ben assorbiti, a differenza dell'oxazepam (Nosepam, Tazepam), che è leggermente solubile nei grassi. La maggior parte dei tranquillanti, distrutti (ossidati) nel fegato, formano metaboliti attivi. Tale metabolita, comune a molte benzodiazepine (clordiazepossido, diazepam), è il desmetil-diazepam, che circola nel corpo per più di 65 ore e che la sua formazione provoca, specialmente con un uso ripetuto, l'accumulo del farmaco. prolungamento dell'effetto e del fenomeno dell'effetto secondario. Alcuni tranquillanti danno metaboliti inattivi (coniugati), tali farmaci (midazolam) agiscono brevemente e senza effetti collaterali. Con un uso frequente, le benzodiazepine sviluppano dipendenza e tossicodipendenza (mentale e fisica). L'assunzione a lungo termine porta a una diminuzione della memoria a breve termine, dei processi di percezione, della capacità di elaborare le informazioni e di prendere decisioni; sono possibili sonnolenza, vertigini, ridotta potenza sessuale, letargia. I tranquillanti non devono essere prescritti per il trasporto di conducenti, spedizionieri e altre persone che, per la loro attività, devono reagire rapidamente. Dopo un uso ripetuto, si verifica spesso una "sindrome da astinenza" (disturbi del sonno, irritabilità, a volte convulsioni). I tranquillanti non sono compatibili con l'alcol, il che potenzia la loro azione. A volte si verifica una reazione paradossale (agitazione, aggressività).

Diazepam (sibazone, seduxen), clordiazepossido (closepide) sono ampiamente utilizzati per alleviare la paura, l'ansia, la tensione, aumentare l'effetto degli antidolorifici e aumentare la tolleranza al dolore. Sibazon, con un sedativo ben pronunciato, ipnotico effetto rilassante muscolare e anticonvulsivante, praticamente non influenza il sistema cardiovascolare

sistema, respirazione ed è ampiamente usato per "anestesia equilibrata" (ataralgesia) in combinazione con potenti analgesici, neurolettici e protossido di azoto. Induce l'amnesia retrograda.

Negli ultimi anni il fenazepam tranquillante domestico è stato ampiamente utilizzato con pronunciati effetti sedativi, ansiolitici e miorilassanti..

Midazolam (dormicum) è a breve durata d'azione, ha proprietà ansiolitiche, sedative, miorilassanti e anticonvulsivanti. Nel fegato, si coniuga con acido glucuronico (non fornisce metaboliti attivi) e viene rapidamente escreto. Prescritto per l'insonnia, in particolare per i disturbi del sonno.

Midazolam è ampiamente usato in anestesia per la premedicazione. soprattutto in odontoiatria. Ben tollerato, ma può causare amnesia, sonnolenza.

Il meprotan (un derivato del propandiolo) è uno dei primi tranquillanti, ma a causa della sua bassa attività, dello sviluppo della dipendenza e della tossicodipendenza, attualmente non viene quasi mai utilizzato.

Benaktizin (amizil) - un derivato del difenilmetano - un M-anticolinergico centrale, ha un pronunciato ansiolitico. attività psicosessiva e anticonvulsivante, sopprime il riflesso della tosse. L'azione anestetica locale e anticolinergica periferica è anche abbastanza pronunciata (riduce la secrezione, rilassa i muscoli lisci, rimuove l'effetto vagale sul cuore, dilata la pupilla). Rafforza l'effetto di analgesici narcotici, anestetici, ipnotici e anestetici locali; Viene anche usato per il trattamento di nevrosi, disturbi extrapiramidali, come agente antispasmodico (per ulcere allo stomaco, coliche spastiche, ecc.), Per dilatare la pupilla (quando si esamina il fondo). Gli effetti collaterali dell'amizil sono principalmente associati alla sua attività anticolinergica M periferica (tachicardia, secchezza delle fauci, pupilla dilatata, fotofobia, atonia intestinale).

Mebikar ha un effetto tranquillizzante senza rilassamento muscolare e riduzione delle prestazioni, migliora l'effetto degli ipnotici; può essere usato per alleviare la paura, l'eccitazione, la tensione.

Il fenibut (un derivato fenilico del GABA) supera bene la barriera emato-encefalica, ha un effetto calmante (senza rilassamento muscolare), allevia la paura, l'ansia, migliora il sonno, migliora l'effetto di anestetici e ipnotici. La sua caratteristica è il suo effetto antiipossico sui processi metabolici ed energetici nel sistema nervoso centrale con un aumento della sintesi proteica. Può essere utilizzato per la premedicazione prima dell'intervento chirurgico, nonché nella complessa terapia di molte malattie croniche della cavità orale, accompagnata da un cambiamento nello stato emotivo.

Tranquillanti diurni: un elenco di farmaci, caratteristiche del trattamento, in quali casi sono prescritti

Quando una persona è sopraffatta da stress, ansia, depressione ed è impossibile far fronte da sola alle condizioni, le medicine vengono in soccorso. Sugli scaffali delle farmacie, c'è una lunga lista di droghe legate ai tranquillanti diurni. Questi sono composti che inibiscono l'attività del sistema nervoso centrale senza provocare sonnolenza. Sono abbastanza efficaci, ma non dovrebbero essere usati senza prescrizione medica. Per sbarazzarsi di una condizione spiacevole, è necessario stabilire la causa del suo verificarsi e solo allora iniziare il trattamento.

Descrizione

L'ansia aumentata può svilupparsi a causa delle preoccupazioni per il successo sul lavoro, il benessere dei parenti e per molte altre ragioni. Se non prendi il controllo della condizione in tempo, depressione, stress e attacchi di panico si faranno presto sentire. Di conseguenza, una persona perderà semplicemente la capacità di rilassarsi, di riposare normalmente - il suo stato di salute peggiorerà di giorno in giorno. La situazione può essere corretta da farmaci che inibiscono forzatamente la funzione del sistema nervoso centrale, causando calma, rilassamento.

Tutti i tranquillanti attualmente esistenti sono farmaci psicotropi. Sono apparsi per la prima volta nei primi anni '50 del 20 ° secolo e dopo 3 anni hanno iniziato a essere usati per curare le persone. La tecnica, che era tutt'altro che perfetta, presentava molti sintomi collaterali:

  • Violazione della stabilità mentale;
  • Fallimento nel funzionamento del sistema nervoso autonomo;
  • Malattie multiple di natura somatica.

I tranquillanti furono ampiamente usati nel 1959, quando un tale effetto distruttivo fu leggermente ridotto.

Principio operativo

Puoi sentire che i tranquillanti sono chiamati ansiolitici e l'effetto che hanno sul corpo è ansiolitico. È caratterizzato da una diminuzione dell'ansia generale, dalla scomparsa delle ossessioni, da una diminuzione dell'ipocondria. Gli ansiolitici sono efficaci per sbarazzarsi dell'instabilità emotiva, dello stress pronunciato, ma non vengono utilizzati per le malattie mentali, motivo per cui il medico dovrebbe determinare la necessità della loro assunzione..

Inoltre, i farmaci del gruppo tranquillante agiscono sul corpo in modo complesso:

  • Lenire;
  • Migliora la qualità del sonno;
  • Alleviare i crampi;
  • Promuove il rilassamento muscolare.

Non tutti gli effetti sono presenti in tutti i nomi presentati in farmacia. Dipende dal principale ingrediente attivo e dalla composizione ausiliaria. La maggior parte di essi influisce negativamente sulla velocità delle reazioni psicomotorie, pertanto si raccomanda di interrompere la guida di un'auto durante il trattamento. Non è consigliabile condurre attività potenzialmente pericolose che richiedono una maggiore concentrazione di attenzione.

I tranquillanti non possono causare sonnolenza, ma certamente riducono il livello di attività diurna, il periodo di tempo in cui sei sveglio. L'assunzione di farmaci in base a un programma aiuta a stabilire il regime giornaliero, a regolare l'alternanza delle fasi del sonno e a migliorare la qualità del riposo. Ma come effetto collaterale, c'è un aumento della durata del sonno fino a 16 ore..

Tranquillanti OTC

I sedativi forti in farmacia sono venduti solo con prescrizione medica. I sedativi e le medicine ansiolitiche di azione media e leggera sono di dominio pubblico, non richiedono uno scopo speciale per l'acquisto. Tuttavia, ciò non significa che dovresti iniziare il trattamento da solo senza consultare uno specialista. Di norma, i tranquillanti hanno una lunga lista di controindicazioni ed effetti collaterali che devono essere consultati prima di iniziare la terapia..

Tutte le formulazioni farmacologiche relative ai tranquillanti sono divise in tre grandi gruppi:

Medicinali di nuova generazione

Ciò include i farmaci prodotti senza l'uso di benzodiazepine. Eliminano efficacemente l'ansia, prevengono l'emergere di una paura irragionevole e riducono la gravità di altre manifestazioni di uno stato stressante. Appartiene al gruppo dei sedativi più sicuri.

Afobazol

Un farmaco creato sulla base del principio attivo attivo afobazolo. Viene utilizzato per correggere condizioni quali:

Gli effetti collaterali sono rari. Afobazol non ha un effetto negativo sulla reazione psicomotoria del corpo, quindi, durante il trattamento, puoi continuare con le attività standard.

Il regime di dosaggio è determinato dal medico curante o dato secondo le istruzioni per il rimedio.

Banaktesin

Il farmaco si basa sul principio attivo con lo stesso nome. Molto spesso in farmacia, viene venduto con un nome diverso - "Amisil". Un alto indicatore di efficacia determina la popolarità di cui Banaktezin gode tra i medici. Aiuta a far fronte a condizioni patologiche come:

  • Depressione emotiva
  • Perdita di tono fisico per motivi psicologici;
  • Attacchi di panico;
  • Nevrosi cronica;
  • Ansia aumentata.

A differenza di Afobazole, Banaktesin ha un ampio elenco di effetti collaterali. La ragione per l'interruzione della terapia è l'aumento della sudorazione, aumento della frequenza cardiaca, problemi con gli organi del tratto gastrointestinale.

Buspirone o Spitomin

Il principale componente attivo del farmaco è il buspirone cloridrato. Prescritto per il trattamento di disturbi nervosi, accompagnato da manifestazioni violente di stimoli esterni. Il farmaco affronta efficacemente l'ansia, lo stress interno.

Ha una lunga lista di effetti collaterali, tra cui l'acufene, le anomalie negli emocromi, la ridotta funzione del sistema riproduttivo sono spesso diagnosticati.

Phenibut

Un farmaco a base di acido aminofenilbutirrico ha un effetto non standard per i tranquillanti. Il fenibut stimola l'attività del sistema nervoso centrale, ha un effetto positivo sullo stato funzionale del cervello e sulla circolazione cerebrale. La sua azione si basa sulla soppressione delle emozioni negative aumentando le reazioni psicologiche positive del corpo. Phenibut è prescritto per il trattamento di stati ossessivi, aumento dell'ansia, paura irragionevole, per sbarazzarsi degli incubi nei pazienti anziani.

Il breve elenco di controindicazioni include solo l'ipersensibilità ai componenti. Con cautela, il farmaco è consentito anche durante la gravidanza, durante l'allattamento.

Il farmaco ha un periodo di assuefazione - le prime dosi possono causare nausea.

Oxylidine

Un farmaco a base di benzoclidina è prescritto per i pazienti in cui la depressione è accompagnata da tachicardia, ipertensione arteriosa ed è associata a un basso livello di circolazione cerebrale.

La terapia a lungo termine provoca nausea, secchezza delle fauci e compromissione della coordinazione dei movimenti. Il pericolo di assumere oxilidina è che il farmaco provoca dipendenza e la fine del trattamento è spesso accompagnata da una sindrome da astinenza.

I farmaci a base di benzodiazepina sono severamente vietati per l'auto-trattamento, in quanto sono forti tranquillanti. Prendendoli a lungo è accompagnato dalla comparsa di molti effetti collaterali. In alcuni casi, la dipendenza è possibile.

lorazepam

Prescritto per nevrosi accompagnate da convulsioni, insonnia, grave irritabilità. Ha un pronunciato effetto ipnotico, generale effetto sedativo. Non influisce in alcun modo sui disturbi dell'umore e sulle allucinazioni, pertanto non viene utilizzato per il trattamento con sintomi appropriati.

È inefficace per la depressione grave. Con una terapia prolungata, provoca alterata percezione, anemia, diminuzione della libido, ipotensione, confusione. L'interruzione dell'ammissione è accompagnata da una sindrome da astinenza.

alprazolam

Il farmaco è efficace nel trattamento delle nevrosi gravi con aumento dei livelli di ansia, paure irragionevoli. Aiuta a far fronte all'insonnia, a riacquistare interesse per l'ambiente, a normalizzare i disturbi somatici, a ripristinare l'appetito.

Il trattamento a lungo termine provoca vari effetti collaterali dagli organi del tratto gastrointestinale, dal sistema urinario, dal malfunzionamento della ghiandola tiroidea, da problemi con il funzionamento del sistema nervoso centrale. Il rispetto del dosaggio non porta alla dipendenza, non è accompagnato da una sindrome da astinenza.

La particolarità di assumere farmaci durante il giorno è che hanno un effetto sedativo meno pronunciato, non causano sonnolenza. I sedativi sono prescritti per le persone che hanno difficoltà temporanee, ma rimangono attive..

oxazepam

È prescritto per sbarazzarsi dello stress che si è sviluppato a causa di frequenti problemi sul lavoro, disturbi emotivi nelle donne durante il periodo della sindrome premestruale e della menopausa. Efficace come parte della terapia complessa per sbarazzarsi dell'astinenza nei pazienti con dipendenza da alcol.

Controindicato per bambini di età inferiore a 6 anni, donne in gravidanza, allattamento, con psicosi pronunciate, reazioni allergiche, disfunzione renale e epatica.

Vertigini, letargia generale, eruzioni allergiche, sindrome da dipendenza sono indicati come effetti collaterali dell'ammissione. Esiste il rischio di sviluppare una reazione paradossale, cioè aumento dell'ansia, aumento del livello di eccitazione del sistema nervoso centrale.

Gidazepam

Un leggero sedativo ha lo scopo di eliminare irritabilità, emicrania, nevrosi mentre combatte le cattive abitudini. Gidazepam stabilizza lo stato emotivo, aiuta a normalizzare il sonno.

L'uso a lungo termine influisce negativamente sulla capacità di lavorare, causa debolezza muscolare, è spesso accompagnato da eruzioni allergiche.

Trioxazine

Il farmaco è prescritto per nevrosi causate da stress prolungato e accompagnati da insonnia, ansia. Aiuta a rinunciare alle cattive abitudini, è efficace per la sindrome premestruale grave.

Gli effetti collaterali di ammissione vengono diagnosticati raramente. Di norma, si tratta di debolezza generale, sonnolenza e secchezza delle mucose..

Particolarità del trattamento con tranquillanti per bambini e anziani

Nella stragrande maggioranza dei casi, i tranquillanti sono controindicati per il trattamento dei bambini. Se è necessario eseguire la terapia per gli anziani, vengono prescritti dosaggi ridotti in base allo stato di salute attuale. I progressi sono costantemente monitorati per fermare il farmaco in tempo.

Pericolo di trattamento

Le controindicazioni generali per tutti i gruppi di farmaci psicotropi includono:

  • Miastenia grave;
  • Problemi respiratori;
  • Gravi disturbi nel funzionamento dei reni e del fegato;
  • Varie malattie degli organi visivi;
  • Attuale avvelenamento da alcol o droghe;
  • Gravidanza e allattamento;
  • Depressione prolungata;
  • La necessità di mantenere la concentrazione a causa della natura della professione.

In alcuni casi, il trattamento viene eseguito con cautela in ambito ospedaliero. Se ci sono serie indicazioni per il trattamento delle donne durante l'allattamento, l'allattamento viene annullato per l'intero periodo di assunzione del farmaco. Dopo il completamento della terapia, viene mantenuta una pausa di 2-3 settimane. La stessa tecnica viene utilizzata per i pazienti il ​​cui lavoro richiede una maggiore concentrazione. Il trattamento viene effettuato in ambito ospedaliero e, al termine, una pausa di 2-3 settimane prima di iniziare il lavoro.

Effetti collaterali

Ogni farmaco ha il suo elenco di effetti collaterali. Alcuni di essi causano danni minimi al corpo, ma nella maggior parte dei casi esiste il rischio di sviluppare i seguenti disturbi:

  • Sonnolenza diurna;
  • Mucose secche;
  • Calo della potenza negli uomini;
  • Fallimento del ciclo mestruale;
  • Problemi dal tratto gastrointestinale;
  • Mal di testa e vertigini;
  • Fallimento delle letture della pressione sanguigna (di solito una diminuzione).

Il trattamento con tranquillanti viene effettuato solo come prescritto da un medico: è lui che imposta il dosaggio e la durata della terapia, monitora i cambiamenti attuali. In ogni caso, non è consigliabile superare la durata del corso prescritto, poiché molti dei nomi causano dipendenza e sindrome da astinenza.

Tranquillanti: cos'è, un elenco di droghe. L'azione dei tranquillanti

Il termine stesso deriva dal latino tranquillo. Questa parola è tradotta come "calmati", quindi i farmaci anti-ansia sono nascosti sotto i tranquillanti. Hanno effetti anticonvulsivanti, ipnotici e sedativi. Imparerai di più sui tipi e gli usi di tali farmaci di seguito..

Che cos'è un tranquillante

Nel mondo moderno ogni giorno ci sono sempre più ragioni per preoccupazioni e stress. Per risolvere tali problemi, i farmaci vengono sempre più utilizzati. Oggi una panacea per psicosi, fobie e nevrosi gravi e non molto gravi sono tranquillanti o ansiolitici. Questi sono farmaci psicotropi che sono altamente efficaci contro condizioni di ansia di vario grado..

La particolarità di questi medicinali è che diventano molto rapidi, specialmente con un uso prolungato. Per questo motivo, il trattamento viene effettuato in corsi brevi. Inoltre, le indicazioni per l'assunzione di ansiolitici sono nevrosi gravi, ad es. con lieve ansia, non è consigliabile prendere immediatamente tali pillole.

Tranquillanti: un elenco di droghe

Nella medicina moderna, i tranquillanti sono più spesso intesi come ansiolitici, che eliminano l'ansia e la paura del sonno. Per questo motivo, questo concetto è sostituito dal termine "tranquillanti". Puoi studiare l'elenco degli ansiolitici per gruppo nella tabella:

Preparazioni di diversi gruppi chimici

Potenti tranquillanti ("grandi")

Diversi gruppi chimici

Ansiolitici diurni ("minori")

Ansiolitici di nuova generazione

Tranquillanti senza prescrizione medica

La maggior parte degli ansiolitici può essere prescritta solo da un medico, motivo per cui tali farmaci sono venduti su prescrizione medica. Sebbene esista un gruppo di prodotti, il cui acquisto non richiede una prescrizione da uno specialista. Sono facili da ordinare da una farmacia online o da acquistare direttamente da una farmacia normale. Puoi acquistare tranquillanti senza prescrizione medica come segue:

  • Medazepam o Rudotel;
  • Zoloft;
  • Idrossizina o Atarax;
  • Tofisopam;
  • Phenazepam;
  • Strezam o Etifoxine;
  • Paxil.

Tranquillanti di nuova generazione: un elenco di droghe

Un posto speciale nella classificazione dei farmaci anti-ansia è occupato dai tranquillanti di nuova generazione. Non portano alla dipendenza, ma non mostrano così tanto le loro proprietà curative. Inoltre, questi farmaci spesso causano effetti collaterali sul sistema nervoso autonomo. Ciò si manifesta sotto forma di nausea, vomito, diarrea e secchezza delle fauci. Questo gruppo è raccomandato solo a causa della mancanza di dipendenza dai suoi farmaci. L'elenco dei tranquillanti di nuova generazione comprende:

Tranquillanti diurni

I tranquillanti diurni costituiscono un sottogruppo clinico separato. Per composizione ed effetto, sono vicini ai farmaci della serie benzodiazepina. I tranquillanti diurni hanno solo un effetto anti-ansia. I loro effetti sedativi, miorilassanti e ipnotici sono minimi. Per questo motivo, tali farmaci non portano a letargia e sonnolenza, motivo per cui sono prescritti per coloro il cui lavoro è associato a una maggiore attenzione..

In generale, questi farmaci aiutano a condurre una vita normale durante il giorno. Possono essere combinati nel seguente elenco:

  • Grandaxin;
  • Gidazepam;
  • medazepam;
  • Trimethosine;
  • Trioxazine;
  • Prazepam.

Classificazione dei tranquillanti

A causa del fatto che l'elenco degli ansiolitici viene costantemente aggiornato con nuovi farmaci, la loro classificazione non ha una forma chiaramente definita. I medici distinguono ancora diversi gruppi principali. Il gruppo più comune nella classificazione dei tranquillanti sono i farmaci benzodiazepinici. Possono essere suddivisi nei seguenti gruppi:

  1. Con un pronunciato effetto ansiolitico - Diazepam, Alprazolam, Phenazepam e Lorazepam. Gli ultimi 2 farmaci sono i più potenti.
  2. Con esposizione moderata - Bromazepam, Oxazepam, Gidazepam, Clobazam.
  3. Con un effetto prevalentemente ipnotico - Triazolam, Flunitrazepam, Midazolam, Nitrazepam, Estazolam.
  4. Con un pronunciato effetto anticonvulsivante - Diazepam, Clonazepam.

Il prossimo gruppo include tranquillanti diurni. In termini di composizione chimica, sono vicini alle benzodiazepine, ma non possono agire altrettanto fortemente. Ma, prendendoli, una persona può aderire al suo solito ritmo di vita, perché i tranquillanti diurni non portano a letargia. Questi farmaci includono Gidazepam, Grandaxin, Medazelam e Oxazepam.

Quest'ultimo gruppo comprende tranquillanti di nuova generazione. Il loro vantaggio è la mancanza di dipendenza. Adaptol, Atarax e Afobazol sono rappresentanti di spicco di questo gruppo di tranquillanti. Possono essere presi senza paura della dipendenza. Solo l'effetto di questi farmaci è debole e spesso accompagnato da effetti collaterali - nausea, vomito e diarrea.

L'azione dei tranquillanti

I farmaci anti-ansia hanno una propria classificazione, che li divide in base alla loro composizione chimica, compatibilità con altri farmaci e gravità delle loro proprietà. Ce ne sono solo 5:

  • ansiolitico o anti-ansia;
  • sedativo, cioè sedativo;
  • sonniferi, ad es. facilitando l'inizio del sonno;
  • miorilassante o rilassante;
  • anticonvulsivante o soppressore epilettico.

Ogni farmaco combina queste proprietà in proporzioni diverse. In generale, il meccanismo d'azione dei tranquillanti sul corpo è il seguente: le sostanze contenute nelle compresse hanno un effetto sulle terminazioni nervose chiamate recettori delle benzodiazepine. Di conseguenza, la persona "dimentica" la condizione che gli ha causato ansia o paura. Patologie più gravi, come allucinazioni e delusioni, non sono influenzate dagli ansiolitici. In tali casi, vengono utilizzati antipsicotici. In un altro modo, sono chiamati "grandi tranquillanti".

Tranquillanti in medicina

L'uso di ansiolitici è indicato per patologie psicopatiche e nevrosi, che sono accompagnate da un intero gruppo di sintomi. Tra questi si notano:

  • panico;
  • paura;
  • ansia e tensione;
  • instabilità emotiva;
  • irritabilità;
  • ansia;
  • disordini del sonno.

Quali sono i tranquillanti trattati oltre alle condizioni di ansia? Sono prescritti per i disturbi psicosomatici. Questi includono malattie che sono sorte a causa dell'influenza di fattori fisiologici e psicologici. Questo vale per gli ansiolitici, ad es. un piccolo tranquillante. Gli antipsicotici sono già utilizzati per gravi disturbi mentali, come la schizofrenia, la sindrome maniaco-depressiva e le allucinazioni.

Effetti collaterali dei tranquillanti

A differenza degli antipsicotici e degli antidepressivi, questi farmaci non influenzano il cuore o altri organi. Gli effetti collaterali degli ansiolitici sono più spesso correlati al sistema nervoso autonomo. Ciò si manifesta con bassa pressione sanguigna, incontinenza urinaria, costipazione e riduzione della libido. Le conseguenze più pericolose possono verificarsi con l'assunzione una tantum di tranquillanti e alcol. Allucinazioni, vertigini e persino tentativi di suicidio sono effetti collaterali della combinazione di alcol con un farmaco ansiolitico..

All'elenco principale degli effetti collaterali, puoi aggiungere alcuni altri sintomi che possono accompagnare l'assunzione di tranquillanti. Questi sono i segni:

  • diminuzione dell'acuità visiva;
  • sonnolenza;
  • diminuzione della concentrazione dell'attenzione;
  • fatica;
  • mancanza di coordinamento;
  • vertigini;
  • debolezza muscolare;
  • tremore;
  • atassia.

Il prezzo dei tranquillanti

Il costo di un particolare farmaco dipende dal produttore, dal numero di pezzi nella confezione e dal grado di esposizione. Ad esempio, il prezzo di Grandaxin è di 358 rubli per 20 compresse (50 mg). Per lo stesso farmaco, ma già per un importo di 60 pezzi, dovrai pagare 800-900 rubli. Un prezzo simile e il farmaco Adaptol. Costa circa 750-800 rubli. Solo questo prezzo è indicato per una confezione da 20 compresse. Paxil appartiene anche a mezzi costosi. Il prezzo di questo farmaco è di 700 rubli. per 30 compresse (20 mg). Puoi acquistare Zoloft in farmacia. Il prezzo di questo farmaco senza prescrizione medica è anche alto - 1200 rubli. per 28 pezzi.

Un farmaco più economico può essere attribuito alla nuova generazione di farmaco ansiolitico Afobazol. Il suo costo è di 384 rubli. per 60 compresse (10 mg). Ecco il prezzo dei tranquillanti di altri gruppi:

  • Atarax - 271 p. per 25 compresse (25 mg);
  • Stresam - 339 RUB per 24 capsule (50 mg);
  • Mebikar - 270 p. per 20 capsule (300 mg).

Video: cosa sono gli ansiolitici

Recensioni

Valentina, 38 anni Tranquillanti - che tipo di droghe non sapevo fino a quando non ho incontrato l'insonnia. Il medico ha prescritto Phenazepam e solo un corso settimanale. Già 2 giorni prima di andare a letto, non ero tormentato da pensieri inquietanti. Anche se mi è stata data una prescrizione per il farmaco, la farmacia me l'ha venduto proprio così, spiegando che con questo farmaco le condizioni di erogazione non sono così rigide.

Tatyana, 27 anni, ho la neurodermite, quindi non è possibile far fronte al prurito senza farmaci. A volte mi sono persino pettinato le mani fino a sanguinare. Dopo essere andato dal medico, mi è stato prescritto Atarax, ma per diversi motivi. Come risultato dell'uso mensile, non solo le paure sono scomparse e l'umore è migliorato, ma l'allergia ha smesso di infastidirmi. Consigliare.

Natalia, 43 anni Negli ultimi 2 anni sono stato di cattivo umore. Va un po 'meglio se piangi. Un amico ha consigliato Afobazol. Ho deciso di provarlo, perché anche di tutti gli ansiolitici OTC, ci sono le migliori recensioni su di lui. L'ho preso secondo le istruzioni per un mese - ho davvero iniziato a sentirmi molto meglio. raccomandare.

Trattamento VSD - Trattamento della distonia vegetativa-vascolare


La parola tranquillante significa nella traduzione - calmarsi. Questi farmaci differiscono dai sedativi in ​​quanto sono più grezzi. Mentre i sedativi cercano di indurre la tranquillità, l'effetto dei tranquillanti è caratterizzato dalla prestazione di un effetto sedativo. Questa conclusione può essere tratta dal nome stesso di questi due gruppi..

I tranquillanti si collocano tra i farmaci psicotropi, la seconda posizione in termini di forza dell'azione psicotropa e livello di effetti collaterali, immediatamente dopo i sedativi, che, per la maggior parte, sono medicinali a base di erbe.

Classificazione dei tranquillanti.

Ci sono sempre più domande sulla classificazione dei tranquillanti ogni giorno. Dopotutto, compaiono costantemente nuovi farmaci che non si adattano a nessuno dei gruppi noti..

Il gruppo più grande e più comunemente usato è derivati ​​benzodiazepina (BDT), tranquillanti benzodiazepine:
fenazepam, diazepam (relanium, sibazon, seduxen, valium), gidazepam, chlordiazepoxide (elenium), alprazolam (xanax), medazepam (rudotel), nozepam, lorazepam, ecc..
I più potenti farmaci tranquillanti di questo gruppo sono il fenazepam e il lorazepam..

Il resto dei tranquillanti, chimicamente simili al BDT, o hanno parti del BDT nella loro struttura chimica.
Meno sono simili ai BDT, più sono deboli e hanno meno effetti ipnotici e rilassanti, e l'effetto collaterale generale aumenta e il prezzo del farmaco aumenta..

I più vicini al gruppo di derivati ​​della BDT sono i farmaci che i medici distinguono in un gruppo clinico separato: tranquillanti diurni. Non danno sonnolenza e letargia, ma il loro effetto è molto più debole del fenazepam.
Questi sono gidazepam, medazepam, oxazepam, grandaxin (tofisopam). Questi farmaci non inducono ritardo e possono essere utilizzati durante l'esecuzione di lavori che richiedono maggiore attenzione..

Ci sono anche tranquillanti, che sono classificati come derivati ​​di vari prodotti chimici. Questi sono grandaxin, mebikar, oxylidine, trioxazine.

Ci sono anche nuovi tranquillanti che non causano dipendenza, dipendenza e sonnolenza, questo è un derivato del difenilmetano - atarax, un derivato del 2-mercaptobenzimidazolo - afobazolo, un derivato dell'urea - adattolo e altri. Come tranquillanti, sono molto deboli, danno effetti collaterali dal sistema nervoso autonomo (secchezza delle fauci, nausea, vomito, diarrea) e il prezzo è di nuovo molto alto. Questi farmaci mostrano il loro effetto terapeutico in un numero molto piccolo di casi. Ma, nonostante ciò, l'assenza di dipendenza e la sindrome da astinenza dei tranquillanti in questi farmaci danno loro il diritto alla vita.
Ognuno dei tranquillanti ha un numero enorme di nomi diversi (sinonimi), quindi è necessario leggere attentamente le istruzioni.

Applicazione di tranquillanti.

Questi farmaci sono usati per varie nevrosi e condizioni psicopatiche, in cui vi sono ansia, panico, paura, maggiore irritabilità e instabilità emotiva. Utilizzato anche per disturbi psicosomatici.
La maggior parte dei farmaci in questo gruppo è indesiderabile per il trattamento di pazienti debilitati e anziani, bambini di età inferiore ai 18 anni. L'uso di tranquillanti è controindicato per le donne in gravidanza (soprattutto nelle prime fasi), con intossicazione da alcol e droghe, insufficienza renale ed epatica e quando si esegue un lavoro che richiede una reazione rapida (guida di un veicolo).

La questione della scelta di un farmaco dal gruppo di tranquillanti per il trattamento deve essere decisa dal medico, insieme al paziente. Il mio consiglio, se inizi a incorporare tranquillanti nel tuo trattamento, è di provare a iniziare con il più debole, non il più forte. È necessario tenere conto di tutti i vantaggi e gli svantaggi dei farmaci, nonché delle comorbilità e dell'età. Molti iniziano a prendere il più forte fenazepam di droga, su consiglio di amici o vicini, in situazioni in cui sarebbe possibile sottoporsi a un trattamento con sedativi.

I tranquillanti hanno una cattiva reputazione tra la popolazione, dicono, sono presi solo dai tossicodipendenti. Questa è un'opinione molto errata e sbagliata. Devi sapere che i tranquillanti sono droghe potenti, ma non sono droghe.

Ma la paura e i pregiudizi negativi sull'assunzione di tranquillanti nella popolazione esistono e sono significativi. Pertanto, recentemente, i farmaci di questo gruppo hanno iniziato a essere chiamati nomi nuovi, alla moda e incomprensibili per una vasta gamma di persone comuni. Oggi puoi sentire il nome ansiolitico, che significa - dissolvere la paura e l'ansia, o anti-neurotici - diretto contro la nevrosi. Ma questi sono tutti tranquillanti.

I medicinali di questo gruppo, usati in dosi terapeutiche, riducono la paura, il panico e l'ansia. La loro principale differenza dagli antipsicotici, droghe ancora più potenti dei tranquillanti, è che i tranquillanti non hanno alcun effetto su delusioni, allucinazioni e altre manifestazioni di psicosi, ad esempio nella schizofrenia. Aiutano solo le persone mentalmente sane che sono temporaneamente sotto l'influenza di un ambiente sfavorevole..

Il meccanismo d'azione dei tranquillanti non è completamente compreso. La maggior parte di questi farmaci sono derivati ​​delle benzodiazepine (BDT). Contengono sostanze che influenzano le terminazioni nervose nel corpo umano, che percepiscono la presenza di benzodiazepina nelle connessioni tra le cellule nervose (recettori delle benzodiazepine).

Fino ad ora, gli scienziati hanno discusso su questo argomento. Perché ci sono tali recettori delle benzodiazepine nel corpo umano??
C'è un'opinione secondo cui a causa di una specie di rottura nel corpo umano, una certa sostanza semplicemente non era abbastanza. Per il normale funzionamento di tutti i sistemi, è necessario aggiungere un po 'di questa sostanza. I tranquillanti sono una tale sostanza nelle dosi più piccole..

Perché si verifica una simile rottura e dove nessuno oggi lo sa e non può provarlo. Si ritiene che ciò avvenga nella regione limbica del cervello, dove agiscono i tranquillanti. Ma questi sono solo presupposti.

I tranquillanti aiutano un corpo mentalmente sano a calmarsi e riguadagnare una normale condizione generale se esposto a stress acuto o cronico. Quando sei coperto da una situazione di vita difficile e sei costantemente "su spilli e aghi", permettono al sistema nervoso di calmarsi. Se non per questi farmaci, il sistema nervoso durante lo stress acuto può rompersi dall'eccessivo sforzo, che può portare allo sviluppo di psicosi e malattie mentali.

L'azione dei tranquillanti è molto rapida ed efficace. Inizia pochi minuti dopo l'assunzione del farmaco e il picco d'azione si verifica in 30-60 minuti, a seconda del farmaco. Ma è breve, solo poche ore. Pertanto, è necessaria un'ammissione regolare, per 2-6 settimane e, in alcuni casi, il trattamento è continuato ancora più a lungo. Il trattamento inizia con una dose che rimuove completamente tutti i sintomi spiacevoli in pochi giorni. Quindi la dose viene lentamente ridotta a quella che manterrà con sicurezza l'effetto ottenuto..

Inoltre, i tranquillanti hanno la proprietà del cumulo (accumulo nel corpo), cioè vengono rimossi dal corpo per lungo tempo. Quando si inizia il trattamento e si assumono regolarmente farmaci, si accumulano nel corpo. La loro azione principale e il mantenimento del normale funzionamento del corpo possono persistere per diversi giorni, anche con una forte abolizione dei tranquillanti. Solo quando il livello del farmaco nel corpo scende al di sotto del livello richiesto e questo può essere 2-5 giorni di astinenza, tutti i sintomi possono tornare. Questa condizione si verifica spesso quando, dopo essere stato trattato per una settimana o 10 giorni e dopo aver superato tutti i sintomi di ansia e panico, decidi di essere completamente sano e di interrompere l'assunzione del medicinale..
Questo non dovrebbe mai essere fatto. Il trattamento deve continuare per l'intero corso prescritto dal medico. Se sei entrato in tale stato per la prima volta, il successo del trattamento del VSD dipende dalla forza della cura di una tale condizione primaria. Non puoi sperimentare qui. Questi farmaci calmano il corpo e gli danno il tempo di dimenticare l'evento che ha causato l'ansia e il panico. Dopo tutto, questo disturbo d'ansia in cui sei caduto, il corpo può accettare come norma della sua esistenza, e quindi le conseguenze sono imprevedibili.

I tranquillanti qui agiscono come stabilizzatori vegetativi (normalizzano il lavoro del sistema nervoso autonomo e degli organi interni di una persona). Aiutano il tuo corpo a tornare rapidamente alla sua solita routine di vita, consentono di ricordare lo stato normale che è stato disturbato dallo stress.

La loro azione principale è tranquillizzante o anti-ansia. Inoltre, i tranquillanti hanno un effetto sedativo e ipnotico, oltre a rilassare i muscoli e hanno un effetto anticonvulsivante. Tutti i tranquillanti hanno questi effetti, ma a vari livelli. Ogni rimedio ha più pronunciato uno o più di essi..

Effetti collaterali dei tranquillanti.

I tranquillanti non hanno praticamente effetti collaterali sul cuore e su altri sistemi corporei inerenti agli antipsicotici e agli antidepressivi. È solo necessario osservare la dose e la durata della somministrazione..

A condizione che i tranquillanti vengano assunti per un massimo di un mese e in dosi terapeutiche, possono verificarsi sintomi di inibizione dell'attività del sistema nervoso centrale, che scompaiono dopo l'interruzione del trattamento. Gli effetti collaterali di fenazepam, lorazepam e diazepam, come nei più potenti tranquillanti benzodiazepinici, sono più pronunciati.

Si tratta di diminuzione dell'attenzione, sonnolenza, compromissione della coordinazione dei movimenti, affaticamento, vertigini, riduzione della pressione sanguigna.

Con un uso più lungo, è possibile ridurre l'acuità visiva e il desiderio sessuale, debolezza muscolare, astenia, violazione dell'emocromo e normale funzionalità epatica con danni ai suoi tessuti. Ma tutto quanto sopra, ovviamente, dipende completamente dalla dose del medicinale e dalla durata del trattamento..

Questi sono farmaci di emergenza e non sono progettati per un uso a lungo termine. Ma con un uso prolungato, più di un mese e dosi superiori alla media terapeutica, i tranquillanti possono causare dipendenza, dipendenza da farmaci e sintomi di astinenza. Dipendenza, non nel senso che ti abitui al medicinale e vuoi prenderlo tutto il tempo, ma nel fatto che il tuo corpo alla fine smetterà di rispondere alla dose proposta. E questa dose dovrà essere aumentata. Questo può accadere anche con dosi medicate..

La cosa principale è il risultato. E il risultato è che una persona, dopo aver seguito un corso di tranquillanti, torna alla vita normale. Il corso del trattamento dura da due a sei settimane. Quindi, dopo la stabilizzazione dello stato mentale del paziente e il sistema nervoso autonomo, i farmaci vengono annullati. Ma non bruscamente, ma gradualmente, per diverse settimane, ridurre lentamente il dosaggio. Tutte le avversità in questo trattamento sono dovute all'ignoranza del paziente e del medico..

Pertanto, una situazione si verifica spesso quando un forte ritiro dei tranquillanti provoca una sindrome da astinenza e un ritorno dei sintomi del VSD..
Ci sono due modi qui.

Il primo è quello di assumere farmaci da gruppi più forti come antipsicotici e antidepressivi..

O andare dall'altra parte, che non è molto apprezzato dai medici, ma è usato abbastanza spesso tra la gente. Vale a dire, per usare un tranquillante, diciamo alprazolam, gidazepam, diazepam o fenazepam in una piccola dose di mantenimento, costantemente. Il fatto è che con una tale applicazione, la dose del tranquillante non aumenta nel tempo. Cioè, non vi è alcun segno principale di dipendenza dal farmaco come la dipendenza dal farmaco e un costante aumento della dose..
Quindi, dopo una stabilizzazione sicura della condizione, dopo alcuni mesi o anni, una persona può provare una riduzione molto moderata e graduale della dose per annullare il tranquillante e passare a farmaci sedativi più deboli..

La maggior parte dei tranquillanti riduce l'attenzione e allunga i tempi di risposta di una persona a un cambiamento nell'ambiente. Possono causare sonnolenza e lieve debolezza. Pertanto, è vietato guidare un'auto e altri veicoli. Questo deve essere preso in considerazione quando si combina il trattamento tranquillante con il lavoro che richiede una risposta rapida e accurata. Non puoi combinare alcol e tranquillanti. L'alcol aumenta l'effetto delle droghe, che può portare a tragiche conseguenze.

Un tranquillante ha un effetto ipnotico, ma questo non è il suo effetto principale. È considerato un grave errore prescrivere e usare un tranquillante per ottenere un effetto ipnotico. Sì, ti aiuterà ad addormentarti e lo farà rapidamente, ma sarà molto difficile annullarlo. Infatti, se usati come sonniferi, i tranquillanti creano spesso dipendenza dalla tossicodipendenza. Ci sono sonniferi per combattere l'insonnia.

Sono d'accordo che i tranquillanti non sono semplici droghe. Sono droghe psicotrope e la loro azione è imprevedibile. Ma tra diversi mali, devi scegliere quello che è meno. La mia opinione è.

Ma devi capire che i farmaci psicotropi influenzano una persona come persona, creano una nuova percezione della realtà circostante. Pertanto, il trattamento di VSD deve necessariamente aver luogo con la partecipazione diretta all'appuntamento e all'uso di droghe. Dopotutto, solo tu stesso puoi determinare se questo particolare medicinale ti aiuta e quali effetti collaterali ha.

Puoi guardare il film "Psychiatry: The Death Industry" e trarre conclusioni da ciò che vedi.

Se continui a rimanere in disparte e ingoia senza pensare ciò che i medici ti prescrivono e gli estranei ti consigliano, allora il tuo futuro è confuso.

Tranquillanti: elenco di farmaci, classificazione, assunzione con alcool

I tranquillanti sono uno dei metodi della psicoterapia. Questo trattamento è di solito a breve termine e più efficace quando ci sono ragioni specifiche per l'ansia..

Cos'è?

I tranquillanti sono un trattamento efficace per l'eccitazione eccessiva del sistema nervoso. Più spesso si manifesta con paura, ansia, disturbi del sonno.


I tranquillanti hanno diversi effetti:

  1. Ansiolitico. Grazie a questa proprietà, i tranquillanti riducono l'ansia, l'ansia e la paura, riducono la tensione emotiva, possono ridurre l'ipocondria e sbarazzarsi dei pensieri ossessivi (ossessione).
  2. Ipnotico. Questa azione si manifesta come un leggero sonnifero: il sonno diventa più facile, diventa più profondo e talvolta più lungo.
  3. Sedativo. I tranquillanti si calmano, riducono l'eccitabilità e la concentrazione psicomotoria, riducono l'attività diurna.
  4. anticonvulsivante.
  5. Rilassante muscolare. I tranquillanti alleviano non solo lo stress mentale, ma anche l'eccitazione motoria.

Classificazione

Secondo la forza dell'effetto, i tranquillanti sono divisi in 3 gruppi:

  1. Sedativi. Inibiscono il sistema nervoso e migliorano la qualità del sonno.
  2. Ansiolitici. Oggi sono considerati tranquillanti..
  3. Antipsicotici. Utilizzato nel trattamento di gravi disturbi mentali, ad esempio nella schizofrenia.

A seconda della struttura chimica, i tranquillanti possono essere:

  • benzodiazepine;
  • derivati ​​del difenilmetano;
  • carbammati;
  • altri (diversi).

Elenco di farmaci

Oggi ci sono molti tranquillanti, ma vale la pena evidenziare i farmaci che vengono usati più spesso:

  1. Diazepam. Questa benzodiazepina è stata usata per molto tempo ed è conosciuta con altri nomi: Valium, Relanium, Sibazon, Apaurin, Seduxen. Può essere in compresse o soluzione iniettabile.
  2. Un altro rappresentante delle benzodiazepine è Gidazepam. Il farmaco è un tranquillante diurno.
  3. Il tofisopam appartiene anche ai farmaci diurni. Non crea dipendenza nemmeno con un uso prolungato.
  4. Afobazole - il principio attivo è fabomotizol. Il farmaco è delicato e non crea dipendenza.
  5. Phenibut. Questo rimedio ha un effetto nootropico e ansiolitico. Il farmaco non ha un effetto ipnotico, ma migliora il sonno. Questo tranquillante aiuta a migliorare la memoria, facilitare l'apprendimento, sopportare meglio lo stress, elimina i movimenti involontari (ad esempio, come questo). Questo rimedio è efficace per la cinetosi.
  6. Atarax. Il farmaco è un bloccante dell'istamina H1. Il principio attivo è l'idrossizina. Atarax ha un lieve effetto ansiolitico. L'effetto si verifica entro mezz'ora dopo l'assunzione della pillola. Atarax si ricorre a con maggiore eccitabilità, ansia, sintomi di astinenza da alcolismo, problemi dermatologici, accompagnati da prurito. Un altro vantaggio del farmaco è l'effetto antiemetico..
  7. Phenazepam. Si riferisce ai tranquillanti più forti. Il farmaco è economico e inizia ad agire nei primi 15 minuti. Mancanza di fondi - dipendenza.
  8. Buspirone. Questo è un tranquillante piuttosto delicato, quindi l'effetto si ottiene non prima di dopo una settimana. Il farmaco è adatto per un uso a lungo termine e può essere combinato con alcol.

Di solito, i farmaci che non richiedono una prescrizione medica sono classificati come tranquillanti diurni..

Effetto collaterale

In base al dosaggio e alla durata della somministrazione, i tranquillanti praticamente non danno effetti collaterali..

Quando si assumono benzodiazepine forti, si possono esprimere effetti collaterali:

  • perdita di attenzione;
  • sonnolenza;
  • coordinamento alterato;
  • vertigini;
  • stanchezza;
  • abbassamento della pressione sanguigna.

L'uso costante di forti tranquillanti può portare a:

  • debolezza muscolare;
  • deterioramento della vista;
  • incontinenza urinaria;
  • stipsi;
  • danno al fegato;
  • diminuzione del desiderio sessuale.

Tranquillanti e alcool

La maggior parte dei tranquillanti non può essere combinata con l'alcol. Le bevande alcoliche contengono etanolo, che aumenta l'effetto del tranquillante, quindi il sistema nervoso è eccessivamente depresso.

L'assunzione simultanea di alcol e tranquillanti può portare alle seguenti conseguenze:

  • vertigini;
  • mal di testa;
  • sonnolenza;
  • coordinamento alterato;
  • confusione di coscienza;
  • mancanza di risposta emotiva.

Tranquillanti e antidepressivi: qual è la differenza?

Le principali differenze tra tranquillanti e antidepressivi sono che appartengono a diversi gruppi chimici e hanno effetti diversi..

I tranquillanti trattano l'ansia e la paura e gli antidepressivi possono aiutare a far fronte alla depressione. La maggior parte degli antidepressivi non creano dipendenza.

Gli antidepressivi sono necessari per regolare la produzione di alcuni ormoni: serotonina, dopamina, noradrenalina e normalizzare la funzione cerebrale.

I tranquillanti sono un metodo efficace in psicoterapia. Tali farmaci dovrebbero essere assunti solo dopo essere stati prescritti da un medico. I tranquillanti differiscono nel loro meccanismo d'azione, quindi uno specialista dovrebbe selezionare un rimedio adatto, concentrandosi sulle caratteristiche individuali del paziente..

Farmaci psicotropi - gruppo tranquillanti.