Il dolore lancinante nella parte posteriore della testa appare nelle persone sane e negli adulti senza una ragione apparente. Secondo le statistiche, le sensazioni dolorose sono causate dall'influenza dell'ambiente esterno, dallo stress e scompaiono insieme alla causa.

Altre cause del dolore sono:

  • trauma cranico;
  • deficit visivo;
  • malattie degli organi ENT.

In questi casi, è necessaria una visita dal medico per condurre una diagnosi accurata della malattia..

Esistono molti tipi di pulsazioni nella parte posteriore della testa: può essere in diverse parti della testa, opaca o acuta, singola e ripetitiva. Ciascuno dei casi segnala un problema nel corpo..

Perché c'è un dolore lancinante nella parte posteriore della testa?

La pulsazione nella parte posteriore della testa è un sintomo di varie malattie. Le cause sono diverse: da superlavoro a lesioni gravi. Dei frequenti provocatori di sensazioni di dolore pulsante, ci sono:

  • spondilosi cervicale;
  • fatica;
  • myogelosis;
  • ipertensione arteriosa;
  • emicrania;
  • sindrome vertebro-basilare;
  • affaticamento fisico e mentale;
  • tensione ed eccitazione;
  • malattie croniche e lesioni;
  • nevralgia del nervo occipitale;
  • malattie dell'articolazione temporo-mandibolare.

Spondilosi cervicale

La spondilosi è una malattia cronica del rachide cervicale, caratterizzata dalla proliferazione del tessuto osseo delle vertebre cervicali. La causa della malattia è l'ipotermia, i disordini metabolici, il sovraccarico e la lesione spinale.

Cefalalgia pulsante grave in questo caso è solo uno dei sintomi, che è accompagnato da acufene, scricchiolio durante lo spostamento, vertigini.

Fatica

Mal di testa nella parte posteriore della testa? Questa è una conseguenza di situazioni stressanti prolungate. Lo stress colpisce il corpo umano in diversi modi, a seconda della resistenza, delle condizioni generali e di situazioni di vita specifiche.

Tra le cause dello stress si notano:

  • problemi a casa, in famiglia;
  • difficoltà al lavoro con colleghi e capi;
  • insoddisfazione personale per la vita;
  • mancanza di motivazione.

Il mal di testa può anche essere causato da stress cronico, depressione e altre gravi malattie neurologiche..

Myogelosis

La miogelosi colpisce le persone che conducono uno stile di vita sedentario e sedentario. La mancanza di attività fisica, la cattiva postura, l'ipotermia e l'essere in una brutta copia, insieme a uno stress grave, portano alla miogosi o, come viene chiamata, compattazione dei muscoli cervicali.

Se avverti tali sensazioni, consulta immediatamente un medico, fai una serie di esercizi e controlla i movimenti improvvisi della testa.

Ipertensione arteriosa

L'ipertensione, o ipertensione, provoca spiacevoli fastidi alla testa, ronzii o acufeni. Il dolore pulsante si verifica quindi esattamente nella parte posteriore della testa, a volte accompagnato da dolore alle tempie, nella parte posteriore della testa e del collo.

Il dolore acuto e acuto si alterna alla pulsazione opaca, che viene eliminata eliminando la causa principale, ovvero la normalizzazione degli indicatori di pressione. Per sindromi dolorose prolungate, assicurati di consultare un medico per una diagnosi accurata..

L'emicrania può essere uno dei motivi

Un mal di testa nella parte posteriore della testa è la causa di un'emicrania in questa parte della testa - un attacco di emicrania cervicale. I fattori di occorrenza sono diversi, il disturbo è accompagnato da vomito, nausea, disturbi dell'apparato digerente.

Emicrania, vertigini sono suscettibili di trattamento farmacologico senza problemi. Prima di avviarlo, è necessaria una consulenza e una diagnosi complete di uno specialista.

Sindrome vertebro-basilare

Il dolore nella parte posteriore della testa e delle tempie si verifica a causa della sindrome vertebro-basilare - una violazione del flusso sanguigno nelle arterie vertebrali. Il cervello non riceve abbastanza sangue, motivo per cui si sviluppa una malattia grave come un ictus. Ulteriori sintomi sono:

  • nausea;
  • vomito;
  • visione offuscata;
  • vertigini;
  • oscuramento negli occhi.

Colpi dovuti alla spondilosi cervicale

Solo un medico è in grado di rilevare la spondilosi cervicale, quindi è necessaria una diagnosi iniziale per fare una diagnosi appropriata. Tra i metodi principali ci sono i raggi X, la TC, la risonanza magnetica.

La spondilosi cervicale e la cefalalgia di accompagnamento non sono il punto finale, ma solo le cause alla radice dell'ulteriore sviluppo di varie malattie. Una diagnosi tempestiva ti salverà dalle conseguenze indesiderate della malattia.

Affaticamento fisico e mentale, sovraccarico

Un mal di testa pulsante è caratteristico di affaticamento mentale, fisico e sforzo eccessivo. Durante lo sforzo fisico, le sensazioni dolorose nella parte occipitale della testa a destra sono accompagnate da dolori sul lato sinistro della testa, nelle orecchie.

Lo sforzo eccessivo e l'affaticamento mentale portano alla cefalalgia nelle regioni temporali, sul lato sinistro dell'occipite. Sensazioni spiacevoli compaiono raramente al mattino, molto spesso si osservano la sera. Sono accompagnati da nausea e vomito.

Non è difficile eliminare il disagio nella testa: normalizzare la routine quotidiana, l'alimentazione, riposare più all'aria aperta.

Dolori di tensione ed eccitazione

Con eccessivo stress fisico e mentale ed eccitazione acuta, il dolore lancinante appare nella parte posteriore della testa, molto spesso sul lato sinistro. Raramente, queste cause sono indolori, a volte bussano in altre parti della testa.

I medici consigliano la meditazione: disconnettersi dagli attuali problemi quotidiani per alcuni minuti, alleviare la tensione e cercare di preoccuparsi di meno. Lo sforzo eccessivo e l'eccitazione portano a forti mal di testa e problemi al sistema nervoso centrale.

Malattia cronica e lesioni

Un mal di testa palpitante si verifica a causa di malattie croniche e lesioni. Dopo l'infortunio, solo il medico sarà in grado di dire con precisione perché pulsa nella parte posteriore della testa, sul lato destro o dietro l'orecchio.

Un indicatore del trauma come causa principale della sindrome del dolore è un tumore, un nodulo. Delle malattie croniche, un fattore nella comparsa di un sintomo spiacevole è l'osteocondrosi del rachide cervicale, la disfunzione dei vasi cerebrali o altri tipi di disturbi cronici.

Nevralgia occipitale

Cosa fare se si avverte dolore nella parte posteriore della testa a sinistra? Le manifestazioni di pulsazione nella parte posteriore della testa segnalano una malattia come la nevralgia del nervo occipitale. La causa principale della malattia è l'irritazione o la compressione delle radici nervose nella zona occipitale.

Quando tali sensazioni compaiono nella testa, è necessario consultare un medico, perché le conseguenze di una diagnosi prematura portano alla morte..

Balle dovute a patologie dell'articolazione temporo-mandibolare

L'articolazione temporo-mandibolare viene costantemente utilizzata da una persona quando parla, sbadiglia, mastica, quindi le malattie in questa parte causano un notevole disagio.


Sensazioni dolorose della testa - le ragioni, compresa questa malattia. Insieme a loro, vengono emessi stress, attività fisica, disturbi endocrini. La parte posteriore della testa fa male - questo è uno dei disturbi della malattia dell'articolazione temporo-mandibolare.

Diagnosi della malattia

Indipendentemente dalle condizioni del paziente, la diagnosi della malattia è la parte più importante e primaria del trattamento. La natura dei sintomi di cui i pazienti si lamentano è alla base di una diagnosi corretta..

Tra i dottori, passa attraverso:

  • oculista;
  • terapista;
  • neurologo;
  • otorinolaringoiatra;
  • sottoporsi ad esami generali del sangue e delle urine.

In questo caso, può essere prescritta una risonanza magnetica o una radiografia. Informi il medico se si avverte dolore nella parte posteriore della testa a destra o dolore nella parte sinistra della testa - i sintomi specifici e il trattamento sono strettamente correlati.

Trattamento se è impossibile dormire

Durante i processi che si verificano durante un attacco acuto di mal di testa, vengono presi alcuni farmaci, che per qualche tempo, ma riducono o eliminano ancora il dolore. In questo caso, il dolore si attenua e trascorrerai la notte in pace..

Come primo soccorso, prendi:

Spazmalgon1-2 compresse 2-3 volte al giorno
No-shpa1-2 compresse 2-3 volte al giorno
AspirinaPer la sindrome del dolore, la dose massima giornaliera è di 6 compresse
Amlipin1 compressa una volta al giorno
Kordafen1 compressa 3 volte al giorno

Non abusare dell'automedicazione: la consultazione tempestiva con un medico è garanzia di un rapido sollievo dalla malattia.

Rimedi popolari

Il dolore nella parte destra della testa, nella parte sinistra o nella zona dell'orecchio viene spesso trattato con rimedi popolari. Non è sicuro eliminare i sintomi su base regolare: è necessario prendere in considerazione a quale pressione compaiono i dolori, battono o sono vicini a pulsare.

Tuttavia, con la sindrome acuta, i rimedi popolari forniscono un buon servizio:

  1. Preparare impacchi di erbe di tarassaco, applicare sulla fronte e andare a letto.
  2. Un altro metodo popolare è l'auto-massaggio.
  3. La foglia di cavolo fresca aiuta: fissa la schiena con una benda o un fazzoletto.
  4. Il tè alla salvia, alla menta o al tiglio aiuta ad alleviare il dolore nella parte posteriore della testa.

Prevenzione della sindrome del dolore

Le misure preventive sono efficaci se prese regolarmente. Tra questi ci sono:

  1. Condurre uno stile di vita sano.
  2. Nutrizione appropriata.
  3. Esercizio regolare.
  4. Modelli di sonno adeguati.
  5. Passeggiate all'aria aperta.
  6. Monitoraggio della pressione sanguigna.
  7. Uso di un materasso e un cuscino ortopedici.

Se la cefalalgia e il disagio nella zona della testa sono ospiti frequenti, tenere un diario prima di una visita sistematica dal medico. Registra lì tutte le sensazioni, il loro carattere, durata, forza, dipingi tutto nei dettagli. Quando il medico registra e poi legge le note sulla natura del mal di testa, si può assumere quei disturbi di cui il paziente soffre..

Perché fa male la parte posteriore della testa e cosa fare al riguardo?

La parte posteriore della testa può far male per una serie di motivi, dalle malattie del cervello alla semplice stanchezza. Ti diciamo a quali dottori devi andare e quali esami superare per trovare la vera causa.

Il dolore alla testa può avere diverse cause: dalle malattie del cervello alla banale stanchezza. Senza esami appropriati, è difficile determinare rapidamente perché il collo del paziente fa male: la causa può essere vasospasmo, ipertensione, malattie della colonna vertebrale, gonfiore, trauma o semplicemente affaticamento e sovraccarico dei muscoli del collo.

Cause temporanee di mal di testa

Il dolore nella parte posteriore della testa e delle tempie è spesso causato non da malattie, ma da sforzi eccessivi. Il motivo è l'affaticamento muscolare e l'aumento della pressione intracranica. Il dolore si verifica in un contesto di elevato stress mentale, stress, ansia e depressione. Il paziente avverte spesso nausea e vertigini..

Uno stato mentale negativo non riguarda solo i vasi cerebrali, ma ci costringe anche a prendere posizioni che sono scomode per il corpo: chiniamo la schiena, abbassiamo le spalle, premiamo il collo sul petto. Tutto ciò porta a uno sforzo muscolare, che aumenta il dolore nella parte posteriore della testa. E nel caso di una colonna vertebrale malata, affatica ulteriormente i nervi. Di conseguenza, il disagio si intensifica solo..

Esistono molti modi per affrontare questo tipo di mal di testa. Se sei stanco o sei stato in una posizione scomoda per molto tempo, ti aiuteranno esercizi leggeri, un bagno caldo e un massaggio alla testa e al collo. Se il dolore è grave, puoi prima prendere un analgesico. Per malattie gravi (come depressione o disturbo d'ansia), consultare il medico: ti aiuterà a iniziare il trattamento e ad alleviare i sintomi.

Perché la parte posteriore della testa fa male con le malattie della colonna vertebrale?

Ci sono due ragioni principali: il dolore può semplicemente diffondersi da un mal di schiena o può apparire a causa di terminazioni nervose pizzicate. Le malattie alla schiena si incontrano spesso: a causa della curvatura e dell'osteocondrosi, inizia la nevralgia e si sviluppa un'ernia.

  • L'osteocondrosi è una causa comune di dolore nella parte posteriore della testa. Con esso, i dischi delle vertebre cervicali vengono distrutti. Il dolore si fa sentire nel collo, nelle tempie e nella parte posteriore della testa. Il paziente può lamentare acufene, perdita di coordinazione e nausea.
  • La nevralgia del nervo occipitale si manifesta sullo sfondo di altre malattie della colonna vertebrale o si verifica dopo un'ipotermia e un tiraggio prolungati. Ha un forte dolore lancinante, di solito con movimento della testa e del collo. A riposo, il dolore è molto debole e non ci sono altre sensazioni spiacevoli.
  • La spondilosi cervicale è un aumento del volume del tessuto osseo. Comprime i vasi sanguigni e compromette la mobilità del collo. Di conseguenza, il paziente inizia un dolore sordo costante nella parte posteriore della testa, che aumenta con qualsiasi attività fisica.

Per una qualsiasi di queste condizioni, consultare un neurologo. Un semplice esame visivo aiuterà a determinare il quadro della malattia, ma non sarà superfluo mostrare al medico una radiografia o una risonanza magnetica pre-fatta della colonna cervicale. Con una scansione delle ossa della colonna vertebrale e dei tessuti circostanti, sarà più facile fare la diagnosi corretta e determinare il trattamento appropriato.

Malattie del cervello e dei vasi sanguigni

Se sono state escluse le malattie alla schiena, vale la pena cercare la causa nel cuore, nei vasi sanguigni e nel cervello. Sfortunatamente, le malattie dei sistemi nervoso e circolatorio sono molto comuni e quasi tutte causano vertigini e dolore. Tra le malattie vascolari, le seguenti sono particolarmente comuni:

  • Ipertensione o ipertensione arteriosa. È accompagnato da mal di testa, visione doppia e vertigini. Le sensazioni spiacevoli iniziano in tutto il corpo, soprattutto con un forte aumento della pressione;
  • Gli spasmi vascolari causano dolore lancinante nella parte posteriore della testa, che si diffonde alle parti temporale e occipitale. Con il movimento, il dolore aumenta;
  • L'ipertensione endocranica è un aumento della pressione all'interno del cranio. Oltre al forte dolore pressante, il paziente manifesta debolezza, nausea, vertigini, allucinazioni e convulsioni;
  • Un ictus è un blocco o rottura dei vasi sanguigni nel cervello. Si verifica un attacco di dolore acuto, il paziente può essere parzialmente paralizzato, incapace di distinguere lo spazio circostante e parlare indistintamente. È una condizione pericolosa che richiede cure mediche immediate per salvare la vita.!

Se la causa del dolore è nel cervello, sono possibili le seguenti condizioni:

  • Commozione cerebrale - da infortunio o caduta. Provoca lividi e aumento della pressione sanguigna, con conseguente dolore, nausea e perdita di coordinazione.
  • I tumori, sia benigni che maligni, causano dolore sordo e persistente nel sito di formazione. Man mano che crescono, premono sulle strutture del cervello, causandone la distruzione. La pressione intracranica aumenta e il flusso sanguigno può essere compromesso.

Se sospetti queste malattie, dovresti visitare un neurologo o un neurochirurgo altamente qualificato. A seconda dei sintomi, è possibile che vengano prescritti tomografia computerizzata e risonanza magnetica del cervello, le sue singole strutture e angiografia dei vasi. All'appuntamento, il medico misurerà sicuramente la pressione. Puoi essere inviato a un oftalmologo per controllare il tuo fondo, e se sospetti un tumore, dovrai fare degli esami del sangue per gli anticorpi.

Altre cause di dolore

La parte posteriore della testa può ferire a causa di disturbi non correlati al sistema nervoso e circolatorio. La parte posteriore della testa può emettere dolore da:

  • Malattie ORL: tonsillite, faringite, infiammazione del rinofaringe e canali uditivi;
  • malattie dentali: carie profonde, crescita anormale dei denti del giudizio, malattia parodontale;
  • malattie degli occhi: cataratta, sclerite, congiuntivite e molti altri.

Se scopri che il dolore nella parte posteriore della testa non è associato a problemi al cervello, alla colonna vertebrale e ai vasi sanguigni, consulta un otorinolaringoiatra, un dentista e un oculista. Bene, se questi medici non riscontrano anomalie, ti consigliamo di rivedere la tua routine quotidiana, riscaldarti regolarmente e monitorare la tua postura. È probabile che il dolore causato dall'affaticamento muscolare e dal sovraccarico cesserà. Ma, se hai un mal di testa regolare, è meglio consultare un medico per una visita medica ed esclusione di patologie.

Cosa dice il dolore lancinante alla testa e come alleviarlo

Qual è il dolore lancinante alla testa

La cefalalgia può manifestarsi in diversi modi. Ma un mal di testa pulsante è una delle opzioni più spiacevoli. Danneggia in modo significativo la qualità della vita. Inoltre, è spesso un sintomo pericoloso che indica lo sviluppo di gravi patologie..

Per sua natura, un mal di testa pulsante può essere:

  • debole, appena percettibile. Di norma, un tale sintomo è associato a un leggero deterioramento del benessere per vari motivi;
  • a breve termine, ma acuto. A volte tali sensazioni dolorose si verificano dopo aver bevuto bevande contenenti caffeina sullo sfondo dell'ipertensione;
  • di lunga durata, estenuante, di diversa intensità. Di norma, in questo caso, il dolore è associato a un sovraccarico grave o alla presenza di malattie concomitanti..

Pulsazioni dolorose possono essere avvertite in diverse parti della testa. Poiché la causa evidente di questa sindrome del dolore sono i problemi con le navi, il dolore può essere somministrato a qualsiasi area del cranio.

Cause del dolore

Il dolore pulsante alla testa può avere una diversa localizzazione, che indica lo sviluppo di una certa patologia. Lesioni cerebrali traumatiche, aumento della pressione intracranica, tonsillite, sinusite e varie malattie infettive possono causare sensazioni dolorose caratteristiche.

Palpitante mal di testa nella fronte

Un dolore lancinante su un lato della fronte, più vicino al tempio, è caratteristico di un'emicrania. Inoltre, si verificano pulsazioni dolorose sullo sfondo dello sviluppo di ARVI o influenza..

Le pulsazioni nell'area della fronte manifestano anche mal di testa a grappolo. Sono caratterizzati da una maggiore intensità e sono sempre molto dolorosi per il paziente..

Un mal di testa pulsante è spesso associato ad una maggiore eccitabilità. Si verifica sullo sfondo di nevrastenia, aumento della sospettosità e nevrosi.

Dolore lancinante nella parte sinistra della testa

Il dolore lancinante nella parte sinistra della testa indica spesso una tensione emotiva. Può verificarsi in un contesto di stress. Il fatto è che è l'emisfero sinistro responsabile dell'attività intellettuale e analitica..

La causa del dolore lancinante alla testa sul lato sinistro è spesso anche l'osteocondrosi. In questa patologia, le vertebre cervicali deformate schiacciano le arterie spinali, compromettendo l'afflusso di sangue al cervello. Sullo sfondo di una malnutrizione del cervello, si verifica un mal di testa pulsante. Le pulsazioni dolorose sul lato sinistro si verificano quando le arterie localizzate sul lato sinistro vengono compresse.

Gli attacchi di dolore lancinante alla fronte sul lato sinistro indicano una possibile patologia dell'occhio sinistro. Inoltre, il dolore sul lato sinistro può essere associato alla presenza di un tumore nell'emisfero sinistro. Di solito sintomi aggiuntivi sono nausea e vomito..

Dolore lancinante alla testa sul lato destro

Un'emicrania può iniziare con la comparsa di un dolore lancinante non solo nella parte sinistra della testa, ma anche nella destra.

Inoltre, un tale sintomo può essere associato alle seguenti patologie:

osteocondrosi cervicale, quando i vasi sono pizzicati sul lato destro. La patologia è accompagnata da vertigini, acufene e disagio al collo;

mal di testa a grappolo, che colpisce principalmente gli uomini. Sullo sfondo del dolore, la pressione sanguigna può aumentare, possono comparire lacrimazione e congestione nasale;

neoplasia nel cervello. In questo caso, la sindrome del dolore è accompagnata da vertigini, nausea e vomito..

Dolore nella parte posteriore della testa

Il dolore lancinante nella parte posteriore della testa può essere causato da vari motivi.

Con forte dolore a lungo termine, si può sospettare lo sviluppo delle seguenti patologie:

  • Osteocondrosi cervicale.
  • Emicrania cervicale.
  • Lesioni delle vertebre cervicali.
  • Incidente cerebrovascolare.
  • Distonia vegeto-vascolare.
  • Neoplasie nel tessuto cerebrale.
  • Ipertensione.

L'aumento della pressione intracranica è una patologia molto pericolosa. Ciò può avere effetti dannosi sul tessuto cerebrale e causare danni neurologici..

Il dolore pulsante può essere prolungato. In questo contesto, l'irritabilità si sviluppa e le prestazioni si deteriorano. I sintomi peggiorano quando si lavora in ambienti chiusi, con un aumento dello stress fisico e nervoso.

Palpitante nella mia testa senza dolore

La pulsazione nella testa senza dolore è un sintomo pericoloso e non può essere ignorata. Prima di tutto, può indicare un aneurisma. Tale malattia è caratterizzata da un assottigliamento della parete di uno o un altro vaso del cervello, a seguito del quale si verifica la sua espansione. Questa patologia può essere asintomatica per molti anni. A volte può manifestarsi come un pulsare indolore.

Le pulsazioni nella testa senza dolore possono manifestarsi e altre malattie:

  • aterosclerosi delle arterie cerebrali;
  • ipertensione arteriosa;
  • nefropatia;
  • malattie degli organi visivi;
  • un tumore al cervello;
  • distonia vegetativa-vascolare.

A volte possono verificarsi pulsazioni senza dolore con forte stress emotivo. In questo caso, la circolazione sanguigna aumenta e si verificano spasmi vascolari sullo sfondo del flusso sanguigno accelerato. Questo porta a pulsazioni nella testa..

Diagnosi di sintomi e malattie

Se il dolore lancinante alla testa persiste a lungo e non ha nulla a che fare con la fatica o la tensione nervosa, allora dovresti assolutamente sottoporsi a una diagnosi per stabilire la causa del sintomo. Di solito, per la diagnosi vengono utilizzati moderni metodi strumentali, ma prima di ciò il medico terrà necessariamente una conversazione con il paziente sulla presenza di malattie croniche, precedenti operazioni e traumi psicologici, stile di vita, condizioni di vita, ecc..

Sulla base dell'analisi delle informazioni ricevute, è possibile assegnare i seguenti tipi di diagnostica hardware:

  • Risonanza magnetica. Ti permette di ottenere un'immagine stratificata del cervello e rilevare tumori, cisti, aneurismi.
  • TAC. Viene effettuato al fine di rilevare il blocco dei vasi sanguigni da parte delle placche di colesterolo. Di solito è necessario in presenza di patologie cardiovascolari..
  • Ultrasuoni. Questo studio consente di analizzare lo stato dei vasi del collo e della testa.
  • Elettroencefalografia. Fornisce informazioni sull'attività bioelettrica del cervello.

Come ridurre il dolore lancinante acuto e acuto

Un mal di testa palpitante provoca sempre un notevole disagio. Pertanto, non è consigliabile sopportarlo. Se il dolore si è manifestato bruscamente sullo sfondo di superlavoro, sovraccarico nervoso, ARVI o influenza, è consentito ridurre indipendentemente la sua intensità con l'aiuto di antidolorifici.

I seguenti tipi di farmaci sono considerati efficaci:

  • farmaci antinfiammatori non steroidei. Questi includono Citramon, Ibuprofen, Paracetamol, Pentalgin, ecc.;
  • antispastici. I più famosi sono droghe come No-shpa, Spazmalgon, Spazgan. Tali compresse possono alleviare rapidamente gli spasmi vascolari, che possono ridurre il dolore;
  • medicinali antiemicrania. Questi includono Sumatriptan, Imigran, Zomig. Con il loro aiuto, puoi alleviare il dolore pulsante delle emicranie..

Prima di assumere antidolorifici, è necessario leggere attentamente le istruzioni per l'uso. Va ricordato che un sovradosaggio di questi farmaci è inaccettabile..

I metodi popolari sono efficaci per alleviare il dolore lancinante alla testa. In caso di superlavoro e sensazione di affaticamento, che può essere accompagnato da un forte mal di testa, si consiglia di preparare una bevanda forte con foglie di tè nero e verde. Si consiglia di aggiungere un rametto di menta nella tazza. Dopodiché, un tale drink può essere bevuto caldo. Il dolore pulsante alla testa diminuirà o scomparirà in circa un quarto d'ora.

Le tinture di erbe alcoliche possono aiutare ad alleviare il dolore quando vengono utilizzate come compresse. È necessario versare 100 ml di vodka o alcool in 3 cucchiai della raccolta, che include in proporzioni uguali foglie di menta piperita, melissa e frutti di coriandolo tritati. La miscela deve essere infusa per diversi giorni in un flacone ben chiuso. Successivamente, aggiungi 20 ml di acqua e conservalo in frigorifero. Se si verifica un mal di testa palpitante, gli impacchi dovrebbero essere applicati alla localizzazione del dolore.

Gli oli essenziali utilizzati nell'aromaterapia aiutano ad alleviare il dolore. Se i dolori lancinanti alla testa appaiono spesso come una reazione a situazioni stressanti, i guaritori tradizionali raccomandano di includere il miele nella dieta in assenza di allergie ad esso.

Se il dolore pulsante alla testa non diminuisce dopo l'assunzione di antidolorifici o l'utilizzo di rimedi popolari, è necessario consultare un medico. È molto importante farlo il più rapidamente possibile nei casi in cui il dolore lancinante alla testa è accompagnato da ulteriori sintomi. In tali casi, il trattamento può essere prescritto solo dopo l'esame..

Trattamento e prevenzione

Se, nel processo di diagnosi, sono state rilevate gravi malattie in cui un dolore lancinante alla testa è solo un sintomo, è necessario un trattamento completo per eliminare la causa principale del dolore. Per questo, possono essere utilizzati vari tipi di massaggio o agopuntura. Se il dolore è associato a disturbi psicoemotivi, l'ipnosi può essere utilizzata come misura terapeutica..

Se durante la diagnosi è stato trovato un tumore, è indicato un trattamento chirurgico. Con l'uso delle moderne tecnologie e apparecchiature mediche, nella maggior parte dei casi, la prognosi è positiva. In presenza di piccole neoplasie, vengono utilizzati un cyber coltello e un laser. In casi difficili, la chirurgia è combinata con radiazioni o chemioterapia.

Per prevenire l'insorgenza di un mal di testa pulsante, il regime giornaliero deve essere normalizzato. È necessario evitare il sovraccarico e la tensione nervosa, situazioni stressanti. Camminare nel parco prima di coricarsi è benefico per la prevenzione. Devi dormire in una zona ben ventilata in un comodo posto letto. È anche importante monitorare la qualità del cibo. La dieta dovrebbe essere completa, ricca di frutta e verdura. Snack veloci e fast food dovrebbero essere evitati.

Dolore lancinante nella parte posteriore della testa

Articoli di esperti medici

Il dolore lancinante nella parte posteriore della testa può essere sia un segno di affaticamento e sovraccarico, sia il primo sintomo di una grave malattia. In questi casi, non dovresti limitarti a prendere antidolorifici - hai bisogno di cure mediche.

Cause di dolore lancinante nella parte posteriore della testa

Le cause più comuni di dolore lancinante nella parte posteriore della testa sono affaticamento, sovraccarichi fisici, tensione nervosa costante e fattori esterni (ad esempio, trovarsi in un luogo rumoroso, luce intensa).

Tuttavia, ci sono ragioni più serie per la comparsa di sensazioni spiacevoli, queste sono:

  • Accumulo di sangue a causa di disturbi metabolici.
  • tumori.
  • Nevralgia occipitale.
  • Ipertensione.
  • Distonia vegeto-vascolare.
  • osteocondrosi.
  • Emicrania cervicale.
  • Lesioni e lussazioni della colonna cervicale.
  • Processi a freddo.

Sintomi di dolore lancinante nella parte posteriore della testa

Vale la pena essere vigili se il dolore pulsante nella parte posteriore della testa è persistente. È semplicemente necessario consultare un medico se lei:

  • Si intensifica con lo sforzo, non si placa per diverse ore e le sensazioni dolorose persistono per diversi giorni.
  • Spara al mattino, anche se non ti muovi.
  • I rumori nella testa, ostruiscono le orecchie e si scuriscono negli occhi.
  • Dolore lancinante accompagnato da nausea e vomito.
  • Le gambe e le braccia diventano insensibili.
  • Scarsa coordinazione e concentrazione.

La natura del dolore lancinante e della malattia

A seconda della natura del dolore e delle sindromi associate, è possibile determinare quale sia esattamente la causa delle sensazioni lancinanti lancinanti nella parte posteriore della testa..

  • Il dolore lancinante costante è caratteristico di una malattia come la distonia vegetativa-vascolare. Sono spesso accompagnati da vertigini, nausea e talvolta vomito. Il dolore pulsante a destra o a sinistra, che si irradia alle tempie, parla anche di VSD..
  • Se il dolore aumenta con il movimento e si diffonde in tutta la parte posteriore della testa, questo indica una patologia della colonna cervicale, che porta a un'attività fisica insufficiente.
  • Quando il dolore nella parte posteriore della testa è grave con contrazioni minime, che si irradia alla mascella e all'orecchio inferiori, questo può anche parlare di malattie neurologiche. In genere, questa malattia è un effetto collaterale della malattia (come il raffreddore o l'osteoporosi) o il risultato di ipotermia.
  • Attacchi acuti di forte dolore su un lato dell'occipite, accompagnati da un'immagine divisa e lampi di luce - segni di emicrania cervicale.
  • Il dolore pulsante, in cui il martellamento nei templi e la condizione generale possono essere descritti come "rotti" indicano un pizzicamento, dilatazione o spasmo dei vasi sanguigni.
  • Dolore lancinante al mattino, accompagnato da nausea e vomito, sonnolenza ed estrema stanchezza - segni di tumori intracranici ed ematomi.
  • Se il dolore è grave ed è accompagnato da perdita di coordinazione, acufene e oscuramento degli occhi, allora hai a che fare con osteocondrosi avanzata.

Diagnosi di dolore lancinante nella parte posteriore della testa

Se soffri di dolore lancinante nella parte posteriore della testa, prima di tutto devi consultare un medico - un neurologo e un terapista (medico di famiglia).

Lo specialista prenderà l'anamnesi (scoprendo le caratteristiche del dolore), misurerà la pressione e rimanderà a una scansione MRI (risonanza magnetica) per esaminare la colonna cervicale, REG (reoencefalografia), se c'è un sospetto di malattie del cervello e dei vasi sanguigni, CT (tomografia computerizzata) in se si sospetta un tumore.

La diagnosi di dolore lancinante nella parte posteriore della testa è una procedura indolore che non richiederà più di mezz'ora.

Trattamento del dolore lancinante nella parte posteriore della testa

Per far fronte al dolore pulsante nella parte posteriore della testa, è necessario stabilire la sua causa principale. Questo può essere fatto solo da un medico..

Di norma, con dolore pulsante, l'intervento chirurgico non è indicato - il trattamento farmacologico è sufficiente (se non stiamo parlando di tumori).

Per alleviare il dolore spiacevole, assumere antidolorifici:

  • Nurofen (0,2-0,8 grammi 3-4 volte al giorno).
  • Ha (non più di 2,5 compresse al giorno, può essere diviso a metà).
  • Panadol (500-1000 mg 3-4 volte al giorno).

Inoltre è mostrato elettroforesi e riscaldamento.

Metodi alternativi sono efficaci nel trattamento del dolore lancinante:

  • Comprimere sulla fronte con un decotto di foglie di ortica, menta, origano, bardana e ribes, lilla (inumidire la benda in brodo caldo e applicare sulla fronte).
  • Metti una foglia spiegazzata di cavolo fresco sul retro della testa.
  • Se la causa del dolore lancinante sono le malattie nervose, il miele viene mostrato con succo di viburno fresco (un cucchiaio prima dei pasti quattro volte al giorno per un mese).
  • I pediluvi caldi con un decotto di qualsiasi erba hanno un effetto benefico.

Prevenzione del dolore pulsante nella parte posteriore della testa

Dopo aver scoperto la causa del dolore lancinante nella parte posteriore della testa e cercare un aiuto medico, sai come sfuggire al disagio. Oltre ai farmaci, segui queste semplici regole che ti aiuteranno a utilizzare meno farmaci in futuro:

  • Evitare ipotermia e correnti d'aria.
  • Fai più attenzione agli sport: sia lo sforzo fisico eccessivo che uno stile di vita passivo sono pericolosi. Mostra lezioni di yoga.
  • Osserva una routine di sonno e riposo: dormi almeno 8 ore al giorno, sii il più nervoso possibile ed evita situazioni stressanti.
  • Dormi su un letto duro con un cuscino duro.
  • Non cercare di intorpidire il dolore con i farmaci e consultare immediatamente il medico.
  • Non trascurare il massaggio.
  • Limitare l'assunzione di cibi grassi e fritti, caffè e alcool.

Il ritmo moderno della vita spesso non ci lascia il tempo di concentrarci sulle nostre malattie. Tuttavia, devi essere consapevole che il dolore lancinante nella parte posteriore della testa può portare a gravi problemi, quindi trattati attentamente e sii sano!

Cosa fare se la testa fa male da dietro, nella parte posteriore della testa, dà alle tempie, al collo, agli occhi

Quando una persona può sicuramente ricordare che ieri era seduto in una brutta copia e che il vento gli soffiava sul collo o che doveva lavorare un giorno fa con la testa inclinata, quindi un mal di testa nella parte posteriore della testa è una conseguenza naturale di queste situazioni.

Se questo sintomo si manifesta senza una ragione apparente, se è accompagnato da altre manifestazioni soggettive, è imperativo cercare la causa di questa condizione ed eliminarla. Forse, ovviamente, è abbastanza banale: il superlavoro è associato a un sovraccarico dell'organo della visione. Ma può anche accadere che le cause del dolore risiedano in un flusso sanguigno insufficiente al cervello e il sintomo sia un presagio di un ictus..

Comprendere i fattori che hanno causato la malattia significa eliminarla. Il problema del mal di testa occipitale è affrontato dai neuropatologi che lavorano in policlinici, ospedali e conducono appuntamenti privati. Lo scopo di questa pubblicazione è di considerare le principali malattie che causano questo sintomo, nonché l'algoritmo con il quale è possibile fornire un pronto soccorso efficace.

Cosa può ferire?

La parte occipitale della testa è strettamente connessa da un lato, con le regioni temporoparietali e, dall'altro, con il collo, quindi il dolore che si verifica qui non è sempre facile da localizzare: se fa male nella parte posteriore della testa o si irradia a quest'area, o forse fa male al collo. L'anatomia di questo dipartimento è la seguente:

Formano un letto per il lobo occipitale del cervello, che è responsabile dell'elaborazione delle informazioni provenienti dagli occhi (è nel cervello che si forma l'immagine). Il cervello stesso non fa male, ma con un'infiammazione o un tumore in quest'area, le membrane del cervello reagiranno a un aumento del volume intracranico. Con tali patologie, si osservano anche sintomi visivi..

  • Nel profondo del cervello si trova il ponte del cervello

Questa è una formazione di sostanza bianca intervallata da grigio. Non si fonde con il lobo occipitale, ma è la seconda continuazione condizionale del midollo spinale nella cavità cranica (la prima continuazione che passa direttamente nelle strutture spinali è il midollo allungato). I nervi cranici che trasportano i comandi al viso (trigemino, facciale e addotti) si allontanano dal ponte di varoli, così come il nervo che trasporta informazioni dall'apparato vestibolare e dall'orecchio interno. Con la patologia di quest'area, ci sarà un mal di testa da dietro e un deficit uditivo contemporaneamente all'equilibrio.

Il cervelletto, l'organo responsabile dell'equilibrio, del tono muscolare e della coordinazione dei movimenti, parte dal ponte, non verso il basso, ma lateralmente, sotto gli emisferi cerebrali. Consiste di due emisferi e una piccola area nel mezzo: il verme cerebellare. In caso di infiammazione o gonfiore in questa zona, la testa farà male da dietro e ci sarà una violazione della coordinazione e del tono muscolare.

  • Il ponte Varoliev passa nel midollo allungato

Ecco i punti di partenza dei quattro nervi cranici che portano i comandi ai muscoli della faringe, della bocca e del collo, che coordinano il lavoro di cuore, bronchi, polmoni e intestino. Sulla superficie del midollo allungato si trova anche la via principale, lungo la quale il liquido cerebrospinale - il fluido che supporta i processi metabolici e nutrizionali tra tutte le parti del cervello e del sangue - passa dalla cavità cranica al canale spinale della colonna vertebrale. Se questa strada è bloccata, il liquido cerebrospinale inizierà ad accumularsi nella cavità cranica e comprimerà il cervello. I primi sintomi saranno: mal di testa nella parte posteriore della testa, nausea, sonnolenza e vomito che non portano sollievo.

  • Il midollo allungato passa nel midollo spinale e i nervi spinali si allontanano da quest'ultimo

Questo cervello esce dalla cavità cranica attraverso un'apertura circolare. Accanto ad esso, tutti i nervi cranici formati nell'area del ponte e sopra vengono fuori. Ci sono anche vasi: arterie che portano il sangue al lobo occipitale del cervello e al suo tronco (questo include il ponte, il cervelletto, il mesencefalo), le vene e i vasi linfatici. Se queste strutture sono compresse dall'esterno o dall'esterno (ossa, tessuti molli, tumori), anche la testa inizia a ferire da dietro, nella parte posteriore della testa.

Si trova all'interno di uno speciale canale della colonna vertebrale, le sue membrane si trovano attorno ad esso (le stesse circondano il cervello) e il fluido cerebrospinale circola tra di loro. La compressione del midollo spinale o dei nervi che si estende da esso attraverso le strutture ossee può causare dolore nelle regioni occipitale e cervicale. Fondamentalmente, il sintomo è accompagnato da violazione o infiammazione del nervo occipitale, che, formato dalle fibre di diverse coppie di nervi spinali, fornisce la sensibilità della pelle dalla parte posteriore della testa all'area dietro le orecchie.

  • Il collo contiene molti muscoli

Possono diventare infiammati e compromessi dalle strutture ossee della colonna vertebrale. Questo è anche accompagnato da un mal di testa..

La colonna vertebrale è mantenuta nella posizione richiesta dall'apparato legamentoso. È particolarmente sviluppato nella regione cervicale, dove le prime due vertebre sono collegate tra loro e all'osso occipitale da un'articolazione estremamente instabile.

  • La testa e il collo sono ricoperti di tessuti molli: pelle e tessuto sottocutaneo. Anche l'infiammazione può svilupparsi qui e questo causerà dolore..

Malattie accompagnate da mal di testa alla schiena

Sopra, abbiamo esaminato quali strutture possono ferire. Ora chiamiamo i motivi per cui la testa fa male da dietro, nella parte posteriore della testa. Queste sono le seguenti malattie e condizioni:

  • Patologie del rachide cervicale: osteocondrosi, spondilosi, spondilite, fratture o lussazioni delle vertebre cervicali. Causano una violazione della regolazione simpatica del tono vascolare del collo e questo porta a una condizione chiamata emicrania cervicale. Se le strutture ossee schiacciano i vasi che passano nella regione del collo che alimentano i lobi occipitali e il tronco encefalico, si sviluppa una patologia chiamata insufficienza vertebro-basilare.
  • Malattie dei reni, del cervello, delle ghiandole surrenali, nonché una condizione la cui causa non è chiara (ipertensione), accompagnata da un aumento della pressione sanguigna.
  • Patologie accompagnate da un aumento della pressione intracranica - commozione cerebrale o contusione del cervello, meningite, emorragia subaracnoidea, scompenso idrocefalo.
  • Malattie dei muscoli del collo (miosite, miogelosi) o del loro sovraccarico durante tali attività professionali, quando si deve inclinare la testa per molto tempo o spesso girare il collo. Ciò può includere anche situazioni di sovraccarico o stress, che hanno portato al fatto che una persona ha dormito in una posizione con un collo innaturalmente attorcigliato..
  • Patologia della regolazione del tono vascolare - distonia vegetativa-vascolare o neurocircolatoria, quando i vasi che passano nell'area del collo spasmo.
  • Patologie dei vasi che alimentano i lobi occipitali del cervello, il suo tronco e i tessuti molli del collo e la regione occipitale della testa:
    • anomalie dello sviluppo;
    • blocco da parte di masse trombotiche;
    • una diminuzione del diametro dovuta alla crescita eccessiva con depositi lipidici nell'aterosclerosi;
    • cambiamenti nella parete vascolare nel diabete mellito, ipertensione arteriosa a lungo termine;
    • compressione dei vasi sanguigni da parte dei muscoli scaleni del collo.
  • Stress fisico e mentale, che porta alla comparsa di una patologia chiamata "mal di testa da tensione".
  • Emicrania - regolazione patologica del tono vascolare della cavità cranica, che porta all'emicrania - con o senza aura.
  • Artrosi, artrite - malattie delle articolazioni temporo-mandibolari derivanti da malocclusione, bruxismo.
  • Violazione della regolazione ormonale del tono vascolare della testa. Si verifica in adolescenti, donne in gravidanza e donne in forte crescita durante la menopausa..
  • Postura errata.
  • Un brusco cambiamento nel clima di residenza al contrario del solito.
  • Calcificazione dei legamenti che fissano la colonna cervicale.
  • Tensione costante sulla pelle della parte posteriore della testa tirando i capelli in una coda o treccia, portando all'irritazione del nervo occipitale.

Dettagli di patologie che causano dolore

Considera le malattie più comuni.

Ipertensione arteriosa

Questa è la causa più comune di questo sintomo. Può essere sospettato per i seguenti motivi:

  • fa male principalmente alla parte posteriore della testa e delle tempie, il collo non fa male;
  • leggermente nauseabondo;
  • non è doloroso premere sulle vertebre del collo;
  • ci possono essere "mosche davanti agli occhi";
  • una sensazione di calore in faccia (mentre spesso diventa rosso);
  • dolore al petto sinistro.

Prima di tutto, vale la pena pensare all'aumento della pressione sanguigna:

  • se una persona ha più di 45 anni,
  • o se è pieno,
  • piace bere alcolici,
  • nei casi in cui soffre di malattie renali, malattie cardiache, diabete mellito,
  • note gonfiore del viso o delle gambe,
  • se la natura della minzione o il tipo (colore, odore) di urina è cambiato,
  • ha avuto un infarto o ictus.

Osteocondrosi del rachide cervicale

Questa è la seconda causa più comune di mal di testa nella parte posteriore della testa. È caratterizzato da un'interruzione nella normale alimentazione del disco tra le vertebre, di conseguenza, viene cancellato, la sua parte centrale che assorbe gli urti viene spostata e può fluire nel canale spinale. Al posto del disco diluito, per compensare la diminuzione del volume di questo "strato", crescono le "spine" ossee. Possono danneggiare o violare i nervi spinali che si avvicinano, così come, in questa sezione, i vasi che alimentano i tessuti della testa, del collo e della cavità cranica.

L'osteocondrosi cervicale è una causa comune di condizioni come l'emicrania cervicale e la sindrome vertebro-basilare.

Emicrania cervicale

Si verifica quando le vertebre comprimono i nervi intorno all'arteria vertebrale. I segni di questa patologia si manifestano con un forte dolore ricorrente da un lato - a destra oa sinistra - nell'occipite. Può irradiarsi alla fronte e alle orbite degli occhi e aumenta notevolmente quando una persona inizia a svolgere qualsiasi lavoro. A riposo, specialmente quando si è sdraiati, il dolore si calma un po '..

Se inclini la testa all'indietro, ci saranno oscuramenti negli occhi, forti vertigini, forse svenimento. Oltre a questi sintomi, si notano nausea, un forte "arresto" dell'udito e della vista per un breve periodo, si nota la comparsa di "mosche" davanti agli occhi. Allo stesso tempo, la pressione sanguigna non viene modificata o leggermente aumentata.

Se la malattia non viene trattata a lungo, gli attacchi di emicrania diventano più frequenti, vengono aggiunti segni di cambiamento della personalità: irritabilità, nervosismo, depressione e persino aggressività.

Sindrome di sconfitta del sistema vertebro-basilare delle arterie

Qui, oltre al mal di testa, ci saranno disturbi da quelle strutture (e questo è il cervello e i nervi cranici) che, a seguito del bloccaggio da parte dell'osteocondrosi alterata dalla colonna vertebrale, hanno smesso di ricevere la normale quantità di ossigeno. Questi sono i seguenti sintomi:

  • perdita di campi visivi;
  • la comparsa di "mosche", "luci" davanti agli occhi o una sensazione di nebbia che interferisce con la visione;
  • strabismo;
  • asimmetria del viso;
  • vertigini, accompagnati da nausea, vomito, sudorazione profusa, variazioni della pressione sanguigna;
  • compromissione del coordinamento dei movimenti;
  • difficoltà a deglutire;
  • sensazione di un nodo alla gola;
  • raucedine della voce.

Spondilosi cervicale

La spondilosi è il processo di assottigliamento e fragilità nelle aree anteriore e laterale del disco intervertebrale. Di conseguenza, il centro gelatinoso del disco "spinge" la sostanza sottile verso l'esterno e le crescite ossee compaiono sui bordi a contatto delle vertebre. Inoltre, il lungo legamento, che corre lungo il bordo anteriore dei corpi vertebrali, acquisisce qui la durezza ossea a causa dei depositi di sali di calcio (calce).

  • forte dolore nella parte posteriore della testa per le orecchie, le spalle, a volte gli occhi;
  • il dolore non scompare a riposo;
  • interferisce con la ricerca di una posizione per dormire di notte;
  • è doloroso e difficile muovere il collo;
  • il dolore aumenta quando la testa viene rigettata.

Spondilite cervicale

La spondilite è una malattia in cui i corpi vertebrali vengono distrutti a causa dell'infiammazione microbica (principalmente tubercolare). La colonna vertebrale è deformata e comprime il fascio neurovascolare. La malattia si manifesta:

  • dolore al collo e alla parte posteriore della testa;
  • intorpidimento della pelle nella stessa area;
  • un aumento della temperatura;
  • debolezza;
  • chinarsi;
  • Difficoltà a muovere il collo.

Miosite (infiammazione) dei muscoli del collo

I muscoli si infiammano a causa dell'ipotermia, seduti in un tiraggio, nel caso di una lunga permanenza con il collo piegato o attorcigliato.

Di solito i muscoli sono infiammati da un lato, meno spesso la miosite è bilaterale. Il seguente sintomo parla di miosite: quando un muscolo infiammato partecipa al movimento del collo, il dolore si verifica nella regione del collo. Quindi si estende alla parte posteriore della testa, l'area tra le scapole e le spalle. A riposo, non fa male né al collo né alla parte posteriore della testa.

Myogelosis

Le cause di questa malattia sono praticamente le stesse della miosite, ma il loro elenco è leggermente più ampio. Si tratta di correnti d'aria, in una posizione scomoda, sovraccarico a causa di stress, seduta prolungata al computer, esercizio fisico, che può portare a una compromissione della circolazione sanguigna nei muscoli cervicali. A differenza della miosite, qui i muscoli non si gonfiano, ma si addensano. La malattia si sviluppa più spesso nelle donne. È accompagnato da dolore al collo e alla parte posteriore della testa, oltre ad altri sintomi:

  • anche le spalle fanno male, diventa difficile spostarle;
  • capogiri si verificano spesso.

Nevralgia occipitale

Questa patologia si verifica quando il nervo occipitale è compresso, infiammato o irritato. Ciò è dovuto ai seguenti motivi:

  1. tensione dei muscoli cervicali;
  2. osteoartrite;
  3. lesioni al collo;
  4. gotta;
  5. gonfiore del collo;
  6. malattie infiammatorie (carbonchio, foruncolo) dei tessuti molli della testa e del collo;
  7. patologia dei dischi intervertebrali della colonna cervicale;
  8. diabete.

C'è intenso dolore nella parte posteriore della testa. È così acuto che ricorda una lombalgia con una corrente che raggiunge il collo o la dà all'occhio (occhi), mascella inferiore, orecchie e collo. Viene anche descritto come un dolore intenso e pulsante che spara o brucia. Può verificarsi a destra o a sinistra, può estendersi su 2 lati contemporaneamente. Rafforza i movimenti del collo.

La parte della pelle della regione occipitale diventa più sensibile al tatto e ai cambiamenti di temperatura.

Spasmo vascolare della cavità cranica

La condizione causata dal vasospasmo del letto arterioso è accompagnata da:

  • dolore nella parte posteriore della testa;
  • presto il dolore cattura la fronte;
  • aumenta con il movimento;
  • diminuisce a riposo.

Quando si verifica un problema nel letto venoso e il deflusso di sangue dalla cavità è difficile, compaiono i seguenti sintomi:

  • il dolore appare nella parte posteriore della testa;
  • "Si diffonde" ai templi e oltre - su tutta la testa;
  • il carattere - noioso, esplosivo, può essere descritto come un "sentimento di pesantezza";
  • si intensifica se la testa è abbassata;
  • il dolore diventa più intenso quando si tossisce e si sdraia;
  • può essere accompagnato da gonfiore delle palpebre inferiori.

Mal di testa da tensione

La base della patologia è la tensione eccessiva dei muscoli del collo, dell'occipite, degli occhi, del tendine che forma la copertura della testa dalla fronte all'occipite. Cambiamenti nelle condizioni meteorologiche, lavoro eccessivo, bere alcolici, stare in una stanza soffocante, lavorare di notte può provocare dolore qui..

Un mal di testa da tensione può durare da 30 minuti a una settimana ed è un dolore episodico. Non è troppo intenso, accompagnato da ansia, ma non accompagnato da nausea o vomito. È monotono, copre la testa come un cerchio, non ha un carattere pulsante; si verifica dopo sforzi eccessivi o stress.

Se la testa fa male monotonamente per più di 2 settimane al mese, è un mal di testa da tensione cronica. Non si ferma e il suo carattere non cambia sotto stress. È in grado di cambiare la personalità di una persona: si ritira, la depressione si sviluppa, l'attività sociale viene interrotta.

La diagnosi del mal di testa da tensione viene fatta se c'è tensione nel muscolo trapezio e nei muscoli del collo, dolore quando si preme su punti corrispondenti ai processi trasversali delle vertebre del collo e del torace. Allo stesso tempo, non vi è alcuna asimmetria facciale, nessuna "pelle d'oca", nessun disturbo nella sensibilità o nell'attività motoria dei muscoli del viso, del collo, degli arti. Risonanza magnetica del cervello, il suo tronco con la cattura della colonna cervicale e del midollo spinale non mostra patologia.

Ipertensione endocranica

Con esposizione prolungata a bassi livelli di ossigeno, trauma cranico, deflusso venoso compromesso dalla cavità cranica, bassa pressione sanguigna, tumori cerebrali, meningite, idrocefalo scompensato o emorragia subaracnoidea, aumento della pressione intracranica.

Questa pericolosa condizione è accompagnata dai seguenti sintomi:

  • forte mal di testa;
  • peggio di notte e prima di alzarsi;
  • accompagnato da nausea;
  • ci può essere vomito (una o più volte), spontaneo, non portando sollievo;
  • sudorazione;
  • dolore agli occhi quando si guarda la luce;
  • il dolore aumenta con suoni forti;
  • sensibilità ai cambiamenti delle condizioni meteorologiche;
  • sensazione di battito cardiaco;
  • affaticabilità veloce;
  • aumento del nervosismo.

Se l'ipertensione endocranica è dovuta a meningite, tumore intracranico, encefalite o emorragia nella cavità cranica, le condizioni della persona peggiorano progressivamente. La sonnolenza aumenta, è periodicamente agitato, può esprimere idee deliranti, smette di lamentarsi del mal di testa. Se non si fornisce aiuto, può verificarsi un coma, accompagnato da respirazione e deglutizione compromesse..

Malattie dell'articolazione temporo-mandibolare

Queste patologie (artrosi, artrite) possono anche essere accompagnate da dolore nella parte posteriore della testa. Tali dolori sono di solito unilaterali, si diffondono all'orecchio e alla corona, iniziano nel pomeriggio, si intensificano la sera. Allo stesso tempo, il dolore è notato nell'area articolare (davanti all'orecchio), si sente un crunch o un clic.

Motivo a seconda della posizione del dolore

Se fa male nella parte posteriore della testa e delle tempie, ciò può indicare:

  • aumento della pressione sanguigna, che è anche accompagnato dalla comparsa di "mosche" o ostruzioni davanti agli occhi, dolori al petto a sinistra, vertigini;
  • emicrania cervicale - la complicanza più comune dell'osteocondrosi cervicale. Qui, ogni più o meno acuto lancio indietro della testa porta a oscuramento degli occhi, vertigini, nausea e talvolta perdita di coscienza;
  • L'osteocondrosi cervicale, non complicata dalla violazione dell'arteria vertebrale, si manifesta con dolore nella parte occipitale della testa e delle tempie, nonché nel collo. Qui, i movimenti del collo possono essere accompagnati da uno scricchiolio e sensazioni dolorose: vertigini, problemi di udito, comparsa di un "velo" davanti agli occhi, visione doppia;
  • la meningite si manifesta anche con dolore alle tempie e alla parte posteriore della testa. Inoltre, ci saranno nausea, vomito, aumento della temperatura corporea, si nota la fotofobia.

Il dolore al collo e alla parte posteriore della testa è tipico:

  • per l'osteocondrosi cervicale (è descritta nel paragrafo precedente);
  • per spondilosi cervicale. Quest'ultimo si manifesta con un forte dolore che potrebbe anche non fermarsi. Tale dolore si intensifica con qualsiasi giro o inclinazione della testa. Ci vuole molto sforzo per trovare una posizione in cui addormentarsi;
  • per malattie infiammatorie dell'occipite e del collo: carbonchio, punto di ebollizione. Allo stesso tempo, quando si esaminano localizzazioni inquietanti, è possibile vedere arrossamenti e gonfiori, che saranno molto dolorosi e da dove (quando maturano) il pus verrà rilasciato.

Il dolore nella parte posteriore della testa, che si estende alla regione dei templi, alla corona e alla fronte contemporaneamente, parla di:

  • tensione mal di testa: poi compaiono dopo uno sforzo eccessivo, spremere con un "cerchio", senza nausea e vomito;
  • aumento della pressione intracranica: compaiono senza motivo apparente, accompagnati da nausea, vomito, fotofobia, sonnolenza;
  • spasmo dei vasi della cavità cranica: accompagnato da una sensazione di pesantezza nella testa, aggravata dall'inclinazione della testa, ha un carattere noioso, scoppiando;
  • aumento della pressione sanguigna. Ci saranno uno o più sintomi aggiuntivi: dolore al cuore, debolezza, "mosche" davanti agli occhi, nausea.

Se il dolore si irradia alla parte posteriore della testa e il suo "centro" è il collo o le spalle, questo indica la patologia dei muscoli del collo:

  • miosite: il dolore è generalmente unilaterale, si verifica quando il collo si sposta lateralmente, si diffonde alle spalle e nella regione interscapolare. Questo dolore è provocato da esercizi fisici in cui è coinvolto il collo, correnti d'aria e ipotermia;
  • miogelosi: dolore non solo nel collo e nella parte posteriore della testa, ma anche nelle spalle, mentre questi ultimi sono difficili da muovere e quando palpano tutti questi muscoli - collo, spalle, scapole - sono compattati. Si verifica dopo stress, sforzo fisico, permanenza prolungata in una posizione scomoda.

Altro

  • Il dolore che si irradia alla parte posteriore della testa, che è accompagnato da una violazione della masticazione, dell'apertura della bocca, dello scricchiolio nell'area davanti all'orecchio, quando si trova questa zona dolorosa, parla della patologia dell'articolazione temporo-mandibolare.
  • Grave dolore lancinante dal collo, che si irradia alla parte posteriore della testa, accompagnato da intorpidimento, "brividi" o maggiore sensibilità della pelle del collo e della parte posteriore della testa indica nevralgia del nervo occipitale. Di solito è unilaterale, aggravato dai movimenti del collo.

I dolori unilaterali - nell'occipite sinistro o destro, sono caratteristici di:

  • osteocondrosi cervicale;
  • emicrania cervicale a sinistra;
  • mihylosis del trapezio destro o muscolo sternocleidomastoideo a sinistra;
  • nevralgia del nervo occipitale sinistro;
  • anchilosante;
  • trauma occipitale sinistro;
  • irritazione dei nodi nervosi simpatici a sinistra;
  • sviluppo di malattie infiammatorie purulente dei tessuti molli sul lato sinistro dell'occipite.

Non ci sono diagnosi precise quando si verifica dolore nell'occipite destro, proprio come per quello sinistro. Sopra abbiamo elencato quelle malattie in cui il dolore occipitale sarà unilaterale.

Possibile causa a seconda delle caratteristiche del dolore

Il dolore lancinante è tipico per:

  • aumento della pressione sanguigna;
  • nevralgia del nervo occipitale;
  • cambiamenti ormonali durante la gravidanza, la menopausa e anche negli adolescenti.

Il dolore severo è tipico per:

  • aumento della pressione intracranica;
  • spasmo dei vasi arteriosi;
  • spondilosi cervicale;
  • nevralgia del nervo occipitale;

Se il dolore viene descritto come acuto, l'esame molto probabilmente rivelerà un'osteocondrosi cervicale complicata, o miogelosi del rachide cervicale, o nevralgia del nervo occipitale o emicrania cervicale.

Diagnostica

Se hai mal di testa, devi stabilire la causa. Per fare ciò, si rivolgono a un terapeuta e si riferisce a un cardiologo o a un neurologo. Se si è verificato un trauma cranico, è necessario visitare un traumatologo e se si determina una formazione dolorosa sulla pelle, è necessario visitare un chirurgo.

Durante l'esame, gli specialisti ristretti utilizzano i seguenti metodi diagnostici:

  • Ecografia Doppler dei vasi sanguigni che alimenta il collo e il cervello;
  • Risonanza magnetica della testa e del collo;
  • Radiografia della cavità cranica;
  • Radiografia dell'articolazione temporo-mandibolare.

Algoritmo del primo aiuto personale o reciproco

  • Misurare la pressione sanguigna, se superiore a 140/99 - bere un farmaco per ambulanze - Kaptopres (1/2 compressa), il giorno successivo contattare un terapista per la selezione della terapia.
  • Puoi prendere una pillola di ibuprofene o un altro antidolorifico a cui non è stato allergico.
  • Massaggio: solo le spalle e solo un assistente: il collo non deve essere toccato, poiché il dolore può essere causato da patologie in cui la colonna cervicale è instabile (mal fissata). In questo caso, i movimenti della mano possono portare a una perturbazione ancora maggiore dell'equilibrio delle strutture ossee, di conseguenza, strutture importanti possono essere compromesse e portare a tali disturbi pericolosi come una violazione del ritmo della respirazione, il tono di tutti i vasi del corpo e il normale battito cardiaco..

Se, oltre al dolore alla testa nella parte occipitale, si sente uno scricchiolio quando si gira il collo, o la sindrome del dolore appare dopo un infortunio (specialmente in un'auto o con i mezzi pubblici), quando la testa "penzola", è necessario chiamare un'ambulanza. Oppure, se non ci sono vertigini, nausea, perdita di coscienza, prima chiedi a un membro della famiglia di acquistare un collare di Shants o un'altra ortesi in farmacia per un caso simile, e solo successivamente contatta un neurologo. Durante il periodo in cui il supporto per il collo non è stato ancora acquistato, è necessario, mentre in posizione seduta con supporto sulla schiena, non spostare il collo. Non puoi andare a letto prima di riparare la colonna cervicale e consultare uno specialista.

Nei casi in cui il dolore sta sparando, aggravato dall'inclinazione della testa e dai movimenti del collo, applica calore secco al collo, riposa in una stanza tranquilla, chiedi a un membro della famiglia di massaggiare i muscoli del collo.

Lo stesso si può fare in caso di dolore che stringe la testa con un "cerchio".

Se non senti uno scricchiolio quando sposti il ​​collo, la pressione è normale, per alleviare il dolore, puoi fare i seguenti esercizi:

Posizione di partenzaUn esercizio
Seduto su una sedia con la schiena drittaLascia che la testa si pieghi sotto il suo stesso peso, rimani in questa posizione per 20 secondi, torna alla posizione iniziale per 20 secondi
Seduto su una sedia, alza le braccia, afferra la testa in modo che i pollici siano sugli zigomi e il resto sia sulla parte posteriore della testa.Inspira: inclina la testa all'indietro, resistendo alle dita sulla parte posteriore della testa. Mantieni questa posizione per 10 secondi mentre guarda in alto. Espirare (7-8 secondi) - massima inclinazione della testa, senza tensione muscolare. Guarda giù. Ripeti 3-6 volte.
Seduto su una sediaSenti sulla parte posteriore della testa per un punto tra il cranio e 1 vertebra cervicale, lungo la linea mediana. Con due pollici, massaggia la punta con un movimento circolare in senso orario - 15 volte. Quindi premere questo punto per 90 secondi. Riposare per 2 minuti. Rifallo da capo

Cosa prescrivono i medici

Dipende dalla patologia identificata. Quindi, con osteocondrosi, spondilosi e nevralgia del nervo occipitale, vengono prescritti i seguenti farmaci:

  • antidolorifici: Diclofenac, Ibuprofen, Rofika;
  • farmaci per il rilassamento muscolare: midocalm, Sirdalud, baclofen;
  • un complesso di vitamine del gruppo B: Milgamma, Neurorubina;
  • farmaci che eliminano le vertigini: Betaserc, Vestibo, Betagistin.

Possono essere eseguiti blocchi di novocaina e anche - con l'instabilità della colonna vertebrale e la minaccia di pizzicare il midollo spinale, nonché con una nevralgia grave che non può essere controllata dai farmaci - possono essere eseguiti vari tipi di interventi chirurgici. Anche la fisioterapia è prescritta qui: magnetoterapia, trattamento ad ultrasuoni.

Se la parte posteriore della testa fa male a causa di miosite o miogelosi, vengono prescritti antidolorifici e decongestionanti, un corso di massaggio e fisioterapia: elettroforesi, trattamento laser.

Il dolore vascolare richiede un trattamento con farmaci che eliminano lo spasmo arterioso e migliorano il deflusso venoso dalla cavità cranica.

Il trattamento di meningite, encefalite ed emorragia nella cavità cranica viene effettuato solo in ospedale. Include la nomina di antibiotici, farmaci emostatici, farmaci che migliorano la comunicazione tra le aree cerebrali interessate, ossigenoterapia.

Le malattie suppurative dei tessuti molli vengono trattate con un intervento chirurgico.

Per la nevralgia del nervo occipitale, il mal di testa da tensione e l'osteocondrosi cervicale, oltre ai farmaci, i medici possono anche prescrivere un ciclo di agopuntura.

Prevenzione del mal di testa

Se la parte posteriore della testa fa male almeno 1 volta, significa che il corpo segnala che è necessario prendere misure per migliorare la saturazione del cervello con l'ossigeno. Per questo:

  • Prova a dormire su un cuscino ortopedico.
  • Non raffreddare eccessivamente il collo e la parte posteriore della testa.
  • Cerca di muoverti di più, fai esercizi mattutini.
  • Fai delle pause di 10 minuti ogni ora di lavoro al computer.
  • Impara a meditare per aiutarti ad affrontare situazioni stressanti.
  • Controlla la pressione del sangue.
  • Tenere il computer all'altezza degli occhi durante il lavoro.
  • Massaggia ogni giorno i muscoli del collo e delle spalle usando una leggera pressione o dispositivi di assistenza.