Una commozione cerebrale si verifica a causa di lesioni alle ossa, ai tessuti, ai vasi dell'occipite o alla parte frontale del cranio con un oggetto contundente e può interrompere le funzioni di questo organo. Di solito si riprendono con l'inizio tempestivo del trattamento e l'assenza di ignorare il regime raccomandato dal medico..

Soddisfare

Fondamentalmente, la patologia non serve come pericolo mortale per l'uomo. Ma anche dopo diversi anni, può improvvisamente dichiararsi con conseguenze.

Gradi

I sintomi dipendono dalla gravità della commozione cerebrale. Con funzioni lievi, sono leggermente compromesse e si riprendono rapidamente. La persona si spegne per non più di 2 minuti. Dopo aver ripreso conoscenza, sentirà dolore, vertigini e nausea. Il vomito è raro. Il paziente deve essere curato in un ospedale in cui rimanere per dieci giorni. Durante questo periodo, i sintomi di solito scompaiono, la testa smette di ferire..

Un grado medio di commozione cerebrale provoca perdita di coscienza fino a 2 ore. Una persona respira superficialmente, diventa coperta di sudore, non reagisce all'ambiente. Essendo tornato in sé, non è in grado di rialzarsi, perché è molto debole. Spesso, a causa dello sviluppo dell'amnesia, non riesce a ricordare cosa gli sia successo.

Spesso il paziente si agita, diventa irrequieto. Dopo alcuni giorni, si sente meglio, ma sarà possibile parlare del completo recupero della funzione cerebrale in 3 settimane..

Su questo argomento

7 fatti sulla commozione cerebrale

  • Natalia Sergeevna Pershina
  • 26 maggio 2018.

Dopo un grave infortunio, a volte una persona non viene da sola nemmeno dopo alcuni giorni. Assolutamente non reagisce a nulla. Il suo respiro è disturbato, ci sono problemi con il lavoro del cuore. Quando il paziente riacquista conoscenza, soffre a lungo di mal di testa, nausea costante, che è spesso accompagnata da vomito.

Con un aumento significativo della pressione cranica, può morire. Il recupero richiede diversi mesi. Abbastanza spesso una persona rimane disabile. Una grave commozione cerebrale può causare varie complicazioni.

complicazioni

Ci sono diverse conseguenze.

Manifestazione di disturbo a breve termine

Anche dopo essere stato dimesso dall'ospedale, dove una persona era in cura, dopo aver ricevuto un ICC, che ha causato una commozione cerebrale, i sintomi patologici non scompaiono immediatamente. Appaiono come:

  • forte capogiro;
  • emicranie frequenti;
  • difficoltà di concentrazione;
  • problemi derivanti dal processo di lettura o scrittura.

La persona continua a soffrire di nausea e affaticamento. Diventa debole, distratto. La sonnolenza è costantemente presente.

Se questi segni non si fermano entro un mese dopo aver ricevuto una lesione cerebrale traumatica, vale la pena considerare una seconda visita dal medico. Perché se i disturbi che si sono manifestati non vengono curati, il che impedisce al cervello di funzionare normalmente, le conseguenze possono essere pericolose.

Sindrome post-commozione cerebrale

La conseguenza di una commozione cerebrale in assenza di un trattamento tempestivo a volte diventa sindrome post-commozione cerebrale. I sintomi della patologia possono comparire sotto forma di attacchi di emicrania, disturbi del sonno, presenza di ansia.

Una persona non è in grado di lavorare normalmente, perché non può concentrarsi, concentrarsi su ciò che prima non ha causato problemi. Anche un carico leggero porta a grave affaticamento. Spesso è accompagnato da ansia e vertigini irragionevoli..

La sindrome si sviluppa spesso mesi dopo, può manifestarsi anni dopo una commozione cerebrale..

Encefalopatia post-traumatica

L'agitazione ripetuta dell'organo a volte porta a complicazioni sotto forma di encefalopatia post-traumatica. Spesso gli atleti che combattono pugilato e pugni soffrono di questo fenomeno. Lo sviluppo passa attraverso diverse fasi, in cui:

  • la circolazione sanguigna è disturbata;
  • liquido cerebrospinale ristagna;
  • le cellule nervose muoiono;
  • i tessuti connettivi crescono;
  • si formano cicatrici, si formano aderenze;
  • diminuzione dell'attività cerebrale.
Su questo argomento

Tutto quello che devi sapere su una commozione cerebrale

  • Natalia Sergeevna Pershina
  • 26 marzo 2018.

L'encefalopatia post-traumatica porta al fatto che una persona viene inibita, spesso si stringono le mani o i piedi, la coscienza confusa, i problemi di equilibrio, le convulsioni compaiono, i cambiamenti nel carattere sono evidenti.

La sindrome astenica provoca rabbia, ansia e frequenti scoppi di emozioni. Le capacità mentali sono notevolmente ridotte, diventa abbastanza difficile per una persona imparare argomenti semplici.

L'inizio dei disturbi autonomici

Una commozione cerebrale può portare a problemi con la fornitura di ossigeno ai tessuti e agli organi, che diventa la causa di disturbi autonomici. Sono accompagnati da:

  • attacchi di mal di testa;
  • preoccupazioni infondate;
  • picchi di pressione;
  • tachicardia;
  • intorpidimento degli arti.

Una persona diventa letargica, a volte sviene, si stanca rapidamente, suda molto. Potrebbe avere problemi nella sua vita sessuale..

Una saturazione insufficiente dei vasi sanguigni con ossigeno porta a interruzioni del lavoro del cuore, alla comparsa di mancanza di respiro.

La sconfitta del sistema vegetativo provoca lo sviluppo di patologie degli organi digestivi, complica il processo di minzione.

Sviluppo di disturbi cognitivi

Le conseguenze di una commozione cerebrale possono manifestarsi in funzioni cognitive compromesse, che è accompagnata dall'emergere di gravi problemi con la memoria e la parola. Una persona dimentica le cose elementari, è difficile per lui scegliere le parole, si perde la capacità di pensare, analizzare, trarre conclusioni.

Qualsiasi lavoro mentale diventa insopportabile, poiché non vengono percepite nuove informazioni, inoltre scompare anche la conoscenza precedente.

Sconfitta della psiche

La mancanza di un trattamento adeguato dopo una commozione cerebrale può influenzare la psiche. Il corpo umano è in grado di rispondere all'infezione con una patologia infettiva al consumo di alcol da sovraeccitazione, annebbiamento della coscienza.

Ci sono esplosioni di rabbia, aggressività verso gli altri. Un'ondata incontrollata di emozioni è sostituita dal rimorso, un senso di vergogna.

Il cattivo umore prevale. La rabbia è provocata da qualsiasi fattore irritante. C'è euforia senza motivo. Una persona soffre spesso di convulsioni e convulsioni che ricordano l'epilessia. Paure, esperienze irragionevoli iniziano a tormentare. Lo stato diventa inadeguato.

I cambiamenti che si verificano nella psiche portano all'apatia, ai cambiamenti nel pensiero, alla perdita della realtà e allo sviluppo della demenza. Il paziente può essere accompagnato da allucinazioni e idee deliranti.

Caratteristiche delle conseguenze

Una commozione cerebrale può passare senza lasciare traccia, ma a volte il risultato del trauma si fa sentire quasi tutta la vita e si manifesta in vari sintomi, fino a cambiamenti di carattere. Una persona si irrita per le sciocchezze, diventa permalosa e vulnerabile. La depressione è comune. Può essere perseguitato dalle paure sotto forma di paura degli spazi confinati.

  • intolleranza al caldo e al freddo;
  • maggiore sensibilità alle infezioni;
  • disturbi nervosi;
  • esplosioni emotive.

Il peggioramento dell'umore può portare a comportamenti aggressivi. Ansia irragionevole, il mal di testa diventerà un compagno costante per una persona, la psicosi inizierà a svilupparsi. Di conseguenza, la percezione della realtà è persa, compaiono allucinazioni.

Una commozione cerebrale non può essere ignorata. Anche un lieve grado di danno può portare a gravi complicazioni, portando a conseguenze che non possono essere eliminate..

La psicoterapia in questo caso è impotente, l'uso costante di droghe può portare alla dipendenza da esse. Un trattamento complesso iniziato solo in tempo aiuterà ad evitare problemi..

Quali complicazioni possono essere dopo una commozione cerebrale

Vertigini, attacchi di emicrania sono le principali conseguenze di una commozione cerebrale derivante da una grave lesione cerebrale traumatica. A seconda della forza dell'effetto sulle strutture della materia grigia, c'è una rottura o uno stiramento delle fibre nervose e dei vasi sanguigni, la comparsa di ematomi o tumori nel punto contuso.

La mancanza di un trattamento adeguato può provocare lo sviluppo di varie complicanze che possono influenzare negativamente le condizioni generali della vittima.

Segni di trauma cranico

Per fornire il primo soccorso a una vittima a seguito di una caduta o di un colpo, è necessario conoscere i sintomi di una commozione cerebrale. Immediatamente dopo la lesione, possono essere presenti solo alcuni dei segni della condizione patologica, a seconda della gravità della lesione ricevuta.

I sintomi più comuni sono:

  1. Vomito, sensazione di nausea.
  2. Emicrania dopo commozione cerebrale.
  3. Iperattività o depressione.
  4. Svenimento, disorientamento.
  5. Convulsioni, pupille dilatate (diverse dimensioni).
  6. Confusione di frasi.
  7. Disagio da luce intensa o rumore forte.

Dopo un po ', i sintomi dovrebbero attenuarsi leggermente o scomparire completamente. Se persistono, per lungo tempo ciò suggerisce che l'attività cerebrale è compromessa. La presenza di lividi, gonfiore o ematoma ne è la prova diretta..

Le conseguenze del trauma negli adulti

I primi sintomi di una commozione cerebrale scompaiono molto spesso entro 2-3 giorni o settimane, ma possono persistere per un lungo periodo di tempo, accompagnati da varie complicazioni. Nel 10-20% dei casi, i segni di TBI possono essere presenti per 2-3 mesi. I pazienti di età superiore ai 55 anni impiegano più tempo per riprendersi rispetto alle vittime più giovani.

Fattori che possono complicare il decorso della patologia:

  • disturbi psicologici;
  • abuso di fumo, bevande alcoliche;
  • depressione prolungata;
  • uno stato di stress;
  • malattie concomitanti.

In futuro, la commozione cerebrale può causare una riduzione dell'attività mentale e fisica, inclusa la perdita di memoria temporanea. Una condizione simile, se la malattia non viene curata, può persistere fino a 3 anni o più dopo la TBI..

Le conseguenze del trauma nei bambini

Sebbene i sintomi di commozione cerebrale si risolvano rapidamente, può richiedere molto tempo per il recupero di adolescenti e bambini. Le condizioni patologiche nei pazienti di questa categoria possono peggiorare anche a causa della lettura fluente..

I medici affermano che le TBI gravi possono influenzare l'attività e lo sviluppo del cervello di un bambino. Le condizioni del paziente, i sintomi della malattia possono peggiorare con successivo trauma al cranio diversi anni dopo la commozione cerebrale. I cambiamenti nella neurofisiologia del centro del cervello sono osservati più spesso dopo il terzo episodio.

La probabilità di sviluppare la malattia di Alzheimer aumenta dopo ripetute lesioni cerebrali traumatiche in assenza di diagnosi tempestiva e trattamento adeguato.

Possibili complicazioni dopo la TBI

La commozione cerebrale e le sue conseguenze possono variare a seconda della gravità della lesione. Il trauma ripetitivo provoca il disturbo tipico dei pugili e dei pazienti che subiscono periodicamente TBI a causa delle loro attività professionali (atleti, scalatori, soccorritori).

L'encefalopatia (post-traumatica) si manifesta con un leggero ritardo nei movimenti di un arto inferiore, sconcertante e perdita di equilibrio. Alcuni pazienti avvertono letargia, confusione, anomalie mentali, tremori delle gambe, delle braccia e della testa.

Le conseguenze di una commozione cerebrale possono essere piuttosto gravi, oltre che pericolose per la salute umana, pertanto, in caso di TBI, è necessario contattare immediatamente un traumatologo. Tali complicazioni includono:

  1. Risposta inadeguata alle bevande alcoliche o a una malattia infettiva. Nell'intossicazione alcolica con patologia virale, il paziente ha un annebbiamento di coscienza, varie anomalie mentali.
  2. Disturbi vascolari Principali sintomi: persistenti attacchi di emicrania, la cui intensità aumenta con l'attività fisica e si manifesta con vertigini, pallore della pelle, aumento della sudorazione, affaticamento.
  3. Irritabilità, esplosioni di rabbia, emotività. L'aggressività è seguita dal pentimento e il paziente si vergogna del suo comportamento di fronte agli altri..
  4. Convulsioni, a seguito di trauma cranico, che assomigliano a convulsioni epilettiche. Paranoia, quando una persona è costantemente perseguitata da paure, ansia.
  5. Complicanze rare di TBI includono allucinazioni, psicosi, percezione distorta della realtà, delirio. A volte i disturbi mentali possono causare demenza, che è caratterizzata da gravi disturbi della memoria, pensiero, apatia verso tutti, perdita di orientamento.

Più spesso di altri segni, viene diagnosticata la sindrome post-commozione cerebrale. La condizione patologica può manifestarsi diversi giorni, mesi o anni dopo l'intollerabile commozione cerebrale, improvvisi attacchi di emicrania, vertigini, insonnia e ansia, difficoltà di concentrazione.

La psicoterapia in questa situazione non porta l'effetto desiderato, quindi è necessario un trattamento sintomatico, ma l'assunzione di farmaci per il dolore forte può causare dipendenza.

Attacchi di nevrosi ed episodi

Disturbi nevrotici si osservano quando i neuroni sono danneggiati. Anche un'esposizione minore può causare disturbi del sistema nervoso:

  • stato di paura, aumento dell'ansia;
  • il paziente non può concentrarsi sul lavoro, studiare;
  • preoccupato per attacchi di emicrania, insonnia.

Le nevrosi impediscono a una persona di condurre una vita normale. Con la progressione della patologia e l'assenza di una terapia adeguata, il paziente inizia a sperimentare attacchi di psicosi. È delirante e folle, è tormentato da allucinazioni. In caso di trattamento farmacologico, la vittima avrà bisogno dell'aiuto di uno psichiatra.

È necessaria una terapia complessa per commozione cerebrale, poiché in sua assenza vi è il rischio di sviluppare demenza e altre condizioni patologiche pericolose. E tutto ciò è dovuto al trauma subito in giovane età..

Anche un fattore irritante minore può provocare convulsioni epilettiche. Quando vengono colpiti alla testa, si sviluppano patologie latenti che non segnalano la loro esistenza fino a questo momento.

L'episodio è una sintomatologia lieve. Tali attacchi spesso non vengono semplicemente notati, il che complica in modo significativo la diagnosi della malattia. Le convulsioni gravi possono verificarsi ovunque e in qualsiasi momento.

Quali sintomi non dovrebbero essere ignorati:

  1. Fatica costante, soprattutto con il lavoro mentale.
  2. Dipendenza da cambiamenti del tempo, condizioni climatiche.
  3. Cefalalgia.
  4. Squilibrio mentale.

Molto spesso, l'episodio si sviluppa con danni alla regione temporale e parietale della testa e può essere osservato anche 2-3 anni dopo la lesione..

Primo soccorso

Le sue ulteriori condizioni e la percentuale della probabilità di conseguenze dopo una commozione cerebrale, i danni al cervello dipendono dalla reazione, dalla concentrazione delle persone che si trovano vicino alla vittima. Quando si verificano i primi sintomi di una condizione patologica, è necessario chiamare urgentemente la squadra di ambulanze. In attesa di operatori sanitari, la vittima deve ricevere un pronto soccorso:

  • posizionare il paziente su una superficie orizzontale se sveglio. Solleva la testa posizionando un cuscino o un rullo (vestiti arrotolati), coprilo con una coperta calda. se la vittima ha perso conoscenza, è impossibile trasferirlo o spostarlo;
  • proteggere una persona ferita da suoni aspri, luce. Scopri la sua salute, sensazioni, dettagli su ciò che è accaduto e la natura del TBI;
  • monitorare la frequenza cardiaca, la pressione sanguigna. È necessario parlare con la vittima, solo in un sussurro, impedendogli di addormentarsi.

Se una persona è incosciente, deve essere rianimato con l'aiuto di ammoniaca medica.

Quando si fornisce il primo soccorso, non è possibile eseguire azioni come:

  1. Trasportare o spostare il paziente se le sue condizioni sono in costante peggioramento e c'è una minaccia per la sua vita.
  2. Dare alla vittima da bere, cibo, poiché tali manipolazioni possono complicare i sintomi, provocare il vomito.
  3. Applicare lozioni, impacchi sulla zona lesa.
  4. Dai alla persona antidolorifici.
  5. Nerve la vittima.
  6. Prova a far rivivere la persona con rumore, tremori o schiaffi.

All'arrivo del pronto soccorso, gli operatori sanitari devono raccontare le loro osservazioni, conclusioni e ciò che è noto sull'evento, i primi segni di commozione cerebrale. Ciò consentirà ai medici di stabilire la gravità della TBI, diagnosticare e prescrivere il trattamento corretto..

Le conseguenze della lesione cerebrale traumatica riducono significativamente la qualità della vita, influenzano negativamente lo stato emotivo della vittima. Il loro impatto negativo può essere ridotto assumendo farmaci periodici e misure preventive, incluso il cambiamento della routine quotidiana e delle abitudini..

La vittima deve cambiare radicalmente la sua dieta, l'intensità dello stress mentale e fisico, il tempo libero e l'umore psicologico. In assenza di un trattamento adeguato, le complicazioni dopo una commozione cerebrale possono essere abbastanza gravi e farsi sentire dopo molti anni.

Tutto ciò che devi sapere sui primi sintomi e segni di una commozione cerebrale

È molto importante essere in grado di determinare rapidamente che una persona ha una commozione cerebrale e fornire il primo soccorso. È possibile che il tempo di recupero dipenda dalla pronta risposta al problema. Una commozione cerebrale è una violazione della funzione cerebrale che non è associata a danni diretti a tessuti e vasi sanguigni. In caso di lesioni o impatto, il cervello colpisce la superficie interna del cranio. Può ritorcersi contro.

Quali sono i primi segni noti di una commozione cerebrale oggi? Quanto velocemente viene fatta la diagnosi? Tutte le informazioni di cui hai bisogno sono qui!

Quanto tempo ci vuole per far apparire i sintomi?

La manifestazione di segni di una commozione cerebrale è più spesso registrata nelle prime ore dopo l'infortunio. Possono durare fino a 3 giorni. In alcuni casi, la commozione cerebrale può apparire solo per 2-5 giorni. A volte la vittima può ignorare il disagio perché non lo associa a una precedente lesione.

È a causa dell'elevato rischio di commozione cerebrale a seguito di un trauma cranico che è necessario consultare un medico. È indispensabile farlo anche in assenza di sintomi gravi..

Primi segni

  • Perdita di conoscenza. La risposta del corpo a una mancanza di ossigeno causata da una cattiva circolazione. Molto spesso si manifesta quando c'è stato un duro colpo. Può durare da pochi secondi a 6 ore.

Caratteristiche distintive a diverse età

La commozione cerebrale si manifesta in modo diverso nei diversi gruppi sociali. Quali sono i sintomi distintivi che possono essere identificati a seconda dell'età?

Bambini (dalla nascita all'età di un anno)

Una commozione cerebrale viene comunemente diagnosticata quando si cade da un fasciatoio, un letto o un divano. Ciò accade durante il periodo di rotolamento attivo e di scansione (da 4 a 8 mesi).

Come riconoscere una commozione cerebrale?

  • Grido lungo e forte.
  • Il bambino sta vomitando.
  • Rifiuto di mangiare, rigurgito.
  • capricciosità.
  • Disturbi del sonno, svegliarsi piangendo.
  • Pelle pallida.
  • Mancanza di concentrazione.
  • Fontanella gonfia.

Offriamo per la visualizzazione di un video informativo sui segni di una commozione cerebrale nei neonati:

bambini in età prescolare

Nei bambini, i classici segni di commozione cerebrale sono meno pronunciati. La perdita di coscienza è estremamente rara. È importante essere attenti alle lamentele del bambino, chiedere informazioni sugli eventi all'asilo o durante una passeggiata, soprattutto perché ti senti male.

Quindi quanto tempo impiegano i sintomi a manifestarsi dopo un impatto? Dopo un infortunio, compaiono immediatamente i primi segni di una commozione cerebrale:

  1. Il pallore della pelle è sostituito dal rossore del viso.
  2. vomito.
  3. I movimenti degli alunni non sono sincronizzati.
  4. Sanguinamento dal naso.
  5. Mancanza di risposta agli stimoli.

I sintomi potrebbero non comparire immediatamente, ma 2-3 giorni dopo l'impatto. In questo caso, il bambino può lamentare mal di testa e vertigini. Se sospetti una lesione cerebrale traumatica, dovresti consultare un medico.

Negli adolescenti e negli anziani

  1. In questa fascia di età, la perdita di coscienza è molto più comune. Una grave amnesia dopo il trauma è un chiaro segnale per andare in ospedale.
  2. Nausea, vomito, dolore agli occhi, scarsa coordinazione e vertigini sono spesso registrati con una commozione cerebrale nelle prime ore dopo l'infortunio.

Negli anziani

La diagnosi di commozione cerebrale in questa fascia di età è estremamente difficile. Dopo un ictus, le persone anziane spesso non avvertono un forte deterioramento delle loro condizioni. La vittima si sente benissimo, rimane cosciente, le sue reazioni non sono inibite.

In alcuni casi, possono verificarsi i seguenti primi sintomi di una commozione cerebrale:

  • Rumore nella testa e nelle orecchie.
  • Dolore con movimento degli occhi.
  • Disorientamento nello spazio e nel tempo.
  • Violazione dell'atto di convergenza - "raddoppia" negli occhi.

Trattamento

Il riposo e il riposo a letto sono rigorosamente mostrati alla vittima. La mancata osservanza delle raccomandazioni comporta gravi conseguenze: compromissione della memoria, compromissione cognitiva, instabilità emotiva. Il trattamento ha lo scopo di alleviare il dolore, migliorare la circolazione sanguigna e ripristinare la funzione cerebrale, ma se il paziente ha vomito persistente, il modo in cui il trattamento viene deciso solo dal medico in ospedale.

Cosa è prescritto ai pazienti:

  1. Antidolorifici.
  2. sedativi.
  3. Nootropics e Vasotropics.
  4. Vitamine.
  5. Stimolanti del sistema nervoso.

Video utile

Di seguito è riportato un video informativo sui sintomi e sul trattamento della commozione cerebrale:

Conclusione

Con una visita tempestiva da un medico e un trattamento adeguato, una commozione cerebrale scompare senza conseguenze. La vittima ritorna alla vita normale e all'attività intellettuale. Pertanto, è così importante conoscere i primi segni di una commozione cerebrale..

Se trovi un errore, seleziona un pezzo di testo e premi Ctrl + Invio.

Conseguenze dopo una commozione cerebrale

Non ci sono persone assicurate contro la commozione cerebrale (commozione cerebrale) in caso di trauma cranico (TBI). Anche a causa di lievi danni al cranio o lesioni alle strutture molli della testa, il cervello soffre molto. Questo è un test serio per il corpo. Le conseguenze di una commozione cerebrale possono essere osservate in una violazione dell'apporto di ossigeno e delle connessioni dei dipartimenti del cervello.

p, blockquote 2,0,0,0,0 ->

Gli strati di tessuto si spostano, la circolazione sanguigna si deteriora, si sviluppano più lividi, si verifica un'emorragia (lesione) di piccoli vasi. Da qui crescono ematomi, edema, lividi. Le lesioni cerebrali gravi sono estremamente pericolose. Le aree vitali dell'organo principale del sistema nervoso sono gravemente danneggiate, c'è il rischio di rottura dei vasi sanguigni. In una situazione del genere, una persona perde immediatamente conoscenza per un tempo indefinito e può cadere in coma.

p, blockquote 3,0,0,0,0 ->

Cos'è una commozione cerebrale

p, blockquote 4,0,0,0,0 ->

Parlando di una commozione cerebrale, spesso significano un forte colpo alla testa contro un oggetto o una superficie dura. Lesioni simili si verificano in incidenti, cadute, battiti, contusioni e altri incidenti. Le conseguenze dopo una commozione cerebrale sono varie. Molto dipende dalla forza del colpo ricevuto, sia che la testa fosse fissata allo stesso tempo, se fosse in uno stato calmo o in movimento.

p, blockquote 5,0,0,0,0 ->

Con un grave TBI, si verificano processi biochimici o biofisici di trasformazione di neuroni di natura irreversibile. Il metabolismo nelle cellule cerebrali viene interrotto, si verifica il vasospasmo. Gli shock provocano un cambiamento nella composizione del liquido cerebrospinale. Quasi sempre, con una commozione cerebrale, una persona perde conoscenza. Più grave è la lesione, più a lungo la vittima rimane svenuta. Altri segni di commozione cerebrale includono:

p, blockquote 6,0,0,0,0 ->

  • Capogiri, respiro rapido, squilibrio, difficoltà a camminare, perdita di orientamento nello spazio.
  • Perdita di memoria a breve termine. La velocità del suo ritorno è giudicata in base alla gravità della commozione cerebrale..
  • Attacchi di nausea, spesso con conseguente vomito.
  • Gli alunni troppo dilatati o, al contrario, molto ristretti, sono un segno sicuro di commozione cerebrale. Le conseguenze di una commozione cerebrale influenzano i canali nervosi responsabili della funzione visiva. Il grado di commozione cerebrale è determinato dagli alunni. Se reagiscono male, la commozione cerebrale non è forte, se non reagiscono affatto, è grave. Quando una reazione alla luce appare in una sola pupilla, viene colpito uno degli emisferi cerebrali..
  • Sensazioni di dolore quando si rotolano gli occhi immediatamente dopo l'infortunio e durante il periodo di riabilitazione.
  • La vittima ha problemi di udito e ronzii nelle orecchie.
  • Una persona che ha subito una grave lesione alla testa sperimenta una sonnolenza schiacciante o, al contrario, è iperattiva.
  • La coscienza dopo che un colpo è confuso, il linguaggio diventa incoerente.

I sintomi spiacevoli che si sono manifestati dopo la TBI, in futuro, si indeboliscono o scompaiono senza lasciare traccia. Se le conseguenze di una commozione cerebrale non scompaiono per molto tempo, si è verificato un grave disturbo cerebrale. Può essere gonfiore, lividi, ematoma.

p, blockquote 7,0,0,0,0 ->

p, blockquote 8,0,0,0,0 ->

Gradi

La gravità della commozione cerebrale è divisa in diversi tipi:

p, blockquote 9,0,1,0,0 ->

  • Luce: la vittima è incosciente per non più di 5 minuti. Il suo viso diventa pallido, il tono degli arti si indebolisce o è assente. L'impulso può sia aumentare che rallentare. Alcuni pazienti vomitano.
  • Medio: il paziente è incosciente per 5-15 minuti. C'è perdita di memoria, disorientamento nello spazio, nausea, vomito, vertigini, debolezza muscolare, sindrome astenica.
  • Grave: la vittima perde conoscenza per più di 15 minuti o cade in coma.

effetti

p, blockquote 10,0,0,0,0 ->

È impossibile studiare accuratamente tutte le conseguenze che compaiono dopo una commozione cerebrale, poiché l'area del cervello e del midollo spinale non è stata sufficientemente studiata dagli scienziati. In effetti, una persona gravemente ferita può manifestare sintomi residui che cambiano radicalmente la sua vita precedente..

p, blockquote 11,0,0,0,0 ->

Il comportamento e le abitudini possono cambiare improvvisamente, alcuni organi possono fallire e può verificarsi amnesia a breve termine. Questo non è un elenco completo di disturbi..

p, blockquote 12,0,0,0,0 ->

Le conseguenze di una commozione cerebrale sono diverse:

p, blockquote 13,0,0,0,0 ->

  • Spesso la vittima soffre di mal di testa (cefalalgia), è spesso di cattivo umore.
  • Anche lo sfondo emotivo cambia. Alcune persone diventano squilibrate, irascibili e aggressive, altre, al contrario, perdono interesse per tutto..
  • Il sonno è disturbato, appaiono fobie, attacchi di panico, paura della luce e del suono.
  • La vittima si sente troppo sensibile ai cambiamenti climatici.
  • In casi estremi, si sviluppa claustrofobia, paranoia.
  • L'immunità si indebolisce, il corpo perde la sua resistenza a virus e batteri.
  • PTSD può svilupparsi.
  • Il 70% dei sopravvissuti a trauma cranico non può tollerare l'alcol e l'odore del fumo di tabacco. Il corpo li prende duro.
  • Dei disturbi del sistema nervoso, le conseguenze di una commozione cerebrale sono particolarmente pronunciate sotto forma di compromissione della memoria e dell'attenzione..

nevrosi

p, blockquote 14,0,0,0,0 ->

I disturbi nevrotici sono causati da anomalie nel funzionamento dei neuroni. Anche una leggera commozione cerebrale disturba le funzioni del sistema nervoso:

p, blockquote 15,0,0,0,0 ->

  • Paura irragionevole, appare l'ansia.
  • La vittima non è in grado di concentrarsi, studiare.
  • Si verificano insonnia ed emicrania.

Le nevrosi interferiscono significativamente con la piena vita di una persona nella società. Con una malattia progressiva e l'assenza di un trattamento professionale, una persona sviluppa psicosi. È ossessionato dalle allucinazioni, è delirante nella realtà e diventa letteralmente pazzo. In combinazione con i farmaci, il paziente avrà bisogno di supporto psicologico.

p, blockquote 16,0,0,0,0 ->

Se una commozione cerebrale non viene trattata, esiste il rischio di sviluppare demenza, Alzheimer e altre gravi malattie in età avanzata. E tutto ciò può accadere a causa di un trauma cranico subito in gioventù.

p, blockquote 17,0,0,0,0 ->

Episodio post-traumatico

Anche una leggera influenza esterna può causare convulsioni epilettiche. Con TBI, vengono attivati ​​fuochi nascosti che non sono apparsi prima. Le prime convulsioni epilettiche passano con sintomi lievi. Di solito non vengono prestati attenzione, restando senza trattamento per lungo tempo..

p, blockquote 18,1,0,0,0 ->

Un sequestro grave può avvenire sempre e ovunque. Un paziente con epilessia diventa rapidamente oberato di lavoro, specialmente durante lo stress mentale. Diventa meteorologico, è costantemente tormentato dagli attacchi di cefalalgia, inoltre la malattia porta sofferenza mentale. Spesso, l'epilessia post-traumatica si sviluppa quando si verifica una lesione alla testa nell'area parietale o temporale.

p, blockquote 19,0,0,0,0 ->

complicazioni

p, blockquote 20,0,0,0,0 ->

In caso di commozione cerebrale, la vittima deve sottoporsi a un trattamento ambulatoriale, quindi ambulatoriale. In caso contrario, sono possibili gravi complicazioni. Questi includono:

p, blockquote 21,0,0,0,0 ->

  • L'encefalopatia post-traumatica è una malattia cronica grave e insidiosa. Le conseguenze di questo tipo di commozione cerebrale sono comuni nei pugili che subiscono colpi meccanici quotidiani alla testa. L'encefalopatia si manifesta con un cambiamento nell'andatura (trascinamento, trascinamento, sculacciata, squilibrio). La persona sembra essere inibita, il suo discorso si trascina, le parole sono difficili da distinguere. Si osservano anomalie mentali.
  • Patologia del tono vascolare. Il mal di testa diventa permanente. Soprattutto aumentano con lo sforzo fisico..
  • Il disturbo post-commozione cerebrale è una complicanza comune che si verifica dopo una perdita di coscienza da TBI. Il paziente ha un pulsazione regolare, mal di testa. Il dolore è così intenso che le pillole antidolorifiche non aiutano. Oltre alla cefalalgia dolorosa, la vittima ha:
  • disordini del sonno;
  • vertigini;
  • ansia;
  • attenzione, la memoria soffre;
  • scarso coordinamento dei movimenti.

Tutto ciò influisce negativamente sulle prestazioni. È quasi impossibile riprendersi completamente dalle conseguenze post-commozione cerebrale di una commozione cerebrale. Al paziente possono essere prescritti forti antidolorifici a base di sostanze stupefacenti. Ma non puoi berlo sempre. La psicoterapia non funziona bene qui..

p, blockquote 22,0,0,0,0 ->

Puoi ridurre il rischio di complicanze seguendo tutte le prescrizioni del medico. È sufficiente aderire al riposo a letto, evitare ansia e fattori irritanti, bere farmaci prescritti.

p, blockquote 23,0,0,0,0 ->

Primo soccorso

Prima di tutto, dovresti chiamare un'ambulanza..

p, blockquote 24,0,0,0,0 ->

  • Dalla vittima, è necessario rimuovere le cose che stringono il torace e il collo che interferiscono con la respirazione libera.
  • Prima dell'arrivo dei medici, il paziente viene disteso in orizzontale e la sua testa è leggermente sollevata (se non ci sono fratture del cranio o della colonna vertebrale).
  • Quando una persona rimane incosciente per più di 10 minuti, deve essere praticata la respirazione artificiale bocca a bocca o bocca a naso. Allo stesso tempo, l'aria viene aspirata il più bruscamente possibile per aumentare o alzare il torace. Il numero di colpi al minuto dovrebbe essere di circa 12 volte.
  • Se le vie aeree sono bloccate, la vittima viene ruotata sul lato destro, la testa viene appoggiata a terra, leggermente ribaltata all'indietro.

In ospedale, il medico, al fine di escludere lesioni concomitanti (crepe, fratture, spostamento delle vertebre), indirizza il paziente all'elettroencefalografia e ai raggi X. Quando la diagnosi è confermata, il medico prescriverà il trattamento e le dirà come comportarsi durante il periodo di recupero. I primi giorni il paziente non dovrebbe alzarsi dal letto. Il miglior rimedio per la commozione cerebrale è il sonno profondo. Quando non è possibile addormentarsi da soli, al paziente vengono prescritti sedativi..

p, blockquote 25,0,0,0,0 ->

Trattamento dopo commozione cerebrale

p, blockquote 26,0,0,0,0 ->

Le conseguenze dopo una commozione cerebrale possono essere edema. Per evitare che ciò accada, devi bere meno liquido. Tè, acqua, caffè, compresi frutta e primi piatti, vengono consumati la metà. La dieta dovrebbe essere basata sul latte fermentato e sui prodotti vegetali. Arance, banane, noci saranno utili. Non devi guidare per due settimane dopo la commozione cerebrale.

p, blockquote 27,0,0,1,0 ->

Nonostante la gravità della lesione, ai pazienti è vietato caricare il cervello:

p, blockquote 28,0,0,0,0 ->

  • Ascoltare la musica.
  • Guardare la tv.
  • Leggere.
  • Usa un computer, laptop, tablet.

Dalle medicine sono prescritti:

p, blockquote 29,0,0,0,0 ->

  • Antidolorifici.
  • sedativi.
  • Medicinali che aumentano il tono vascolare.

La terapia farmacologica ha lo scopo di ripristinare il cervello, normalizzare il suo lavoro e migliorare la circolazione sanguigna. Il corso dura solitamente 45-60 giorni.

p, blockquote 30,0,0,0,0 ->

Se una persona non si sente meglio dopo il trattamento, saranno richiesti ulteriori esami. Spesso la causa di cattiva salute è il danno ai legamenti che collegano la colonna cervicale al cranio. Con questa diagnosi, le conseguenze di una commozione cerebrale vengono trattate con la fisioterapia. Un eccellente metodo di trattamento è l'isometria, una serie di esercizi volti a ridurre le fibre muscolari e migliorare le loro strutture. Dopo alcune settimane, le condizioni del paziente migliorano.

p, blockquote 31,0,0,0,0 ->

La ginnastica è utile anche per i pazienti. È prescritto dal medico individualmente. Innanzitutto, vengono sviluppati il ​​sistema respiratorio e i muscoli. Quindi procedere alla parte attiva. Gli esercizi si svolgono in piedi e distesi. Si consiglia ai pazienti di camminare molto, allenare memoria, accuratezza, attenzione.

p, blockquote 32,0,0,0,0 ->

Misure preventive

p, blockquote 33,0,0,0,0 ->

La maggior parte delle lesioni alla testa e dei lividi sono causati da persone che praticano sport a casa. Come misura preventiva, puoi prendere nota di alcune raccomandazioni in modo da non imparare dall'esperienza cos'è una commozione cerebrale e le sue conseguenze..

p, blockquote 34,0,0,0,0 ->

  • Quando vai in bicicletta, pattini, sci alpino, skateboard, assicurati di indossare un casco.
  • Proteggi la testa da cadute e urti quando fai freestyle, corse in moto, scheletro, hockey, baseball, arti marziali, calcio rugby, ecc. Richiede un casco e un equipaggiamento protettivo adeguato.
  • Cammina lentamente su piastrelle, linoleum, laminato e altre superfici scivolose.
  • Non ingombrare corridoi e corridoi stretti con mobili, in modo da poterli spostare liberamente al buio.
  • Indossa la cintura di sicurezza durante la guida.
  • Prestare estrema attenzione in situazioni che minacciano di ricevere un TBI.

È impossibile prevedere tutto. Ma va ricordato che in caso di trauma cranico con segni di commozione cerebrale, non puoi essere trattato da solo, cercando ricette popolari e deglutendo antidolorifici in lotti. Avendo ricevuto assistenza qualificata in ospedale, le vittime non soffrono di mal di testa (nel 99% dei casi). Se il fenomeno concomitante viene ignorato, il rischio di complicanze aumenta molte volte..

p, blockquote 35,0,0,0,0 -> p, blockquote 36,0,0,0,1 ->

Quando viene diagnosticata una commozione cerebrale, gli effetti della lesione possono essere prevenuti, nonostante la gravità. Dopo una terapia a lungo termine e un periodo di riabilitazione, il paziente deve sottoporsi ogni anno a risonanza magnetica, tomografia computerizzata, elettroencefalografia per prevenire lo sviluppo di patologie indesiderate.

Data di pubblicazione: 10.04.2019

Neurologo, riflessologo, diagnostico funzionale

33 anni di esperienza, la categoria più alta

Competenze professionali: diagnostica e trattamento del sistema nervoso periferico, malattie vascolari e degenerative del sistema nervoso centrale, trattamento del mal di testa, sollievo delle sindromi dolorose.

Commozione cerebrale: come riconoscere cosa fare e come non nuocere

Una commozione cerebrale non è la peggiore lesione alla testa, ma le conseguenze sono brutte: diverse settimane di nausea, vertigini e irritabilità. E questo è ancora buono, perché un problema più serio può essere mascherato da commozione cerebrale..

Una commozione cerebrale è un'improvvisa disfunzione a breve termine del cervello. La commozione cerebrale di solito si verifica dopo un colpo di testa o una caduta. A volte non ci sono segni esterni di lesioni: niente protuberanze, lividi, ferite. E c'è una commozione cerebrale.

I sintomi di commozione cerebrale potrebbero non comparire immediatamente dopo l'infortunio. Passeranno alcune settimane e la testa inizierà a far male, appariranno le vertigini e non capirai perché.

A causa di un trauma, il lavoro del sistema di attivazione reticolare è interrotto. È questo sistema che è responsabile della coscienza, regola il sonno e il risveglio, aiuta a evidenziare le informazioni necessarie dal rumore generale..

Quando il cervello cambia temporaneamente la sua posizione abituale a causa di uno shock, si verificano interferenze nell'attività elettrica delle cellule nervose che formano il sistema di attivazione reticolare. Compaiono sintomi di commozione cerebrale.

Quando chiedere aiuto

Dopo un trauma cranico, una persona dovrebbe essere visitata da un medico. Anche se non ci sono danni visibili al cranio, il cervello potrebbe essere gravemente danneggiato. Il medico deve escludere emorragia o edema cerebrale (queste sono le conseguenze più complesse del trauma).

Non puoi diagnosticare da solo la commozione cerebrale e pensare che tutto passerà.

I sintomi di commozione cerebrale rientrano in diverse categorie perché il trauma colpisce quasi tutto il corpo.

Sintomi di commozione cerebrale di pensiero e memoria

  1. La persona ha perso conoscenza per alcuni secondi o minuti.
  2. Non ricorda cosa gli è successo e cosa è successo subito dopo l'infortunio.
  3. Inibito, risponde lentamente alle domande, non capisce cosa viene detto.
  4. Non riesco a concentrarmi.
  5. Ha difficoltà a leggere o scrivere.
  6. Non riesco a ricordare nuove informazioni.

Sintomi di commozione cerebrale dalle condizioni generali del corpo

  1. Mal di testa.
  2. Insufficienza visiva: le mosche volano davanti agli occhi, l'immagine raddoppia ed è sfocata.
  3. Nausea e vomito.
  4. Vertigini.
  5. Sensibilità alla luce intensa e al rumore.
  6. Problemi di equilibrio, andatura traballante.
  7. Sonnolenza o, al contrario, insonnia.

Sintomi di scuotimento emotivo e dell'umore

  1. Irritabilità irragionevole.
  2. Depressione.
  3. Emozionalità aumentata: l'umore di una persona cambia rapidamente.
  4. Fatica, mancanza di energia.

Puoi notare il trauma in un bambino se il suo comportamento è cambiato: il bambino non risponde agli stimoli esterni, non riesce a concentrarsi, è capriccioso, piange, rifiuta acqua e cibo.

Se una persona è malata, non può rimanere cosciente, si addormenta, non risponde alle domande, non provare a portarlo in ospedale da solo, chiama un'ambulanza.

Se una persona ubriaca o che prende tranquillanti è ferita, deve essere portato in un pronto soccorso, perché i sintomi di una commozione cerebrale in una situazione del genere sono facili da perdere.

Cosa fare mentre aspetti i dottori

  1. Applicare un impacco freddo sul sito di impatto per 20 minuti per ridurre il gonfiore. Avvolgere un sacchetto di verdure surgelate in un asciugamano è il modo più veloce per preparare un impacco di ghiaccio.
  2. Appoggiare la persona su un fianco, piegare le gambe, posizionare un palmo sotto la testa e piegare l'altro braccio sul gomito. La posizione deve essere stabile in modo tale che la persona non si ribalti accidentalmente sulla schiena se la coscienza è disattivata.
  3. Non dare medicine.

Importante! Se qualcuno è incosciente, per impostazione predefinita sono considerati gravemente feriti alla testa o al collo. Non scuotere, ribaltare o trasportare la persona. Chiama un'ambulanza.

Segni di complicanze da commozione cerebrale

Le lesioni alla testa sono insidiose in quanto i sintomi potrebbero non comparire immediatamente. Anche se una persona con una commozione cerebrale è stata rimandata a casa dal pronto soccorso, è indispensabile chiamare i medici in questi casi:

  1. Il mal di testa non scompare e cresce.
  2. Si verifica una grave debolezza, il coordinamento è compromesso.
  3. Il vomito si ripresenta.
  4. Il discorso diventa confuso.
  5. Un allievo diventa più grande dell'altro.
  6. La persona non può essere svegliata.

Come trattare una commozione cerebrale

Esistono tre gradi di gravità della commozione cerebrale. Con lieve, puoi essere curato a casa e gradi moderati e gravi significano che devi sdraiarti in ospedale.

Una persona con una commozione cerebrale non dovrebbe essere lasciata sola per due giorni, perché in questo momento possono apparire complicazioni..

Il principio principale del trattamento è il riposo. Dopo un infortunio, devi riposare di più e non preoccuparti. Il paziente non deve leggere, guardare la TV, giocare al computer. Puoi ascoltare la musica, ma senza cuffie.

Ritorna al lavoro solo quando sei completamente guarito. Devi anche aspettare che la cura si metta al volante di un'auto o vada in bicicletta. Contatta sport - dopo il permesso del medico curante.

Il recupero completo richiederà da tre a sei mesi.

Come proteggersi da una commozione cerebrale

La commozione cerebrale si verifica più spesso nei bambini di età compresa tra 5 e 14 anni. Cause di lesioni: sport e ciclismo.

Gli adulti guadagnano commozioni cerebrali in incidenti stradali e cadute. È anche un infortunio comune tra gli atleti, soprattutto se lo sport è estremo o contatto (boxe, rugby).

Non devi cadere te stesso per ottenere una commozione cerebrale. Basta prendere qualcosa di più pesante di un pallone da calcio con la testa..

Sembra che nessuno sia immune da un incidente. Ma le normali precauzioni di sicurezza riducono le possibilità di commozione cerebrale. Cosa fare?

  1. Indossare sempre dispositivi di protezione quando si praticano sport. Anche se stai pedalando, indossa un casco.
  2. In moto: indossa solo un casco.
  3. Praticare sport di contatto (boxe, rugby, hockey) solo sotto la supervisione di un allenatore professionista.
  4. Indossa sempre la cintura di sicurezza.
  5. Tenere le scale libere e libere dalla neve dai gradini del portico.
  6. Utilizzare supporti stabili per sostituire la lampadina.
  7. Pulisci sempre immediatamente tutte le pozzanghere sul pavimento. Non aspettare che qualcuno scivoli.

Vertigini dopo una commozione cerebrale come trattare

La commozione cerebrale (lat.com mocio cerebri) è una lesione craniocerebrale chiusa (TBI) di grado lieve, che non comporta anomalie significative nel funzionamento del cervello ed è accompagnata da sintomi transitori.

Nella struttura del neurotrauma, la commozione cerebrale rappresenta dal 70 al 90% di tutti i casi. Stabilire una diagnosi è alquanto problematico, ci sono casi frequenti di diagnosi iper e sottodiagnostica.

La sottodiagnosi da commozione cerebrale è solitamente associata al ricovero in ospedale di pazienti in ospedali pediatrici, reparti chirurgici, unità di terapia intensiva, ecc., Quando il personale non è in grado di verificare con elevata probabilità la malattia nell'area del neurotrauma. Inoltre, va tenuto presente che circa un terzo dei pazienti sono feriti, essendo sotto l'influenza di dosi eccessive di alcol, senza valutare adeguatamente la gravità della loro condizione e senza cercare cure mediche specialistiche. Il tasso di errore diagnostico in questo caso può raggiungere il 50%.

La diagnosi eccessiva di commozione cerebrale è dovuta, in misura maggiore, all'aggravamento e al tentativo di simulare uno stato doloroso a causa della mancanza di criteri diagnostici oggettivi non ambigui.

La sconfitta del tessuto cerebrale in questa patologia è diffusa, diffusa. Non ci sono cambiamenti macrostrutturali durante una commozione cerebrale e l'integrità dei tessuti non è disturbata. C'è un temporaneo deterioramento dell'interazione interneuronale a causa di cambiamenti nel funzionamento a livello cellulare e molecolare.

La commozione cerebrale come condizione patologica è il risultato di intenso stress meccanico:

  • diretto (trauma cranico);
  • mediata (lesione inerziale o di accelerazione).

A causa dell'effetto traumatico, la massa cerebrale viene fortemente spostata rispetto alla cavità cranica e all'asse del corpo, si verificano danni all'apparato sinaptico e ridistribuzione del fluido tissutale, che è un substrato morfologico di un quadro clinico caratteristico..

Le cause più comuni di commozione cerebrale sono:

  • incidenti stradali (colpo diretto alla testa o brusco cambiamento inerziale della posizione della testa e del collo);
  • lesioni domestiche;
  • infortuni sul lavoro;
  • infortuni sportivi;
  • casi criminali.

La commozione cerebrale è tradizionalmente considerata la forma più lieve di TBI e non si classifica in base alla gravità. Inoltre, la malattia non è suddivisa in forme e tipi..

La classificazione a tre gradi, ampiamente utilizzata in passato, attualmente non viene utilizzata, poiché in base ai criteri proposti, una contusione del cervello veniva spesso erroneamente diagnosticata come commozione cerebrale.

Durante il decorso della malattia, è consuetudine distinguere 3 fasi (periodi) di base:

  1. Un periodo acuto, che dura dal momento dell'influenza traumatica con lo sviluppo di sintomi caratteristici fino a quando le condizioni del paziente si stabilizzano, negli adulti in media da 1 a 2 settimane.
  2. Intermedio: il tempo dalla stabilizzazione delle funzioni compromesse del corpo in generale e del cervello in particolare, alla loro compensazione o normalizzazione, la sua durata è di solito 1-2 mesi.
  3. Un periodo distante (residuo) in cui il paziente recupera o l'emergenza o la progressione di malattie neurologiche di nuova insorgenza causate dal trauma precedente (dura 1,5-2,5 anni, sebbene in caso di formazione progressiva di sintomi caratteristici, la sua durata può essere illimitata).

Nel periodo acuto, il tasso di processi metabolici (il cosiddetto fuoco metabolico) nei tessuti danneggiati aumenta in modo significativo, le reazioni autoimmuni sono scatenate in relazione ai neuroni e alle cellule associate. L'intensificazione del metabolismo abbastanza presto porta alla formazione di un deficit energetico e allo sviluppo di disturbi secondari delle funzioni cerebrali..

La mortalità per commozione cerebrale non viene registrata, i sintomi attivi vengono risolti in modo sicuro entro 2-3 settimane, dopo di che il paziente torna al solito modo di lavoro e attività sociale.

Il periodo intermedio è caratterizzato dal ripristino dell'omeostasi o in una modalità stabile, che è un prerequisito per il completo recupero clinico o a causa di uno stress eccessivo, che crea la probabilità della formazione di nuove condizioni patologiche.

Il benessere del lungo periodo è puramente individuale ed è determinato dalle capacità di riserva del sistema nervoso centrale, dalla presenza di patologia neurologica pre-traumatica, dalle caratteristiche immunologiche, dalla presenza di malattie concomitanti e da altri fattori.

I segni di commozione cerebrale sono rappresentati da una combinazione di sintomi cerebrali, sintomi neurologici focali e manifestazioni autonome:

  • disturbi della coscienza che durano da alcuni secondi a diversi minuti, la cui gravità varia ampiamente;
  • perdita parziale o totale dei ricordi;
  • disturbi del mal di testa diffuso, episodi di vertigini (associati a mal di testa o che si verificano in isolamento), ronzii, acufeni, sensazione di calore;
  • nausea;
  • fenomeno oculostatico di Gurevich (violazione della statica con determinati movimenti dei bulbi oculari);
  • distonia dei vasi facciali ("gioco dei vasomotori"), manifestata alternando pallore e iperemia della pelle e delle mucose visibili;
  • aumento della sudorazione dei palmi delle mani, dei piedi;
  • microsintomi neurologici - asimmetria lieve, a passaggio rapido delle pieghe nasolabiali, angoli della bocca, test positivo dito-naso, lieve restringimento o dilatazione delle pupille, riflesso palmo-mento;
  • nistagmo;
  • instabilità dell'andatura.

I disturbi della coscienza hanno una gravità diversa - dallo stupore allo stupore - e si manifestano per la completa assenza o difficoltà di contatto. Le risposte sono spesso di una sola parola, brevi, seguite da pause, qualche tempo dopo la domanda posta, a volte è necessaria una ripetizione della domanda o stimolazione aggiuntiva (tattile, parola), a volte si notano perseverazioni (persistente, ripetizione multipla di una frase o parola). Le espressioni facciali sono scarse, la vittima è apatica, letargica (a volte, al contrario, si nota un'eccessiva eccitazione motoria e del linguaggio), l'orientamento nel tempo e nel luogo è difficile o impossibile. In alcuni casi, le vittime non ricordano o negano il fatto della perdita di coscienza.

La perdita parziale o completa dei ricordi (amnesia), che spesso accompagna una commozione cerebrale, può variare nei tempi dell'evento:

  • retrogrado - perdita di ricordi delle circostanze e degli eventi verificatisi prima dell'infortunio;
  • kongradnaya: il periodo di tempo corrispondente alla lesione è perso;
  • anterogrado: non ci sono ricordi che si sono verificati immediatamente dopo l'infortunio.

L'amnesia combinata è spesso osservata, quando il paziente non può riprodurre né la commozione cerebrale precedente né i successivi eventi.

I sintomi attivi di commozione cerebrale (mal di testa, nausea, vertigini, asimmetria dei riflessi, dolore durante lo spostamento dei bulbi oculari, disturbi del sonno, ecc.) Nei pazienti adulti persistono per un massimo di 7 giorni.

I segni di commozione cerebrale nei bambini sono più indicativi, il quadro clinico è tempestoso e rapido.

Le caratteristiche del decorso della malattia in questo caso sono dovute alle pronunciate capacità compensative del sistema nervoso centrale, all'elasticità degli elementi strutturali del cranio, alla calcificazione incompleta delle suture..

La commozione cerebrale nei bambini in età prescolare e in età scolare nella metà dei casi procede senza perdita di coscienza (o si ripristina in pochi secondi), prevalgono i sintomi vegetativi: scolorimento della pelle, tachicardia, aumento della respirazione, pronunciato dermografismo rosso. Il mal di testa è spesso localizzato direttamente nel sito della lesione, nausea e vomito si verificano immediatamente o entro la prima ora dopo la lesione. Il periodo acuto nei bambini è ridotto, dura non più di 10 giorni, i reclami attivi vengono interrotti entro pochi giorni.

Nei bambini del primo anno di vita, si notano segni caratteristici di lieve trauma cranico come rigurgito o vomito sia durante l'alimentazione che senza connessione con l'assunzione di cibo, ansia, disturbi del regime "sonno-veglia" e pianto quando si cambia la posizione della testa. A causa della leggera differenziazione del sistema nervoso centrale, è possibile un decorso asintomatico.

La diagnosi di commozione cerebrale è difficile a causa dei dati oggettivi scarsi, della mancanza di segni specifici e si basa principalmente sui reclami del paziente.

Uno dei principali criteri diagnostici per la malattia è la regressione dei sintomi entro 3-7 giorni..

Nella struttura del neurotrauma, la commozione cerebrale rappresenta dal 70 al 90% di tutti i casi.

Al fine di differenziare una possibile lesione cerebrale, vengono condotti i seguenti studi strumentali:

  • Radiografia delle ossa del cranio (nessuna frattura);
  • elettroencefalografia (alterazioni cerebrali diffuse nell'attività bioelettrica);
  • imaging a risonanza magnetica o calcolata (nessun cambiamento nella densità della sostanza grigia e bianca del cervello e nella struttura degli spazi intracranici contenenti CSF).

La puntura lombare in caso di sospetta lesione cerebrale è controindicata a causa della mancanza di informazioni e di minacce alla salute del paziente a causa della possibile dislocazione del tronco encefalico; l'unica indicazione è il sospetto dello sviluppo della meningite post-traumatica.

I pazienti con una commozione cerebrale sono soggetti a ricovero in un reparto specializzato, principalmente per chiarire la diagnosi e il follow-up (i periodi di ricovero sono 1-14 giorni o più, a seconda della gravità della condizione). I pazienti con i seguenti sintomi sono monitorati più da vicino:

  • perdita di coscienza per 10 minuti o più;
  • il paziente nega la perdita di coscienza, ma ci sono prove a sostegno;
  • sintomi neurologici focali che complicano la TBI;
  • sindrome convulsiva;
  • sospetto di una violazione dell'integrità delle ossa del cranio, segni di lesioni penetranti;
  • deterioramento persistente della coscienza;
  • sospetta frattura della base cranica.

La condizione principale per una risoluzione favorevole della malattia è la pace psico-emotiva: prima del recupero, guardando la TV, ascoltando musica ad alto volume (soprattutto attraverso le cuffie), i videogiochi non sono raccomandati.

Nella maggior parte dei casi, non è richiesto alcun trattamento aggressivo di commozione cerebrale, la farmacoterapia è sintomatica:

  • analgesici;
  • sedativi;
  • sonniferi;
  • farmaci che migliorano il flusso sanguigno cerebrale;
  • nootropics;
  • tonici.

La sconfitta del tessuto cerebrale con una commozione cerebrale è diffusa, diffusa. Non ci sono cambiamenti macrostrutturali, l'integrità dei tessuti non è disturbata.

La prescrizione di teofilline, solfato di magnesio, diuretici, vitamine del gruppo B non è giustificata, poiché questi farmaci non hanno un'efficacia dimostrata nel trattamento della commozione cerebrale.

La conseguenza più comunemente diagnosticata di una commozione cerebrale è la sindrome post-commozione cerebrale. Questa è una condizione che si sviluppa sullo sfondo di una precedente lesione alla testa ed è manifestata da uno spettro di lamentele soggettive del paziente in assenza di disturbi oggettivi (entro sei mesi dopo una commozione cerebrale, debutta in circa il 15-30% dei pazienti).

I principali sintomi della sindrome postconcussione sono mal di testa e attacchi di vertigini, sonnolenza, umore depresso, intorpidimento degli arti, parestesia, labilità emotiva, diminuzione della memoria e concentrazione, irritabilità, nervosismo, aumento della sensibilità alla luce, rumore.

Inoltre, le seguenti condizioni possono diventare una conseguenza della lieve lesione cerebrale traumatica posticipata, che di solito si ferma entro pochi mesi dalla risoluzione della malattia:

  • sindrome astenica;
  • disfunzione autonomica somatoforme;
  • memoria ridotta;
  • disturbi emotivi e comportamentali;
  • disordini del sonno.

I pazienti che hanno subito una commozione cerebrale sono invitati a seguire un neurologo per un anno.

La mortalità in questa patologia non viene registrata, i sintomi attivi vengono risolti in modo sicuro entro 2-3 settimane, dopo di che il paziente torna alla solita modalità di lavoro e attività sociale.

Video di YouTube relativo all'articolo:

Una commozione cerebrale si verifica a causa di lesioni alle ossa, ai tessuti, ai vasi dell'occipite o alla parte frontale del cranio con un oggetto contundente e può interrompere le funzioni di questo organo. Di solito si riprendono con l'inizio tempestivo del trattamento e l'assenza di ignorare il regime raccomandato dal medico..

Fondamentalmente, la patologia non serve come pericolo mortale per l'uomo. Ma anche dopo diversi anni, può improvvisamente dichiararsi con conseguenze.

I sintomi dipendono dalla gravità della commozione cerebrale. Con funzioni lievi, sono leggermente compromesse e si riprendono rapidamente. La persona si spegne per non più di 2 minuti. Dopo aver ripreso conoscenza, sentirà dolore, vertigini e nausea. Il vomito è raro. Il paziente deve essere curato in un ospedale in cui rimanere per dieci giorni. Durante questo periodo, i sintomi di solito scompaiono, la testa smette di ferire..

Un grado medio di commozione cerebrale provoca perdita di coscienza fino a 2 ore. Una persona respira superficialmente, diventa coperta di sudore, non reagisce all'ambiente. Essendo tornato in sé, non è in grado di rialzarsi, perché è molto debole. Spesso, a causa dello sviluppo dell'amnesia, non riesce a ricordare cosa gli sia successo.

Spesso il paziente si agita, diventa irrequieto. Dopo alcuni giorni, si sente meglio, ma sarà possibile parlare del completo recupero della funzione cerebrale in 3 settimane..

Dopo un grave infortunio, a volte una persona non viene da sola nemmeno dopo alcuni giorni. Assolutamente non reagisce a nulla. Il suo respiro è disturbato, ci sono problemi con il lavoro del cuore. Quando il paziente riacquista conoscenza, soffre a lungo di mal di testa, nausea costante, che è spesso accompagnata da vomito.

Con un aumento significativo della pressione cranica, può morire. Il recupero richiede diversi mesi. Abbastanza spesso una persona rimane disabile. Una grave commozione cerebrale può causare varie complicazioni.

Ci sono diverse conseguenze.

Anche dopo essere stato dimesso dall'ospedale, dove una persona era in cura, dopo aver ricevuto un ICC, che ha causato una commozione cerebrale, i sintomi patologici non scompaiono immediatamente. Appaiono come:

  • forte capogiro;
  • emicranie frequenti;
  • difficoltà di concentrazione;
  • problemi derivanti dal processo di lettura o scrittura.

La persona continua a soffrire di nausea e affaticamento. Diventa debole, distratto. La sonnolenza è costantemente presente.

Se questi segni non si fermano entro un mese dopo aver ricevuto una lesione cerebrale traumatica, vale la pena considerare una seconda visita dal medico. Perché se i disturbi che si sono manifestati non vengono curati, il che impedisce al cervello di funzionare normalmente, le conseguenze possono essere pericolose.

La conseguenza di una commozione cerebrale in assenza di un trattamento tempestivo a volte diventa sindrome post-commozione cerebrale. I sintomi della patologia possono comparire sotto forma di attacchi di emicrania, disturbi del sonno, presenza di ansia.

Una persona non è in grado di lavorare normalmente, perché non può concentrarsi, concentrarsi su ciò che prima non ha causato problemi. Anche un carico leggero porta a grave affaticamento. Spesso è accompagnato da ansia e vertigini irragionevoli..

La sindrome si sviluppa spesso mesi dopo, può manifestarsi anni dopo una commozione cerebrale..

L'agitazione ripetuta dell'organo a volte porta a complicazioni sotto forma di encefalopatia post-traumatica. Spesso gli atleti che combattono pugilato e pugni soffrono di questo fenomeno. Lo sviluppo passa attraverso diverse fasi, in cui:

  • la circolazione sanguigna è disturbata;
  • liquido cerebrospinale ristagna;
  • le cellule nervose muoiono;
  • i tessuti connettivi crescono;
  • si formano cicatrici, si formano aderenze;
  • diminuzione dell'attività cerebrale.

L'encefalopatia post-traumatica porta al fatto che una persona viene inibita, spesso si stringono le mani o i piedi, la coscienza confusa, i problemi di equilibrio, le convulsioni compaiono, i cambiamenti nel carattere sono evidenti.

La sindrome astenica provoca rabbia, ansia e frequenti scoppi di emozioni. Le capacità mentali sono notevolmente ridotte, diventa abbastanza difficile per una persona imparare argomenti semplici.

Una commozione cerebrale può portare a problemi con la fornitura di ossigeno ai tessuti e agli organi, che diventa la causa di disturbi autonomici. Sono accompagnati da:

  • attacchi di mal di testa;
  • preoccupazioni infondate;
  • picchi di pressione;
  • tachicardia;
  • intorpidimento degli arti.

Una persona diventa letargica, a volte sviene, si stanca rapidamente, suda molto. Potrebbe avere problemi nella sua vita sessuale..

Una saturazione insufficiente dei vasi sanguigni con ossigeno porta a interruzioni del lavoro del cuore, alla comparsa di mancanza di respiro.

La sconfitta del sistema vegetativo provoca lo sviluppo di patologie degli organi digestivi, complica il processo di minzione.

Le conseguenze di una commozione cerebrale possono manifestarsi in funzioni cognitive compromesse, che è accompagnata dall'emergere di gravi problemi con la memoria e la parola. Una persona dimentica le cose elementari, è difficile per lui scegliere le parole, si perde la capacità di pensare, analizzare, trarre conclusioni.

Qualsiasi lavoro mentale diventa insopportabile, poiché non vengono percepite nuove informazioni, inoltre scompare anche la conoscenza precedente.

La mancanza di un trattamento adeguato dopo una commozione cerebrale può influenzare la psiche. Il corpo umano è in grado di rispondere all'infezione con una patologia infettiva al consumo di alcol da sovraeccitazione, annebbiamento della coscienza.

Ci sono esplosioni di rabbia, aggressività verso gli altri. Un'ondata incontrollata di emozioni è sostituita dal rimorso, un senso di vergogna.

Il cattivo umore prevale. La rabbia è provocata da qualsiasi fattore irritante. C'è euforia senza motivo. Una persona soffre spesso di convulsioni e convulsioni che ricordano l'epilessia. Paure, esperienze irragionevoli iniziano a tormentare. Lo stato diventa inadeguato.

I cambiamenti che si verificano nella psiche portano all'apatia, ai cambiamenti nel pensiero, alla perdita della realtà e allo sviluppo della demenza. Il paziente può essere accompagnato da allucinazioni e idee deliranti.

Una commozione cerebrale può passare senza lasciare traccia, ma a volte il risultato del trauma si fa sentire quasi tutta la vita e si manifesta in vari sintomi, fino a cambiamenti di carattere. Una persona si irrita per le sciocchezze, diventa permalosa e vulnerabile. La depressione è comune. Può essere perseguitato dalle paure sotto forma di paura degli spazi confinati.

  • intolleranza al caldo e al freddo;
  • maggiore sensibilità alle infezioni;
  • disturbi nervosi;
  • esplosioni emotive.

Il peggioramento dell'umore può portare a comportamenti aggressivi. Ansia irragionevole, il mal di testa diventerà un compagno costante per una persona, la psicosi inizierà a svilupparsi. Di conseguenza, la percezione della realtà è persa, compaiono allucinazioni.

Una commozione cerebrale non può essere ignorata. Anche un lieve grado di danno può portare a gravi complicazioni, portando a conseguenze che non possono essere eliminate..

La psicoterapia in questo caso è impotente, l'uso costante di droghe può portare alla dipendenza da esse. Un trattamento complesso iniziato solo in tempo aiuterà ad evitare problemi..

7 giorni a settimana dalle 9-00 alle 21-00

La commozione cerebrale è una forma di lesione cerebrale traumatica chiusa. Di norma, questa è una disfunzione facilmente reversibile del cervello, risultante da un livido, un colpo o un movimento improvviso della testa..

La forza meccanica scuote il cervello all'interno del cranio. Si verifica la dissociazione della corteccia cerebrale dalle sezioni dello stelo, il vasospasmo si verifica con la loro successiva espansione e il flusso sanguigno cambia per un po '. Tutto ciò diventa la causa di disfunzioni del cervello e la comparsa di vari sintomi non specifici. Con il trattamento, nel tempo, tutti i processi nel cervello tornano alla normalità e i sintomi scompaiono.

La commozione cerebrale in termini di frequenza dell'evento è al primo posto nella struttura della lesione cerebrale traumatica. Le cause della commozione cerebrale sono sia gli incidenti stradali sia gli infortuni domestici, industriali e sportivi; anche le circostanze criminali svolgono un ruolo significativo.

Sintomi di commozione cerebrale:

  • confusione a breve termine della coscienza;
  • vertigini a riposo, con un cambiamento nella posizione del corpo, girando o inclinando la testa, aumenta;
  • mal di testa di un personaggio pulsante;
  • rumore nelle orecchie;
  • debolezza;
  • nausea, vomito singolo;
  • letargia, confusione, linguaggio incoerente ritardato;
  • visione doppia, si sente dolore quando si cerca di leggere quando si spostano gli occhi;
  • gli occhi possono reagire dolorosamente ai normali livelli di luce;
  • maggiore sensibilità al rumore, ronzio nelle orecchie;
  • violazione del coordinamento dei movimenti;
  • il pallore della pelle del viso è sostituito dal rossore;
  • sudorazione;
  • sensazione di disagio;
  • possibile cambiamento della pressione intracranica e sanguigna.

Se compaiono i sintomi di una commozione cerebrale, è necessario cercare l'aiuto di specialisti il ​​più presto possibile, chiamare l'assistenza medica di emergenza.

Gradi di commozione cerebrale:

1. Commozione cerebrale di grado lieve. Non vi è alcuna compromissione della coscienza, la vittima può provare disorientamento, mal di testa, vertigini, nausea durante i primi 20 minuti dopo l'infortunio. Successivamente, lo stato di salute generale ritorna normale. Possibile aumento della temperatura a breve termine (37,1-38 ° C).

2. Commozione cerebrale di gravità moderata. Non c'è perdita di coscienza, ma ci sono sintomi patologici come mal di testa, nausea, vertigini, disorientamento. Durano tutti più di venti minuti. Può verificarsi una perdita di memoria a breve termine (amnesia), più comunemente amnesia retrograda con alcuni minuti di perdita di memoria prima della lesione.

3. Grave commozione cerebrale. È necessariamente accompagnato da perdita di coscienza per un breve periodo di tempo, di solito da alcuni minuti a diverse ore. La vittima non ricorda cosa è successo: si sviluppa l'amnesia retrograda. I sintomi patologici disturbano una persona per una o due settimane dopo l'infortunio (mal di testa, nausea, disturbi dell'appetito, ecc.).

Diagnosi di una commozione cerebrale:

La diagnosi di una commozione cerebrale è di solito semplice per un neurologo. Anamnesi e dati dell'esame sono sufficienti per suggerire questa condizione in un paziente. Tuttavia, in caso di commozione cerebrale, si raccomanda di sottoporsi a un esame per escludere lesioni alla testa più gravi..

1. Tomografia computerizzata: con l'aiuto di essa è possibile rilevare quasi tutte le anomalie nella struttura del cervello.

2. La ricerca MRI è un metodo per esaminare tessuti e vasi sanguigni, viene utilizzata per escludere una patologia pericolosa - contusione cerebrale.

3. I raggi X del cranio e della colonna cervicale rivelano fratture e crepe nelle ossa del cranio, spostamento delle vertebre cervicali.

4. Elettroencefalografia: consente di identificare le violazioni delle funzioni della corteccia cerebrale.

5. Test di laboratorio (se è necessario assicurarsi che non vi siano processi infiammatori nel corpo).

Trattamento per una commozione cerebrale:

  • assicurare uno stato di riposo per la vittima e aderire al riposo a letto (la durata è determinata individualmente dal medico, a seconda della gravità della commozione cerebrale);
  • terapia farmacologica (mirata al sollievo dal dolore, al ripristino della regolazione nervosa e alla circolazione del sangue nel cervello);
  • mancanza di stress fisico e mentale, restrizioni nello sport;
  • rifiuto di guardare la TV, stare al computer e leggere libri a lungo.

Entro un anno dopo aver subito una commozione cerebrale, è necessario visitare periodicamente il medico curante per l'osservazione.

Riabilitazione dopo aver subito una commozione cerebrale:

Nella nostra clinica del Dr. Grigorenko, vengono prese una serie di misure per ripristinare il corpo dopo aver subito una commozione cerebrale. A tal fine, viene eseguita una terapia complessa, che viene sviluppata individualmente per ciascun paziente:

1. Il corso di osteopatia e terapia manuale - agendo sulle membrane del cervello, migliora e ripristina la sua circolazione sanguigna, previene la formazione di aderenze, che elimina l'insorgenza di mal di testa, aumento della pressione intracranica, spasmi dei vasi cerebrali.

2. Fisioterapia: colpisce i tessuti profondi, migliora la circolazione sanguigna, stimola il metabolismo.

3. Il corso della fangoterapia: normalizza il metabolismo, migliora la nutrizione dei tessuti.

4. Allenamento funzionale - insegna gli stereotipi corretti di movimenti e posture, che consentiranno di evitare lesioni in situazioni pericolose con una maggiore probabilità in futuro.

5. Cultura fisica terapeutica: aiuta a migliorare la funzione della circolazione sanguigna, degli organi respiratori, del sistema nervoso e del metabolismo.

6. Agopuntura: aiuta a migliorare la circolazione sanguigna e la regolazione nervosa.

7. Hirudoterapia: aiuta a migliorare il flusso sanguigno, favorisce il riassorbimento dei coaguli di sangue e la scomposizione delle sostanze del tessuto connettivo

È quasi impossibile prevedere e prevenire una commozione cerebrale, ma se si seguono alcune linee guida, è possibile ridurre la probabilità di lesioni:

  • praticare sport traumatici (boxe, hockey, calcio, ecc.) aumenta la probabilità di lesioni alla testa;
  • quando pattini a rotelle, skateboard, equitazione, è necessario utilizzare la protezione per la testa - un casco con un inserto speciale, scegliere la taglia giusta e usare un casco;
  • durante la guida, indossare una cintura di sicurezza, trasportare i bambini in appositi sistemi di ritenuta; dopo aver bevuto alcolici, prendendo alcuni farmaci che influenzano la velocità e la concentrazione della reazione, non si deve guidare una macchina;
  • in inverno si consiglia di utilizzare speciali dispositivi antiscivolo per le scarpe e per gli anziani di utilizzare una canna con una punta acuminata.

Conseguenze di una commozione cerebrale:

Se si osserva il regime e non ci sono circostanze che aggravano il trauma, la commozione cerebrale termina con il recupero della vittima con il pieno recupero della capacità lavorativa.

Se non si seguono le raccomandazioni del medico e si ignora il trattamento, dopo una commozione cerebrale possono insorgere problemi di salute. Circa il 3% dei pazienti manifesta complicanze come epilessia, insonnia, emicrania e altre condizioni.

  • Distonia vegeto-vascolare - disturbi del sistema nervoso autonomo che portano a disturbi nel lavoro del cuore e dei vasi sanguigni. Di conseguenza, tutti gli organi, incluso il cervello, soffrono di insufficiente circolazione sanguigna..
  • Disturbi emotivi: compaiono depressione, irritabilità e pianto.
  • Disturbi intellettuali: la memoria di una persona si deteriora, la concentrazione dell'attenzione diminuisce, i cambiamenti di pensiero.
  • Mal di testa: sono causati da una cattiva circolazione nel cervello dopo un infortunio o un sovraccarico dei muscoli della testa e del collo.

Se si verificano sintomi delle possibili conseguenze elencate di una precedente commozione cerebrale, è necessario consultare urgentemente un neurologo.

La commozione cerebrale è il tipo più comune e, allo stesso tempo, il tipo più lieve di trauma cranico. Si ritiene che durante una commozione cerebrale non si verifichino cambiamenti macrostrutturali nel tessuto nervoso del cervello e, pertanto, non vi sono conseguenze significative..

I meccanismi di sviluppo delle lesioni sono diversi: impatto diretto, contro-impatto (con frenata improvvisa nel trasporto). Naturalmente, l'agente traumatico stesso può essere diverso: una persona può cadere, può essere colpita alla testa, ecc. Inoltre, la commozione cerebrale può verificarsi sia con una lesione alla testa aperta (c'è una superficie della ferita), sia con una lesione chiusa.

Secondo ICD 10, la diagnosi di una commozione cerebrale viene crittografata utilizzando il codice S 06.0. Nella diagnosi, viene prima esposto il fatto di una lesione cerebrale traumatica (che sia aperta o chiusa), quindi viene indicato il tipo - commozione cerebrale (o un'altra, ma poi cambia l'intero codice), quindi una descrizione delle sindromi che indicano il grado di gravità (cefalico, coordinazione vestibolare eccetera.).

  1. Un po 'di sintomi e diagnosi
  2. Vertigini con commozione cerebrale
  3. Video dell'autore
  4. Cosa fare?

Un po 'di sintomi e diagnosi

I sintomi di una lesione come una commozione cerebrale possono variare notevolmente. Più spesso di altri, ci sono sintomi cerebrali generali:

  • Mal di testa
  • Vertigini
  • Debolezza
  • Perdita di coscienza a causa di lesioni
  • Nausea e vomito una o due volte
  • Cambiare lo sfondo dell'umore

Inoltre, i criteri più importanti per diagnosticare una commozione cerebrale sono la presenza di perdita di coscienza (anche se per un breve periodo, altrimenti anche la diagnosi di una commozione cerebrale è dubbia) e, per confermare, è necessario un miglioramento significativo della condizione nel primo giorno dopo l'infortunio e l'assenza di perdita di coscienza prolungata, vomito ripetuto dopo l'infortunio e altri sintomi grossolani..

La diagnosi stessa di una commozione cerebrale è una diagnosi di esclusione. In questo caso, prima di tutto, è necessario escludere la presenza di un ematoma (emorragia), contusione del tessuto cerebrale, danno diffuso assonale. Per una diagnosi affidabile, è auspicabile condurre un esame di neuroimaging (MSCT o MRI), è anche importante escludere le fratture delle ossa del cranio.

Quindi, come fai a sapere se c'è una commozione cerebrale o no? Gravi sintomi soggettivi (disturbi), segni neurologici grossolani, perdita prolungata di coscienza in combinazione con vomito ripetuto, perdita di memoria dopo trauma nella sua interezza anche senza cambiamenti oggettivi nel cervello, nonché il fatto di una frattura delle ossa del cranio, la presenza di sintomi senza dinamica sullo sfondo terapia per 4-5 giorni, i sospetti di danno focale al tessuto cerebrale parlano a favore di una diagnosi più grave. L'assenza di perdita di coscienza, la "tensione" psicologica pronunciata del paziente, la presenza di incertezza nelle lamentele (i sintomi, cioè non sono ancora presenti) sullo sfondo della labilità emotiva suggeriscono che la diagnosi di una commozione cerebrale è inappropriata, piuttosto è uno stato psicogeno causato da uno stato emotivo shock dopo l'infortunio.

Vertigini con commozione cerebrale

Le vertigini con commozione cerebrale non hanno criteri chiari. Di solito si svolge nei primi 2-3 giorni dopo l'infortunio, più spesso ha un carattere non sistemico. Di norma, i pazienti notano evidente capogiro nelle prime ore dopo l'infortunio, poi si attenua, diventa periodico e lieve ed è spesso inseparabile da una sensazione di debolezza generale.

Cosa fare in caso di commozione cerebrale? Il trattamento per commozione cerebrale viene più spesso eseguito in un reparto di neurochirurgia per un periodo da 7 a 10 giorni (anche se non è sempre necessario, e spesso i pazienti rifiutano ulteriori terapie dopo 2-3 giorni di trattamento), seguito da riabilitazione in un policlinico nel luogo di residenza, se necessario (presenza di un livido tessuti molli, fratture degli arti, ecc.). Il congedo per malattia è concesso per due settimane e solo se assolutamente necessario è prolungato per un periodo più lungo. Il punto più importante del trattamento è la nomina del riposo a letto o semi-letto per un periodo da una settimana a dieci giorni.

La terapia farmacologica è rappresentata dal rafforzamento generale e dai farmaci sintomatici. Per un forte mal di testa, vengono prescritti antidolorifici (Dilaxa, Ketonal, ecc.). È sempre possibile (ma non necessario) prescrivere un trattamento neuroprotettivo; vengono utilizzati fenotropil, glicina, Cerakson, ecc. Tutte le manifestazioni di trauma scompaiono completamente entro il primo mese.

Non è richiesta una terapia specifica per le vertigini da commozione cerebrale. Massima - ha senso prescrivere farmaci ad azione generale, ad esempio Mexidol, glicina e farmaci neuroprotettivi simili in un breve corso.

Secondo le statistiche mediche, basate sui risultati di molti studi, non ci sono conseguenze dopo una commozione cerebrale, perché non ci sono cambiamenti nel tessuto cerebrale stesso. Ma ancora, anche deboli, ma ripetute lesioni in combinazione con disturbi della circolazione sanguigna nei vasi della testa e del collo, i processi dismetabolici (diabete mellito) possono portare all'encefalopatia della genesi combinata, la cui terapia è prerogativa di un neurologo. Le vertigini come sintomo in questo caso sono al primo o al secondo posto in frequenza.

Trattamento di commozione cerebrale all'ospedale ferroviario. A loro volta, sono divisi in commozione cerebrale, contusione e compressione. Abbastanza curioso: il 70-80% di coloro che hanno subito una commozione cerebrale sviluppa intolleranza all'alcool e alla nicotina.

Il cervello è coperto da diverse membrane. Tuttavia, le lesioni alla testa spesso causano gravi problemi al cervello per una persona. Tutte le lesioni traumatiche al cervello sono divise in aperte e chiuse. Attenzione! Una commozione cerebrale mal trattata è pericolosa, prima di tutto, per le sue conseguenze a lungo termine, che si verificano 6-18 mesi dopo una lesione cerebrale traumatica. Se dubiti della presenza / assenza di una commozione cerebrale, è meglio giocarla in sicurezza e chiarire la situazione con l'aiuto di un neurologo.

Questo non è difficile da stabilire con l'aiuto della risonanza magnetica del cervello e dell'esame a raggi X delle vertebre cervicali. Qui è necessaria una piccola correzione del corso del trattamento (esercizi speciali e farmaci), che di solito porta a un miglioramento entro 1-2 settimane. In totale, il corso programmato di farmaci dopo una commozione cerebrale è di almeno due mesi.

Molto spesso, con una commozione cerebrale, sono colpiti l'apparato legamentoso e le articolazioni che collegano le vertebre cervicali (sublussazione traumatica). Il trattamento ospedaliero è ambulatoriale (senza ricovero). Assumiamo il trattamento di pazienti con lievi commozioni cerebrali (in assenza di indicazioni per il ricovero e il rifiuto da esso) e moderati (in caso di rifiuto di ricovero in ospedale).

Attenzione! Se hai mal di testa, vertigini, andatura incerta, intorpidimento in qualsiasi parte del corpo, dolore alla colonna vertebrale, non rimandare una visita a un neurologo. Nella classificazione generale della vertigine si distinguono vertigine sistemica (vestibolare) e non sistemica.

Le vertigini sistemiche sono associate patogeneticamente a danni diretti all'analizzatore vestibolare. Vertigini sistemici sono stati osservati nel 35-50% dei pazienti con disturbi vertigini. Vertigini vestibolari, nausea e vomito possono verificarsi immediatamente dopo una lesione a causa dell'improvviso arresto di uno dei labirinti (commozione cerebrale). Vertigine posizionale benigna. Questa è la forma più comune di vertigine labirintica..

Le convulsioni durano solo pochi secondi e si verificano dopo che la testa è stata gettata all'indietro o inclinata verso il labirinto danneggiato. L'esaurimento delle vertigini e del nistagmo con ripetute ripetizioni di movimenti provocatori sono caratteristici.

Le lesioni bilaterali a volte richiedono un trattamento più lungo; in questo caso, le manovre posizionali dovrebbero prima essere applicate al labirinto, la vittima è più forte e continuare fino alla scomparsa dei sintomi. Trattamento: Vestibulopatia è caratterizzata da vertigini sistemici persistenti, nausea e vomito. La vertigine otolitica è causata dalla rottura della membrana del vestibolo e si manifesta con instabilità e oscillopsia, in particolare con accelerazione lineare (alzarsi o camminare).

Non ci sono segni patognomonici nello studio di nistagmo del pressore, elettronistagmografia, stabilografia. La fistola perilinfatica è probabilmente una delle cause più comuni di vertigine vestibolare di "eziologia sconosciuta". Con l'inefficacia di tale trattamento e un aumento dei disturbi uditivi o vestibolari, è indicata la timpanotomia. Vertigini da decompressione. I rapidi cambiamenti di pressione nell'orecchio medio (ad esempio, la decompressione vissuta da subacquei e piloti) possono causare vertigini sistemiche transitorie chiamate decompressione.

Vertigine otolitica. Secondo varie fonti, le vertigini dopo una lesione cerebrale traumatica si verificano nel 14% e persino nel 40-60% dei casi. Quadro clinico: subito dopo l'infortunio, i pazienti lamentano instabilità e oscillopsia quando muovono la testa, nonché la sensazione di un cuscino d'acqua sotto i piedi quando camminano. È stato dimostrato che il trauma rompe l'integrità degli otoliti e, di conseguenza, l'equilibrio tra entrambe le membrane degli otoliti..

A seguito di un danno al tronco encefalico durante emorragia o commozione cerebrale, si osservano sindromi vestibolari centrali. Va tenuto presente che l'emorragia è possibile in qualsiasi parte del tronco encefalico (dal mesencefalo al midollo allungato) o nel cervelletto con sintomi e sindromi caratteristici delle lesioni di queste parti.

I principi del trattamento sono gli stessi della vertigine posizionale benigna idiopatica. Tutti i tipi di conseguenze di una commozione cerebrale, se non curati, possono portare a complicazioni e una recessione stabile nel sistema nervoso. La commozione cerebrale si verifica spesso dopo un livido, un incidente, una caduta da una grande altezza, o anche una rissa o a causa di intossicazione da alcol.

Dopo una commozione cerebrale, possono verificarsi conseguenze che variano in gravità. Se non si tenta di curarli, possono insorgere complicazioni e il funzionamento stabile del sistema nervoso può subire gravi problemi..

Nella nostra vita, le lesioni alla testa non sono rare, quindi vale la pena sapere quali conseguenze possono derivare da una commozione cerebrale da una lesione non trattata, che può portare a una malattia non completamente guarita.

La commozione cerebrale è considerata uno dei problemi alla testa più comuni. La commozione cerebrale è una violazione del corretto funzionamento del cervello a causa dell'interferenza da influenze esterne.

Può essere diverso: a partire da un colpo alla testa, cadendo a terra, finendo con l'azione di un'onda esplosiva da una fonte.

Il problema può verificarsi anche dopo l'atterraggio non riuscito su una sedia da una posizione eretta. Le persone che conducono uno stile di vita attivo sono particolarmente spesso ferite..

I bambini sono spesso feriti a causa della disattenzione e gli anziani, che non sono in grado di rispondere in tempo alla minaccia emergente. Nel 30% dei casi, gli adulti sono feriti mentre sono ubriachi..

Il significato della lesione è che la sostanza nel cervello colpisce l'osso del cranio e si scuote.

Il cervello non è attaccato direttamente al cranio; galleggia nel fluido. Dove c'è stato un contatto del midollo, la pressione aumenta in modo significativo. Alcuni sistemi e tessuti possono essere danneggiati. Sul lato opposto a quello che ha colpito, la pressione, al contrario, diminuisce. I danni possono verificarsi anche lì.

Non è del tutto chiaro il motivo per cui ci sono una serie di complicazioni dopo il contatto tra il fluido e le ossa del cranio. Alcune versioni comuni sono:

  1. Le connessioni che sono state stabilite tra le cellule cerebrali possono essere interrotte. I composti microscopici sono rotti, il che provoca una serie di conseguenze per il corpo.
  2. Il trauma può influenzare il metabolismo cellulare.
  3. C'è un restringimento dei vasi sanguigni, motivo per cui le cellule cessano di ricevere una quantità sufficiente di nutrienti.
  4. L'impatto interrompe le connessioni tra le parti del cervello.
  5. Il trauma modifica la composizione del fluido attorno al cervello. Ciò provoca disturbi nel suo lavoro..
  6. All'impatto, il liquido entra in punti dove non dovrebbe essere. Questo disturba il cervello..

Non si sa esattamente quali sono le ragioni per l'interruzione del centro di pensiero. Esperimenti su animali mostrano che alcune strutture vengono distrutte nel cervello. Di conseguenza, compaiono vari malfunzionamenti..

Possiamo solo dire con certezza che una commozione cerebrale non porta a un cambiamento nelle strutture cerebrali. Questa è la principale differenza tra commozione cerebrale e altre malattie, come l'ictus. Se trattato correttamente, il problema scompare in pochissimo tempo e le complicazioni non daranno fastidio.

Le conseguenze di una commozione cerebrale possono essere le seguenti:

  1. Mal di testa.
  2. Aumento della frequenza cardiaca.
  3. La comparsa di acufene.
  4. Vertigini.

Oltre a quelli elencati, possono apparire altri problemi.

Le conseguenze dopo una commozione cerebrale sono diverse, ma i seguenti sintomi iniziano spesso a disturbare una persona.

Appaiono quasi immediatamente, possono durare a lungo, a seconda del corpo umano.

Passano circa un mese, se sono adeguatamente trattati, seguire le raccomandazioni del medico.

Questi sintomi includono:

  1. Forte mal di testa. Le sensazioni spiacevoli possono essere simili a un'emicrania. Molto spesso, il disagio dura almeno due settimane dopo essere stato ferito. Se la lesione alla testa è grave, il sintomo può durare molto più a lungo..
  2. Gravi vertigini, che spesso rendono difficile camminare.
  3. Nausea, vomito, che ti fanno sentire meno a tuo agio.
  4. Concentrazione compromessa.
  5. Grave affaticamento persistente.

Questi sintomi si verificano dopo aver colpito la testa, quando c'è una violazione delle connessioni neurali..

È importante ricordare che se tali sintomi non scompaiono dopo 20 giorni, è necessario consultare il proprio medico per ulteriori consigli. Vale la pena capire la ragione di tali problemi al fine di prevenire l'insorgenza di disturbi più gravi nel corpo..

Le conseguenze della commozione cerebrale possono essere molto diverse.

Nel tempo, a volte diversi anni dopo una grave lesione, possono comparire alcuni sintomi..

  1. Distonia Vegetovascolare.
  2. Crisi epilettiche. Se una persona ha una predisposizione per lo sviluppo di questa malattia, a volte è sufficiente un colpo debole perché il problema inizi a progredire. Tasche di problemi compaiono nel cervello, che alla fine portano ad un attacco. Le convulsioni possono verificarsi mesi o anni dopo aver colpito la testa, rendendo difficile la diagnosi del problema. Diventa impossibile capire perché si sia verificato l'attacco, sebbene la causa fosse un disturbo che si è verificato diversi mesi o anni fa.
  3. Disturbi nei processi mentali. A volte il trauma influisce sullo sviluppo della personalità. L'irritabilità aumenta in modo significativo, compaiono pensieri depressivi. Dopo la comparsa del minimo fattore provocatorio, la persona si rompe, si innervosisce. È anche facile sentire il massimo comfort senza una ragione apparente. Una commozione cerebrale può esacerbare i tratti negativi della personalità. È stato dimostrato che se il colpo è caduto sulla fronte, le esacerbazioni si verificano molto più velocemente..
  4. Sindrome post-commutazione. Questa patologia è comune dopo un grave trauma cranico. Può verificarsi solo dopo una mancanza di trattamento per un livido dopo una commozione cerebrale. I primi segni di un problema compaiono dopo 3-4 mesi. A volte diventa difficile curare il problema. Il problema si manifesta come segue:
  • La testa inizia a far male. Le sensazioni spiacevoli sono forti, simili all'emicrania.
  • Dizzy. Il sintomo si manifesta in modi completamente diversi e in situazioni diverse..
  • L'inizio dell'insonnia, grave ansia persistente senza motivo.
  • Difficoltà a concentrarsi sull'argomento.
  • Aumento della fatica durante le operazioni di routine.

Commozione cerebrale - lievi danni al cervello.

La manifestazione di questa patologia si basa su una violazione della connessione delle cellule nervose, principalmente funzionale.

In termini di frequenza di insorgenza tra lesioni cerebrali traumatiche, la commozione cerebrale occupa una posizione di leader.

Questa patologia può verificarsi a causa di incidenti stradali, lesioni industriali, domestiche e sportive. Inoltre, un ruolo significativo è dato alle circostanze criminali..

Immediatamente dopo la commozione cerebrale, potrebbe esserci un singolo vomito, respiro rapido, rallentamento o battito cardiaco accelerato, ma tutto torna presto alla normalità. La pressione sanguigna torna immediatamente alla normalità, ma in alcuni casi può aumentare. La temperatura corporea del paziente non cambia.

Dopo aver riacquistato conoscenza, il paziente inizia a lamentarsi di vertigini, mal di testa, debolezza, acufene, sudorazione, disturbi del sonno, una sensazione di disagio, un flusso di sangue in faccia. C'è dolore quando si spostano gli occhi, l'incapacità di leggere il testo.

La condizione generale con una commozione cerebrale in molti casi migliora rapidamente nella prima (raramente nella seconda) settimana dopo l'infortunio.

Tuttavia, va tenuto presente che il mal di testa e altri segni soggettivi con una commozione cerebrale possono persistere per un periodo più lungo per vari motivi..

I sintomi di una commozione cerebrale dipendono in gran parte dall'età. Ad esempio, neonati e bambini piccoli di solito non passano per commozione cerebrale. Durante l'infortunio, c'è un forte pallore della pelle (specialmente il viso), frequenti battiti del cuore, seguiti da letargia e sonnolenza. Durante l'alimentazione, appare il rigurgito, si osserva vomito, si verificano ansia, disturbi del sonno. Tutto va via dopo 2-3 giorni.

Anche i bambini in età prescolare non svenono con una commozione cerebrale. Le condizioni generali del bambino migliorano entro 2-3 giorni dalla lesione.

Negli anziani e negli anziani, la perdita di coscienza primaria è molto meno comune rispetto ai giovani o alla mezza età. Inoltre, c'è spesso un disorientamento pronunciato nello spazio e nel tempo..

Spesso, il mal di testa è pulsante e localizzato nella regione occipitale. Durano 3-7 giorni, differendo in alta intensità nelle persone che soffrono di ipertensione. Le vertigini spesso preoccupano.

Nella diagnosi di questa malattia, è importante tenere conto delle condizioni della lesione e delle informazioni fornite dai testimoni dell'incidente. Tracce di traumi localizzati sulla testa, stato psicologico del paziente, intossicazione da alcol, ecc. Possono svolgere un doppio ruolo..

Vari studi funzionali (oftalmoscopia, elettroencefalografia e altri) possono confermare indirettamente una commozione cerebrale..

L'esame otoneurologico è il più informativo (preferibilmente con l'uso di elettronistagmografia, audiometria, elettrogustometria).

Con una commozione cerebrale, non ci sono fratture delle ossa del cranio. La composizione e la pressione del liquido cerebrospinale sono normali. M-echo senza offset. Nei pazienti con commozione cerebrale, la tomografia computerizzata non rivela anomalie traumatiche nello stato del midollo e spazi contenenti liquore all'interno del cranio. L'imaging a risonanza magnetica non è inoltre in grado di rilevare eventuali lesioni da commozione cerebrale..

Una vittima con una commozione cerebrale, che ha rapidamente ripreso conoscenza, ha bisogno di pronto soccorso, che consiste nel dare al paziente una posizione orizzontale comoda con una testa leggermente sollevata.

Una vittima con una commozione cerebrale in stato di incoscienza deve avere una posizione salvifica - sdraiata sul lato destro, con la testa gettata all'indietro, rivolta verso il suolo, il braccio e la gamba sinistra devono essere piegati alle articolazioni del gomito e del ginocchio ad angolo retto (prima di ciò, una frattura spinale deve essere esclusa così come gli arti). Se vengono rilevate ferite sanguinanti sulla testa, vengono bendate.

Le vittime con commozione cerebrale (anche lieve) vengono inviate in ospedale di turno per chiarire la diagnosi primaria. Il riposo a letto viene stabilito per 1-3 giorni, che, tenendo conto delle peculiarità del decorso della malattia, viene gradualmente espanso entro 2-5 giorni e quindi, se non si osservano complicanze, è consentita la dimissione per cure ambulatoriali (fino a 14 giorni).

Il trattamento con farmaci per la commozione cerebrale mira principalmente a normalizzare la funzione cerebrale, eliminando vertigini, mal di testa, insonnia, ansia e altri disturbi. Fondamentalmente, la gamma di farmaci prescritti include antidolorifici, ipnotici e sedativi, di solito in compresse e, se necessario, iniezioni. I farmaci anestetici (analgin, baralgin, pentalgin, maksigan, sedalgin) sono selezionati in modo tale che il farmaco sia più efficace per un determinato paziente. Agiscono in modo simile in caso di vertigini, raccogliendo uno dei medicinali disponibili (bellaspon, belloide, platifillina con papaverina, microzero, tanakan, ecc.). Valeriana, corvalolo, valocordin, motherwort e tranquillanti (fenazepam, elenium, nosepam, sibazon, rudotel, ecc.) Sono usati come sedativi. Reladorm o fenobarbital sono prescritti per eliminare l'insonnia.

Per un recupero più completo e rapido delle funzioni cerebrali, è consigliabile eseguire la terapia metabolica e vascolare. È preferibile una combinazione di farmaci vascolari (stugerone, cavinton, theonikol, sermion, ecc.) E nootropici (nootropil, aminolone, encephabol, picamilon, ecc.).

Le persone anziane che hanno subito una commozione cerebrale devono intensificare la terapia anti-sclerotica. È inoltre necessario prestare attenzione al trattamento delle malattie concomitanti..

Per prevenire possibili deviazioni nel completamento con successo di una commozione cerebrale, è necessaria l'osservazione del dispensario da un neurologo per un anno..

Nel caso della corretta aderenza al regime, nonché dell'assenza di circostanze che aggravano la lesione, il paziente ha un completo recupero con un ripristino assoluto della capacità lavorativa.

Dopo un periodo acuto, alcune vittime hanno un indebolimento della memoria, concentrazione di attenzione, vertigini, ansia, irritabilità, insonnia, mal di testa, maggiore sensibilità alla luce, suono.

Dopo tre o dodici mesi dopo una commozione cerebrale, questi sintomi e segni vengono notevolmente attenuati o scompaiono completamente. Tuttavia, il tre percento delle vittime soffre dell'inizio di una disabilità moderata..

In caso di inosservanza del regime terapeutico necessario, è possibile allungare il periodo di recupero del paziente e la formazione di varie conseguenze: insonnia, distonia vegetativa-vascolare, sindrome astenica. Bere troppo dopo una commozione cerebrale aumenta la probabilità di sviluppare convulsioni epilettiche.

Cadere mentre sciate, andate in bicicletta - ci sono molti modi per ottenere una commozione cerebrale (CM). I sintomi tipici di questa condizione sono: perdita di coscienza, disturbi della memoria, vomito. Uno dei segni principali è vertigini dopo aver colpito la testa. Rispetto alle lesioni locali e alle fratture del cranio, la commozione cerebrale non influisce sul cervello stesso, la pelle o l'osso cranico non viene danneggiato. Ma può essere associato a danni ai tessuti molli alla testa o fratture craniche..

Le vertigini con una commozione cerebrale sono quasi sempre presenti. È causato da un disturbo dell'attività cerebrale, quindi, elaborazione impropria dei segnali da un dispositivo di equilibrio..

Una commozione cerebrale è una lesione cerebrale traumatica risultante da un disturbo del cervello.

La perdita di coscienza, al contrario delle vertigini, si verifica in meno del 10% dei casi di commozione cerebrale. Non è una condizione primaria per la diagnosi della condizione, ma è un chiaro segno di un disturbo cerebrale. In genere, le scansioni cerebrali standard non mostrano anomalie, quindi una scansione di routine non è un test affidabile se si sospetta una commozione cerebrale.

Una commozione cerebrale può verificarsi dopo qualsiasi lesione alla testa contundente. Questi includono:

  • colpi;
  • caduta;
  • forte pressione di oggetti che cadono;
  • collisione con altri oggetti, come il parabrezza di un'auto.

Gli shock si verificano principalmente a causa di incidenti a casa, al lavoro, in incidenti stradali. In rari casi, sono innescati da colpi arbitrari.

Le manifestazioni della condizione sono tipiche:

  • incoscienza;
  • confusione;
  • amnesia;
  • disorientamento sul terreno, nel tempo;
  • nausea;
  • pallore;
  • vertigini;
  • debolezza;
  • vomito;
  • sonnolenza eccessiva;
  • battito cardiaco accelerato;
  • sudorazione.

L'incoscienza a breve termine dopo un colpo alla testa è associata all'amnesia retrograda. Una persona esce dall'incoscienza da sola, ma non ricorda il momento della lesione, per qualche tempo prima.

Importante! L'incoscienza da impatto che dura oltre 30 minuti non è SHM, ma un disturbo più grave.

Manifestazioni di SHM negli adulti:

  • dolore e pesantezza alla testa;
  • sanguinamento dell'orecchio o del naso;
  • incoscienza;
  • oscuramento sotto gli occhi;
  • fiato corto;
  • amnesia;
  • disorientamento - spaziale e temporale;
  • confusione;
  • vertigini;
  • debolezza degli arti;
  • differenza nella dimensione della pupilla;
  • discorso tranquillo;
  • sudorazione;
  • battito cardiaco accelerato;
  • pallore.

Un bambino può subire una commozione cerebrale qualche tempo dopo l'infortunio, quindi sii vigile. Controlla se riesci a svegliare il bambino di notte!

  • uno qualsiasi dei sintomi descritti negli adulti, incluso vertigini;
  • pianto costante;
  • rifiuto di mangiare;
  • fontanella sporgente (nei neonati);
  • vomito ripetuto.

Se uno di questi sintomi si manifesta entro 24 ore da una lesione alla testa, consultare un medico. Non aspettarti che vengano visualizzati tutti i segni! Informa il medico quando è successo l'incidente, quanto è stato forte il colpo, cosa ha colpito il bambino.

Nei bambini più grandi, puoi anche verificare la presenza di una funzione cerebrale compromessa ponendo alcune domande. La risposta sbagliata a nessuno di essi è un segno di commozione cerebrale o sospetto di esso:

  • "Dove siamo adesso?".
  • "Che ore sono - prima o dopo pranzo?".
  • "Qual è stata la tua ultima lezione?".
  • "Come si chiama la tua insegnante?".

La lesione cerebrale traumatica primaria è qualsiasi lesione che si verifica durante un ictus, indipendentemente dal fatto che il cranio sia danneggiato. Può assumere la forma di grave commozione cerebrale, contusione cerebrale, danno assonale diffuso:

  • Contusione. Una condizione caratterizzata dalla morte dei neuroni in un certo tessuto cerebrale limitato, che si verifica in lesioni più gravi. All'interno di questa lesione, il quadro clinico può variare. C'è vertigini gravi, grave disturbo della coscienza, a volte - incoscienza.
  • Danno diffuso agli assoni. È un disturbo molto grave, di solito con conseguenze gravi e permanenti. Quasi sempre si verifica l'incoscienza, che persiste a lungo, quindi - forti vertigini, forte mal di testa.
  • discorso incomprensibile;
  • movimento o coordinazione alterati;
  • disturbi visivi, uditivi, sensoriali;
  • vertigini;
  • ansia;
  • confusione;
  • incoscienza;
  • comportamento insolito;
  • sanguinamento dell'orecchio o del naso (o liquido trasparente);
  • pressione e dolore alla testa;
  • vomito;
  • cambiamenti della pupilla, asimmetria;
  • gonfiore della ferita, lividi in faccia, deformazione della testa, presenza di frammenti ossei nella ferita;
  • lividi intorno agli occhi.

In caso di gravi disturbi cerebrali:

  • chiamare sempre un'ambulanza;
  • non lavare mai una ferita fortemente sanguinante;
  • non rimuovere mai oggetti estranei dalla ferita;
  • non spostare mai una persona se non in caso di assoluta necessità, non sollevarlo;
  • non determinare mai lo stato di una persona scuotendolo;
  • Non rimuovere mai il casco se si sospetta una lesione grave.
  • non permettere mai alla vittima di bere alcolici.

Indicatori che segnalano una lieve commozione cerebrale:

  • breve incoscienza (non sempre);
  • vertigini;
  • instabilità del camminare, scarso coordinamento;
  • facile confusione;
  • disorientamento;
  • sguardo scioccato e vuoto;
  • maggiore emotività, irritabilità.

Indicatori di danno moderato:

  • mal di testa;
  • vertigini;
  • confusione, rallentamento;
  • problemi visivi;
  • nausea o vomito;
  • fatica;
  • sonnolenza;
  • sensazione di "nebbia";
  • disturbi della concentrazione;
  • pressione nella testa;
  • sensibilità alla luce o al rumore.

I seguenti segnali di avvertimento indicano una condizione più grave:

  • rigidità del collo;
  • disturbi del linguaggio e dei motori;
  • mal di testa a lungo termine;
  • vertigini prolungate;
  • vomito ripetuto;
  • grave confusione;
  • convulsioni;
  • sonnolenza insolita;
  • sensibilità degli arti.

La separazione da commozione cerebrale deriva dalla durata dell'incoscienza (cioè da quanto tempo gira la testa):

  • I Art. - secondi, massimo 5 minuti;
  • II art. - fino a 15 minuti;
  • III Art. - fino a 30 minuti;
  • L'incoscienza per più di 30 minuti è classificata come contusione o danno diffuso agli assoni.

Le principali complicanze sono le condizioni associate (emorragia intracranica, fratture craniche e spinali, lesione del midollo spinale). Possono verificarsi diversi sintomi non specifici associati alla sindrome post-commozione, come ad esempio:

  • disordine di concentrazione, attenzione;
  • amnesia;
  • cefalalgia persistente;
  • vertigini periodiche;
  • fatica;
  • irritabilità;
  • depressione.

Dopo una commozione cerebrale, possono comparire alcuni disturbi, sia a breve che a lungo termine.

La maggior parte dei pazienti si sente bene dopo alcuni giorni, ma nei primi giorni sono preoccupati per mal di testa, vertigini, dopo un colpo alla testa, che sono manifestazioni comuni.

Nessun effetto a lungo termine dopo commozione cerebrale.

Sindrome post-commozione cerebrale - una complicazione tardiva di commozione cerebrale o contusione cerebrale, che dura da diversi giorni a 3 mesi.

L'epilessia dovuta a TBI è una condizione comune. La base di questa connessione è la lesione cerebrale focale, che corrisponde a forme più gravi di lesioni..

I principali pericoli sono le condizioni e i disturbi associati causati da danni:

  • deterioramento dell'attività cerebrale;
  • frattura dell'osso cranico;
  • disturbi della colonna vertebrale e del midollo spinale.

Una grave complicazione è l'emorragia intracranica, che ha conseguenze più gravi. Primi sintomi:

  • cambiamenti negli alunni;
  • mal di testa;
  • vertigini;
  • paralisi e / o intorpidimento degli arti;
  • incoscienza;
  • confusione.

Durante l'esame di un paziente con sospetta commozione cerebrale:

  • il medico elabora un quadro degli eventi che hanno avuto luogo (preferibilmente se ci sono testimoni che possono segnalare le circostanze della lesione, la durata dello stato di incoscienza);
  • in conformità con l'evento traumatico e le condizioni cliniche, gli esami sono integrati con metodi ausiliari (radiografia, TC, consultazione neurologica - la diagnosi di contusione cerebrale è determinata da un neurologo);
  • La TC è indicata in casi di diversa larghezza delle pupille, ridotta sensibilità della pelle in qualsiasi parte del corpo, forte mal di testa, ridotta capacità motoria degli arti;
  • per una serie di motivi, viene eseguito un EEG.

La maggior parte dei pazienti rimane in ospedale per un massimo di 3 giorni, sono a riposo (a letto), ricevono farmaci sintomatici (antiemetici, antidolorifici, decongestionanti, ecc.).

Importante! Se si verifica un peggioramento sintomatico significativo (dolore, vertigini e altri segni) dopo il miglioramento, si sospettano complicazioni secondarie di contusione.

La prestazione di assistenza si basa sulle condizioni della persona:

  • incosciente: trattamento di una ferita esterna, fissazione di una persona in una posizione stabilizzata (in questo caso, è importante prestare particolare attenzione a causa del rischio di lesioni alla colonna cervicale);
  • in coscienza - una posizione sulla schiena con una testa appoggiata, misure anti-shock; non puoi mangiare o bere nulla.

In entrambi i casi, chiama un'ambulanza..

Durante l'attesa del medico, la vittima dovrebbe giacere con la parte superiore del corpo leggermente sollevata. Se è incosciente, è importante controllare il respiro..

I metodi di imaging più spesso utilizzati nella diagnostica non possono determinare in modo affidabile SHM. Per questo motivo, il medico fa affidamento sul quadro clinico e sui sentimenti del paziente. Allo stesso modo, viene prescritto un trattamento, il cui scopo è quello di eliminare i sintomi (dolore, vertigini).

Durante il periodo di ricovero, vengono monitorate le funzioni vitali del paziente.

La base terapeutica per la commozione cerebrale (come trattare la condizione insieme ai farmaci) è il riposo. A causa del possibile deterioramento delle condizioni della vittima, è necessario il ricovero in ospedale, di solito non superiore a 3 giorni.

Sebbene non vi siano sintomi di trauma grave, sono necessarie cure specialistiche. Non puoi fare nulla da solo - questo è irto di gravi complicazioni.

Se una persona urta la testa, ha bisogno di un esame e di un trattamento controllato. I rimedi popolari possono essere utilizzati solo come misure di supporto, ad esempio per alleviare il mal di testa. La camomilla, i tè alla melissa, le compresse fredde o calde saranno efficaci..

La prognosi è buona, non ci sono conseguenze permanenti. La summenzionata sindrome poskmotionny, che si manifesta in circa il 50% dei pazienti, deve essere sempre attentamente esaminata eziologicamente. Principalmente ci sono piccole localizzazioni, molto spesso nella regione basale frontale.

Dopo il ritorno a casa dall'ospedale, una persona deve rimanere a riposo per almeno 3 settimane: essere a casa, non lavorare troppo, non praticare sport, ecc. Se l'SHM è associato a un altro disturbo, il periodo di ricovero e di recupero è determinato dalla gravità della condizione.

Le persone che sono stressate e stressate poco dopo un infortunio e che non prendono un periodo di riposo sono a rischio di mal di testa a lungo termine. Il ritorno al lavoro è di solito possibile in 1-3 settimane, a seconda delle condizioni cliniche della persona.