L'aneurisma è una formazione patologica sotto forma di espansione locale dell'arteria sanguigna del cervello a causa di una parete vascolare debole, anelastica e diluita. La malattia è grave e può essere fatale. È pericoloso dalla rottura della nave nel sito di espansione, dopo di che si verifica un'emorragia subaracnoidea o intracerebrale.

Aneurisma sui risultati dell'angiografia.

Fino al momento della crisi, la malattia può svilupparsi in modo asintomatico, a volte dare lievi sintomi neurologici, che possono essere facilmente confusi con altre malattie non pericolose. Spesso una persona non presume di avere una "bomba" in testa che si è "nascosta" per anni, ma può esplodere in qualsiasi momento. Dopo che la nave esplode e il sangue fuoriesce da essa, riempiendo le strutture del cervello, l'aneurisma si manifesta già in piena potenza. I segni fondamentali di un'emorragia che si sono verificati sono un improvviso, forte mal di testa e perdita di coscienza. Sfortunatamente, l'assistenza medica tardiva di solito finisce in tragedia..

La malattia può manifestarsi a qualsiasi età, ma è più comune nei giovani (20-45 anni) e nelle persone di mezza età (45-60 anni). La percentuale generale di morbilità nella popolazione adulta varia dallo 0,3% al 5%; nei bambini, gli aneurismi sono un fenomeno molto raro. Secondo le statistiche, a causa di un'emorragia cerebrale improvvisa dovuta ad aneurismi, il 30% -50% delle persone muore, il 15% -30% diventa disabile e solo il 20% circa ritorna a una capacità lavorativa relativamente normale. Sì, i numeri sono deludenti, ma con una diagnosi precoce e un trattamento tempestivo, anche una tale formidabile attenzione nel cervello può essere neutralizzata con successo.

Cosa può influenzare la formazione di un aneurisma vascolare, che tipo è, come prevenire una tragedia, è importante che tutti lo sappiano. Quindi, andiamo alla cosa principale in dettaglio..

Le ragioni per lo sviluppo di aneurismi

Fattori sfavorevoli che aumentano i rischi di una malattia grave sono le conseguenze di determinate patologie e stile di vita, questi sono:

  • eventuali malattie del tessuto connettivo (colpiscono i vasi, rendendoli deboli e anelastici);
  • ipertensione arteriosa e ipertensione (la pressione alta aumenta il carico sulle formazioni vascolari, portando a un allungamento eccessivo delle loro pareti);
  • dipendenza da fumo, alcol, droghe (sotto l'influenza di sostanze tossiche, i tessuti vascolari vengono attivamente distrutti, che è irto di insorgenza di un aneurisma, un rapido aumento del suo volume e stimolazione della rottura);
  • danno meccanico (trauma cranico), provocando cambiamenti funzionali e degenerativi nelle arterie cerebrali;
  • fenomeni aterosclerotici e infettivi (meningite, infezione fungina, endocardite, ecc.), di cui soffre notevolmente la qualità della componente arteriosa del cervello;
  • neoplasie intracraniche di forma benigna o maligna (violano la forza delle pareti vascolari, possono accelerare la rottura di un aneurisma esistente).

Un fattore genetico è spesso responsabile della formazione di aneurismi cerebrali. Tu e tutti i membri della tua famiglia dovresti essere esaminato urgentemente se è noto che uno dei tuoi parenti diretti è associato a questa diagnosi.

Classificazione degli aneurismi cerebrali

Gli aneurismi vascolari del cervello in neurochirurgia sono generalmente classificati in base alla loro posizione, forma, dimensione e numero di camere nella formazione. Considera ogni parametro.

  1. Su base locale, la sporgenza patologica è:
  • arteria cerebrale / connettiva anteriore (si verifica nel 45% dei casi);
  • divisione interna dell'arteria carotide (nel 30%);
  • arteria cerebrale media (20%);
  • bacino vertebro-basilare (4-5%);
  • tipo misto - 2 o più parti della rete vascolare sono simultaneamente colpite (più focolai vengono diagnosticati nel 10% dei pazienti, mentre il restante 90% ha un singolo aneurisma).
  1. In termini di forma, gli allargamenti aneurismatici sono suddivisi in:
  • saccular (saccular) - il tipo più comune di formazioni (98%), più di altri inclini alla perforazione;
  • fusiforme (fusiforme) - tipo di formazioni meno aggressivo e raro, nella struttura di tutti gli aneurismi è solo del 2%;
  • esfoliante - formato nello spazio interstrato della parete vascolare, che è sorto a causa della connessione allentata dei suoi strati, dove il sangue entra in pressione (nelle arterie della base del cervello si sviluppano nei casi più isolati).
  1. Il rigonfiamento della parete arteriosa in termini di dimensioni può essere:
  • insignificante o piccolo - fino a 4 mm;
  • normale o medio - 5-15 mm;
  • grande - 16-24 mm;
  • gigante - da 25 mm e oltre.
  1. L'aneurisma si distingue per il numero di camere:
  • camera singola - è composta da una camera (struttura tipica);
  • multicamera: la sua crescita si verifica con la formazione di diverse cavità.

Gli esperti hanno stabilito il modello di sviluppo della patologia negli uomini e nelle donne adulti. La popolazione maschile ha 1,5 volte meno probabilità di soffrirne rispetto alla popolazione femminile. Nell'infanzia, d'altra parte, la malattia prevale leggermente più spesso nei maschi che nelle femmine (rapporto 3: 2). I giovani hanno la stessa epidemiologia.

Rappresentazione schematica dei fuochi, a seconda della posizione.

Sintomi di un aneurisma cerebrale

Come abbiamo notato prima, nella maggior parte dei casi, l'aneurisma non si manifesta clinicamente fino a quando non si verifica la fase acuta della rottura. Ma con grandi dimensioni, quando l'attenzione si concentra seriamente sulle strutture vicine e interrompe la trasmissione degli impulsi nervosi, di solito si avvertono sintomi neurogenici. Poiché un aneurisma cerebrale minaccia la vita di una persona, è importante identificarlo nelle prime fasi, ma il problema è che non si presenta mai a nessuno andare in ospedale con nessuna o minima lamentela.

I medici esortano ogni adulto, soprattutto dopo i 35 anni, a sottoporsi a una diagnosi di vasi cerebrali almeno una volta all'anno per il proprio bene.

Ora daremo voce a tutti i possibili segni clinici, che iniziano principalmente a disturbare con volumi pericolosi di un difetto inesploso, quando i nervi cranici sono colpiti:

  • dolore nella zona degli occhi, visione ridotta o offuscata;
  • compromissione dell'udito (diminuzione, sensazione di rumore),
  • raucedine della voce;
  • intorpidimento, debolezza, dolore lungo il nervo facciale, di solito su un lato del viso;
  • spasmo muscolare nel collo (incapacità di toccare il petto con il mento);
  • crampi muscolari scheletrici;
  • debolezza in un braccio o una gamba;
  • ridotta sensibilità, percezione tattile compromessa in alcune aree della pelle;
  • problemi di coordinamento;
  • vertigini, nausea;
  • sonnolenza irragionevole o, al contrario, insonnia;
  • ritardo dei movimenti e dell'attività mentale.

Per escludere o determinare la patologia, sottoporsi immediatamente a una visita medica mirata se si nota almeno un sintomo!

Conseguenze di un aneurisma non trattato

Se la nave si rompe, il sangue viene versato nel cervello, la specificità dei segni clinici è più specifica e più pronunciata. Lo scenario patognostico inerente allo shock aneurismatico è il seguente:

  • un improvviso intenso mal di testa che si diffonde rapidamente e raggiunge un terribile picco di dolore;
  • nausea, vomito ripetuto;
  • depressione della coscienza di durata variabile;
  • sindrome meningea;
  • possono verificarsi convulsioni che assomigliano a convulsioni epilettiche;
  • a volte un aumento della temperatura corporea generale, tachicardia, aumento / diminuzione della pressione sanguigna;
  • con emorragia massiccia dovuta alla profonda inibizione nella corteccia cerebrale, una persona cade in coma con compromissione della funzione respiratoria.

Coloro che si sono trovati accanto a una tale vittima (un semplice passante, amici o parenti), prendono in considerazione! La vita di una persona ora dipende dalla velocità della tua reazione. L'emergere del complesso di sintomi descritto (i segni principali all'inizio della rottura sono i primi 3 punti) è un segnale per una chiamata immediata di una brigata di ambulanze. Medici qualificati forniranno un pronto soccorso adeguato al paziente in loco, lo porteranno in una struttura medica per un esame completo e riceveranno una terapia di emergenza.

Misure diagnostiche

L'esame, che consente di diagnosticare l'aneurisma cerebrale, si basa sull'uso di diagnosi complesse. Un approccio integrato ti permetterà di identificare la malattia, stabilirne la causa, il sito esatto dell'epicentro, il numero di lesioni, il tipo, le dimensioni, la relazione con il cervello e altre arterie.

Se non parliamo delle interruzioni che hanno già avuto luogo, ma dell'intenzione del paziente di essere esaminata al fine di verificare le condizioni dei vasi, la visita inizia con un appello a un neurologo. Il medico, dopo aver ascoltato a fondo la storia del paziente, conduce un esame fisico generale, tra cui:

  • palpazione di singole parti del corpo per identificare aree dolorose;
  • percussione o percussione di parti del corpo per determinare lo stato degli organi interni testati dalla natura del suono;
  • l'auscultazione, che aiuta a sentire rumori anomali nel cuore, l'arteria carotidea come segno indiretto di un aneurisma cerebrale;
  • misurazione della pressione standard, che consente di valutare il livello di pressione sanguigna nelle arterie;
  • valutazione della frequenza cardiaca, della frequenza respiratoria (spesso le deviazioni patologiche di questi parametri indicano displasia dei tessuti connettivi, processi infettivi);
  • test neurologici, la cui essenza è lo studio di tendini, muscoli, riflessi cutanei, funzioni motorie del sistema muscolo-scheletrico, grado di sensibilità degli arti e del tronco, ecc..

Sulla base di tutti i metodi elencati di valutazione preliminare della condizione, è ancora impossibile fare una diagnosi. Tutti questi metodi possono solo puramente ipoteticamente indicare la possibile (inaccurata) presenza di questa malattia quando vengono rilevati fattori di rischio. Pertanto, lo specialista scrive le indicazioni per le procedure diagnostiche di base: il passaggio di metodi strumentali per visualizzare le strutture del cervello. Vengono eseguiti su dispositivi speciali:

  • tomografia computerizzata (CT);
  • imaging a risonanza magnetica (MRI);
  • angiografia cerebrale.

L'angiografia standard è la più vantaggiosa in termini di convenienza per i pazienti che desiderano sottoporsi a un esame preventivo iniziale. La sua precisione è, ovviamente, inferiore a quella della TC e della risonanza magnetica promettenti. Tuttavia, l'esame angiografico affronta anche con successo il compito di identificare gli aneurismi, incluso fornire informazioni sulla posizione, il tipo e la scala di espansione. Ma per i pazienti ricoverati in ospedale con segni di una nave rotta o emorragia di vecchia data, lo standard di diagnosi è l'uso di tutte queste procedure. Insieme a loro, vengono eseguite l'elettroencefalografia (EEG) e l'ecografia Doppler transcranica (TCD).

Principi di primo soccorso

Prima dell'arrivo dei medici, coloro che sono vicini al paziente dovrebbero essere in grado di fornirgli il pronto soccorso di base. Le istruzioni per le misure urgenti volte a salvare vite umane prima della visita del medico sono chiaramente descritte di seguito..

  1. Appoggiare la vittima su una superficie piana, la testa deve essere in posizione elevata. Un'alta posizione della testa aiuterà a migliorare la circolazione sanguigna venosa, prevenendo così un rapido accumulo di liquido nei tessuti cerebrali e l'edema cerebrale.
  2. Creare le condizioni per una buona fornitura di aria fresca nel sito dell'incidente clinico. Ed è estremamente importante liberare il collo da costringere le cose, ad esempio, togliersi una cravatta, un fazzoletto da collo, slacciare i bottoni su una camicia, ecc. Tale misura aiuterà a mantenere le funzioni della circolazione sanguigna e rallenterà il processo di morte in massa delle cellule nervose.
  3. Se una persona malata viene svenuta per svenimento, è necessario eseguire un controllo delle vie aeree per pervietà. Con la testa tirata indietro, è necessario premere sulla fronte mentre contemporaneamente si estende la mascella inferiore, afferrando il mento dal basso. Dopo aver aperto la bocca del paziente, effettuare una revisione della cavità orale (con le dita) per la presenza di contenuti estranei, affondamento della lingua. Le protesi rimovibili devono essere rimosse, se presenti. Per impedire a una persona di soffocare il vomito, rimetti la testa su un cuscino alto, girandolo su un fianco.
  4. Per prevenire l'edema cerebrale e ridurre il volume dell'emorragia, è importante applicare impacchi di ghiaccio sulla testa (è possibile utilizzare alimenti congelati, impacchi di ghiaccio, ecc.).
  5. Se possibile, vale la pena osservare il cambiamento della pressione sanguigna utilizzando un tonometro, nonché ascoltare il battito cardiaco e monitorare la respirazione. Se, in assenza di medici, una persona ha smesso di respirare o il suo cuore ha smesso di battere, avvia urgentemente le misure di rianimazione (respirazione artificiale, compressioni toraciche). Senza di loro, in questa situazione, il rischio di una tragica fine è enorme..

Sfortunatamente, anche tutte queste misure non sono sempre efficaci dopo la rottura dell'aneurisma. Per alcuni, la morte arriva alla velocità della luce - nei primissimi minuti. Ma senza attrezzature mediche speciali e conoscenze professionali, è difficile capire cosa sta succedendo nel corpo. Pertanto, è utile non perdere l'autocontrollo e la fiducia nel risultato. Continuare a lottare incessantemente per la vita finché il paziente non viene consegnato personalmente agli specialisti.

Chirurgia per rimuovere un aneurisma cerebrale

La tecnica medica (chirurgica o non chirurgica) è determinata da medici di profilo stretto individualmente sulla base di dati diagnostici. Per piccoli aneurismi che non progrediscono, possono essere suggerite tattiche conservative. Il loro scopo è ridurre il potenziale di crescita dell'istruzione, ridurre il rischio di rottura e alleviare i sintomi neurologici. La terapia non invasiva fornisce al paziente farmaci di alta qualità che hanno un effetto di supporto a causa di:

  • agenti vasocostrittori;
  • cardiotonica con effetto antiipertensivo;
  • farmaci antiepilettici;
  • pillole per il dolore;
  • dopaminolitici (per vomito, nausea).

Piccoli aneurismi su cui non è possibile operare richiedono un monitoraggio costante. Allo stesso tempo, gli esperti avvertono che è impossibile liberarsene in modo conservativo. Pertanto, l'approccio principale nell'eliminazione della malattia e delle sue conseguenze è il trattamento neurochirurgico, cioè una sorta di operazione sul vaso problematico del cervello..

A sinistra è lo stato prima dell'operazione, a destra - dopo.

La scelta del tipo di intervento chirurgico dipende dalle indicazioni, dalla posizione, dall'integrità, dalle caratteristiche anatomiche dell'aneurisma vascolare, dalle condizioni generali del paziente, dal grado di minaccia alla vita e dalle capacità tecniche del centro neurochirurgico. L'intervento può essere eseguito secondo una delle tattiche chirurgiche.

  1. Chirurgia endovascolare: un microcatetere viene inserito nella cavità del vaso (all'interno) mediante accesso percutaneo (senza aprire il cranio) sotto controllo a raggi X per installare uno stent o una spirale vascolare. I dispositivi "spengono" completamente o in modo parziale l'arteria dal flusso sanguigno. Nel corso del tempo, l'aneurisma si rompe e si restringe.
  2. Microchirurgico (aperto sotto il controllo di un microscopio): viene eseguita una craniotomia economica, seguita dall'isolamento dell'arteria portante e dall'occlusione applicando una clip alla base del collo dell'aneurisma. Il ritaglio (sulla parte superiore della nave) consente di spremere il collo aneurismatico, eliminando così il difetto vascolare dal flusso sanguigno e minimizzando la probabilità della sua rottura.

Video di come viene eseguita l'operazione per il trattamento endovascolare dell'aneurisma neurovascolare del cervello:

Sia le operazioni terapeutiche e profilattiche che gli interventi per un aneurisma rotto sono un complesso processo intraoperatorio che richiede la massima esperienza da un microchirurgo, una straordinaria padronanza delle nuove tecnologie neurochirurgiche e un impeccabile set completo dell'unità operativa..

Video dell'operazione di rimozione aperta:

La Repubblica Ceca è uno dei pochi paesi al mondo in cui le tecniche di neurochirurgia cerebrale moderna mini-invasiva sono padroneggiate e perfezionate, la gestione postoperatoria dei pazienti è a quota. I neurochirurghi cechi eseguono manipolazioni con precisione nei gioielli anche in punti del cervello difficili da raggiungere, senza ricorrere a tecniche aperte aggressive. Si noti che il costo della neurochirurgia e della riabilitazione nella Repubblica Ceca è molte volte inferiore rispetto a quello in Germania e Israele.

Aneurisma cerebrovascolare: sintomi, cause, diagnosi, trattamento e prognosi

Dieci minuti prima della fine della performance, durante l'ultimo monologo di Figaro, Andrei Mironov fece un passo indietro, appoggiò la mano sul gazebo e iniziò a sistemarsi... Il suo amico e socio Alexander Shirvindt lo afferrò e lo portò dietro le quinte tra le braccia, gridando: "Sipario!" Andrei Mironov è stato portato in un ospedale locale, dove due giorni dopo, senza riacquistare conoscenza, è morto... È morto a causa di un aneurisma cerebrale rotto.

In Israele, l'aneurisma cerebrale può essere diagnosticato in modo affidabile e trattato con successo. Lo so non solo dalla stampa e dai manuali medici..

Sono un medico di famiglia israeliano. Molti dei miei pazienti israeliani sono stati curati e completamente guariti dall'aneurisma.

Oggi questa malattia è curabile.

Contenuto dell'articolo sull'aneurisma cerebrale

Cos'è l'aneurisma cerebrale?

Un aneurisma cerebrale (chiamato anche aneurisma intracranico) è una piccola formazione su un vaso sanguigno cerebrale che si allarga rapidamente e si riempie di sangue. Un'area sporgente di un aneurisma può esercitare pressione su un nervo o sul tessuto cerebrale circostante, ma è particolarmente pericoloso se l'aneurisma si rompe, consentendo al sangue di fluire nel tessuto cerebrale circostante (chiamato emorragia).

Alcuni tipi di aneurismi - specialmente aneurismi molto piccoli - non portano a emorragie o altre complicazioni. Un aneurisma cerebrale può verificarsi in qualsiasi area del cervello, ma di solito si trova nel punto di ramificazione di un'arteria, tra la superficie inferiore del cervello e la base del cranio.

Quali sono le cause dell'aneurisma cerebrale?

L'aneurisma dei vasi cerebrali può essere causato da un'anomalia congenita delle pareti dei vasi sanguigni. Inoltre, l'aneurisma intracranico si verifica nelle persone con alcuni disturbi genetici, come: malattie del tessuto connettivo, malattia renale policistica, alcuni disturbi circolatori, ad esempio malformazione congenita artero-venosa (plessi patologici delle arterie e delle vene del cervello che compromettono la circolazione sanguigna).

Altre cause di aneurisma cerebrale includono trauma cranico o lesioni, ipertensione, infezioni, gonfiore, aterosclerosi (malattia vascolare, accompagnata dalla deposizione di colesterolo sulle pareti dei vasi sanguigni) e altre malattie del sistema vascolare, nonché fumo e consumo di droghe. Alcuni ricercatori ritengono che l'assunzione di contraccettivi orali possa aumentare il rischio di sviluppare aneurisma.

Un aneurisma derivante da un'infezione è chiamato aneurisma infetto (micotico). Gli aneurismi associati ai tumori sono spesso associati a tumori della testa e del collo primari o metastatici. L'uso di droghe, in particolare l'uso frequente di cocaina, può danneggiare i vasi sanguigni e portare allo sviluppo di un aneurisma cerebrale.

Tipi di aneurismi

Esistono tre tipi principali di aneurismi cerebrali.

Un aneurisma sacculare sembra un sacco arrotondato di sangue che è attaccato dal collo o dalla base a un'arteria o un ramo di vasi sanguigni. Questa forma più comune di aneurisma cerebrale (noto anche come aneurisma di bacche a causa della sua somiglianza con una bacca che pende da uno stelo) si sviluppa di solito nelle arterie alla base del cervello. L'aneurisma sacculare si verifica più spesso negli adulti.

Un aneurisma laterale sembra un tumore su una delle pareti di un vaso sanguigno e un aneurisma a forma di fuso si forma a seguito dell'espansione della parete del vaso in una delle sue sezioni.

Anche gli aneurismi sono classificati per dimensione. Gli aneurismi piccoli hanno un diametro inferiore a 11 mm, gli aneurismi medi sono 11-25 mm e gli aneurismi giganti hanno un diametro superiore a 25 mm.

Chi è a rischio?

L'aneurisma dei vasi cerebrali può verificarsi a qualsiasi età. Questa malattia è più comune negli adulti rispetto ai bambini ed è leggermente più comune nelle donne che negli uomini. Le persone con determinate condizioni ereditarie sono a rischio più elevato.

Il rischio di rottura ed emorragia cerebrale esiste con tutti i tipi di aneurismi cerebrali. Ci sono circa 10 rotture segnalate di aneurismi per 100.000 persone all'anno, che è di circa 27.000 persone all'anno negli Stati Uniti). Molto spesso, l'aneurisma colpisce persone di età compresa tra 30 e 60 anni.

La rottura dell'aneurisma può anche essere facilitata da: ipertensione, abuso di alcol, tossicodipendenza (in particolare consumo di cocaina) e fumo. Inoltre, le condizioni e le dimensioni dell'aneurisma influiscono anche sul rischio di rottura..

Qual è il pericolo di aneurisma cerebrale?

Un aneurisma rotto porta a emorragia cerebrale, causando gravi complicazioni, tra cui ictus emorragico, danni al sistema nervoso o morte. Dopo la prima rottura, l'aneurisma può esplodere nuovamente con ripetute emorragie cerebrali e possono svilupparsi nuovi aneurismi..

Molto spesso, la rottura porta all'emorragia subaracnoidea (emorragia nella cavità tra l'osso cranico e il cervello). Una pericolosa conseguenza dell'emorragia subaracnoidea è l'idrocefalo, che è caratterizzato da un eccessivo accumulo di liquido cerebrospinale (CSF) nei ventricoli del cervello, che sotto la sua influenza si espande e esercita una pressione sul tessuto cerebrale.

Un'altra complicazione è il vasospasmo, in cui i vasi sanguigni si restringono, limitando il flusso sanguigno verso le aree vitali del cervello. Una mancanza di afflusso di sangue può portare a ictus o danni ai tessuti.

Aneurisma cerebrale: sintomi

Spesso, gli aneurismi cerebrali sono asintomatici fino a quando non diventano grandi o si rompono. Un piccolo aneurisma che non cambia di dimensioni è di solito asintomatico, mentre un grande aneurisma in costante crescita può esercitare pressione sui tessuti e sui nervi.

I sintomi di un aneurisma cerebrale includono dolore agli occhi, intorpidimento, debolezza o paralisi su un lato del viso, pupille dilatate e visione offuscata.

Quando si rompe un aneurisma cerebrale, una persona può avvertire anche un improvviso e molto forte mal di testa, visione doppia, nausea, vomito, rigidità del collo e perdita di coscienza. Le persone di solito descrivono questa condizione come "il peggior mal di testa della loro vita", che tende ad essere acuto e intenso. In alcuni casi, prima della rottura dell'aneurisma, il paziente sviluppa "segnale" o avvertimento di mal di testa, che continuano per diversi giorni o addirittura settimane prima dell'attacco.

Altri sintomi di un aneurisma cerebrale rotto includono nausea e vomito con forte mal di testa, palpebra abbassata, sensibilità alla luce e cambiamenti dello stato mentale o dei livelli di ansia. Alcuni pazienti hanno convulsioni. È anche possibile la perdita di coscienza e, in rari casi, il coma.

Se soffri di mal di testa acuto, specialmente in combinazione con gli altri sintomi sopra menzionati, dovresti consultare immediatamente il medico.

Diagnostica dell'aneurisma cerebrale

Di norma, un aneurisma non si manifesta in alcun modo fino a quando non si verifica una rottura. A volte viene scoperto per caso durante le indagini relative ad altre malattie..

Alcuni metodi diagnostici forniscono informazioni sull'aneurisma e sul trattamento più appropriato. Questi esami vengono generalmente eseguiti dopo che si è verificata un'emorragia subaracnoidea per confermare la diagnosi di aneurisma cerebrale..

L'angiografia è un esame radiografico dei vasi sanguigni, che viene eseguito utilizzando agenti di contrasto. Un angiogramma intracerebrale può rivelare quanto sono ristrette o distrutte le arterie o i vasi sanguigni nel cervello, nella testa o nel collo e può anche identificare i cambiamenti in un'arteria o una vena, incluso un punto debole, cioè un aneurisma.

Questo metodo viene utilizzato per diagnosticare i disturbi della circolazione cerebrale e anche - consente di determinare con precisione la posizione, le dimensioni e la forma di un tumore al cervello, un aneurisma o una nave scoppiata.

L'angiografia viene eseguita in sale radiografiche appositamente attrezzate. Dopo l'iniezione di un anestetico locale, un catetere flessibile viene inserito nell'arteria e passato al vaso interessato. Una piccola quantità di mezzo di contrasto radiopaco viene rilasciata nel flusso sanguigno e si diffonde attraverso i vasi della testa e del collo, dopo di che vengono eseguite diverse radiografie per diagnosticare l'aneurisma o altri disturbi circolatori.

La tomografia computerizzata (CT) della testa è un metodo diagnostico rapido, indolore e non invasivo in grado di rilevare la presenza di un aneurisma cerebrale e, per un aneurisma scoppiato, determinare se si è verificata un'emorragia cerebrale a seguito di rottura. Di norma, questa è la prima procedura diagnostica prescritta da un medico se suggerisce la possibilità di rottura. I raggi X vengono elaborati da un computer come immagini in sezione trasversale 2D del cervello e del cranio. A volte i mezzi di contrasto vengono iniettati nel flusso sanguigno prima della tomografia computerizzata. Questo processo, chiamato angiografia tomografica computerizzata (angiografia TC), produce immagini più chiare e dettagliate dei vasi cerebrali. La tomografia computerizzata viene solitamente eseguita su base ambulatoriale, in laboratori o cliniche specializzate.

La risonanza magnetica (MRI) utilizza onde radio del computer e un potente campo magnetico per produrre immagini dettagliate del cervello e di altri organi. L'angiografia a risonanza magnetica (MRA) fornisce un'immagine ancora più dettagliata dei vasi sanguigni. Le immagini possono essere visualizzate come immagini tridimensionali o sezioni trasversali bidimensionali del cervello e dei vasi sanguigni. Questa procedura indolore e non invasiva può rivelare la dimensione e la forma di un aneurisma non rotto e può anche determinare la presenza di un'emorragia cerebrale..

Se si sospetta una rottura dell'aneurisma, il medico può sottoporre il paziente a un'analisi del liquido cerebrospinale. Dopo aver applicato un anestetico locale, una piccola quantità di liquido cerebrospinale (che protegge il cervello e il midollo spinale) viene rimossa usando un ago chirurgico dallo spazio subaracnoideo tra il midollo spinale e le sue membrane circostanti. Questo fluido viene quindi verificato per sanguinamento o emorragia cerebrale. Nelle persone con sospetta emorragia subaracnoidea, questa procedura viene solitamente eseguita in ospedale.

Aneurisma dei vasi cerebrali: trattamento

La rottura dell'aneurisma non si verifica in tutti i casi. Si consiglia ai pazienti con piccoli aneurismi di monitorare costantemente la dinamica della crescita dell'aneurisma e lo sviluppo di sintomi aggiuntivi al fine di iniziare un trattamento complesso e intenso nel tempo. Ogni caso di aneurisma è unico. La scelta del metodo ottimale per il trattamento dell'aneurisma è influenzata da: il tipo, le dimensioni e la posizione dell'aneurisma, la probabilità della sua rottura, l'età della persona, lo stato di salute, la storia medica, l'eredità e anche il rischio associato al trattamento.

Esistono due tipi di trattamenti chirurgici per aneurismi cerebrali: il taglio dell'aneurisma e l'occlusione. Queste operazioni sono tra le operazioni più complesse e rischiose (è possibile il danno ad altri vasi sanguigni, può formarsi un aneurisma ripetuto, c'è anche il rischio di un attacco postoperatorio).

L'embolizzazione endovascolare è un'alternativa alla chirurgia. Questa procedura viene eseguita più di una volta durante la vita di una persona..

È possibile prevenire l'insorgenza di aneurisma cerebrale?

Ad oggi, non esiste prevenzione dell'aneurisma. Le persone con una diagnosi di aneurisma cerebrale devono monitorare attentamente la loro pressione sanguigna, non fumare o usare cocaina o altri farmaci. Tali pazienti devono anche consultare il proprio medico sull'uso dell'aspirina o di altri fluidificanti del sangue. Le donne hanno bisogno di una consulenza sull'uso di contraccettivi orali.

Conseguenze dell'aneurisma cerebrale e della prognosi

Un aneurisma non rotto può passare inosservato per tutta la vita. Ci sono momenti in cui una rottura dell'aneurisma può essere fatale o causare ictus emorragico, vasospasmo (la principale causa di disabilità o morte a seguito di rottura dell'aneurisma), idrocefalo, coma, nonché danno cerebrale temporaneo o irreversibile.

La prognosi dopo la rottura dell'aneurisma dipende in gran parte dall'età, dallo stato di salute generale, da altre condizioni neurologiche associate, dalla posizione dell'aneurisma, dal grado di sanguinamento (e dell'emorragia) e dal tempo trascorso dalla rottura all'assistenza medica. I due fattori più importanti sono la diagnosi e il trattamento precoci..

I pazienti che sono stati trattati per un aneurisma non interrotto richiederanno meno terapia riabilitativa e guariranno più rapidamente di quelli che hanno avuto un aneurisma rotto. Il recupero da un trattamento o una rottura può richiedere settimane o mesi.

Aneurisma cerebrale: sintomi, cause e trattamento

L'attore Andrei Mironov è morto per un aneurisma cerebrale rotto. Durante lo spettacolo di Figaro, fece un passo indietro, iniziò a sistemarsi e il suo compagno Alexander Shirvindt prese Andrey tra le sue braccia e lo portò dietro le quinte. Senza riprendere conoscenza, Mironov è morto in ospedale due giorni dopo...

Cos'è l'aneurisma cerebrale?

Un aneurisma cerebrale (aneurisma intracranico) è una piccola massa su un vaso sanguigno nel cervello che cresce rapidamente e si riempie di sangue. Il rigonfiamento può premere sul nervo o sul tessuto cerebrale, ma la cosa più pericolosa è che l'aneurisma può rompersi, quindi il sangue entra nel tessuto cerebrale.

Se l'aneurisma è molto piccolo, non porta a complicazioni. Un aneurisma può verificarsi in qualsiasi parte del cervello, ma di solito tra la superficie inferiore del cervello e la base del cranio.

Perché si verifica l'aneurisma cerebrale??

La causa dell'aneurisma può essere un'anomalia congenita delle pareti dei vasi sanguigni. Inoltre, l'aneurisma si verifica nelle persone con disturbi genetici. Come malattie del tessuto connettivo, malattia renale policistica, difetto artero-venoso congenito (plesso di vene e arterie nel cervello, in cui la circolazione sanguigna è compromessa).

Altre cause di aneurisma includono trauma cranico o lesioni, ipertensione, gonfiore, infezioni, aterosclerosi, fumo e consumo di droghe. Alcuni scienziati ritengono che l'assunzione di contraccettivi orali aumenti il ​​rischio di aneurisma.

Tipi di aneurismi

Esistono tre tipi principali di aneurismi.

1. Aneurisma sacculare: sembra un sacco di sangue a forma rotonda. È attaccato a un'arteria o al punto in cui i vasi sanguigni si diramano. Questa è la forma più comune di aneurisma. Chiamato anche "bacca", si sviluppa nelle arterie della base del cervello. Questo aneurisma si sviluppa spesso negli adulti..

2. Un aneurisma laterale sembra un tumore e si sviluppa su una delle pareti di un vaso sanguigno.

3. L'aneurisma fusiforme si sviluppa a causa dell'espansione della parete del vaso in alcune delle sue sezioni.

Per quanto riguarda le dimensioni, ci sono piccolo aneurismi (fino a 11 mm di diametro), media (11-25 mm) e gigante (25 mm).

Chi è a rischio di aneurismi?

Questo problema può manifestarsi a qualsiasi età, è più tipico per gli adulti che per i bambini. Le donne hanno maggiori probabilità di soffrire di aneurismi rispetto agli uomini. Rischio maggiore nelle persone con determinate malattie ereditarie.

Con tutti i tipi di aneurismi, esiste il rischio che l'aneurisma si rompa e sanguini nel cervello. Molto spesso, l'aneurisma viene diagnosticato nelle persone di età compresa tra 30 e 60 anni.

Il rischio di rottura dell'aneurisma aumenta se una persona ha ipertensione, abusa di alcol, droghe e fumo. Anche la condizione dell'aneurisma e le sue dimensioni sono essenziali..

Qual è il pericolo di aneurisma cerebrale?

Se un aneurisma si rompe, si verifica un'emorragia cerebrale, che è irta di ictus emorragico, danni al sistema nervoso e persino morte. Se l'aneurisma si è rotto una volta, può succedere di nuovo e possono comparire nuovi aneurismi.

Molto spesso, questo tipo di rottura provoca emorragia nella cavità tra l'osso cranico e il cervello. Una complicazione pericolosa in questo caso è l'idrocefalo, quando un eccesso di liquido cerebrospinale si accumula nei ventricoli del cervello. Si espandono e premono sul tessuto cerebrale.

Un'altra complicazione è il vasospasmo, quando si verifica la vasocostrizione (questo riduce il flusso sanguigno verso parti importanti del cervello). Questa complicazione è irta di ictus o danni ai tessuti..

Sintomi dell'aneurisma cerebrale

Molto spesso, gli aneurismi cerebrali sono asintomatici. I sintomi compaiono quando l'aneurisma diventa grande o si rompe.

I sintomi dell'aneurisma possono variare: dolore agli occhi, intorpidimento, debolezza o paralisi su un lato del viso, visione offuscata o pupille dilatate.

Se l'aneurisma si rompe, la persona avverte forte mal di testa, visione doppia, nausea, vomito, torcicollo e può persino svenire. A volte, prima che si rompa un aneurisma, una persona può provare mal di testa per diversi giorni o settimane prima di un attacco.

Come diagnosticare un aneurisma cerebrale?

Molto spesso, un aneurisma dei vasi cerebrali non si manifesta in alcun modo fino a quando non si rompe. A volte un aneurisma viene scoperto per caso quando viene esaminato per altre malattie..

Con l'aiuto di speciali metodi diagnostici, è possibile ottenere informazioni sull'aneurisma e prescrivere il trattamento più ottimale. Di solito, questi esami vengono eseguiti dopo che si è verificata un'emorragia - per confermare la diagnosi di un aneurisma.

L'angiografia è un esame radiografico dei vasi sanguigni con agenti di contrasto. Un tale studio può mostrare come dilatati o ristretti i vasi del cervello o del collo, rivelano i cambiamenti e l'aneurisma stesso.

Una scansione tomografica computerizzata (CT) della testa consente di scoprire se si è verificata un'emorragia cerebrale quando si è rotto un aneurisma. Molto spesso, questa è la prima procedura diagnostica che un medico prescrive se si sospetta una rottura dell'aneurisma. Se viene iniettato un mezzo di contrasto, un processo chiamato angiografia con tomografia computerizzata è un quadro più chiaro dei vasi sanguigni nel cervello.

Un'immagine ancora più dettagliata dei vasi sanguigni è fornita dall'angiografia a risonanza magnetica (MRA). Dopo questa procedura indolore e non invasiva, è possibile ottenere immagini tridimensionali delle dimensioni e della forma di un aneurisma non rotto, oltre a vedere se si è verificata un'emorragia cerebrale.

Se si sospetta un aneurisma rotto, il medico può rivolgersi al paziente per l'analisi del liquido cerebrospinale.

Trattamento per aneurisma cerebrale

La rottura dell'aneurisma non si verifica sempre. Se una persona ha un piccolo aneurisma, i medici raccomandano un monitoraggio costante. Ogni situazione è unica e richiede un approccio individuale. Il trattamento dipende dalle dimensioni, dal tipo, dalla posizione dell'aneurisma, dall'età del paziente, dallo stato di salute e dai fattori ereditari.

Esistono due tipi di trattamento chirurgico per l'aneurisma cerebrale: ritaglio e occlusione. Tali operazioni sono considerate le più rischiose e difficili, perché i vasi sanguigni vicini possono essere danneggiati e può formarsi un secondo aneurisma..

L'embolizzazione endovascolare è un intervento chirurgico alternativo che può essere eseguito più volte nella vita di una persona.

Aneurisma cerebrovascolare

Cos'è l'aneurisma?

Più recentemente, è stato difficile diagnosticare un aneurisma cerebrale anche in tempo, e ancora di più per curare con successo coloro che soffrono di questa pericolosa malattia. A volte il ritardo è costato la vita ai pazienti. Oggi, tali problemi sono finiti e i medici hanno imparato a fare una diagnosi anche nella fase in cui compaiono i primi segni della malattia..

Come nasce l'aneurisma e cos'è??

Il fatto è che a causa di violazioni di varie eziologie, le pareti dei vasi possono diventare più sottili e la loro struttura può subire cambiamenti irreversibili. La conseguenza di ciò è l'espansione della nave, la sua peculiare sporgenza. La gravità della malattia può variare. Ad esempio, una nave che sporge fortemente e piena di sangue non solo può spremere i tessuti del cervello, interferendo con il suo normale funzionamento, ma rischia anche di esplodere in qualsiasi momento, il che può persino portare alla morte. La localizzazione dell'aneurisma può essere qualsiasi, ma molto spesso si forma nel luogo in cui le navi hanno ramificazioni.

La larghezza della nave e il suo cambiamento patologico possono essere influenzati da:

  • fattori ereditari;
  • una predisposizione genetica (p. es., malattia renale policistica o problemi circolatori);
  • trauma craniocerebrale di gravità variabile;
  • Pressione sanguigna superiore a tutte le norme consentite;
  • infiammazione del cervello e formazione di tumori in esso;
  • aterosclerosi cerebrale;
  • malattie infettive;
  • avere una dipendenza da fumo o tossicodipendenza.

Esistono diversi modi per classificare una malattia. Ad esempio, in base al grado di sporgenza della parete del vaso, si possono distinguere aneurismi laterali, a forma di fuso e di bacche (sacculari). E di dimensioni: gigante (da 25 mm), medio (11-25 mm) e piccolo (fino a 11 mm). Inoltre, un aneurisma cerebrale può essere multi o unicamerale. Va detto che le donne soffrono di questo disturbo il più delle volte e iniziano a sentire i primi sintomi da qualche parte dopo trent'anni..

Senza un trattamento adeguato, l'aneurisma si romperà prima o poi, il che, a seconda delle sue dimensioni in quel momento, porta inevitabilmente a una delle seguenti conseguenze:

  • ictus ischemico o esteso danno tissutale (a seguito di vasospasmo - una vasocostrizione acuta e forte);
  • ictus emorragico;
  • emorragia subarochnoide, che può anche portare a idrocefalo;
  • morte del paziente.

La rottura anche di un piccolo aneurisma garantisce quasi il cento per cento che ciò accada in futuro. Inoltre, aumenta il rischio di sviluppare nuovi aneurismi..

Frequenti sintomi di aneurisma

La sintomatologia di questa malattia non è la stessa nei pazienti con diversa localizzazione dell'aneurisma. Anche le sue dimensioni sono di grande importanza. Molto spesso, il paziente è completamente inconsapevole del problema fino a quando la sporgenza della nave raggiunge un certo grado. Quindi lamentele su:

  • dolore agli occhi, accompagnato da una notevole dilatazione delle pupille;
  • chinarsi di una o entrambe le palpebre;
  • fotofobia e una sensazione di nebbia negli occhi;
  • violazione della sensibilità su un lato del viso verso l'alto per completare la paralisi;
  • la comparsa di stati mentali precedentemente insoliti per il paziente, ad esempio, aumento dell'ansia.

Sintomi come un mal di testa molto grave, semplicemente insopportabile, visione doppia, nausea e persino vomito, tensione nei muscoli occipitali possono avvertire di una rottura imminente di un aneurisma. Quando l'emorragia si è già verificata, possono verificarsi convulsioni in casi particolarmente gravi. Perdita frequente di coscienza e talvolta coma.

Diagnostica dell'aneurisma del vaso cerebrale

Oggi, nell'arsenale dei medici ci sono molti strumenti che possono diagnosticare lo sviluppo di un aneurisma in una fase iniziale. La cosa principale è non perdere il momento e cercare aiuto in tempo quando compaiono i primi sintomi. L'esame preventivo è altrettanto importante. Se si sospetta un aneurisma, vengono utilizzati i seguenti metodi di diagnosi accurata:

  • Radiografia (angiografia).
  • TC della testa (tomografia computerizzata).
  • Risonanza magnetica dei vasi cerebrali (risonanza magnetica).
  • Puntura lombare.

I primi tre studi vengono effettuati utilizzando un mezzo di contrasto.

Per fissare un appuntamento
Prendi un appuntamento e ottieni un esame di qualità presso il nostro centro

Trattamento dell'aneurisma e prognosi per il recupero

Quanto efficace sarà il trattamento in ciascun caso specifico della comparsa di un aneurisma cerebrale si può dire solo dopo che sono state stabilite le principali caratteristiche della malattia:

  • localizzazione dell'aneurisma;
  • il suo tipo;
  • parametri dimensionali;
  • probabilità di rottura;
  • fattori ereditari;
  • storia del paziente.

Se l'aneurisma è piccolo al momento del trattamento, all'inizio il medico semplicemente registra il paziente e quindi monitora costantemente le dinamiche dello sviluppo della malattia. Con un aumento dei sintomi, il trattamento inizia con metodi come il ritaglio e l'occlusione.

Il pericolo della malattia è anche spiegato dal fatto che oggi non esistono misure preventive che riducano la probabilità di un aneurisma. Le previsioni relative alle conseguenze di una rottura dipendono completamente dalla tempestività del pronto soccorso e dalla gravità dell'emorragia. Inoltre, la posizione dell'aneurisma e l'età del paziente non hanno poca importanza..

Dove controllare il cervello per aneurismi a Mosca

Nel nostro centro svolgiamo questa ricerca chiamandoci al numero 8 (495) 407-01-40 o scrivendo alla mail [email protected] Puoi scoprire quanto costa una risonanza magnetica della testa. Siamo situati a: Mosca, Volokolamskoe shosse, 95.

Per fissare un appuntamento
Prendi un appuntamento e fai un esame del cervello di alta qualità presso il nostro centro

MedGlav.com

Elenco medico delle malattie

Aneurismi cerebrali.

ANEURISMI DELLE NAVI DA CERVELLO.


Gli aneurismi cerebrali arteriosi sono una delle cause più comuni di emorragie intracraniche potenzialmente letali, spesso fatali. Gli aneurismi arteriosi sono un'espansione limitata o diffusa del lume di un'arteria o una sporgenza della sua parete.

I tipi più comuni di aneurismi sono:

  • i cosiddetti aneurismi sacculari, che sembrano un piccolo sacco a pareti sottili in cui si possono distinguere il fondo, la parte centrale (corpo) e il collo;
  • le forme più rare sono sferiche,
  • fusioform (fusiforme) o a forma di S..

La parete dell'aneurisma, di regola, è un piatto di tessuto connettivo cicatriziale di diverso spessore. Nella cavità dell'aneurisma possono esserci coaguli di sangue di varie età.

Localizzazione di aneurismi.

La localizzazione più comune degli aneurismi arteriosi sono le arterie della base del cervello, di solito nei siti della loro divisione e anastomosi. Soprattutto spesso, gli aneurismi sono localizzati sull'arteria comunicante anteriore, vicino all'origine dell'arteria comunicante posteriore o nella regione dei rami dell'arteria cerebrale media. Nell'80-85% dei casi, gli aneurismi si trovano nel sistema delle arterie carotidi interne, nel 15% - nel sistema delle arterie vertebrali e principali.

Le ragioni.

La causa della formazione di aneurisma arterioso è stabilita solo in un piccolo numero di pazienti. Circa il 4-5% degli aneurismi si sviluppa in connessione con l'ingresso di emboli infetti nelle arterie del cervello. Questi sono i cosiddetti aneurismi micotici. L'aterosclerosi svolge un ruolo indubbio nell'origine di grandi aneurismi sferici e a forma di S. Il verificarsi di aneurismi sacculari è associato a inferiorità congenita del sistema arterioso del cervello, aterosclerosi e ipertensione, nonché traumi, svolgono un ruolo significativo.


Gli aneurismi possono essere:

  • singolo o
  • plurale.

Quadro clinico.

Esistono due forme di manifestazione clinica di aneurismi arteriosi: apoplessia e tumore. La forma apoplettica più comune Con lo sviluppo improvviso dell'emorragia subaracnoidea, di solito senza precursori. A volte i pazienti prima dell'emorragia sono preoccupati per il dolore limitato nella regione orbitale frontale, ci sono paresi dei nervi cranici.

Il primo e principale sintomo di un aneurisma rotto è un improvviso mal di testa acuto.
All'inizio, può avere un carattere locale in accordo con la localizzazione dell'aneurisma, quindi diventa diffuso, diffuso. Si verificano quasi contemporaneamente mal di testa, nausea, vomito ripetuto e perdita di coscienza di durata variabile. La sindrome meningea si sviluppa rapidamente! a volte si osservano convulsioni epilettiformi. Spesso compaiono disturbi mentali - da una leggera confusione e disorientamento a gravi psicosi. Nel periodo acuto - un aumento della temperatura, un cambiamento nel sangue (leucocitosi moderata e uno spostamento nella formula dei leucociti a sinistra), nel liquido cerebrospinale - una miscela di sangue.

Quando si rompe l'aneurisma basale, i nervi cranici, più spesso i nervi oculomotori, sono interessati. Quando si rompe un aneurisma, oltre all'emorragia subaracnoidea, può verificarsi un'emorragia nella sostanza cerebrale (emorragia subaracnoidea-parenchimale). Il quadro clinico in tali casi è completato da sintomi di danno cerebrale focale, la cui identificazione a volte è difficile a causa della gravità dei sintomi cerebrali.

Nel caso di una penetrazione del sangue nei ventricoli del cervello (emorragia subaracnoidea-parenchimale-ventricolare), la malattia è molto difficile e termina rapidamente con la morte.

I sintomi del danno cerebrale durante gli aneurismi rotti sono causati non solo dall'emorragia cerebrale, ma anche dall'ischemia cerebrale, che si verifica a causa di uno spasmo prolungato delle arterie, caratteristico dell'emorragia subaracnoidea, sia vicino all'aneurisma rotto, sia a distanza. I sintomi neurologici locali rilevati in questo caso spesso forniscono un aiuto significativo nello stabilire la localizzazione dell'aneurisma. Una complicazione più rara è lo sviluppo dell'idrocefalo normoteso a causa del blocco del sangue che fuoriesce dalle parti basali delle meningi che riassorbono il liquido cerebrospinale.

In alcuni casi, gli aneurismi arteriosi, che aumentano lentamente, causano danni al cervello e contribuiscono alla comparsa di sintomi caratteristici di tumori benigni delle parti basali del cervello. La loro sintomatologia è diversa a seconda della localizzazione. Molto spesso, gli aneurismi tumorali sono localizzati nel seno cavernoso e nella regione chiasmatica..

Aneurismi dell'arteria carotide interna sono suddivisi nei seguenti gruppi:

  1. aneurismi nel seno cavernoso (infraclinoide - situato al di sotto dei processi sfenoidali della sella turcica),
  2. aneurisma dell'arteria sopraclinoide,
  3. aneurismi vicino alla biforcazione dell'arteria carotide.

Aneurismi all'interno del seno cavernoso.
A seconda della diversa localizzazione, si distinguono tre sindromi del seno cavernoso

  • posteriore, che è caratterizzato dalla sconfitta di tutti i rami del nervo trigemino in combinazione con disturbi oculomotori;
  • lesione media dei rami I e II del nervo trigemino e disturbi oculomotori; anteriore - dolore e sensibilità alterata nella zona di innervazione del 1o ramo del nervo trigemino e paralisi dei nervi III, IV e VI.

Aneurismi carotidi di grandi dimensioni e di lunga durata nel seno cavernoso possono causare cambiamenti distruttivi nelle ossa del cranio, visibili sulle radiografie. Quando gli aneurismi si rompono nel seno cavernoso, non vi è alcuna emorragia nella cavità cranica a causa della loro posizione estradurale.

Aneurismi della parte sopraclinoide dell'arteria carotide interna.
Si trovano vicino all'origine dell'arteria comunicante posteriore e sono caratterizzati, oltre ai sintomi dell'emorragia subaracnoidea tipica di tutti gli aneurismi, una lesione selettiva del nervo oculomotore in combinazione con dolore locale nella regione orbitale frontale.

Gli aneurismi della biforcazione dell'arteria carotidea causano spesso disturbi visivi a causa della loro posizione nell'angolo esterno del chiasma.

Aneurisma dell'arteria cerebrale anteriore caratterizzato da disturbi mentali, paresi delle gambe, emiparesi con alterazioni extrapiramidali del tono nel braccio, che è spiegato dallo spasmo delle arterie cerebrali anteriori e dei loro rami.

Aneurismi dell'arteria cerebrale media in caso di rottura, causano lo sviluppo di paresi di arti opposti, disturbi del linguaggio, disturbi di sensibilità meno frequenti.

Aneurismi del sistema vertebro-basilare di solito si verificano con sintomi di lesioni delle formazioni della fossa cranica posteriore (disartria, disfagia, nistagmo, atassia, paresi dei nervi VII e V, sindromi alternate).

Aneurismi multipli costituiscono circa il 15% di tutti gli aneurismi. Le caratteristiche del decorso clinico sono determinate dalla localizzazione dell'aneurisma da cui si è verificata l'emorragia.

Aneurismi artero-venosi (angiomi artero-venosi, malformazioni vascolari o malformazioni) possono anche causare emorragia intracranica. Si tratta di grovigli vascolari di varie dimensioni, formati da un intreccio irregolare di vene e arterie attorcigliate e dilatate. Le loro dimensioni vanno da pochi millimetri a formazioni giganti che occupano la maggior parte dell'emisfero cerebrale. Molto spesso sono localizzati nelle regioni frontali parietali..

Gli aneurismi artero-venosi sono un'anomalia congenita dei vasi cerebrali. Una caratteristica della struttura di questi aneurismi è l'assenza di capillari in essi, che porta allo shunt diretto del sangue arterioso e venoso. Gli aneurismi artero-venosi dirottano una parte significativa del sangue "a se stessi", essendo quindi "parassiti della circolazione cerebrale".
I principali sintomi clinici degli aneurismi artero-venosi sono emorragie intracerebrali e convulsioni epilettiformi.

Diagnostica.

La diagnosi di aneurismi sia arteriosi che artero-venosi presenta alcune difficoltà. Nel riconoscerle, vengono prese in considerazione le indicazioni anamnestiche di emorragie subaracnoidi posposte, emianopsia transitoria, emicrania oftalmoplegica e convulsioni epilettiche. Di grande importanza è la craniografia, che rivela le caratteristiche sottili ombre a forma di anello che sembrano aneurismi pietrificati nelle immagini.
Alcuni grandi aneurismi possono causare la distruzione delle ossa della base del cranio. EEG ha un certo valore.

La diagnosi finale di aneurisma delle arterie cerebrali, la determinazione della sua localizzazione, dimensioni e forma è possibile solo con l'aiuto dell'angiografia, che viene eseguita anche nel periodo acuto dell'ictus. In alcuni casi, la tomografia computerizzata della testa con miglioramento del contrasto è informativa..

TRATTAMENTO DELL'ANEURISMA VASCOLARE DEL CERVELLO.


Il trattamento conservativo per un aneurisma rotto è lo stesso di un'emorragia cerebrale (vedere Tabella: incidente cerebrovascolare, acuto). Il riposo a letto rigoroso deve essere osservato per 6-8 settimane.

Le punture lombari ripetute a fini terapeutici sono giustificate solo per il sollievo di forti mal di testa in cui i farmaci sono inefficaci. Lo spasmo delle arterie intracraniche, che spesso porta a un ampio ammorbidimento, incluso il tronco cerebrale, non può essere alleviato da misure conservative..

L'unico metodo radicale per il trattamento degli aneurismi sacculari è la chirurgia: tagliare il collo dell'aneurisma. A volte la parete dell'aneurisma viene rafforzata "avvolgendola" con muscoli o garze.

Negli ultimi anni sono stati proposti numerosi miglioramenti e nuovi metodi di trattamento chirurgico degli aneurismi: microchirurgia, trombosi artificiale dell'aneurisma mediante coagulanti o sospensione di ferro in polvere in un campo magnetico, elettrocoagulazione stereotassica, trombosi mediante un catetere a palloncino scartato, ritaglio stereotassico.

Nelle malformazioni artero-venose, l'estirpazione più radicale dell'intera palla vascolare dopo il taglio dei vasi adduttori e drenanti.

previsione.

La prognosi dell'aneurisma rotto è spesso sfavorevole, specialmente con emorragie subaracnoidi-parenchimali: il 30-50% dei pazienti muore. Esiste un costante pericolo di sanguinamento ripetuto, che è più spesso osservato nella seconda settimana della malattia. La prognosi più sfavorevole riguarda aneurismi artero-venosi multipli e artero-venosi multipli, che non possono essere rimossi chirurgicamente. Per le emorragie dovute ad angiomi (malformazioni), la prognosi è leggermente migliore.