L'aumento della pressione intracranica in un bambino (ICP) può essere una conseguenza della progressione di patologie pericolose nel corpo. Allo stesso tempo, l'ipertensione è un sintomo secondario che è pericoloso ignorare. Il problema viene spesso diagnosticato in bambini di età compresa tra 3-5 anni. Questo è spesso associato a patologie congenite e complicanze del decorso della malattia di natura virale-infettiva. Pertanto, è importante diagnosticare la ICP in modo tempestivo e iniziare un trattamento adeguato..

Le ragioni principali dell'aumento

congenito

Un aumento della pressione intracranica è spesso influenzato da patologie formate durante il periodo di sviluppo intrauterino del feto. L'ICP in un bambino è causata dai seguenti disturbi congeniti:

  • mutazioni genetiche che influenzano negativamente lo sviluppo delle cellule cerebrali;
  • aneurisma;
  • formazione e funzionamento impropri degli organi del sistema cardiovascolare e dei reni;
  • infezioni intrauterine;
  • ipossia acuta;
  • distacco della placenta;
  • grave tossicosi di una donna incinta, a causa della quale il bambino all'interno non ha ricevuto i nutrienti necessari per la normale formazione, nonché lo sviluppo di organi e sistemi vitali.
Torna al sommario

Acquisita

Spesso un'alta pressione intracranica nei bambini è il risultato dell'esposizione a fattori esterni avversi, tra i quali i più comuni sono:

Quali sono i sintomi?

Spesso, con aumento della pressione intracranica, i sintomi sono pronunciati. Un bambino di un mese non sarà in grado di scoprire cosa lo disturba, tuttavia, dal comportamento che puoi capire che il bambino è preoccupato per qualcosa. Sarà possibile riconoscere un'alta pressione intracranica in un bambino dall'età di un mese dai seguenti sintomi:

  • aumento dell'ansia, disturbi del sonno, rifiuto di qualsiasi cibo;
  • rigonfiamento e tensione della fontanella, un aumento delle grandi navi sulla superficie della testa;
  • un cranio sproporzionatamente grande rispetto al corpo di un bambino;
  • violazione dei riflessi congeniti;
  • crampi, tremori alle braccia e alle gambe;
  • vomito che si verifica in qualsiasi momento della giornata e non dipende dai pasti;
  • strabismo, bulbi oculari sporgenti, nistagmo.
Nei neonati, questa patologia può manifestarsi con un aumento della temperatura corporea..

Se le briciole hanno un ICP molto elevato, la temperatura può aumentare bruscamente, il bambino diventa letargico, non risponde agli stimoli esterni e perde conoscenza. Questi sintomi sono critici e se il bambino non viene prontamente aiutato, le conseguenze possono essere imprevedibili. L'elevata pressione intracranica negli adolescenti è caratterizzata dallo sviluppo di sintomi come:

  • forte mal di testa, vertigini;
  • stanchezza, distrazione, riduzione delle prestazioni scolastiche;
  • problemi di sonno;
  • eccessiva emotività, irritabilità, aggressività;
  • nausea, vomito, aumento irragionevole della temperatura corporea.

La pressione cranica nei bambini cambia durante l'intero periodo di crescita. Il tasso di ICP nei neonati è di 1,5-6 mm Hg. Arte. Nei bambini di età pari o superiore a un anno, gli indicatori sono compresi nell'intervallo 3-7 mm Hg. Art., Negli adolescenti dai 15 anni, la gamma è di 3-15 millimetri di mercurio.

Qual è il pericolo di aumentare l'ICP?

Se il problema non viene identificato e trattato in modo tempestivo, un aumento dell'ICP nei bambini può causare lo sviluppo di conseguenze così pericolose:

  • epilessia;
  • violazione della funzione visiva;
  • ictus ischemico o emorragico;
  • interruzione del sistema nervoso centrale.
Torna al sommario

Come diagnosticare?

Se ci sono tutti i segni di pressione intracranica nei bambini, è necessario consultare urgentemente un medico, controllare le condizioni del bambino e determinare la diagnosi esatta. Fare qualsiasi cosa da soli a casa è severamente proibito e ritardare una visita dal medico influisce negativamente sulla prognosi di una guarigione riuscita. L'indicatore ICP viene controllato utilizzando i seguenti metodi diagnostici:

  • neurosonografia del cervello;
  • Ultrasuoni Doppler;
  • CT assiale;
  • Risonanza magnetica;
  • puntura lombare;
  • oftalmoscopia.
Torna al sommario

Quale trattamento è prescritto?

Al fine di curare correttamente la patologia delle briciole e alleviare i sintomi fastidiosi, è importante seguire rigorosamente le raccomandazioni e i consigli del medico. Spesso, la pressione intracranica in un bambino del primo anno si normalizza da sola, senza una terapia speciale. Tuttavia, in singoli casi, è ancora necessario un trattamento medico e ausiliario..

farmaci

Avendo compreso le ragioni del verificarsi di una ICP elevata nelle briciole, il medico seleziona un regime terapeutico individuale, con l'aiuto del quale sarà possibile normalizzare gli indicatori di pressione e rimuovere i sintomi associati. Vengono spesso utilizzati i seguenti gruppi di farmaci:

  • Stimolanti biogenici. Normalizzano la circolazione sanguigna cranica attivando il metabolismo cellulare. Mezzi efficaci di questo gruppo:
    • "Actovegin";
    • "Pantogam";
    • "Cinnarizin";
    • "Cortexin".
  • diuretici Allevia il gonfiore, normalizza la pressione sanguigna e l'ICP:
    • furosemide;
    • "Diakarb".
  • Farmaci nootropici. Stimola la circolazione sanguigna nei vasi cerebrali:
    • Piracetam;
    • "Cavinton".
  • Sedativi. Hanno un effetto calmante sul sistema nervoso centrale:
    • "Nervohel".
  • Sonniferi. Prescritto come ultima risorsa se il bambino ha gravi problemi di sonno:
    • "Dormikind".
Torna al sommario

Quando la chirurgia è essenziale?

Se il problema non può essere rimosso in modo conservativo, viene prescritto un trattamento chirurgico. Viene eseguita la trepanning del cranio, dopo di che viene eseguito lo shunt e il pompaggio del liquido cerebrospinale. E anche un intervento chirurgico è necessario in caso di rilevazione di un tumore, una cisti o un idrocefalo situato nei tessuti del cervello. Dopo l'intervento chirurgico, seguirà un lungo periodo di riabilitazione, durante il quale è importante compiere ogni sforzo affinché il bambino possa riprendersi completamente e vivere una vita piena..

Rimedi popolari

Per neonati e bambini, è strettamente controindicato eseguire la terapia con metodi non tradizionali. I bambini più grandi e gli adolescenti possono usare medicinali fatti in casa solo dopo aver concordato il regime terapeutico e i metodi del loro uso con un medico. I rimedi popolari non influenzeranno in alcun modo la causa della patologia, ma aiuteranno a ridurre i segni della pressione intracranica in un bambino.

I seguenti strumenti si sono dimostrati efficaci:

  • Decotto alla lavanda. Versare 1 cucchiaio. l. fiori secchi 300 ml di acqua bollente, metti i piatti sul fuoco, fai bollire, fai sobbollire per altri 3-5 minuti. Raffreddare il prodotto finito, filtrare, bere ½ tazza 2-3 volte al giorno.
  • Infuso di gelso. Versare un mucchio di rami di piante con un litro di acqua bollente, avvolgere bene il contenitore, lasciare fermentare per 2-3 ore. Dividi la bevanda in parti uguali e bevi entro 1 giorno. Il giorno successivo, prepara una nuova infusione.

Altri rimedi popolari efficaci e sicuri:

Per eliminare il problema, al bambino può essere somministrata un'infusione di fiori di tiglio.

  • tintura di biancospino e valeriana;
  • un impacco da un decotto a base di menta piperita;
  • infuso di fiori di tiglio;
  • decotto di foglie di alloro;
  • aglio appena grattugiato con succo di limone;
  • bacche d'uva;
  • una miscela di albicocche secche, prugne secche, uvetta, noci e miele.
Torna al sommario

Metodi di aiuto

Oltre al trattamento farmacologico e non tradizionale, si consiglia di utilizzare metodi efficaci come:

  • terapia manuale;
  • agopuntura;
  • massaggio rilassante.

Si raccomanda di temperare un bambino con ICP. La terapia fisica, le passeggiate all'aperto, la fisioterapia aiuteranno a rafforzare il corpo. È utile andare per nuotare, acquagym. È importante controllare la nutrizione del bambino. Dovrebbe essere completo ed equilibrato. Gli alimenti non salutari come bibite gassate, patatine, crackers e fast food devono essere scartati. Il bambino deve capire che tali restrizioni sono importanti principalmente per la sua salute..

Come avvisare?

Non esistono metodi profilattici specifici per prevenire l'insorgenza dell'ICP nei bambini più piccoli e nei bambini più grandi. È possibile ridurre il rischio di sviluppare patologie intrauterine se la donna è costantemente monitorata dal ginecologo, seguire tutte le sue prescrizioni e trattare tempestivamente le malattie interne. È importante che i bambini più grandi guariscano completamente varie malattie infettive, per prevenire lesioni e lesioni alla testa. Con gravi sintomi di ICP, non automedicare, ma consultare urgentemente un pediatra. Solo una terapia prescritta adeguata e tempestiva sotto la supervisione di un medico aiuterà a prevenire conseguenze potenzialmente letali..

Aumento della pressione intracranica in un bambino

Informazione Generale

Accade così che un neonato assolutamente sano inizi a piangere senza una ragione apparente, a rifiutarsi di mangiare, ad addormentarsi male o a dormire irrequieto di notte. O i bambini più grandi lamentano forti mal di testa, che possono essere accompagnati da attacchi di vomito sullo sfondo di una generale perdita di forza. In tali casi, i medici spesso diagnosticano un aumento della pressione intracranica (di seguito ICP).

Che cos'è l'ICP e quali sono i suoi sintomi? Quali sono le cause e le conseguenze di questo malessere per la salute e il benessere di una persona? Risponderemo a questa e a molte altre domande sull'argomento in questo materiale. Ma prima, affrontiamo alcune domande generali che riguardano la fisiologia e la struttura del cervello umano..

Qual è la pressione intracranica?

Il cervello umano si trova nel cranio ed è una sostanza incredibilmente "delicata" che può subire il minimo impatto. Pertanto, per proteggerlo, la natura ha fornito al nostro corpo tre barriere:

  • Il guscio duro esterno riveste la cavità cranica dall'interno, si differenzia dagli altri per la sua struttura forte e densa, che è dominata da fibre elastiche e di collagene.
  • La membrana media aracnoidea si trova dietro quella dura, è sottile e trasparente. Tuttavia, a differenza della successiva membrana morbida, non penetra nelle scanalature degli emisferi e nelle fessure tra le parti del cervello. La coroide è separata dall'aracnoide dallo spazio subaracnoideo, che è riempito di liquido cerebrospinale (CSF).
  • La membrana interna vascolare o molle aderisce saldamente alla superficie del cervello e penetra nei suoi solchi e crepe. È costituito da tessuti connettivi che alimentano il cervello umano e forma i plessi coroidi che sono responsabili della produzione di liquido cerebrospinale.

Pertanto, l'ICP è la pressione sulla struttura cerebrale del liquido cerebrospinale (CSF), che protegge da lesioni e danni, che riempie gli spazi subaracnoideo ed epidurale, nonché i ventricoli del cervello. In parole semplici, ICP è la differenza tra pressione atmosferica e pressione all'interno della cavità cranica..

La violazione della circolazione del liquido cerebrospinale porta alla sua mancanza e accumulo in alcune parti del cranio. Una persona assolutamente sana produce in media un litro di liquido cerebrospinale al giorno, che nutre i vasi venosi del cervello. In presenza di eventuali patologie, il liquido cerebrospinale non viene assorbito completamente e la sua massa in eccesso porta ad un aumento della pressione intracranica.

La struttura e il funzionamento del cervello sono così complessi che non è stato studiato fino ad ora. Sebbene sia già noto in modo affidabile che i normali indicatori ICP dipendono da:

  • tono vascolare;
  • pressione di perfusione cerebrale (livello di afflusso di sangue al cervello);
  • flusso sanguigno cerebrale volumetrico;
  • riassorbimento e produzione di liquido cerebrospinale, così come la sua omeostasi colloide-osmotica;
  • il grado di permeabilità della barriera emato-encefalica tra i sistemi nervoso e di afflusso di sangue nel corpo.

Se almeno uno dei fattori sopra menzionati cambia, viene attivato un meccanismo protettivo sotto forma di una reazione compensativa. Di conseguenza, la pressione sanguigna aumenta e i vasi sanguigni del cervello si restringono, il che influisce sul livello di ICP e sulla circolazione cerebrale..

Quanto costa la pressione alta? Durante il normale funzionamento di tutti i sistemi vitali del corpo umano, gli indici ICP vanno da 7,5 a 15 mm Hg. È importante notare che gli sbalzi di pressione durante il giorno sono abbastanza normali, a meno che, ovviamente, non influisca sul benessere di una persona e passi senza lasciare traccia da sola..

Ecco come il nostro corpo può reagire, ad esempio, all'attività fisica o a una situazione stressante. È un'altra cosa se si registra un livello costantemente aumentato di ICP. In questa situazione, una persona inizia a sentire chiaramente i sintomi pronunciati del malessere.

Segni di aumento della ICP negli adulti

  • forte mal di testa;
  • picchi di pressione sanguigna;
  • attacchi di nausea o vomito zampillanti non correlati al cibo che non portano sollievo;
  • palpitazioni cardiache (tachicardia);
  • affaticabilità veloce;
  • maggiore eccitabilità;
  • dispnea;
  • lividi o lividi sotto gli occhi, che a un esame più attento è una raccolta di piccole vene vicino alla pelle della palpebra inferiore;
  • paresi muscolare;
  • ridotta mobilità articolare;
  • nervosismo;
  • dipendenza dal tempo;
  • iperestesia (ipersensibilità della pelle);
  • sudorazione eccessiva o brividi;
  • mal di schiena;
  • diminuzione della potenza, o viceversa, aumento del desiderio sessuale;
  • aumento della pressione intraoculare;
  • compromissione della vista (visione doppia, fotosensibilità, appannamento, cecità a breve termine).

È importante notare che negli adulti non ci sono praticamente segni visibili di ipertensione endocranica, ad eccezione, forse, di pupille dilatate in modo non uniforme e bulbi oculari sporgenti. Inoltre, durante il giorno, il livello di pressione intracranica e arteriosa (del sangue) può variare a seconda del grado di attività o dello stato morale e psicologico di una persona..

E questa è considerata una variante della norma, poiché è così che il nostro corpo "reagisce" a fattori esterni. Pertanto, dovresti sempre ascoltare il tuo corpo e non ignorare i suoi segnali, attribuendo tutto alla fatica o alla cattiva salute temporanea. Ad esempio, il primo predittore di ICP è il mal di testa, molto spesso al mattino o alla sera, che peggiora bruscamente quando si inclina o si gira la testa, starnuti o tosse.

Questo sintomo è direttamente correlato a tali motivi per l'aumento della pressione durante la notte e dopo il risveglio, come ad esempio:

  • apnea (russare);
  • fatica;
  • nutrizione impropria;
  • sovrappeso;
  • Sindrome dell'affaticamento cronico;
  • cattive abitudini;
  • eccesso di sale nella dieta quotidiana;
  • violazione del regime di veglia e sonno;
  • mancanza di attività fisica.

Cause e conseguenze dell'ipertensione endocranica

  • patologie congenite dei seni venosi, liquido cerebrospinale o idrocefalo risultanti da un corso sfavorevole di gravidanza o trauma cranico;
  • lavoro prolungato;
  • entanglement con il cordone ombelicale;
  • trauma alla nascita;
  • aumento della pressione intracranica durante la gravidanza nella madre;
  • infezioni che colpiscono il sistema nervoso centrale (encefalite, meningite, neurosifilide);
  • ematomi e neoplasie (maligni, benigni, cisti, accumuli parassitari, ascessi);
  • otite;
  • malaria;
  • mastoidite;
  • bronchite;
  • gastroenterite;
  • malattie del sistema endocrino (obesità, encefalopatia epatica, ipertiroidismo, insufficienza surrenalica);
  • gonfiore del cervello a causa di traumi (TBI), ictus o dopo un intervento chirurgico;
  • assunzione di farmaci (contraccettivi orali, biseptolo, retinoidi, antibiotici tetracicline, nitrofurani, corticosteroidi).
  • perdita parziale o totale della vista;
  • compromissione della funzione respiratoria;
  • patologie mentali;
  • pizzicamento del cervelletto;
  • confusione di coscienza;
  • edema e morte cerebrale;
  • condizioni convulsive;
  • svenimento;
  • ictus emorragico o ischemico;
  • coma.

Come misurare la pressione intracranica?

Gli indici ICP costantemente elevati hanno un effetto dannoso sul funzionamento del cervello e possono portare allo sviluppo di molte patologie gravi:

  • una ridotta attività cerebrale e danni alle strutture staminali influenzano il livello di intelligenza e provocano anche lo sviluppo della sindrome epilettica;
  • l'interruzione della circolazione cerebrale a causa dell'aumentata pressione del liquido cerebrospinale sui tessuti nervosi e sui vasi sanguigni porta a ictus ischemico;
  • la compressione del tessuto cerebrale è irta della morte delle cellule nervose e della sostanza bianca della corteccia cerebrale, che influenza le emozioni e il comportamento umani;
  • l'accumulo di liquido cerebrospinale attorno al nervo ottico lo comprime e porta a disturbi visivi di gravità variabile.

Pertanto, al minimo sospetto, è necessario consultare immediatamente un medico per un aiuto medico. Inoltre, la pressione intracranica, diversamente dalla pressione arteriosa, semplicemente non può essere misurata in modo indipendente. Sfortunatamente, non esiste un dispositivo specializzato per questo scopo, come un tonometro, che può essere utilizzato a casa..

Come viene misurata la pressione intracranica negli adulti e nei bambini

Come verificare se la pressione intracranica è normale? Gli esperti ritengono che l'unico metodo assolutamente accurato per misurare l'ICP sia una puntura dei ventricoli del cervello e del canale spinale. Tuttavia, questa è una misura estrema che viene utilizzata se il paziente ha la maggior parte dei sintomi dell'ipertensione endocranica sul viso..

Procedure come ultrasuoni, risonanza magnetica, esame del fondo oculare, elettroencefalografia, radiografia delle ossa del cranio, esame della pulsazione della fontanella con un monitor Ladd, neurosonografia, Doppler o CT possono rivelare solo segni indiretti di malessere. Pertanto, in questo caso, hanno tutti un posto dove stare, ma si riferiscono ancora solo a strumenti diagnostici ausiliari.

È proprio a causa della difficoltà di identificare questa patologia che molti dei nostri medici vengono riassicurati e diagnosticati ai neonati con ICP aumentata senza una diagnosi sufficiente in presenza di almeno alcuni sintomi generali di malessere. Inoltre, prescrivono anche farmaci per i bambini per la terapia sintomatica, sebbene una condizione così grave debba essere trattata in terapia intensiva o nell'unità di terapia intensiva di un istituto di assistenza sanitaria..

Tuttavia, se hai ancora sospetti che il bambino abbia l'ipertensione endocranica, la prima cosa da fare è visitare un neurologo. Il medico esaminerà la fontanella del neonato, misurerà la circonferenza della testa, sarà in grado di notare la sindrome di Graefe o identificare anomalie riflesse. Questi dati, insieme alle informazioni dei genitori sul sonno e la veglia del bambino, il suo appetito o comportamento, aiuteranno lo specialista a diagnosticare.

Un oculista può anche aiutare a identificare i problemi con la pressione intracranica esaminando gli organi visivi del bambino. Poiché in presenza di malessere, si possono notare cambiamenti visibili nel fondo (nervo ottico sporgente o edematoso, spasmi arteriosi, vene dilatate).

Quando si tratta di esaminare un bambino la cui fontanella non è ancora troppo cresciuta, la neurosonografia (ultrasuoni) aiuterà a raccogliere dati sulla dimensione dei ventricoli del cervello, sulla sua struttura e sviluppo, per identificare la presenza di neoplasie o un aumento della dimensione del gap interemisferico. In conformità con le raccomandazioni del Ministero della Salute della Federazione Russa, è consigliabile condurre un tale esame a 1, 3 e 6 mesi.

Pressione intracranica in un bambino

Parliamo di come capire che un bambino ha aumentato la pressione intracranica. Per cominciare, notiamo che i bambini di età diverse possono avere alcuni segni di questo malessere. Ciò è dovuto alle peculiarità dello sviluppo del cervello umano..

Pertanto, i sintomi dell'ICP nei neonati, le cui fontanelle non sono ancora completamente cresciute insieme, differiscono dai bambini più grandi o dagli adolescenti. Di norma, il medico nota i primi segni di pressione intracranica in un bambino su un'ecografia del cervello, che viene eseguita circa un mese dopo la nascita..

È vero, la diagnosi non è sempre confermata, perché durante l'esecuzione di tale procedura, un neonato può provare disagio e piangere, che influenza direttamente tutti i suoi parametri fisici, compresa la pressione. Pertanto, è importante non ritardare la consultazione con un neurologo se c'è anche il minimo sospetto della presenza di sintomi di pressione cranica nei bambini del primo anno di vita..

Sintomi di aumento della pressione intracranica nei bambini

Dalla nascita a 3 anni:

  • Pianti intensi, frequenti risvegli, disturbi del sonno e comportamenti irrequieti che si manifestano nel pomeriggio o nella notte. Durante il giorno, il bambino può sentirsi bene, giocare e mangiare normalmente, ma tutto cambia con l'inizio del buio. Ciò è dovuto principalmente alla struttura del liquido cerebrospinale e del sistema venoso. Dormiamo in posizione orizzontale, in cui rallenta il deflusso del sangue venoso dal cervello, che, in presenza di qualsiasi patologia, provoca l'accumulo di liquido cerebrospinale e un aumento dell'ICP.
  • Nausea, rigurgito frequente o attacchi di vomito, non associati ai pasti, sono reazioni riflesse all'ipertensione endocranica. Pertanto, il corpo sta cercando di alleviare le sue condizioni e normalizzare la pressione sanguigna..
  • Dimensioni sproporzionatamente aumentate della testa, parte frontale, pulsazione e sporgenza delle fontanelle, divergenza delle ossa e suture del cranio. Questo è uno dei segni chiari e quindi veri della patologia (idrocefalo). Questa condizione è causata da una maggiore quantità di liquido liquoroso negli spazi del cervello..
  • Maglia venosa visibile che appare sotto la pelle sulla testa del bambino. L'ipertensione porta a un eccesso di flusso sanguigno e congestione nelle vene.
  • La sindrome di Grefeili è un sintomo del "sole al tramonto". Questo nome poetico nasconde i segni di un malfunzionamento dei nervi ottici. Questa condizione può essere dovuta ad un aumento dell'ICP, un trauma alla nascita o un sistema nervoso non sviluppato. Molto spesso, questa diagnosi viene fatta ai bambini prematuri. La sindrome si manifesta come una deviazione incontrollata verso il basso dei bulbi oculari, mentre diventa visibile una striscia bianca (sclera) tra la palpebra superiore e il bordo dell'iride.
  • Convulsioni o contrazioni periodiche.
  • Rifiuto di nutrirsi. Il bambino non vuole mangiare, perché il riflesso di suzione aumenta la pressione intracranica e aumenta il dolore.
  • Distonia, tono muscolare.
  • In ritardo nello sviluppo fisico e psico-emotivo, la mancanza di aumento di peso è una conseguenza della costante cattiva salute del bambino e dell'insufficiente alimentazione.
  • attacchi di nausea e vomito, che non portano sollievo, a differenza dell'intossicazione alimentare;
  • fondo ormonale disturbato;
  • ritardo dello sviluppo, ad esempio, problemi con la parola in un bambino che già sa parlare;
  • forti mal di testa la sera e la notte;
  • fronte sproporzionatamente grande;
  • disattenzione, sonnolenza, irritabilità, affaticamento e frequente apatia per tutto;
  • compromissione della coordinazione motoria, spesso i bambini di 3-4 anni iniziano a camminare in punta di piedi;
  • problemi di vista (visione doppia, bagliori davanti agli occhi, ecc.);
  • dolore dietro i bulbi oculari;
  • tremore al mento;
  • vertigini e svenimenti frequenti;
  • hypercativity;
  • sonno agitato.

Pressione intracranica nei neonati

Tutti i genitori sono felici quando il loro bambino mangia bene, dorme bene e piange poco. Ma succede che il bambino rifiuta di allattare, rigurgita costantemente e piange violentemente. In tale situazione, i medici spesso registrano segni di ipertensione endocranica nei bambini di età inferiore a un anno..

Che cos'è l'ICP nei bambini e come questa condizione può essere pericolosa per i bambini nel primo anno di vita. Secondo i pediatri moderni, tra cui il famoso medico Komarovsky, l'aumento della pressione intracranica non è una malattia indipendente, ma solo un sintomo di un grave disturbo neurologico..

Inoltre, l'elenco di tali condizioni è in realtà piccolo ed è limitato a diverse decine di ragioni che possono essere innescate da traumi alla nascita, eredità genetica o malattie acquisite. È davvero importante diagnosticare una tale patologia e sottoporsi a un trattamento adeguato in tempo, perché la vita e la salute del bambino dipendono da questo.

Vale la pena notare che il trattamento della pressione intracranica nei neonati deve essere giustificato e giustificato. Sfortunatamente, secondo le statistiche, molti medici della CSI diagnosticano l'ipertensione endocranica e prescrivono un trattamento con farmaci seri ai neonati senza un esame sufficiente..

Ecco perché tutte le madri hanno paura dell'ICP come il fuoco. Ma valutiamo la situazione in modo sobrio. In qualsiasi persona, la pressione intracranica può fluttuare in un determinato periodo di tempo o in determinate circostanze.

Ricorda che l'ICP ha un valore variabile anche nel bambino più sano e forte, il suo livello è in costante cambiamento e dipende da molti fattori (dormire, giocare, correre, sedersi su un vasino, piangere, urlare, camminare fuori quando fa caldo, fa freddo o piove eccetera).

Pertanto, dal punto di vista della medicina basata sull'evidenza e civile, un medico non dovrebbe considerare l'ICP come una diagnosi indipendente, e ancora di più trattare i segni di questa condizione. Lo specialista deve trovare la causa del livello costantemente aumentato di pressione intracranica, che è associato ad altri sintomi neurologici.

Nella stragrande maggioranza dei casi, l'idrocefalo (idropisia del cervello) è considerata la principale causa di ipertensione endocranica nei neonati. Questa malattia è caratterizzata dall'accumulo di una quantità in eccesso di liquido cerebrospinale nei ventricoli del cervello. Il liquido cerebrospinale si accumula perché non si sposta dal sito di secrezione al sito di assorbimento.

Molto spesso si tratta di un disturbo congenito dovuto a ereditarietà, gravidanza grave, farmaci per la madre, traumi alla nascita, infezioni intrauterine. La malattia viene di solito diagnosticata immediatamente dopo la nascita. Tuttavia, l'idrocefalo può anche essere acquisito a seguito di lesioni cerebrali e malattie infettive..

Sintomi ICP nei neonati

I genitori possono essere i primi a rilevare segni di pressione intracranica in un bambino. È vero, come abbiamo detto prima, nella maggior parte dei casi, mamme e papà si lasciano prendere dal panico invano. Ma è meglio giocare sul sicuro e consultare un medico per un esame più dettagliato, se c'è anche il minimo sospetto.

I principali sintomi di aumento della pressione intracranica nei neonati:

  • pianto continuo di notte e irrequietezza con un comportamento completamente normale durante il giorno;
  • difficoltà a dormire e ad addormentarsi, frequente risveglio (conseguenze del primo sintomo);
  • aumento della dimensione della testa non in età, sporgenze delle fontanelle, sporgenza evidente della maglia venosa sulla testa, divergenza delle suture craniche;
  • rigetto del seno;
  • La sindrome di Gref;
  • sindrome convulsiva;
  • ritardo nello sviluppo fisico e mentale a causa di tutti i motivi di cui sopra.

Come determinare la pressione intracranica in un neonato? Abbiamo accennato in precedenza che non esiste un dispositivo per misurare l'ICP che puoi usare da solo a casa. Solo una puntura dei ventricoli del cervello o del canale spinale può fornire informazioni affidabili sul livello di pressione intracranica..

Questa procedura viene eseguita solo in ambito ospedaliero e solo quando vi sono indicazioni sufficienti per questo. Dal momento che la fontanella dei bambini non è ancora guarita, ci sono altri metodi diagnostici che in realtà non danno fiducia al 100%, perché sono registrati solo segni indiretti di malessere. Tuttavia, in età avanzata, queste procedure sono considerate ancora meno efficaci..

La prima cosa a cui un neurologo o un pediatra presterà attenzione è la dinamica di un aumento della circonferenza della testa del bambino. Ciò significa che non sono i numeri specifici che sono importanti, ma la velocità con cui stanno aumentando. Ad esempio, a 3 mesi, un bambino ha una circonferenza della testa di 43 cm, che è normalmente considerata un indicatore critico.

Ma poi i tassi di crescita rallentano e si adattano ai confini normali. Pertanto, non vi è motivo di preoccupazione e panico. È un'altra cosa se nel corso del prossimo mese di vita di un bambino la circonferenza della testa è aumentata bruscamente di 7 cm. Questo salto è considerato una dinamica negativa e segnala lo sviluppo di una patologia pericolosa.

Forse il metodo diagnostico più accessibile e allo stesso tempo più sicuro è la neurosonografia cerebrale (in parole semplici, ultrasuoni). Permette di valutare la dimensione dei ventricoli, un aumento in cui è considerato un segno di ipertensione endocranica..

La tomografia computerizzata o la risonanza magnetica sono più costose e lontane da metodi sempre giustificati dal punto di vista della sicurezza dei bambini molto piccoli, che vengono utilizzati dopo la chiusura della fontanella. Vale la pena ricorrere al loro aiuto solo se vi sono reali sospetti sullo sviluppo di gravi patologie che accompagnano l'ICP.

Come trattare l'ipertensione endocranica nei bambini?

Prima di parlare dei metodi di trattamento terapeutico dei disturbi, dovresti capire quanta pressione dovrebbero avere i bambini di età diverse. Dopotutto, gli indicatori fisiologici, che includono la pressione, in un bambino di 10 anni possono differire leggermente dagli standard stabiliti per 8 anni, a causa della piccola differenza di età.

Lo stesso si può dire per il tasso di pressione in un bambino di 6 anni e di 5 anni. Un'altra cosa è se confrontata con neonati o bambini piccoli. Per i neonati, i valori normali di ICP sono impostati a un livello di 1-2 mm Hg, per i bambini di età pari o superiore a 3 anni, 3-7 mm Hg, per gli adolescenti, 5-15 mm Hg..

Tuttavia, si tratta di dati molto condizionati, poiché differiscono non solo in base all'età, ma anche, ad esempio, alla posizione del corpo (il bambino è seduto o sdraiato durante la misurazione). Inoltre, gli scienziati, fino ad ora, non possono ancora concordare su quali limiti massimi ammissibili dei valori ICP rientrino nell'intervallo normale e quali siano considerati una deviazione..

Come alleviare la pressione intracranica in un bambino

La prima cosa a cui pensa una madre, vedendo come sta soffrendo il suo bambino, è come alleviare un attacco ICP e alleviare le condizioni del bambino. Tuttavia, i metodi di trattamento dovrebbero essere selezionati dal medico in base alla causa di questo disturbo. Pertanto, è importante non cercare di far fronte ai sintomi dell'ipertensione endocranica, ma di trovarne la causa principale..

Per normalizzare il livello ICP, vengono utilizzati i seguenti medicinali:

  • diuretici che rimuovono il liquido in eccesso (acetazolamide, furosemide, triampur);
  • farmaci nootropici che migliorano la circolazione cerebrale e saturano le cellule cerebrali con ossigeno (Pantogam, Piracetam, acido nicotinico, Cavinton);
  • farmaci neuroprotettivi che aumentano l'efficienza delle cellule cerebrali e leniscono il sistema nervoso (Nervohel, glicina);
  • sedativi e sedativi;
  • antibiotici (in presenza di neuroinfezione).

In casi gravi, come traumi o tumori cerebrali, quando si tratta della vita e della morte di un bambino, viene utilizzato un intervento chirurgico. L'idrocefalo viene trattato con uno shunt ventricolare per drenare il liquido cerebrospinale in eccesso.

Inoltre, per migliorare il benessere di un bambino con ipertensione endocranica, puoi ricorrere ad aiutare:

  • esercizi di fisioterapia;
  • massaggio al collo;
  • metodi fisioterapici (magnetoterapia, elettroforesi, riflessologia microcorrente);
  • nuoto;
  • agopuntura;
  • un osteopata che disperde i liquidi nel corpo, incluso il liquido cerebrospinale.

Inoltre, come tutti gli altri bambini, è utile che i bambini con ICP camminino molto all'aria aperta, seguano una dieta completa ed equilibrata e aderiscano anche a un sano regime di sonno e veglia..

In conclusione, sarà utile concentrarsi ancora una volta sul fatto che ICP:

  • non è una diagnosi indipendente che richiede un trattamento separato in un policlinico oa casa;
  • questo è un sintomo di malattie pericolose, ma davvero rare (ad esempio, 1 bambino su 2-4 mila bambini sani soffre di idrocefalo), che richiedono l'ammissione immediata del paziente in ospedale.

Istruzione: laureato in medicina presso la Vitebsk State Medical University. All'università ha diretto il Consiglio della Student Scientific Society. Ulteriore formazione nel 2010 - nella specialità "Oncologia" e nel 2011 - nella specialità "Mammologia, forme visive di oncologia".

Esperienza lavorativa: lavoro nella rete medica generale per 3 anni come chirurgo (ospedale di emergenza di Vitebsk, Liozno CRH) e part-time come oncologo e traumatologo regionali. Lavora come rappresentante farmaceutico durante tutto l'anno presso la società Rubicon.

Ha presentato 3 proposte di razionalizzazione sul tema "Ottimizzazione della terapia antibiotica a seconda della composizione delle specie di microflora", 2 opere hanno vinto premi nella revisione repubblicana della competizione di lavori scientifici degli studenti (categorie 1 e 3).

Sintomi di aumento della pressione intracranica nei neonati e nei bambini da un anno di età, trattamento e prevenzione

L'ipertensione è più comunemente associata all'età adulta. Tuttavia, l'ipertensione endocranica, cioè l'aumento della pressione nel cervello, colpisce spesso i bambini più piccoli. Se una tale diagnosi è stata fatta a un neonato con un'ecografia del cervello pianificata, non fatevi prendere dal panico. Questo può essere solo motivi fisiologici, ad esempio, pianto prolungato durante l'esame..

Tuttavia, non vale la pena ritardare la consultazione con un neurologo pediatrico. Determinerà il motivo esatto della deviazione e, se necessario, prescriverà il trattamento. La pressione intracranica anormale è un disturbo grave che richiede un monitoraggio e una terapia costanti..

A differenza degli adulti, la pressione intracranica nei bambini è più difficile da rilevare e diagnosticare in tempo.

Perché i bambini hanno aumentato la pressione intracranica??

La pressione intracranica è più un sintomo di un'altra malattia che un disturbo indipendente. Anatomicamente, la sua causa sta nel livello del liquido cerebrospinale (CSF) e nel suo effetto sulle parti del cervello. Il liquore viene costantemente prodotto dai vasi sanguigni del cervello e quindi assorbito nel sangue. Quando questo rapporto viene violato, allora sorge questa patologia..

Può apparire anche nell'utero o durante il parto:

  • anomalie nello sviluppo del cervello, vie di deflusso del liquido cerebrospinale;
  • infezioni intrauterine;
  • chiusura anticipata della fontanella (normalmente si chiude a 12-18 mesi);
  • idrocefalo;
  • trauma alla nascita, ematoma, ottenuto durante il travaglio grave;
  • ipossia acuta, che ha causato edema cerebrale.

In tali casi, la patologia viene rilevata durante la gravidanza o immediatamente dopo la nascita. Una violazione rilevata tempestivamente consente di correggerla e offre al bambino l'opportunità di crescere e svilupparsi completamente.

La violazione della pressione nel cervello può apparire più tardi nella vita a causa di:

  • lesioni alla testa di varia gravità, emorragia;
  • tumori di qualsiasi natura;
  • infiammazione nel cervello (encefalite, meningite);
  • disturbi della coagulazione del sangue;
  • grave intossicazione, che ha causato edema cerebrale (alcolismo, droga, intossicazione da droghe);
  • le conseguenze della chirurgia cerebrale sotto forma di aderenze.

A volte si presenta come un fenomeno temporaneo nei bambini di età inferiore ai 2 anni. La pressione intracranica diminuisce e aumenta entro limiti normali. È causato da cambiamenti nel tono dei vasi cerebrali quando:

  • forte stress, pianto prolungato;
  • cambio di tempo;
  • attività fisica eccessiva.

Sintomi di patologia

I sintomi nei bambini variano con l'età. Segni di pressione intracranica in un bambino di età inferiore a 2 anni:

  • irritabilità, aggressività, pianto senza motivo (soprattutto di notte), il bambino spesso grida;
  • sonnolenza eccessiva, letargia, ipotonia muscolare;
  • proporzioni anormali della testa;
  • crescita della testa accelerata che non soddisfa i criteri di età;
  • vene pronunciate sulla testa;
  • fontanella sporgente (più nell'articolo: quando dovrebbe chiudersi la fontanella in un neonato?);
  • tremito;
  • Sintomo di Graefe (gli occhi sono sempre abbassati e c'è una striscia bianca tra la palpebra superiore e la pupilla), che il bambino non può controllare;
  • ritardo nello sviluppo mentale e fisico;
  • nausea e rigurgito dopo aver mangiato;
  • scarso aumento di peso a causa del rifiuto del seno o della formula, perché durante la suzione la pressione cranica aumenta normalmente e questi bambini sviluppano forti mal di testa.

I bambini più grandi (3-10 anni) sono preoccupati per:

  • nausea e voglia di vomitare indipendentemente dai pasti;
  • disturbi ormonali dovuti a malattie endocrine, scarso sviluppo fisico;
  • ritardo nello sviluppo del linguaggio, afasia (assenza o compromissione della parola in un bambino che può parlare);
  • fronte larga;
  • frequenti forti mal di testa che si irradiano negli occhi, principalmente di notte;
  • problemi di vista, visione doppia, quando gli occhi sono chiusi, il bambino vede i lampi;
  • scarsa coordinazione motoria;
  • affaticamento, disattenzione, irritabilità, apatia, sonnolenza;
  • i bambini di 3-4 anni camminano spesso in punta di piedi, soffrono di disturbo da deficit di attenzione (raccomandiamo di leggere: perché il bambino cammina in punta di piedi: la risposta del Dr. Komarovsky).

Questa condizione richiede un intervento medico di emergenza, in quanto può anche essere fatale..

Metodi per diagnosticare la malattia

Molti esperti ritengono che nel nostro paese vi sia un problema di diagnosi eccessiva di aumento della pressione intracranica nei bambini. È accreditato con molti sintomi innocui: tremore del mento, pianto frequente, scarso aumento di peso, ansia e altro ancora. Tali fenomeni possono essere causati da ragioni completamente diverse, ad esempio una mancanza di latte materno o coliche. Un neurologo pediatrico, ma non un pediatra, rileva una tale violazione e fa una diagnosi.

La diagnosi della vera ipertensione cranica dipende dall'età del bambino, dalla gravità della malattia e dalla sua presunta causa:

  • Misurare la circonferenza della testa del neonato. Nel policlinico, il pediatra ad ogni appuntamento lo fa nei bambini del primo anno di vita. Una deviazione dalla norma può dare il primo sospetto di anomalie nell'area del cervello..
  • Oftalmoscopia - esame del fondo da un oculista. L'ipertensione endocranica si manifesta con la presenza di vene dilatate, vasi spasmodici o edema del nervo ottico.
  • Neurosonografia - ultrasuoni del cervello. È utilizzato nella diagnostica nei neonati (per tutti i bambini viene eseguito all'età di 1, 3, 6 mesi). I bambini più grandi che hanno già chiuso la fontanella possono verificare anomalie con la risonanza magnetica o la tomografia computerizzata.
Esame ecografico del cervello nei neonati
  • Ecografia Doppler. Consente di valutare il flusso sanguigno nei vasi cerebrali e la presenza di blocchi.
  • Il modo più affidabile è un colpetto spinale. È usato raramente in casi particolarmente gravi. Un ago viene inserito nei ventricoli del cervello o nel canale spinale e la presenza di aumento della pressione intracranica viene valutata dal modo in cui il liquido cerebrospinale fuoriesce. Lo studio viene effettuato solo in ambito ospedaliero.
  • Se un bambino viene ricoverato in ospedale, la pressione intracranica può essere misurata con un catetere speciale, che visualizza le letture su un monitor. Questa procedura viene eseguita solo in unità di terapia intensiva e unità di terapia intensiva..
  • I neonati determinano la violazione della pressione intracranica da parte della pulsazione della fontanella sulla corona del monitor Ladd.
  • Inoltre, viene prescritta una radiografia delle ossa del cranio. Può mostrare un modello vascolare potenziato, una divergenza di suture interossee, ecc..

Metodi per il trattamento della pressione intracranica aumentata

I metodi di trattamento, la scelta dei farmaci saranno decisi da un neuropatologo o neurochirurgo, a seconda della diagnosi, della gravità del disturbo, della sua causa e dell'età del bambino. La terapia ha lo scopo di curare la malattia di base - la causa principale della patologia.

In alcuni casi, il bambino viene preso sotto controllo, registrato, se la pressione intracranica non gli impedisce di vivere e crescere normalmente. A volte è necessaria una seria terapia farmacologica o addirittura un intervento chirurgico. Tali casi sono trattati solo in centri medici speciali..

Medicinali

Per normalizzare la pressione intracranica, vengono utilizzati i seguenti gruppi di farmaci:

  • Diuretici - Triampur, Furosemide, Acetazolamide. Rimuovere il liquido in eccesso dal corpo, compreso il liquido cerebrospinale.
  • Farmaci nootropici - Piracetam, Cavinton, Pantogam, acido nicotinico (si consiglia di leggere: istruzioni per l'uso di compresse di Pantogam per bambini). Migliora l'afflusso di sangue e la nutrizione alle cellule cerebrali.
  • Neuroprotettori - Glicina, Neurochel (consigliamo di leggere: come dare "Glicina" ai neonati: il consiglio di Komarovsky). Aumenta l'efficienza delle cellule cerebrali, calma il sistema nervoso.
  • Antibiotici - Penicillina, Ceftriaxone. Se viene identificata la causa della patologia, vengono prescritti farmaci con uno spettro d'azione ristretto, se non addirittura ampio. Eliminano la neuroinfezione.
  • Sedativi per normalizzare lo stato mentale del bambino, migliorare le funzioni del sistema nervoso.

Medicina tradizionale

La medicina tradizionale può essere utilizzata con il permesso del medico curante e solo come terapia concomitante. Con ipertensione endocranica, si consiglia:

  • prendere dentro un'infusione di foglie di gelso, biancospino, valeriana, menta o mirtillo rosso;
  • bere linfa di betulla;
  • fare impacchi sulla testa dalla menta piperita;
  • strofinare l'olio essenziale di lavanda nel whisky;
  • lavati i capelli con olio di canfora;
  • fare il bagno con uno spago, una betulla o una foglia di alloro, un trifoglio o un fiore di tiglio.
I bagni con una serie e altre erbe lenitive hanno un effetto positivo sulla pressione intracranica.

Altri metodi

Oltre al trattamento farmacologico, il medico prescriverà:

  • Terapia fisica con un carico adeguato;
  • massaggio zona collo;
  • fisioterapia (elettroforesi, magnetoterapia);
  • aderenza a una dieta speciale con limitazione di cibi salati, fritti, affumicati e grassi;
  • alcuni sport come il nuoto
  • agopuntura;
  • omeopatia;
  • visitare un osteopata (dopo le sue manipolazioni, i fluidi circolano bene nel corpo del paziente, incluso il liquido cerebrospinale);
  • terapia manuale;
  • riflessologia microcorrente: un nuovo modo di trattare l'aumento della pressione intracranica, in cui il cervello è influenzato dagli impulsi elettrici;
  • trattamento Spa.
Su raccomandazione di un medico, al bambino possono essere prescritte procedure di massaggio per la zona del colletto

In casi gravi, ricorrono a bypassare la chirurgia, cioè il drenaggio del liquido cerebrospinale in eccesso (ad esempio con l'idrocefalo). I tumori e alcune lesioni cerebrali richiedono un intervento chirurgico.

Conseguenze per un bambino con alta ICP

Un costante aumento della pressione intracranica porta a danni ai vasi cerebrali, interruzione del suo afflusso di sangue. Una prognosi positiva è possibile con una diagnosi tempestiva e un'adeguata terapia farmacologica. Tali bambini successivamente si riprendono con successo e non sono in ritardo rispetto ai loro coetanei nello sviluppo né in indicatori fisici o mentali..

I casi trascurati e gravi portano a complicazioni così gravi come:

  • ictus;
  • disordini mentali;
  • idrocefalo (si consiglia di leggere: come viene trattata l'idrocefalo cerebrale in un bambino?);
  • epilessia;
  • paralisi, paresi;
  • disturbi di coordinazione;
  • compromissione della vista, a volte cecità;
  • disturbo del linguaggio (afasia);
  • ritardo nello sviluppo fisico e mentale;
  • debolezza delle braccia e delle gambe;
  • disturbo respiratorio.
La mancanza di un trattamento adeguato è irta di sviluppo fisico e mentale compromesso

L'elenco delle complicazioni è impressionante. Se non diagnosticato in tempo, aumento della pressione intracranica, può portare alla disabilità del bambino. In alcuni casi, è persino fatale.

Consigli sullo stile di vita

È molto importante per un bambino con pressione intracranica organizzare correttamente uno stile di vita per prevenire il deterioramento della condizione:

  • osservare il regime di consumo, non bere più di quanto consentito dal medico;
  • fornire una buona alimentazione, l'assunzione di vitamine (Alphabet, Complivit);
  • l'attività fisica sarà utile, ma in modalità moderata;
  • procedure di indurimento;
  • evitare forti shock psico-emotivi, elevato stress mentale a scuola;
  • creare un'atmosfera favorevole, fiduciosa e calma a casa;
  • fornire accesso all'aria aperta - spesso arieggiare la stanza, camminare di più;
  • passare il minor tempo possibile al computer, guardando la TV;
  • con afasia e altri disturbi del linguaggio, visitare regolarmente un logopedista;
  • assicurare una notte di sonno completo (almeno 8 ore), aggiungere il sonno durante il giorno.

Pressione intracranica in un bambino: che cos'è, sintomi e trattamento

I cambiamenti nella funzione cerebrale possono avere gravi conseguenze per i bambini piccoli, in particolare i neonati. Uno di questi disturbi è un aumento della pressione intracranica. Questa patologia è abbastanza comune nella pratica neonatale. Di fronte a un problema simile, molti genitori iniziano a farsi prendere dal panico e non sanno cosa fare e chi contattare..

L'aumento dell'ICP in un bambino è abbastanza comune.

Qual è la pressione intracranica in un bambino

Il cervello è l'organo più complesso. Al suo interno è un sistema di ventricoli interconnessi riempiti con liquido cerebrospinale - liquido cerebrospinale. Il CSF si trova anche nello spazio subdurale (sotto la dura madre). In uno stato normale, il fluido circola tra le membrane del cervello e del midollo spinale.

Le funzioni di questa struttura sono le seguenti:

  • Proteggere il cervello dalle lesioni;
  • Nutrizione. Il liquore lava gli organi vitali e trasporta i nutrienti essenziali;
  • Mantenimento dell'equilibrio dei fluidi nelle terminazioni nervose.

La pressione intracranica (ICP) indica il livello del liquido cerebrospinale e il grado della sua pressione sulle strutture cerebrali. Se questo indicatore supera la norma, allora possiamo parlare dei sintomi dello sviluppo di una o un'altra malattia nel corpo, che ha causato un aumento dell'ICP. È molto importante notare tali violazioni nel tempo, condurre un esame e, se necessario, prescrivere un trattamento (soprattutto quando si tratta di sintomi persistenti di patologia).

Per qualche motivo, il bambino può avere aumentato la pressione cranica per un breve periodo, il che è sicuro per la vita e la salute del bambino. Questi motivi includono:

  • tosse;
  • Il processo di allattamento, quando il bambino tira il latte con sforzo;
  • Tensione nervosa;
  • L'atto di defecazione (soprattutto con costipazione).

Durante l'allattamento è possibile un aumento a breve termine dell'ICP

Cosa indica ICP

L'ICP persistente nei neonati può essere causata da:

  1. Idrocefalo. Questo è uno dei fattori più comuni. Con questa malattia, il deflusso e la circolazione del liquido cerebrospinale sono interrotti..
  2. Neoplasie nel GM. Si verificano in rari casi. La linea di fondo è che i grandi tumori schiacciano i ventricoli del cervello, a seguito dei quali il deflusso del liquido cerebrospinale viene disturbato e l'ICP aumenta..
  3. Meningite. È un'infiammazione del cervello. Una malattia infettiva porta a una ridotta circolazione sanguigna, che causa ipertensione endocranica.
  4. Trauma alla testa. Un bambino può essere ferito cadendo e colpendo la testa. I difetti risultanti interrompono il deflusso del liquido cerebrospinale dal GM nel midollo spinale. Di conseguenza, l'ICP aumenta..
  5. Encefalite.
  6. Edema geneticamente modificato.
  7. Emorragie cerebrali. Nei neonati, è spesso dovuto a lesioni cerebrali. Difetti congeniti sono possibili con una maggiore fragilità dei vasi GM.
  8. Fusione precoce delle ossa del cranio di un bambino.
  9. Gravidanza grave, travaglio complicato:
  • tossicosi;
  • Distacco placentare;
  • Infezioni intrauterine Il rischio aumenta nel 1o e 3o trimestre. I microrganismi patogeni che entrano nel corpo di una donna incinta superano facilmente la barriera placentare. Inoltre, l'infezione entra nel corpo del bambino attraverso il flusso sanguigno e c'è la possibilità che danneggi il GM e porti ad un aumento della pressione intracranica.
  • Lesioni delle vertebre cervicali ottenute durante il parto, così come altre patologie che si sono manifestate durante il travaglio (trauma craniocerebrale, danno alle meningi, violazione dell'integrità dei ventricoli cerebrali e delle vene);
  • Ipossia fetale acuta;
  • Struttura anormale della placenta. In caso di violazione della struttura della placenta e difetti dei vasi di alimentazione, può verificarsi un malfunzionamento del deflusso venoso..
  1. Anomalie genetiche.
  2. Malattie congenite.

Su una nota. Un altro nome per ICP suona come ipertensione endocranica o sindrome ipertensiva.

Tutti i fattori che determinano lo sviluppo dell'ICP portano a grave ipossia GM. Questa condizione è caratterizzata da una mancanza di ossigeno e da un aumento del contenuto di anidride carbonica nel corpo. La fame prolungata di ossigeno provoca danni al cervello.

L'idrocefalo è una delle cause dell'ICP

Segni di ICP nei bambini piccoli

ICP nei neonati ha i seguenti sintomi:

  1. Mal di testa di varia intensità. Il dolore aumenta quando il bambino è in posizione orizzontale. Ciò è dovuto al grande riempimento dei vasi sanguigni con il sangue e al conseguente aumento dell'ICP..
  2. Sonnolenza.
  3. Compromissione della memoria.
  4. trascuratezza.
  5. Rallentamento dello sviluppo, sia mentale che fisico. La sindrome ipertensiva prolungata porta a una compromissione dell'attività cerebrale. Molto spesso, questo sintomo viene rilevato da un pediatra durante gli esami regolari: vengono registrati ritardi nello sviluppo, che sono marker di ICP.
  6. La comparsa di "mosche" nere davanti agli occhi.
  7. Comportamento lunatico: pianto, malumore, mancanza di attività.
  8. Problemi di linguaggio. L'apparato vocale è danneggiato a causa dell'interruzione del lavoro dei singoli centri cerebrali.
  9. Dimensione della testa ingrandita: di solito alcuni centimetri più grande del normale. Questo sintomo è particolarmente evidente nei neonati..
  10. Affaticabilità rapida.
  11. Problemi di vista Questo sintomo si verifica a seguito di ICP prolungata e pronunciata e si riscontra nei bambini all'età di uno.
  12. Occhi chiusi - un sintomo di Gref (abbassando i bulbi oculari verso il basso).
  13. Scarsa coordinazione motoria.
  14. Vomito grave e frequente, rigurgito (nei bambini nei primi 6 mesi). L'alta pressione provoca la spremitura dei centri GM, che porta all'interruzione delle funzioni di base del corpo, compreso quello digestivo.

Importante! Nei bambini, i segni dell'ICP possono essere simili ad altre patologie, pertanto richiedono una diagnosi completa e approfondita..

La causa della sindrome ipertensiva non è sempre un eccesso di liquido cerebrospinale.

I sintomi tipici dell'ICP nei bambini, oltre a quanto sopra, sono i seguenti:

  • Disturbi del sonno.
  • Rifiuto di mangiare.
  • Vene dilatate sotto il cuoio capelluto.
  • Occhi sporgenti. Una grave forma di patologia si manifesta nel fatto che i bulbi oculari sporgono in qualche modo dalle orbite. Di conseguenza, le palpebre non possono chiudersi e durante il sonno si possono vedere le iridi del bambino;
  • Stringere le mani, tremori delle dita;
  • Pulsazione distinta delle grandi arterie del bambino.

Importante! L'ICP lieve è difficile da rilevare. Il bambino di solito non mostra segni di malattia, oppure possono essere lievi o vaghi. I gradi moderati e gravi sono chiaramente indicati e accompagnati da una serie di segni caratteristici.

Segno di ICP in un bambino - Sindrome di Grefe

Fontanella sporgente

Il sintomo si osserva nei neonati: la fontanella sale leggermente sopra il cuoio capelluto.

Vene gonfie sulla testa

Il gonfiore delle vene sulla testa può essere facilmente notato a casa. Le navi si gonfiano e vengono visualizzate chiaramente (a volte è possibile osservare la loro pulsazione).

Divergenza di cuciture tra le ossa del cranio

Sotto l'influenza dell'alta pressione in un bambino, le aperture tra le ossa del cranio si espandono. Questo, a sua volta, porta ad un aumento delle dimensioni della testa, alla formazione di una sporgenza pronunciata sulla parte posteriore della testa e alla comparsa di una fronte convessa..

Comportamento irrequieto e pianto

Capricci e pianti possono essere causati da disturbi del sonno e dell'appetito. L'aumento della pressione intracranica si verifica più spesso di sera e di notte. Ecco perché diventa difficile per un bambino addormentarsi. Per tutta la notte, il bambino può svegliarsi periodicamente e chiedere a sua madre.

Per quanto riguarda il rifiuto di mangiare, questo comportamento provoca nausea e rigurgito frequente. L'appetito diminuisce anche a causa di forti mal di testa.

Stretta di mano

Se è presente ICP, il bambino potrebbe avere tremori alle mani.

Strabismo, nistagmo

Oltre ai sintomi sopra elencati, lo strabismo e il nistagmo (tremore degli occhi) - ripetuti movimenti involontari dei bulbi oculari - possono indicare la presenza di ICP in un bambino.

Come misurare la pressione intracranica

Poiché il principale segno di ICP in un bambino è un aumento delle dimensioni della testa, è necessario impostare questo parametro:

  • Preparare un foro per il centimetro;
  • Misura la circonferenza della testa facendo passare il nastro sopra le sopracciglia e lungo la parte posteriore della testa, collegando le estremità;
  • La norma alla nascita è di 34 cm, quindi le dimensioni aumentano di 1 cm ogni mese.

Su una nota. Il tasso ICP per i neonati è di 1,6-6 mm Hg, per i bambini - 3-7 mm.

Dal momento che è molto difficile misurare la pressione sanguigna a casa, ci sono una serie di tecniche invasive:

  1. Drenaggio di ventilazione.
  2. Metodo interparechimatoso. La misurazione viene eseguita da sensori situati nel parenchima del lobo frontale del cervello.
  3. Drenaggio subaracnoideo.
  4. Drenaggio subdurale.
  5. Drenaggio epidurale.
  6. Puntura lombare.

Drenaggio epidurale

Viene praticato un buco nel cranio attraverso il quale viene inserito un sensore sensibile nel cervello. È usato per misurare.

subdurale

Viene effettuato solo quando la vita del bambino è a rischio. Per la misurazione, viene praticato un foro di trepanazione attraverso il quale viene installata una vite speciale. Dovrebbe trovarsi tra il cranio e le meningi. Lo svantaggio di questo metodo è l'incapacità di drenare il liquido cerebrospinale in eccesso.

Catetere intraventricolare

Questo metodo è chiamato drenaggio ventricolare e richiede l'installazione di un sistema di drenaggio attraverso un intervento chirurgico. Il catetere si trova nel ventricolo del cervello. Il sanguinamento è possibile solo nel 6% dei casi.

Dimensioni della testa di misurazione

Diagnostica

Per effettuare una diagnosi accurata, dovrai eseguire una serie di azioni e seguire le procedure necessarie:

  1. Esame del neurologo.
  2. Analisi del sangue generale.
  3. Neurosonografia - ultrasuoni del cervello.
  4. Esame del fondo.
  5. Studio biochimico del liquido cerebrospinale.
  6. Esame dell'orecchio interno.
  7. Diagnostica hardware:
  • Ecografia Doppler (controllo dei vasi sanguigni e della circolazione sanguigna);
  • RM (risonanza magnetica);
  • Encefalografia (controllo della frequenza cardiaca);
  • Tomografia computerizzata (esame a raggi X del cervello).

Ultrasuoni cerebrali

La neurosonografia misura la pressione intracranica e comprende se ci sono difetti anatomici nel cervello e nel midollo spinale.

Apparato Doppler

Con questo apparato, puoi vedere come il sangue scorre attraverso i vasi e misurare la velocità del suo flusso.

Tomografia computerizzata assiale

Consente di verificare rapidamente la presenza di sintomi di aumento dell'ICP utilizzando i raggi X diretti sulla testa. Grazie a questa procedura, puoi vedere lo stato e la struttura del tessuto cerebrale e delle ossa del cranio..

Imaging a risonanza

Questo metodo diagnostico consente di determinare l'entità della pressione, per stabilire la causa della patologia. La risonanza magnetica non mostra segni diretti di aumento dell'ICP. I risultati mostrano segni indiretti della malattia (restringimento simmetrico dei ventricoli laterali, accumulo di liquido cerebrospinale nella regione del nervo ottico).

Puntura lombare

Ti permette di misurare la vera pressione intracranica, ma i medici raramente ricorrono a questo metodo a causa di possibili complicazioni. Le indicazioni per la procedura nei bambini di età inferiore a un anno comprendono il sospetto di un rapido aumento di ICP, neuroinfezione e grave disfunzione del sistema nervoso centrale. La stessa procedura prevede l'introduzione di un ago nello spazio subaracnoideo del midollo spinale.

Radiografia del cranio

Un metodo diagnostico abbastanza informativo che consente di identificare le patologie esistenti nel cervello e nei vasi cerebrali. La procedura è raccomandata per i bambini che hanno un aumento dell'ICP a causa di una lesione alla nascita o dopo una lesione traumatica.

Metodi di trattamento

La terapia terapeutica per un aumento dell'ICP in un bambino include i seguenti metodi:

  • Trattamento farmacologico;
  • Terapia manuale;
  • Esercizi fisici;
  • Normalizzazione della routine quotidiana e della nutrizione;
  • Lezioni di nuoto;
  • Fisioterapia (elettroforesi, magnete);
  • Agopuntura;
  • In casi complicati, intervento chirurgico (intervento chirurgico di bypass per rimuovere il liquido in eccesso).

Terapia manuale

Il massaggio rilassante migliora il deflusso venoso, allevia la tensione muscolare e ha un generale effetto rinforzante. Il massaggio è prescritto per i bambini 2-3 volte l'anno. La durata del corso è di 10-14 sessioni.

Fisioterapia

Questo metodo ha lo scopo di accelerare la circolazione sanguigna, i processi metabolici ed eliminare il ristagno nel corpo. Il complesso di procedure può includere esercizi mattutini, passeggiate, esercizi speciali.

Trattamento farmacologico

Il trattamento con farmaci comporta l'uso di tali fondi:

  • Antibatterico e antivirale (in presenza di infezioni);
  • Diuretici (Diacarb, Furosemide, erbe);
  • Farmaci nootropici (ad esempio, Pantogama);
  • antiemetici;
  • sedativi;
  • Vitamine.

Possibili complicazioni

Se si ignorano i sintomi della malattia, sorgeranno le seguenti conseguenze:

  • Deterioramento della visione;
  • Crisi epilettiche;
  • Disturbo della coscienza;
  • Disturbo respiratorio;
  • Ritardi nello sviluppo;
  • Rottura del cuore;
  • Violazione dei riflessi;
  • Eccessiva irritabilità e aumento della fatica.

Un aumento della pressione intracranica nei neonati e nei bambini più grandi è un segno serio che indica alcuni disturbi nel corpo, la presenza di patologie. È difficile identificare il problema a casa, quindi, in caso di sospetto di ICP, è necessario consultare uno specialista e sottoporsi a una serie di esami. È indispensabile trattare la malattia, altrimenti sorgeranno gravi complicazioni.