Sullo sfondo dell'insufficienza circolatoria, si sviluppano cambiamenti focali nella sostanza del cervello di natura discircolatoria. Il cervello viene alimentato con sangue da 4 pozze vascolari - due carotidi e due vertebro-basilari. Normalmente, queste piscine sono interconnesse nella cavità cranica, formando anastomosi. Questi composti consentono al corpo umano di compensare a lungo le carenze del flusso sanguigno e la mancanza di ossigeno. Le aree carenti di sangue vengono alimentate con sangue proveniente da altre pozze a straripamento. Se questi vasi anastomotici non sono sviluppati, allora parlano di un circolo vallisiano aperto. Con questa struttura dei vasi sanguigni, l'insufficienza circolatoria porta alla comparsa di cambiamenti focali nel cervello, sintomi clinici.

Quadro clinico

La diagnosi più comune negli anziani, fatta solo sulla base di lamentele, è l'encefalopatia discircolatoria. Tuttavia, va ricordato che si tratta di un disturbo circolatorio cronico in costante evoluzione che si sviluppa a causa della sofferenza dei capillari del cervello, che è associata allo sviluppo di un gran numero di micro-ictus. Il danno cerebrale focale può essere diagnosticato solo se sono soddisfatti determinati criteri:

  • ci sono segni di danno cerebrale, che possono essere oggettivamente confermati;
  • sintomi clinici costantemente costanti;
  • la presenza di una relazione diretta tra il quadro clinico e strumentale durante ulteriori metodi di esame;
  • la presenza di una malattia cerebrovascolare nel paziente, che è un fattore di rischio per lo sviluppo di danni cerebrali focali;
  • l'assenza di altre malattie a cui potrebbe essere associata l'origine del quadro clinico.

I cambiamenti focali nella sostanza del cervello di natura discircolatoria si manifestano con alterata memoria, attenzione, movimento, sfera emotivo-volitiva.

L'influenza principale sullo stato funzionale e sull'adattamento sociale del paziente è esercitata da disturbi cognitivi. Quando c'è una lesione focale della sostanza cerebrale nella regione dei lobi frontali e temporali dell'emisfero dominante, c'è una diminuzione della memoria dell'attenzione, un rallentamento dei processi mentali, una violazione della pianificazione e l'esecuzione coerente del lavoro quotidiano quotidiano. Le menomazioni cognitive sono spiegate dalla distrofia cerebrale di origine vascolare. Con lo sviluppo di cambiamenti focali neurodegenerativi nel cervello, una persona smette di riconoscere oggetti familiari, soffre di linguaggio e disturbi emotivi e personali si uniscono. Innanzitutto, compaiono la sindrome astenica e le condizioni depressive, che non rispondono bene al trattamento antidepressivo.

Disturbi progressivi distrofici e degenerativi portano alla comparsa di egocentrismo, non c'è controllo sulle emozioni, si sviluppa una reazione inadeguata alla situazione.

I disturbi del movimento si manifestano in modo sconcertante quando si cammina, disturbi di coordinazione, paresi centrale di varia gravità, tremori della testa, delle mani, ottusità emotiva e amimia. Le lesioni focali progressivamente progressive del cervello portano allo stadio finale della malattia, quando il paziente non può mangiare a causa del soffocamento costante. Emozioni violente come ridere o piangere sono fuori posto, la voce diventa nasale.

Fattori predisponenti

Le malattie che portano a piccoli cambiamenti focali nella sostanza del cervello includono ipertensione arteriosa, stenosi e occlusione delle lesioni vascolari, disturbi del metabolismo dei lipidi e dei carboidrati.

Il principale meccanismo per lo sviluppo dell'encefalopatia discircolatoria si manifesta con la formazione di focolai di ischemia e infarto. Questa è una condizione in cui i cambiamenti distrofici iniziano a svilupparsi sullo sfondo della carenza di ossigeno, della riduzione del flusso sanguigno e di un rallentamento del metabolismo. Nel cervello compaiono aree di demielinizzazione, edema, degenerazione della gliosi ed espansione degli spazi perivascolari. I suddetti fattori sono i principali. Spiegano le lesioni esistenti e la genesi del cervello..

Metodi di esame aggiuntivi

Il metodo principale per diagnosticare questa patologia è la risonanza magnetica del cervello, in cui vengono determinati focolai iperintensi, infarti minori, degenerazione postischemica ed espansione del sistema ventricolare. Il numero di attacchi di cuore può variare da uno a più casi, il diametro è fino a 2,5 cm e piccoli cambiamenti focali indicano che questa è una lesione così grave che può portare alla disabilità del paziente. È in questo luogo che soffre la circolazione sanguigna.

Viene utilizzata l'ecografia Doppler, la scansione duplex, che può mostrare un flusso sanguigno alterato sotto forma di asimmetria, stenosi, occlusione di grandi vasi, aumento del flusso sanguigno venoso, placche aterosclerotiche.

La tomografia computerizzata ti permetterà di vedere solo le tracce degli attacchi cardiaci trasferiti sotto forma di lacune riempite di liquido cerebrospinale, cioè cisti. Viene anche determinato il diradamento: atrofia della corteccia cerebrale, espansione dei ventricoli, idrocefalo comunicante.

Approcci moderni alla terapia

Il trattamento deve essere diretto al disturbo di base che causa i disturbi del cervello. Inoltre, è necessario utilizzare mezzi per prevenire la progressione della malattia..

Agenti vascolari come pentossifillina, vinpocetina, cinnarizina, diidroergocriptina sono obbligatori. Hanno un effetto positivo sulla circolazione cerebrale, normalizzano la microcircolazione, aumentano la plasticità degli eritrociti, riducono la viscosità del sangue e ripristinano la sua fluidità. Questi farmaci alleviano lo spasmo vascolare, ripristinano la resistenza dei tessuti all'ipossia.

Citoflavina, actovegina, acido tioctico, piracetam, ginkgo biloba sono usati come trattamento antiossidante, nootropico e antiipossante.

Il trattamento con farmaci vestibulotropici riduce il fenomeno delle vertigini, elimina le instabilità durante la deambulazione e migliora la qualità della vita dei pazienti. Il trattamento con betaistina, vertigine, dimensionidrinato, meclozina, diazepam si giustifica.

Con la pressione alta, è necessario un regolare monitoraggio della pressione e della frequenza cardiaca e la loro normalizzazione secondo le indicazioni. Per fluidificare il sangue, vengono utilizzate aspirine, dipiridamolo, clopidogrel, warfarin, dabigatran. Le statine vengono utilizzate quando i livelli di colesterolo aumentano.

Attualmente, viene prestata particolare attenzione ai bloccanti dei canali del calcio, che, insieme alla funzione di normalizzazione della pressione sanguigna, hanno un effetto neuroprotettivo. Cerebrolysin, Cerebrolysate, Gliatilin, Mexidol ripristinano bene le funzioni cognitive.

I neurotrasmettitori, ad esempio, la citicolina ha un effetto nootropico e psicostimolante, normalizza la memoria, l'attenzione, migliora il benessere, ripristina la capacità di auto-cura del paziente. Il meccanismo d'azione si basa sul fatto che il farmaco riduce l'edema cerebrale, stabilizza le membrane cellulari,

La L-lisina escinata ha proprietà antinfiammatorie, antiedema e neuroprotettive. Stimola la secrezione di glucocorticoidi, ripristina la permeabilità vascolare, tonifica le vene e normalizza il deflusso venoso.

Terapia selettiva per disturbi cognitivi

Per ripristinare memoria, attenzione, prestazioni, donepezil viene utilizzato: un farmaco che normalizza lo scambio di neurotrasmettitori, ripristina la velocità, la qualità della trasmissione degli impulsi nervosi per lo scopo previsto. Ripristina l'attività diurna dei pazienti, corregge l'apatia, azioni ossessive incomprensibili, elimina le allucinazioni.

La galantamina normalizza la trasmissione neuromuscolare, stimola la produzione di enzimi digestivi, la secrezione delle ghiandole sudoripare e abbassa la pressione intraoculare. Il farmaco è usato per demenza, encefalopatia discircolatoria, glaucoma.

La rivastigmina è un rimedio efficace. Ma la sua ricezione è limitata dalla presenza di ulcera gastrica, ulcera duodenale, disturbi della conduzione, aritmia, asma bronchiale, ostruzione del tratto urinario, epilessia.

Per gravi disturbi psico-emotivi, vengono utilizzati antidepressivi. Gli inibitori selettivi del reuptake della serotonina si sono dimostrati efficaci in questa patologia. Questi farmaci includono venlafaxina, milnacipran, duloxetina, sertralina. I farmaci di questo gruppo sono venduti in farmacia solo su prescrizione medica. Il medico curante prescrive questi farmaci, tenendo conto della gravità dei disturbi intellettuali, dei fenomeni depressivi, delle idee deliranti.

Prevenzione

La prevenzione dell'encefalopatia discircolatoria è, innanzitutto, il trattamento delle cause che portano all'ipertensione arteriosa, allo stress, al diabete mellito, all'obesità. Oltre a mantenere uno stile di vita sano, normalizzare il sonno, riposare il regime di lavoro, è necessario evitare la terapia manuale sulla colonna cervicale. Un'inclinazione non riuscita della testa e del collo può portare a un'interruzione irreversibile del flusso sanguigno nel bacino vertebro-basilare e causare complicazioni invalidanti o fatali.

In presenza di segni di maggiore affaticamento, perdita di memoria, attenzione alla capacità lavorativa, è necessario consultare un medico ed eseguire esami che escludano il flusso sanguigno alterato attraverso i vasi che alimentano il cervello. Rivelare patologie cardiache, polmonari, endocrine e iniziare il trattamento in modo tempestivo è la strada per il successo nella lotta contro l'encefalopatia discircolatoria.

Tipi, cause, trattamento dei cambiamenti focali nel cervello di natura vascolare

Ogni parte del cervello svolge determinate funzioni: regola il linguaggio, il pensiero, l'equilibrio, l'attenzione e controlla il lavoro degli organi interni. Il cervello immagazzina ed elabora un'incredibile quantità di informazioni; insieme a questo, avvengono molti processi che forniscono a una persona una normale attività di vita. Il funzionamento di questo intero sistema complesso dipende direttamente dall'afflusso di sangue. Anche piccoli danni ai vasi sanguigni portano a gravi conseguenze. Una delle manifestazioni di questa patologia è considerata come cambiamenti focali nel cervello..

p, blockquote 2,0,0,0,0 ->

Quali patologie esistono

A causa della mancanza di ossigeno nel cervello, inizia la fame nelle cellule (in medicina questo processo si chiama ischemia), che provoca disturbi distrofici. In futuro, questi disturbi colpiscono le aree del cervello che perdono parzialmente o completamente le loro funzioni naturali. Esistono due tipi di disturbi distrofici:

p, blockquote 3,0,0,0,0 ->

  1. Diffuso, copre uniformemente l'intero tessuto cerebrale, senza la comparsa di aree patologiche. Compaiono a causa della ridotta circolazione sanguigna, traumi cerebrali, commozioni cerebrali, infiammazione causata da infezioni. I sintomi di patologie diffuse sono spesso una diminuzione della capacità lavorativa, un dolore costante insopportabile alla testa, apatia, letargia, insonnia.
  2. Cambiamenti focali nella sostanza del cervello di natura discircolatoria, che coprono un'area separata in cui la circolazione sanguigna è disturbata. Le lesioni sono singole o numerose, caoticamente sparse sul tessuto cerebrale. È principalmente una lenta malattia cronica che si è sviluppata nel corso degli anni.

Tra le patologie focali, ci sono spesso:

p, blockquote 4,0,0,0,0 ->

  • Una cisti è una piccola cavità piena di liquido. Spesso non provoca disagio e dolore nei pazienti, ma diventa la causa della compressione dei vasi sanguigni e delle aree cerebrali vicine.
  • Necrosi necrotica che colpisce le aree del cervello a causa del trasporto compromesso di nutrienti. Le cellule morte che formano zone morte non svolgono le loro funzioni e non verranno ripristinate in futuro.
  • Cicatrice cerebrale ed ematoma che si verificano dopo una grave lesione o commozione cerebrale. Questi cambiamenti cerebrali focali provocano lievi danni strutturali.

p, blockquote 5,0,0,0,0 ->

Fasi di sviluppo dei cambiamenti discircolatori

Ci sono tre fasi di questa patologia:

p, blockquote 6,0,1,0,0 ->

  1. Inizialmente, i cambiamenti discircolatori sono caratterizzati da un leggero disturbo nel movimento del sangue in alcune aree cerebrali. Per questo motivo, il paziente si stanca rapidamente, spesso sperimenta attacchi rotanti e mal di testa.
  2. Quando la malattia si sviluppa e scorre nel secondo stadio, la lesione viene aggravata. La memoria si deteriora, le capacità intellettuali diminuiscono. La persona diventa estremamente irritabile, emotiva. Il coordinamento dei movimenti peggiora, appare l'acufene.
  3. Al terzo stadio, una parte significativa dei neuroni muore. Allo stesso tempo, i muscoli soffrono notevolmente, ci sono chiari segni di demenza, gli organi del tatto e i sensi possono fallire.

La posizione dei cambiamenti focali diffusi di natura vascolare nel cervello e nel midollo spinale determina come cambierà la funzionalità degli organi sensibili a tali disturbi..

p, blockquote 7,0,0,0,0 ->

Sintomi di lesioni focali

p, blockquote 8,0,0,0,0 ->

Le lesioni focali del cervello sono causate da lesioni vascolari che perdono elasticità con l'età. In alcuni, questo si manifesta minimamente, mentre in altri, le violazioni scorrono in una forma patologica. Può apparire:

p, blockquote 9,0,0,0,0 ->

  • Ipertensione arteriosa provocata da una mancanza di ossigeno dovuta allo stato distrofico dei vasi cerebrali.
  • Convulsioni epilettiche, in cui una persona non dovrebbe mettere oggetti metallici in bocca, versare acqua su di essi, colpire sulle guance, ecc..
  • Disturbi mentali, compromissione della memoria, percezione distorta della realtà, comportamento atipico.
  • Condizioni di ictus o pre-ictus che possono essere rilevate su TC o RM.
  • Crescente mal di testa pulsante nella parte posteriore della testa, orbite oculari, zone superciliari, irradiandosi su tutto il cranio.
  • Contrazioni muscolari incontrollate, tremori degli arti, mento, occhi, collo.
  • Rumore all'orecchio, ronzio, congestione che porta al nervosismo.
  • Attacchi regolari di vertigini che portano a nausea e vomito.
  • Fotofobia, riduzione dell'acuità uditiva, visione offuscata, visione doppia, visione offuscata evidente.
  • Fatica costante, apatia.
  • Biascicamento.
  • Disturbi del sonno.
  • Paresi muscolare, reazione patologica riflessa degli arti.

Molte persone pongono la domanda, quali malattie provocano danni cerebrali focali, che cos'è e perché si verificano. È noto che le cause di questo disturbo possono risiedere in:

p, blockquote 10,0,0,0,0 ->

  • Disturbi vascolari associati all'invecchiamento naturale, accumuli di colesterolo nelle pareti dei vasi sanguigni.
  • Osteocondrosi del collo.
  • Carenza di ossigeno.
  • neoplasie.
  • Lesioni, ferite alla testa aperte e chiuse (l'età non è importante qui).

Chi è a rischio

p, blockquote 11,0,0,0,0 ->

Ogni malattia ha i suoi gruppi a rischio. Le persone appartenenti a tali gruppi dovrebbero monitorare attentamente la loro salute e, ai primi sintomi sospetti, consultare immediatamente un medico. Con patologie focali, questo gruppo comprende pazienti:

p, blockquote 12,1,0,0,0 ->

  • Malattia ipertensiva, ipotonica.
  • Diabete.
  • Aterosclerosi.
  • reumatismo.
  • Obeso.
  • Persone sensibili ed emotive che vivono sotto stress costante.
  • Condurre una vita sedentaria.
  • Anziani, indipendentemente dal sesso (dai 55 ai 60 anni).

Provocano anche lo sviluppo di patologie vascolari:

p, blockquote 13,0,0,0,0 ->

  • Dipendenza meteorologica.
  • Abuso di alcool.
  • osteocondrosi.
  • Dipendenza.
  • aritmia.
  • Aneurismi cerebrali.

Diagnostica

p, blockquote 14,0,0,0,0 ->

Le lesioni cerebrali focali sono spesso asintomatiche. Anche se ci sono sintomi minori, i pazienti vedono raramente un medico. È difficile identificare la patologia. Questo può essere fatto eseguendo una scansione MRI. Ti permette di vedere anche piccole lesioni degenerative che possono portare a un ictus o un cancro..

p, blockquote 15,0,0,0,0 ->

Una risonanza magnetica può indicare i seguenti disturbi:

p, blockquote 16,0,0,0,0 ->

  • Con i cambiamenti negli emisferi, è possibile l'intasamento delle arterie a causa di un'ernia della colonna vertebrale, sviluppo anormale intrauterino, placche aterosclerotiche.
  • Disturbi nella sostanza bianca della regione frontale sono caratteristici di ipertensione (specialmente dopo un'esacerbazione), malformazioni congenite, pericolo di vita come progresso.
  • I focolai multipli comportano una condizione pre-ictus, demenza senile, un episodio.

Numerosi piccoli focolai sono potenzialmente letali e causano molte malattie gravi. Si trovano principalmente nelle persone di età avanzata..

p, blockquote 17,0,0,0,0 ->

Trattamento

p, blockquote 18,0,0,1,0 ->

Il medico spiega ai pazienti perché la distrofia cerebrale è pericolosa, di cosa si tratta e come affrontare la malattia. Determinando la tattica del trattamento, il neurologo raccoglie un'anamnesi generale del paziente. Poiché l'unica e vera causa della patologia non può essere trovata, è necessario migliorare la circolazione cerebrale con qualsiasi mezzo. La terapia, sia per singoli focolai che per lesioni multiple, si basa su diversi postulati specifici:

p, blockquote 19,0,0,0,0 ->

  • Aderenza al regime corretto e aderenza alla dieta numero 10. Si consiglia al paziente di prendersi il tempo sufficiente per riposare ogni giorno. Non sovraccaricarti di lavoro fisico, mangia bene. La dieta dovrebbe contenere acidi organici (frutta cruda o cotta, composte, succhi di frutta, bevande di frutta, mandorle). I pazienti a rischio o coloro che, dopo l'esame, sono stati diagnosticati "cambiamenti focali nel cervello" devono escludere alimenti arricchiti con calcio. Impedisce il flusso sanguigno, che porta alla fame di ossigeno e ai singoli cambiamenti focali nelle strutture cerebrali.
  • Trattamento farmacologico condotto con farmaci che hanno un effetto positivo sull'afflusso di sangue al cervello. Tali farmaci stimolano il flusso sanguigno, dilatano i vasi sanguigni, riducono la viscosità e prevengono i coaguli di sangue..
  • Al paziente vengono prescritti analgesici che alleviano il dolore, i sedativi, la terapia vitaminica.
  • Con ipo o ipertensione - assunzione di farmaci che normalizzano la pressione sanguigna, che è necessario per il corretto funzionamento del cervello.

Se le lesioni focali del cervello non iniziano a guarire e iniziano la malattia, si sviluppano gravi disturbi che la medicina moderna non può combattere. It:

p, blockquote 20,0,0,0,0 ->

  • La malattia di Alzheimer è una delle forme più comuni di degenerazione delle cellule nervose e delle strutture.
  • La sindrome di Pick è una rara malattia progressiva che colpisce persone con più di 50 anni.
  • La malattia di Huntington è una malattia genetica che si manifesta all'età di 30-50 anni.
  • Sindrome cardiocerebrale, in cui le funzioni del cervello sono compromesse a causa di gravi malattie del sistema cardiaco.
  • Ipertensione arteriosa, la cui esacerbazione può portare a gravi problemi di salute per il paziente.

Lo sviluppo del processo oncologico è possibile.

p, blockquote 21,0,0,0,0 ->

Prevenzione

p, blockquote 22,0,0,0,0 ->

Le conseguenze di una grave lesione cerebrale traumatica, segni di vecchiaia, provocando cambiamenti focali nel cervello - questo non è un motivo per disperare e arrendersi. Puoi superare e prevenire la malattia seguendo semplici consigli:

p, blockquote 23,0,0,0,0 ->

  • Cammina, corri, nuota più spesso. Gioca a giochi di squadra, visita una palestra 2-3 volte a settimana, fai tutto ciò che richiede attività fisica.
  • Elimina o limita l'uso di alcol, non lasciarti trasportare dai prodotti grassi, piccanti, salati e affumicati. Se possibile, sostituire i dolci con frutta e verdura fresche. Ma non dovresti rinunciare ai tuoi piatti preferiti. Se vuoi mangiare la salsiccia, è meglio bollirla, non friggerla..
  • Lo stress e l'ansia dovrebbero essere evitati. Lo stato mentale colpisce direttamente non solo il cervello, ma anche altri organi. Il trattamento delle malattie associate alla depressione è molto difficile e non sempre positivo..
  • Ai primi sintomi, dovresti consultare un medico. Per monitorare la tua salute, è necessario sottoporsi a un esame 1-2 volte l'anno.
  • È severamente vietato prescrivere un trattamento per te stesso, bere medicine o usare ricette di medicina tradizionale. È meglio consultare prima uno specialista e seguire rigorosamente tutte le procedure da lui consigliate.
p, blockquote 24,0,0,0,1 ->

Anche il medico più qualificato non sarà in grado di prevedere in che modo si comporteranno in futuro cambiamenti focali nella sostanza cerebrale di natura discircolatoria e disturbi diffusi. Le condizioni del paziente dipendono in gran parte dall'età, dalla presenza di malattie concomitanti, dalla dimensione del focus, dal grado e dalla dinamica dello sviluppo. È importante monitorare costantemente il paziente, attuare misure preventive per evitare la crescita dell'area interessata.

Data di pubblicazione: 27.04.2017

Neurologo, riflessologo, diagnostico funzionale

33 anni di esperienza, la categoria più alta

Competenze professionali: diagnostica e trattamento del sistema nervoso periferico, malattie vascolari e degenerative del sistema nervoso centrale, trattamento del mal di testa, sollievo delle sindromi dolorose.

Foci della natura discircolatoria della sostanza cerebrale

Cambiamenti focali nella sostanza bianca del cervello

La malattia è progressiva. È caratterizzato da un decorso parossistico, con forte e rapido deterioramento. I cambiamenti focali di Dyscirculatory hanno diverse fasi di sviluppo..

Iniziale

Piccoli processi di cambiamento tissutale iniziano in piccole aree del cervello. Una lieve disfunzione del sistema circolatorio vascolare contribuisce al loro verificarsi..

  • aumento della fatica;
  • mal di testa ricorrenti;
  • distrazione facile;
  • aumento della sensibilità emotiva (irritabilità e pianto);
  • rumore nella testa, vertigini frequenti;
  • parziale perdita di memoria non professionale;
  • concentrarsi sull'esecuzione di un tipo di attività;
  • lieve atassia.

Media

L'afflusso di sangue al cervello è significativamente compromesso. Il blocco dei vasi sanguigni provoca cellule necrotiche nelle strutture superficiali del cervello (materia grigia).

I sintomi della fase iniziale sono aggravati, vengono aggiunti i seguenti segni:

pesante

A causa dello sviluppo dell'encefalopatia discircolatoria cronica nella lesione, la maggior parte delle cellule della materia non solo grigia, ma anche bianca muore. Causa danni al cervello.

In questa fase, i cambiamenti neurologici raggiungono il loro picco. Il quadro clinico è deludente. Tutti i sintomi precedenti diventano irreversibili, il che comporta conseguenze come:

  • disabilità completa e self-service;
  • perdita di memoria e abilità, sviluppo di demenza (demenza);
  • perdita di controllo sulle funzioni motorie e vocali.

La diagnosi precoce della malattia è complicata dal fatto che nella sua fase iniziale non ci sono sintomi pronunciati. La diagnosi ritardata rende il trattamento più difficile.

Se il flusso sanguigno al minuto rallenta a 10 ml / 100 g e meno, inizia il processo di distruzione istantanea del tessuto cerebrale, che è irreversibile.

lesioni focali Le lesioni cerebrali focali possono essere causate da traumi, malattie infettive, atrofia vascolare e molti altri fattori. Spesso, i cambiamenti degenerativi sono accompagnati da problemi associati all'interruzione delle normali funzioni vitali e al coordinamento del movimento umano..

La risonanza magnetica per le lesioni focali del cervello aiuta a identificare il problema nelle prime fasi, coordinare la terapia farmacologica. Se necessario, in base ai risultati dell'esame, può essere prescritto un intervento chirurgico minimamente invasivo.

Tutti i disturbi del cervello si riflettono nelle naturali funzioni quotidiane della vita umana. La posizione della lesione influisce sul funzionamento degli organi interni e del sistema muscolare.

I cambiamenti nella genesi vascolare possono portare a disturbi mentali, aumentare la pressione sanguigna, ictus e altre spiacevoli conseguenze. D'altra parte, i fuochi subcorticali potrebbero non avere manifestazioni cliniche ed essere asintomatici..

Uno dei segni chiari di una lesione focale è:

  • Ipertensione - una mancanza di ossigeno al cervello causata dalla distrofia vascolare porta al fatto che il cervello accelera e aumenta la circolazione sanguigna.

I segni di singoli cambiamenti focali nella sostanza cerebrale di natura discircolatoria sull'imaging a risonanza magnetica indicano che il paziente ha alcune anomalie nel lavoro del sistema vascolare. Questo è spesso associato all'ipertensione. La diagnosi e la spiegazione dei risultati dello studio saranno fornite dal medico curante.

L'immagine di cambiamenti focali nella sostanza del cervello di natura distrofica viene osservata, secondo varie fonti, dal 50 all'80% di tutte le persone che invecchiano. L'ischemia, a seguito della quale viene interrotto il normale afflusso di sangue, diventa la causa di provocare cambiamenti nei tessuti molli. L'imaging a risonanza aiuta a identificare le cause dei disturbi e a condurre un'analisi differenziale della malattia.

Piccoli cambiamenti focali che non sono fastidiosi all'inizio possono causare un ictus. Inoltre, i focolai di maggiore ecogenicità di origine vascolare possono indicare una causa oncologica di violazioni.

L'identificazione tempestiva del problema aiuta a prescrivere la terapia più efficace. Un focus sulla genesi discircolatoria, chiaramente visibile sulla risonanza magnetica, può indicare le seguenti patologie:

  • Negli emisferi cerebrali - indica le seguenti possibili cause: blocco del flusso sanguigno dell'arteria vertebrale destra attraverso un'anomalia congenita o una placca aterosclerotica. La condizione può essere accompagnata da un'ernia del rachide cervicale.

Se la conclusione della risonanza magnetica indica la diagnosi: "segni di una lesione multifocale del cervello di natura vascolare" - questo è un motivo di certa preoccupazione. Il medico curante dovrà stabilire la causa dei cambiamenti e determinare i metodi di terapia conservativa e riparativa.

D'altra parte, i cambiamenti micro-focali si verificano in quasi tutti i pazienti dopo 50 anni. Le lesioni sono visibili nella modalità angiografica, se la causa dell'evento è una violazione della genesi.

Se viene trovato un focus distrofico, il terapeuta prescriverà sicuramente la raccolta di un'anamnesi generale del paziente. In assenza di ulteriori motivi di preoccupazione, si raccomanderà di monitorare regolarmente le tendenze nello sviluppo della patologia. Possono essere prescritte sostanze per stimolare la circolazione sanguigna.

I cambiamenti nella sostanza del cervello di natura discircolatoria-distrofica indicano problemi più gravi. La pressione e la mancanza di circolazione sanguigna possono essere causate da traumi e altre cause.

I segni di danno cerebrale focale piccolo con eziologia vascolare di moderata espansione possono causare la diagnosi di encefalopatia, carattere congenito e acquisito. Alcuni farmaci possono solo peggiorare il problema. Pertanto, il terapeuta verificherà il legame tra farmaci e ischemia..

Qualsiasi cambiamento patologico e degenerativo deve essere ben studiato e monitorato. È stata determinata la causa della lesione focale e, secondo i risultati della risonanza magnetica, è stata prescritta la prevenzione o il trattamento della malattia rilevata.

Il corpo umano non è eterno e con l'età si sviluppano vari processi patologici. I più pericolosi tra loro sono i cambiamenti focali nella sostanza del cervello di natura discircolatoria. Sorgono a causa di una violazione del flusso sanguigno cerebrale. Tale processo patologico si manifesta con una serie di sintomi neurologici ed è caratterizzato da un decorso progressivo. Non sarà più possibile ripristinare in vita le cellule nervose perse, ma è possibile rallentare il decorso della malattia o addirittura prevenirne lo sviluppo.

Il cervello può essere definito senza esagerazione un sistema di controllo per tutto il corpo umano, perché varie parti del cervello sono responsabili della respirazione, del funzionamento degli organi interni e degli organi sensoriali, della parola, della memoria, del pensiero, della percezione. Il cervello umano è in grado di archiviare ed elaborare un'enorme quantità di informazioni;

allo stesso tempo, centinaia di migliaia di processi si svolgono al suo interno, garantendo l'attività vitale dell'organismo. Tuttavia, il funzionamento del cervello è indissolubilmente legato al suo apporto di sangue, perché anche una leggera diminuzione dell'apporto di sangue di una certa proporzione della sostanza cerebrale può portare a conseguenze irreversibili - morte di massa dei neuroni e, di conseguenza, gravi malattie del sistema nervoso e demenza.

Per evitare lo sviluppo di questa malattia, è necessario monitorare attentamente il proprio benessere e quando compaiono i primi sintomi, indicando la possibilità di un cambiamento circolatorio focale nella sostanza cerebrale, contattare immediatamente un neurologo o un neuropatologo. Poiché questa malattia è piuttosto difficile da diagnosticare (un medico può fare una diagnosi accurata solo dopo una risonanza magnetica), i medici raccomandano che le persone predisposte a questa malattia vengano sottoposte a un esame preventivo da parte di un neurologo almeno una volta all'anno. Le seguenti categorie di persone sono a rischio:

  • soffre di ipertensione, distonia vascolare e altre malattie del sistema cardiovascolare;
  • pazienti con diabete mellito;
  • soffre di aterosclerosi;
  • avere cattive abitudini e sovrappeso;
  • condurre uno stile di vita sedentario;
  • essere in uno stato di stress cronico;
  • anziani di età superiore ai 50 anni.

Attualmente, le malattie neurologiche associate alla compromissione dell'afflusso di sangue al sistema nervoso centrale stanno diventando più comuni. La mancanza di circolazione sanguigna porta a gravi conseguenze e influisce sulla vita normale.

  • Fatica;
  • Mancanza di sonno;
  • letargia;
  • Mal di testa rari accompagnati da vertigini;
  • Ansia e stress.

Chi è suscettibile alle malattie?

pesante

I cambiamenti focali locali nella sostanza del cervello di natura distrofica si verificano dopo settant'anni e sono caratterizzati da manifestazioni di demenza senile. Con questa malattia, si verificano disturbi del pensiero o demenza. Le malattie dominanti includono:

  1. Il morbo di Alzheimer,
  2. La malattia di Pick,
  3. La malattia di Hettington.

A proposito, singoli cambiamenti focali nella materia cerebrale di natura distrofica possono verificarsi non solo nella vecchiaia, ma anche nei giovani e nelle persone di mezza età. Qualsiasi infezione o lesione meccanica può compromettere l'integrità o la pervietà dei vasi sanguigni che alimentano il cervello e il midollo spinale.

  1. Soffrendo di diabete,
  2. Pazienti con aterosclerosi,
  3. Soffrendo di reumatismi. Queste persone devono prima curare la malattia principale, seguire una dieta speciale, monitorare l'attività fisica e, naturalmente, visitare regolarmente un medico..

I cambiamenti focali locali nella sostanza cerebrale possono essere curati se ci si avvicina a questo con abilità e in tempo. Sfortunatamente, solo i cambiamenti senili nella sostanza del cervello sono difficili da trattare..

Risonanza magnetica per lesioni cerebrali focali

  • Ipertensione - una mancanza di ossigeno al cervello causata dalla distrofia vascolare porta al fatto che il cervello accelera e aumenta la circolazione sanguigna.
  • Crisi epilettiche.
  • Disturbi mentali: si verificano con la patologia degli spazi subaracnoidi, accompagnata da emorragia. Allo stesso tempo, si può osservare la congestione nel fondo. Una caratteristica della patologia è la rapida formazione di oscuramento, vasi rotti e rottura della retina, che consente di determinare la probabile posizione delle lesioni focali.

Se la conclusione della risonanza magnetica indica la diagnosi: "segni di una lesione multifocale del cervello di natura vascolare" - questo è un motivo di certa preoccupazione. Il medico curante dovrà stabilire la causa dei cambiamenti e determinare i metodi di terapia conservativa e riparativa.

D'altra parte, i cambiamenti micro-focali si verificano in quasi tutti i pazienti dopo 50 anni. Le lesioni sono visibili nella modalità angiografica, se la causa dell'evento è una violazione della genesi.

Qualsiasi cambiamento patologico e degenerativo deve essere ben studiato e monitorato. È stata determinata la causa della lesione focale e, secondo i risultati della risonanza magnetica, è stata prescritta la prevenzione o il trattamento della malattia rilevata.

Quando, a causa della genesi vascolare, si verificano piccoli cambiamenti focali nel cervello in una persona, si osservano generalmente i seguenti sintomi:

  1. Significativa riduzione dell'attività cerebrale;
  2. Dolore alla testa;
  3. Demenza;
  4. Vertigini frequenti
  5. Paresi del tessuto muscolare, indebolimento;
  6. Paralisi locale parziale di alcuni gruppi muscolari.

Inoltre, i cambiamenti nella circolazione sanguigna intorno alla sostanza del cervello di natura distrofica possono portare a un disturbo della psiche umana. In vista della distrofia vascolare, la pressione arteriosa può aumentare, può verificarsi un ictus, nonché i fenomeni cerebrali iperintensi. Ma può anche accadere che le lesioni subcorticali non si manifestino in modo sintomatico..

La gliosi è una patologia cerebrale separata che può essere determinata solo utilizzando la risonanza magnetica (il numero di formazioni, dove si trovano i fuochi e come sono localizzati). La gliosi è una delle malattie che non ha sintomi pronunciati, quindi la risonanza magnetica può dare una risposta esaminando il cervello e spiegando i disturbi che sono comparsi, rendendo più facile trovare le cause delle complicanze che compaiono sullo sfondo della gliosi.

Gliosi è cicatrici, punti neri da cellule di gliosi in crescita anormale che possono espandersi e addensarsi nel tempo. Le cellule glia sostituiscono i neuroni danneggiati. E questo è un cambiamento innaturale: quando ciò accade, significa che queste formazioni sono patologiche. Di solito la gliosi si sviluppa sullo sfondo di malattie precedenti. Molto spesso è determinato per caso, durante gli esami generali o dopo aver subito gravi malattie o lesioni.

Nell'immagine, i fuochi della gliosi appaiono come punti bianchi o punti e punti neri. Il numero di tali inclusioni può essere contato utilizzando il numero di cellule del sistema nervoso centrale (sistema nervoso centrale) e cellule gliali per unità di volume. Il numero di cellule di tali escrescenze già formate è direttamente proporzionale al volume delle lesioni guarite nell'area dei tessuti molli della testa.

La formazione di gliosi, come menzionato sopra, può verificarsi a causa di una serie di malattie, tra cui encefalite, epilessia, ipertensione (prolungata), encefalopatia, sclerosi multipla, sclerosi tubercolare - malattie associate al sistema nervoso centrale.

I sintomi della gliosi sono imprecisi, ma è possibile identificare alcune delle manifestazioni più caratteristiche, vale a dire:

  • picchi di pressione;
  • mal di testa persistente che sono cronici;
  • sviluppo e manifestazione di malattie del sistema nervoso centrale.

Le conseguenze di questo tipo di focolai sono le seguenti:

  • disturbi circolatori nel cervello, nonché disturbi circolatori negli organi interni e nei tessuti;
  • la comparsa e la progressione della sclerosi multipla;
  • crisi ipertensive;

È anche importante notare che non una sola persona ha una norma assoluta per lo sviluppo del cervello umano. In effetti, i medici, quando formano una diagnosi, partono da una serie di risultati dettagliati della risonanza magnetica:

  • la presenza di formazioni, il loro numero, forma, contorni e posizione;
  • chiarezza di formazione e macchie;
  • le ombre e le illuminazioni risultanti;
  • possibili difetti e intensità dell'immagine della risonanza magnetica;
  • tenendo conto delle peculiarità di una singola malattia della testa e di come viene visualizzata sull'immagine (sindromi da raggi X).

La risonanza magnetica è uno dei metodi di esame, ma grazie alla risonanza magnetica, è possibile riconoscere lo sviluppo di una malattia cerebrale in una fase precoce, fare la diagnosi corretta e scegliere le tattiche di trattamento più corrette.

Domanda-risposta: genesi vascolare

Sulla risonanza magnetica è stata fatta la conclusione # 8212; Immagine MR di singoli cambiamenti focali nella sostanza del cervello, probabilmente di natura distrofica. Ciao! La mamma ha fatto una risonanza magnetica nella conclusione scritta. molte lesioni focali della sostanza bianca del cervello sono molto probabilmente di origine vascolare.

Le lesioni cerebrali focali possono essere causate da traumi, malattie infettive, atrofia vascolare e molti altri fattori. La risonanza magnetica per le lesioni focali del cervello aiuta a identificare il problema nelle prime fasi, coordinare la terapia farmacologica. Tutti i disturbi del cervello si riflettono nelle naturali funzioni quotidiane della vita umana..

I cambiamenti nella genesi vascolare possono portare a disturbi mentali, aumentare la pressione sanguigna, ictus e altre spiacevoli conseguenze. Ipertensione # 8212; la mancanza di apporto di ossigeno al cervello causata dalla distrofia vascolare porta al fatto che il cervello accelera e aumenta la circolazione sanguigna. Sindrome del dolore # 8212; mal di testa cronico, emicrania può indicare la necessità di un esame generale del paziente.

I principali segni della presenza di disturbi focali

Cosa fare con un cambiamento focale nella sostanza del cervello dovrebbe essere detto dal medico, ma il paziente stesso può sospettare la presenza di patologia. La malattia è spesso di origine post-ischemica. È caratterizzato da una violazione del flusso sanguigno in una delle sezioni dell'emisfero (emisfero). Alcune persone trovano difficile capire di cosa si tratta, quindi per comodità, lo sviluppo dei cambiamenti nella sostanza cerebrale è stato diviso in 3 fasi:

  • Primo passo. In questa fase, non compaiono segni di lesioni focali nella materia cerebrale. Il paziente può avvertire solo una leggera debolezza, vertigini e apatia. Occasionalmente disturbi del sonno e mal di testa. Le voci della genesi vascolare sono solo incipiente e ci sono piccole interruzioni nel flusso sanguigno;
  • Seconda fase. Con lo sviluppo della patologia, il decorso della malattia si aggrava. Ciò si manifesta sotto forma di emicrania, diminuzione delle capacità mentali, ronzio nelle orecchie, scoppi di emozioni e nel disordine di coordinazione dei movimenti;
  • Terza fase. Se la malattia ha raggiunto questo stadio, i cambiamenti focali nella sostanza bianca del cervello hanno conseguenze irreversibili. La maggior parte dei neuroni muore e il tono muscolare del paziente diminuisce rapidamente. Nel tempo compaiono sintomi di demenza (demenza), i sensi cessano di svolgere le loro funzioni e la persona perde completamente il controllo sui suoi movimenti.

I focolai sottocorticali nella sostanza bianca, localizzati sotto la corteccia cerebrale, potrebbero non apparire affatto per molto tempo. Diagnosticano tali guasti principalmente per caso.

I cambiamenti nella sostanza bianca dei lobi frontali appaiono notevolmente più attivi e principalmente sotto forma di una diminuzione delle capacità mentali.

  • Disturbi psicosomatici minori;
  • Sensazione di rumore, fischi, soffocamento nelle orecchie;
  • Perdita temporanea dell'udito, della vista;
  • Diminuzione dell'attività intellettuale;
  • Decadimento cognitivo;
  • Ipertensione;
  • Colpi di diversa gravità ed eziologia;
  • Distrofia dei vasi cerebrali;
  • Crisi epilettiche;
  • Danno ischemico al tessuto;
  • Il dolore alla testa diventa cronico;
  • La contrazione del tessuto muscolare si verifica involontariamente, c'è una violazione del coordinamento dei movimenti, rigidità delle fibre muscolari;
  • Altri segni di una patologia del sistema vascolare nel cervello: sensazione di un velo davanti agli occhi, instabilità nello spazio, barcollamento, ondeggiamento su uno o entrambi i lati del corpo, vertigini quando si sposta il corpo o si solleva il corpo in posizione orizzontale.

Uno dei sintomi principali è l'ipertensione. Dopotutto, se la circolazione sanguigna nel cervello è compromessa, soffrirà di una mancanza di ossigeno e questo, a sua volta, porterà immediatamente ad un'accelerazione dei segnali sull'afflusso di sangue al cervello, aumentando così la pressione sanguigna. Inoltre, in una persona malata possono verificarsi anche crisi epilettiche..

Vari disturbi mentali sono anche il principale segno di danno cerebrale focale. In effetti, con fenomeni patologici negli spazi subaracnoidi, si verificano spesso emorragie. Ciò può anche portare a formazioni nel fondo, oscuramento e altri sintomi manifestati nel fondo..

Un possibile ictus o microstroke è anche il sintomo principale. I cambiamenti focali nel cervello sono di solito chiaramente visibili sulla risonanza magnetica, il che rende possibile determinare lo stato pre-ictus. Ciò consentirà al medico di prescrivere immediatamente il giusto trattamento. I segni più evidenti di danno possono essere considerati contrazioni muscolari involontarie singole e multiple, piccole e grandi.

E, naturalmente, nessuna eccezione è il dolore. Emicrania, mal di testa frequenti e gravi indicano chiaramente disturbi multifocali..

Gruppi a rischio

Se non ci sono segni della malattia, è consigliabile scoprire quali gruppi di rischio ci sono per questa malattia. Secondo le statistiche, la lesione focale si verifica spesso in presenza di tali patologie:

  • Aterosclerosi;
  • Alta pressione;
  • VSD (distonia vegetativa-vascolare);
  • Diabete;
  • Patologia del muscolo cardiaco;
  • Stress costante;
  • Lavoro sedentario;
  • Abuso di cattive abitudini;
  • Sovrappeso.

I danni alla sostanza bianca del cervello di origine vascolare possono apparire a causa di cambiamenti legati all'età. Di solito piccole lesioni singole sono state osservate in persone con più di 60 anni.

Natura distrofica del danno

Oltre al danno causato dalla genesi vascolare, esistono altri tipi di malattia, ad esempio singoli cambiamenti focali nella sostanza cerebrale di natura distrofica. Questo tipo di patologia si verifica a causa della mancanza di nutrizione. Le ragioni di questo fenomeno sono le seguenti:

  • Afflusso di sangue indebolito;
  • Osteocondrosi del rachide cervicale nella fase acuta;
  • Malattie oncologiche;
  • Ferita alla testa.

I danni alla sostanza cerebrale di natura distrofica si manifestano di solito a causa della mancanza di nutrizione dei tessuti cerebrali. In questo caso, il paziente ha sintomi:

  • Diminuzione dell'attività cerebrale;
  • Demenza;
  • Mal di testa;
  • Indebolimento del tessuto muscolare (paresi);
  • Paralisi di alcuni gruppi muscolari;
  • Vertigini.

Oltre ai cambiamenti nella natura discircolatoria, una malattia con sintomi simili è costituita da singoli cambiamenti focali nella sostanza cerebrale di natura distrofica a causa della mancanza di nutrienti. Questa malattia colpisce persone che sono sopravvissute a un trauma cranico, che soffrono di ischemia, osteocondrosi cervicale nella fase acuta e pazienti a cui è stato diagnosticato un tumore cerebrale benigno o maligno.

A causa del fatto che i vasi che forniscono una certa area del cervello non possono svolgere pienamente le loro funzioni, i tessuti in questa area non ricevono tutti i nutrienti necessari. Il risultato di una tale "fame" dei tessuti nervosi è mal di testa, vertigini, riduzione delle capacità intellettuali e della capacità di lavoro e, nelle fasi finali, sono possibili demenza, paresi, paralisi..

Nonostante la gravità di queste malattie e la complessità della loro diagnosi, ogni persona può ridurre significativamente il rischio di cambiamenti focali nella materia cerebrale. Per fare questo, è sufficiente abbandonare le cattive abitudini, condurre uno stile di vita sano e attivo, evitare il lavoro eccessivo e lo stress, mangiare cibi sani e salutari e sottoporsi a una visita medica preventiva 1-2 volte l'anno.

Oltre ai cambiamenti nella natura discircolatoria, una malattia con sintomi simili è costituita da singoli cambiamenti focali nella sostanza cerebrale di natura distrofica a causa della mancanza di nutrienti. Questa malattia colpisce persone che sono sopravvissute a un trauma cranico, che soffrono di ischemia, osteocondrosi cervicale nella fase acuta e pazienti a cui è stato diagnosticato un tumore cerebrale benigno o maligno.

A causa del fatto che i vasi che forniscono una certa area del cervello non possono svolgere pienamente le loro funzioni, i tessuti in questa area non ricevono tutti i nutrienti necessari. Il risultato di una tale "fame" dei tessuti nervosi è mal di testa, vertigini, riduzione delle capacità intellettuali e della capacità di lavoro e, nelle fasi finali, sono possibili demenza, paresi, paralisi..

Diagnostica

Nella maggior parte delle persone, con l'età, i cambiamenti focali nella sostanza compaiono a causa della distrofia dei tessuti o a causa di interruzioni del flusso sanguigno. Possono essere visti usando la risonanza magnetica (MRI):

  • Cambiamenti nella corteccia cerebrale. Tale attenzione si verifica principalmente a causa del blocco o della costrizione dell'arteria vertebrale. Ciò è generalmente dovuto a anomalie congenite o allo sviluppo di aterosclerosi. In rari casi, insieme alla comparsa di un focus nella corteccia cerebrale, si verifica un'ernia vertebrale;
  • Molteplici cambiamenti focali. La loro presenza di solito indica una condizione pre-ictus. In alcuni casi, possono prevenire la demenza, l'epilessia e altri processi patologici associati all'atrofia vascolare. Se vengono rilevati tali cambiamenti, è necessario iniziare un corso di terapia urgente per prevenire conseguenze irreversibili;
  • Cambiamenti micro-focali. Tale danno si trova praticamente in ogni persona dopo il volo. Puoi vederli con l'uso di un mezzo di contrasto solo se sono di natura patologica. Piccoli cambiamenti focali non si manifestano particolarmente, ma quando si sviluppano possono causare un ictus;
  • Cambiamenti subcorticali e periventricolari nella sostanza bianca dei lobi frontale e parietale. Questo tipo di lesione si verifica a causa della pressione sanguigna costantemente alta, soprattutto se la persona ha avuto una crisi ipertensiva. A volte piccoli fuochi singoli sono congeniti. Il pericolo deriva dalla proliferazione di lesioni nella sostanza bianca dei lobi frontale e parietale sottocorticale. In una tale situazione, i sintomi progrediscono gradualmente..

Se una persona è a rischio, eseguire una risonanza magnetica del GM (cervello) una volta all'anno. Altrimenti, è consigliabile fare un tale esame ogni 2-3 anni per la prevenzione. Se la risonanza magnetica mostra un'elevata ecogenicità del focus della genesi disculatoria, ciò può indicare la presenza di una malattia oncologica nel cervello..

La patologia del tessuto cerebrale nelle prime fasi è mal diagnosticata, poiché il paziente raramente arriva all'appuntamento del medico con i suoi reclami.

Con evidenti manifestazioni di sintomi, il paziente viene inviato dal terapeuta per una consultazione con un neuropatologo.

Il neurologo esegue la raccolta dell'anamnesi, l'esame esterno per la presenza di anomalie neuropsicologiche e test di funzionalità riflessa. Sulla base dei reclami e dell'esame, il medico decide in che modo verrà eseguito l'esame:

  • Analisi del sangue biochimica, coagulogramma, zucchero, colesterolo;
  • Analisi dello stato del metabolismo dei grassi;
  • Misurazione della pressione sanguigna, suo monitoraggio giornaliero;
  • Controllo Doppler del sistema vascolare della testa e della colonna cervicale;
  • Risonanza magnetica;
  • elettrocardiografia;
  • Consultazione dei medici, se necessario: cardiologo, nefrologo, oculista.

Poiché i cambiamenti focali discircolatori per lungo tempo sono simili alla sindrome da affaticamento cronico, la malattia richiede una diagnosi accurata. La diagnosi viene stabilita dopo un esame approfondito e un'osservazione di sei mesi da parte di un neurologo. La base per un parere medico sulla natura della patologia è la presenza costante dei sintomi principali.

Quando si applica, il medico prescrive un esame completo, che consiste nei seguenti metodi:

  • Ricerche di laboratorio Controlla la composizione del sangue, determinando la presenza di fattori negativi. Ciò richiede esami del sangue generali e biochimici, un coagulogramma. Determina anche il livello di colesterolo e zucchero.
  • Monitoraggio costante della pressione sanguigna.
  • ECG ed EchoCG.
  • Ecogramma ed elettroencefalografia del cervello.
  • MRI.
  • Esame del fondo.

Come risultato dei cambiamenti patologici discircolatori nei tessuti strutturali del cervello, compaiono segni morfologici caratteristici. Vengono diagnosticati utilizzando metodi di risonanza magnetica: RM nucleare, risonanza magnetica e angiografia.

L'esame RM consente di identificare i focolai dell'encefalopatia discircolatoria, localizzare la loro posizione esatta e determinare la causa dei cambiamenti patologici nel cervello.

  • Trasformazioni diffuse della corteccia cerebrale. Un fattore provocante è la patologia congenita o acquisita delle arterie cerebrali o spinali (ernia del disco cervicale, trombosi arteriosa o restringimento del lume).
  • Danno tissutale focale multiplo. Questa patologia precede lo sviluppo di un ictus. Questa condizione è caratteristica dell'atrofia vascolare senile o patogenetica che accompagna demenza, epilessia, atassia.
  • Cambiamenti micro-focali legati all'età. Il loro aspetto è tipico per il tessuto cerebrale dopo 55 anni, poiché con l'età, i tessuti strutturali sono sempre più soggetti a cambiamenti endogeni. La risonanza magnetica diagnostica solo quei microdamaggi che derivano da influenze esterne negative.
  • Focolai discircolatori nella sostanza strutturale bianca dei lobi parietali o frontali. La ragione di tali cambiamenti è l'ipertensione dallo stadio di esacerbazione, o tale struttura tissutale è dovuta alla formazione nel periodo di sviluppo prenatale (congenito).
  • Cambiamenti nella corteccia cerebrale. Tale attenzione si verifica principalmente a causa del blocco o della costrizione dell'arteria vertebrale. Ciò è generalmente dovuto a anomalie congenite o allo sviluppo di aterosclerosi. In rari casi, insieme alla comparsa di un focus nella corteccia cerebrale, si verifica un'ernia vertebrale;
  • Molteplici cambiamenti focali. La loro presenza di solito indica una condizione pre-ictus. In alcuni casi, possono prevenire la demenza, l'epilessia e altri processi patologici associati all'atrofia vascolare. Se vengono rilevati tali cambiamenti, è necessario iniziare un corso di terapia urgente per prevenire conseguenze irreversibili;
  • Cambiamenti micro-focali. Tale danno si trova praticamente in ogni persona dopo 50-55 anni. Puoi vederli con l'uso di un mezzo di contrasto solo se sono di natura patologica. Piccoli cambiamenti focali non si manifestano particolarmente, ma quando si sviluppano possono causare un ictus;
  • Cambiamenti subcorticali e periventricolari nella sostanza bianca dei lobi frontale e parietale. Questo tipo di lesione si verifica a causa della pressione sanguigna costantemente alta, soprattutto se la persona ha avuto una crisi ipertensiva. A volte piccoli fuochi singoli sono congeniti. Il pericolo deriva dalla proliferazione di lesioni nella sostanza bianca dei lobi frontale e parietale sottocorticale. In una tale situazione, i sintomi progrediscono gradualmente..

Se una persona è a rischio, eseguire una risonanza magnetica del GM (cervello) una volta all'anno. Altrimenti, è consigliabile fare un tale esame ogni 2-3 anni per la prevenzione. Se la risonanza magnetica mostra un'elevata ecogenicità del focus della genesi disculatoria, ciò può indicare la presenza di una malattia oncologica nel cervello..

Metodi di esame aggiuntivi

Il trattamento dei cambiamenti focali di solito consiste in cambiamenti nello stile di vita e nell'eliminazione della causa del loro sviluppo. Si consiglia di rilevare immediatamente il problema per poterlo rallentare. Per fare ciò, è necessario sottoporsi a un esame completo ogni anno..

Il metodo principale per diagnosticare questa patologia è la risonanza magnetica del cervello, in cui vengono determinati focolai iperintensi, infarti minori, degenerazione postischemica ed espansione del sistema ventricolare. Il numero di attacchi di cuore può variare da uno a più casi, il diametro è fino a 2,5 cm e piccoli cambiamenti focali indicano che questa è una lesione così grave che può portare alla disabilità del paziente. È in questo luogo che soffre la circolazione sanguigna.

Viene utilizzata l'ecografia Doppler, la scansione duplex, che può mostrare un flusso sanguigno alterato sotto forma di asimmetria, stenosi, occlusione di grandi vasi, aumento del flusso sanguigno venoso, placche aterosclerotiche.

La tomografia computerizzata ti permetterà di vedere solo le tracce degli attacchi cardiaci trasferiti sotto forma di lacune riempite di liquido cerebrospinale, cioè cisti. Viene anche determinato il diradamento: atrofia della corteccia cerebrale, espansione dei ventricoli, idrocefalo comunicante.

L'essenza del problema

Il cervello richiede una costante "alimentazione" di sangue. Entra in contatto con la sostanza bianca, diffondendo le sostanze necessarie attraverso l'organo. Senza una fornitura sistematica di ossigeno e glucosio, le connessioni neurali iniziano a morire. Questa condizione si chiama ipossia. Entro 5 minuti da questo stato, inizia a formarsi la necrosi, rendendo impossibile il ripristino dei tessuti. Senza assistenza medica, una persona perderà la maggior parte delle sue funzioni cognitive e morirà. Pertanto, la distruzione del liquido cerebrale deve essere trattata. Il recupero completo del paziente non è sempre possibile. Le medicine ti permettono di controllare lo sviluppo della patologia e condurre una vita normale.

Tuttavia, non tutte le malattie bloccano immediatamente l'accesso del cervello al sangue. A volte tutto inizia con cambiamenti focali nella sostanza cerebrale di natura discircolatoria. Il corpo per sua natura ha una sorta di rete di sicurezza in questo caso: le navi sono dotate di canali speciali che forniscono alle singole parti dell'organo sangue aggiuntivo se la vena principale non può farcela. Ma questo meccanismo non è sempre efficace. Non funzionerà se i fuochi della distruzione sono troppo estesi. Inoltre, possono essercene diversi, il che riduce la possibilità di un completo restauro dell'organo..

Fasi di sviluppo

La malattia può comparire improvvisamente o progredire lentamente. Un cambiamento focale in una sostanza di natura discircolatoria provoca sempre danni al cervello in una o più aree. In assenza di un trattamento tempestivo, la malattia può diventare cronica. Quindi la situazione si sviluppa lentamente fino alla morte della persona. È importante riconoscere i sintomi di questo disturbo in tempo e iniziare il corretto corso del trattamento..

Nella prima fase, potrebbero non esserci quasi segni di malattia. Durante la diagnosi, il medico può nominare accuratamente non solo la patologia, ma anche il suo stadio. All'inizio, il paziente non mostra quasi nessun sintomo di disturbi circolatori nel cervello. A causa di segni lievi, l'esame potrebbe non dare risultati, quindi è necessario dire al medico anche sottili deviazioni dal benessere. Solo con specifici reclami lo specialista avrà la possibilità di riconoscere i cambiamenti focali nella sostanza prima che appaiano conseguenze irreversibili. Nel secondo stadio, le trasformazioni nel cervello di natura vascolare diventano distruttive:

  • i tessuti iniziano a morire;
  • la necrosi appare sulle navi;
  • la materia grigia (fluido cerebrale) muore;
  • le funzioni cognitive del paziente sono compromesse;
  • compaiono sintomi di ipossia.

I medici distinguono tra i cambiamenti multi-infarto nella sostanza di origine vascolare e ischemica. Il primo si verifica a causa di costanti cadute di pressione. Questo logora le pareti delle vene e dei capillari, causando micro-colpi in diverse parti del cervello. Tali patologie provocano la distruzione irreversibile dei tessuti, che è difficile da diagnosticare allo stadio I. La causa di questa condizione è spesso l'ipertensione arteriosa. Non meno spesso, questa patologia si sviluppa sullo sfondo della fibrillazione atriale.

Cambiamenti ischemici nella sostanza del cervello di natura residua si verificano a causa del restringimento delle arterie e delle vene. La violazione del flusso sanguigno si verifica a causa di lesioni diffuse dei tessuti degli organi. Tale patologia si sviluppa con malattia aterosclerotica o trombosi. A differenza dei disturbi multi-infarto, i cambiamenti ischemici hanno sintomi improvvisi che possono portare alla morte in un breve periodo di tempo. Questo tipo di lesione comprende la malattia di Binswanger. Può essere sia una causa principale che una conseguenza della diffusa distruzione della sostanza bianca. La patologia è incurabile e, a causa del suo rapido sviluppo, è pericolosa anche per gli adolescenti. In breve tempo, una persona con una tale diagnosi può trasformarsi da uno scienziato in una persona debole, perché le rotture di sostanze causano demenza prematura e disturbi neurologici.

Possibili cause di patologia

Cambiamenti focali singoli e multipli nella sostanza del cervello di natura discircolatoria possono apparire a causa di molte malattie che cambiano la composizione del sangue o causano la distruzione dei vasi sanguigni. L'osteocondrosi diventa una delle ragioni più comuni per lo sviluppo di questa patologia. La malattia spinale può influenzare la circolazione comprimendo un'arteria. A causa della scarsa circolazione del fluido, il cervello non smette di funzionare, ma viene lentamente distrutto, il che porta a necrosi tissutale irreversibile.

Non meno spesso, la patologia si sviluppa a causa di lesioni alla colonna cervicale. La causa può essere non solo un incidente o uno shock, ma anche sport ordinari. Ad esempio, spesso si verificano lesioni alla colonna cervicale a causa di tentativi di eseguire un'asana yoga difficile o l'esecuzione impropria di un trucco di ginnastica. Anche un leggero spostamento dell'osso provoca un parziale blocco del flusso sanguigno. Nei casi più gravi, c'è ipossia completa. Senza un trattamento di emergenza, una persona con una lesione della vertebra cervicale potrebbe morire.

A volte si verificano cambiamenti focali nella sostanza del cervello di natura discircolatoria a causa di malattie cardiache. Ad esempio, con un infarto, la circolazione sanguigna è compromessa. Il fluido smette di fornire glucosio e ossigeno al cervello, innescando la necrosi dei tessuti. Nei pazienti oncologici, il tumore può interferire con il normale funzionamento dell'organo o creare blocchi dalle sue dimensioni. A rischio sono le persone con:

  • stress cronico;
  • stadio di obesità I e II;
  • diabete mellito;
  • ipertensione arteriosa;
  • aterosclerosi;
  • infiammazione delle meningi del cervello (aracnoidite, leptomeningite, pachimeningite);
  • Infezione da HIV;
  • disturbi metabolici;
  • le conseguenze dell'ictus ischemico;
  • sclerosi multipla;
  • disturbi circolatori causati da ictus, alterazioni distrofiche o infarto;
  • angiopatia amloide;
  • iperomocisteinemia.

Sintomi

È molto difficile diagnosticare un danno alla sostanza cerebrale nella fase I, perché durante questo periodo, i segni della malattia sono assenti o scarsamente espressi. Pertanto, è necessario consultare un medico se si presenta uno di questi sintomi. Il loro aspetto significa che un cambiamento focale nel fluido cerebrale di natura discircolatoria si è trasformato in una forma più aggressiva. Questo indica necrosi tissutale. Piccoli danni possono essere invertiti. Tuttavia, un danno grave porta alla morte o alla demenza per tutta la vita.

Quando la materia bianca viene distrutta, si verifica un'interruzione del funzionamento del cervello. Causano sintomi, indicando cambiamenti focali nella materia bianca di natura discircolatoria. Questi segni includono:

  • improvvisi spasmi muscolari;
  • emicrania e mal di testa in assenza di ragioni oggettive;
  • paralisi temporanea o permanente;
  • disturbo del linguaggio (una persona parla indistintamente, balbetta, salta le lettere);
  • convulsioni e convulsioni epilettiche;
  • diminuzione della memoria e delle capacità cognitive;
  • disturbi mentali (soprattutto senza ereditarietà e altre ragioni per lo sviluppo della malattia);
  • vertigini e nausea persistente;
  • ipertensione;
  • compromissione della vista, offuscamento, perdita di discriminazione cromatica.

Diagnostica

Per i sintomi minori, il medico può ordinare un esame del sangue e delle urine per escludere altre condizioni. Se gli studi non rivelano anomalie, il paziente riceve un rinvio per una risonanza magnetica. Questo esame ti consente di vedere le condizioni generali del cervello e persino di rilevare piccoli colpi. Tuttavia, l'apparato non rileva sempre piccole lesioni. Con un trattamento improprio, i segni di cambiamenti focali nella sostanza cerebrale di natura discircolatoria non scompaiono. In questo caso, è possibile iscriversi nuovamente all'esame o contattare un'altra clinica per una diagnosi..

Quando prescrive il trattamento, uno specialista si concentra non solo sulla causa principale della malattia. È possibile determinare la patologia e il suo stadio in base alla posizione del focus dei cambiamenti nella sostanza bianca. La malattia è divisa in 3 tipi in base al sito di distruzione del liquido cerebrale:

  1. I cambiamenti focali di natura discircolatoria nel lobo frontale significano che una persona ha avuto una crisi ipertensiva. Le condizioni patologiche di questa parte del cervello possono indicare ipertensione. Le lesioni lievi sono congenite. Non rappresentano una minaccia per la vita, tuttavia, il loro sviluppo deve essere costantemente monitorato..
  2. Grandi lesioni degli emisferi possono indicare il blocco dei vasi sanguigni a causa di lesioni spinali. Il difetto può anche essere causato da una curvatura congenita, crescita o manifestazione di aterosclerosi. Spesso la causa è un'ernia intervertebrale.
  3. Lesioni multiple alla risonanza magnetica indicano che si è sviluppata una grave patologia. Tali disturbi richiedono un trattamento immediato per prevenire la demenza prematura. La distrofia della sostanza cerebrale può portare a una condizione pre-ictus.

Metodi di trattamento

Poiché la distruzione della sostanza bianca è una grave interruzione del funzionamento del corpo, è impossibile scegliere i farmaci da soli. Con il corso sbagliato del trattamento, la situazione può peggiorare. Se non si adottano misure, nel tempo, a causa della necrosi del tessuto cerebrale, si svilupperà la demenza e, successivamente, ciò porterà alla morte. Il corso del trattamento deve essere prescritto solo da un medico che abbia familiarità con la storia medica..

In alcuni casi, i farmaci non sono prescritti. Ad esempio, se le piccole lesioni sono congenite e non progrediscono, il paziente non ha bisogno di terapia. Tuttavia, deve sottoporsi a un esame una volta all'anno per monitorare il decorso della malattia e, se si sviluppa, per agire in tempo. Nel tempo, tali patologie possono scomparire o peggiorare, quindi una persona a cui è stata diagnosticata una lesione della sostanza bianca dovrebbe cercare aiuto se si verificano sintomi di questo disturbo..

Terapia farmacologica

Per il trattamento dei cambiamenti focali della sostanza bianca, vengono utilizzati diversi farmaci in combinazione con i cambiamenti dello stile di vita. I farmaci sono necessari per trattare la causa della rottura del liquido cerebrale. I farmaci stabilizzano il lavoro dei vasi sanguigni, migliorano l'afflusso di sangue. Alcuni di essi fluidificano anche il sangue, quindi è necessario consultare il proprio medico prima di assumere qualsiasi pillola. In presenza di aneurismi o altre patologie, la mancanza di viscosità fluida può essere fatale. Per il trattamento dei cambiamenti focali nella sostanza cerebrale sono prescritti:

  • Pentoxifylline;
  • Cinnarizina;
  • Vinpocetine;
  • Dihydroerocriptine.

I medici selezionano i farmaci in base alla loro capacità di bloccare il calcio e normalizzare la pressione sanguigna. Questi farmaci agiscono come agenti neuroprotettivi come la cerebrolisina. Se il paziente ha bisogno di antiossidanti o farmaci antiipossici, gli viene prescritto Piracetam o Citoflavina. I farmaci vestibulotropi alleviano sintomi come instabilità quando si cammina, vertigini. Sono in grado di semplificare la vita quotidiana di una persona che soffre per anni dalla distruzione del liquido cerebrale..

Trattamento di compromissione cognitiva

La distruzione della sostanza bianca influisce negativamente sulla capacità mentale di una persona. La memoria è compromessa, il centro vocale soffre. A volte la malattia provoca lo sviluppo di disturbi mentali. Se la tua memoria a breve termine è compromessa e hai problemi di concentrazione, il medico prescriverà Donepezil. Stimola gli impulsi neurali e migliora la qualità del loro passaggio. Dopo 2-3 giorni di assunzione di questo farmaco nei pazienti, le allucinazioni scompaiono, l'apatia scompare. Il farmaco aiuta con ripetizioni automatiche dello stesso tipo di movimento. Le medicine per il sollievo dei disturbi cognitivi sono selezionate individualmente, perché avere controindicazioni. Ad esempio, Rivastigmine è vietato per l'uso da parte di persone con ulcere allo stomaco. Aggrava i problemi cardiovascolari, difficoltà respiratorie e problemi intestinali.

Poiché i cambiamenti focali nella materia bianca di natura discircolatoria spesso causano disturbi emotivi, i medici prescrivono spesso farmaci adeguati per sopprimere le emozioni negative. Se non trattati, questi sintomi possono portare a depressione cronica o disturbo d'ansia. Per fermare esplosioni emotive e depressione, vengono prescritti antidepressivi. Per il trattamento, vengono utilizzati inibitori selettivi. Mezzi di questo tipo possono essere acquistati in farmacia solo con prescrizione medica..

Per ripristinare le capacità mentali, vengono prescritti farmaci nootropici. Stimolano i neuroni e aiutano a ripristinare le capacità cognitive anche con danni cerebrali significativi. Dopo aver assunto stimolanti neurometabolici, le prestazioni del cervello vengono rapidamente ripristinate. Nei pazienti che assumono tali farmaci, aumenta l'apprendimento e migliora la memoria.

Trattamento dei disturbi del linguaggio

Se un paziente ha problemi con la pronuncia a causa della distruzione della sostanza bianca, deve visitare sistematicamente un logopedista. A volte è possibile ripristinare quasi completamente le funzioni vocali. Tutto dipende dal grado di danno cerebrale. I cambiamenti discircolatori possono influenzare notevolmente le espressioni facciali. Pertanto, al paziente viene prescritta la ginnastica per la bocca, che gli restituisce la capacità di controllare i muscoli della mascella e delle labbra..

Dieta

Con la distruzione del midollo, deve essere prescritta una corretta alimentazione. Molto spesso, gli esperti prescrivono il menu numero 10. Innanzitutto, è necessario allineare la dieta. Devi mangiare da 4 a 6 volte al giorno. La cena dovrebbe essere entro e non oltre 2 ore prima di coricarsi. La dieta non consente più di 7 g di sale. È necessario consumare abbastanza liquido: almeno 1,2 litri. È consentito bere non solo acqua. Altre bevande sono anche adatte, dalla frutta in umido alle zuppe..

La tabella di dieta numero 10 è considerata leale, perché dal menu mancano solo piatti grassi e salati. Il resto della frutta, verdura e carne non può essere mangiato. L'elenco di accettabili comprende:

  1. Eventuali cereali cotti in acqua o latte. L'uso della pasta è accettabile.
  2. Dalla carne, puoi mangiare solo carne magra, pollo, tacchino e vitello. È consentito qualsiasi pesce. Tuttavia, le specie più grasse devono essere escluse. Ad esempio, la carne di pesce gatto non funziona anche se bollita..
  3. La salsiccia può essere consumata solo in piccole quantità.
  4. È consentito consumare non più di 1 uovo al giorno, cotto sotto forma di frittata. Può essere sodo o aggiunto ad un altro piatto.
  5. Ne trarranno beneficio frutta e bacche fresche.
  6. Dalle verdure nella dieta dovrebbero essere presenti: patate, zucchine, cavolfiori, cetrioli, zucca, lattuga, barbabietole, carote e pomodori. È necessario ridurre il consumo di cavoli e piselli.
  7. I prodotti lattiero-caseari sono accettabili, ad eccezione di panna acida, formaggio e panna.
  8. Non è necessario privarsi dei dolci. Tuttavia, un consumo eccessivo di panna, miele o marmellata è inaccettabile. Non puoi mangiare cioccolato.
  9. Dalle bevande puoi bere tè nero, caffè con latte, succhi e brodo di rosa canina. Occasionalmente puoi consumare una piccola quantità di succo d'uva.