Autore: Andrey Vdovenko | 2018/05/01

Ciao cari lettori del blog Andryukhin. L'infarto e l'ictus sono gravi malattie del sistema cardiovascolare, che sono spesso fatali. Sono queste patologie che sono una delle principali cause di morte nelle persone di età superiore ai 40 anni. Recentemente, il numero di ictus e infarti è aumentato, prima di tutto ciò è dovuto all'ambiente sfavorevole. Inoltre, simili violazioni si verificano già nei giovani. Ci sono casi di sviluppo simultaneo di infarto e ictus, che aumenta notevolmente il rischio di morte e lo sviluppo del coma.

Per capire in che modo l'attacco di cuore differisce dall'ictus, è necessario considerare la natura di entrambe le malattie. In questo articolo imparerai: cos'è un ictus e un infarto, quali sono i sintomi e le cause, qual è il trattamento e il primo soccorso per ictus e infarto, le possibili conseguenze di infarto e ictus. E imparerai anche un rimedio efficace per migliorare l'immunità.

Che cos'è un colpo

L'ictus è una conseguenza della ridotta circolazione del sangue nei tessuti cerebrali. Questa malattia si sviluppa molto rapidamente e porta a danni al tessuto cerebrale, di conseguenza, le funzioni del sistema nervoso sono compromesse e possono essere fatali. In totale, si distinguono i seguenti tipi di tratto:

  1. Ictus ischemico (infarto cerebrale). Il tipo più comune di ictus, secondo le statistiche, rappresenta circa l'80% di tutti i casi di ictus.
  2. Emorragia cerebrale. In termini di numero di casi di ictus, è il successivo prevalente dopo infarto cerebrale.
  3. Emorragia nell'area subaracnoidea. Succede a seguito di una rottura o lesione di un aneurisma. Il tipo più raro di ictus.

Se si verificano lesioni del tessuto cerebrale durante un ictus, le cellule del tessuto morto possono essere sostituite con nuove e le funzioni cerebrali in esse possono essere riassegnate a cellule cerebrali sane con l'aiuto della riabilitazione.

Il periodo di riabilitazione è piuttosto laborioso e non è sempre senza speranza e, se persistente, può dare risultati positivi. La condizione in cui si verifica un infarto contemporaneamente a un ictus è molto pericolosa e grave e può portare a coma e persino alla morte. Sebbene i segni e le cause di queste malattie siano abbastanza simili, l'ictus è il più pericoloso. Un paziente con una condizione pre-ictus deve fornire assistenza e ripristinare l'afflusso di sangue compromesso entro 3 ore in modo che la necrosi tissutale non inizi.

Sintomi di ictus

I principali sintomi di un ictus sono:

  • Intorpidimento del lato sinistro o destro del corpo e del viso, c'è una distorsione dei muscoli facciali.
  • Compaiono nausea e sudorazione.
  • Con emorragia nel cervello e nella regione subaracnoidea, si osserva vomito.
  • Inizia il capogiro, appare un forte mal di testa, perdita di orientamento nello spazio. Nessun mal di testa con ictus ischemico.
  • Si verificano svenimenti.
  • Il linguaggio è compromesso. Tipico per emorragia cerebrale e con ictus ischemico.
  • Il coordinamento dei movimenti è compromesso.
  • La vista si deteriora, è impossibile focalizzare lo sguardo, appare l'acufene.
  • Si verificano tremori e crampi.

Cause di ictus

Le cause degli ictus sono:

  1. Età. Più vecchio, maggiore è la possibilità di ictus.
  2. Problemi di pressione L'ipertensione si verifica nel 60% dei casi di ictus.
  3. Attività fisica insufficiente.
  4. Diabete mellito.
  5. Obesità.
  6. Colesterolo alto e lipoproteine ​​a bassa densità.
  7. Cattive abitudini (abuso di alcol, fumo di tabacco, uso di droghe).
  8. Disturbi del processo di emopoiesi associati ad un aumento della coagulazione del sangue.
  9. Casi precedenti di ictus, infarto.
  10. Malattie di navi periferiche e arterie carotidi.
  11. Malattia di Fabry.
  12. Malattie cardiache (aritmia).

Che cos'è un infarto

Un attacco di cuore è una malattia di un organo interno che provoca un malfunzionamento ed è caratterizzato da blocco e rottura della nave, con conseguente restringimento delle pareti a uno stato critico. Di conseguenza, i tessuti dell'organo non ricevono ossigeno e nutrienti aggiuntivi e iniziano a morire, il che porta a un fallimento non solo dell'organo, ma dell'intero organismo. Questa patologia procede in forma acuta e di solito localmente.

Un attacco di cuore è pericoloso perché è la causa dello sviluppo della morte di cellule e tessuti dell'organo. Molto spesso ci sono:

  • Infarto miocardico (muscolo cardiaco). L'occorrenza più comune di un infarto.
  • Infarto cerebrale.
  • Infarto del fegato.
  • Infarto intestinale.

La causa più comune di un attacco di cuore è l'aterosclerosi dei vasi sanguigni, quando si verifica una diminuzione del lume del vaso, a causa della deposizione di placche di colesterolo sulle sue pareti. Un fenomeno simile può provocare un improvviso spasmo dei vasi sanguigni e la loro scarsa conducibilità, nonché una quantità significativa di placche di colesterolo..

La causa meno comune di infarto è un improvviso spasmo dei vasi che alimentano il miocardio.

La condizione di un infarto è pericolosa perché può quasi immediatamente portare alla morte. Con un infarto del miocardio, un piccolo numero di persone sopravvive per ricevere un'ambulanza professionale. In futuro, potrebbe essere necessaria un'operazione complessa per sostituire la valvola, in alcuni casi potrebbe essere necessario un trapianto di cuore.

Dopo il processo di riabilitazione, al posto delle cellule miocardiche morte si forma una cicatrice.

Sintomi di infarto

I principali sintomi dell'infarto miocardico sono:

  • Appare dolore toracico. Si nota nella maggior parte dei casi, circa l'80%
  • Il vomito si verifica durante la nausea.
  • C'è intorpidimento nella parte sinistra del corpo.
  • Appare l'ansia.
  • Forte sudorazione appare sulla fronte e sui palmi delle mani.
  • Con una forte diminuzione della pressione, si osservano vertigini.
  • Nella maggior parte dei casi compaiono mancanza di respiro e tachicardia, la respirazione diventa difficile e si verifica intorpidimento del viso.
  • In questo stato, è necessario assicurarsi che la lingua non si bruci e non causi soffocamento..
  • Si osserva mal di testa, ma più debole che durante le condizioni di ictus.
  • Si verificano svenimenti e perdita di coscienza.
  • La pelle diventa pallida, i lobi delle orecchie si scuriscono, le labbra iniziano a diventare blu e il viso assume una carnagione terrosa.

Cause di un infarto

Le ragioni per la comparsa di un infarto sono le seguenti:

  1. Predisposizione genetica.
  2. Ambiente sfavorevole.
  3. Cattive abitudini (abuso di alcol, fumo di tabacco, uso di droghe e abuso di droghe).
  4. Diabete mellito.
  5. Stile di vita e nutrizione impropri.
  6. Obesità.
  7. Età. Più sei vecchio, più è probabile che tu abbia un infarto..
  8. Pavimento. Gli uomini soffrono di infarto del miocardio molto più spesso delle donne.
  9. Problemi di pressione.
  10. La presenza di cardiopatia reumatica.
  11. Infezioni da stafilococco e streptococco posticipate.
  12. Attività fisica insufficiente, nonché attività fisica eccessiva.
  13. Stress e depressione.
  14. Livelli elevati di trigliceridi nel sangue.

Pronto soccorso per ictus e infarto

Il principio del primo soccorso per ictus e infarto è molto simile. Al primo sospetto di una qualsiasi delle condizioni pre-ictus e pre-infarto sopra descritte, è necessario chiamare immediatamente un'ambulanza.

Prima dell'arrivo del medico, il paziente deve osservare il riposo completo, metterlo in modo che la testa, il collo e la schiena formino una linea retta con un angolo di 30 gradi.

È inoltre necessario fornire un afflusso di aria fresca allentando indumenti stretti e cravatta. In caso di nausea e voglia di vomitare, la testa deve essere girata su un lato in modo che non si verifichi asfissia dal vomito. È vietato somministrare alla vittima acqua e cibo, poiché durante l'ictus si osserva spesso la paralisi dei muscoli della deglutizione e questo può evitare di soffocare.

Il medico in arrivo deve descrivere in dettaglio tutto ciò che è accaduto alla vittima dalla comparsa dei primi segni all'arrivo del medico.

Il trattamento dell'ictus e dell'attacco cardiaco viene effettuato solo in ambito ospedaliero.

Le possibilità di sopravvivenza del sopravvissuto dipendono da:

  • Sequenze di sintomi di ictus o infarto.
  • La gravità della perdita.
  • Puntualità e correttezza del pronto soccorso.

Se alla vittima si sono verificati contemporaneamente un ictus e un infarto, ciò può essere determinato solo in ambito ospedaliero e solo con l'aiuto di esami speciali.
Se in precedenza il paziente ha avuto problemi cardiaci, deve somministrare una compressa di nitroglicerina sotto la lingua e misurare la pressione.

Importante! Un ictus causato da un'emorragia cerebrale di solito porta a svenimenti e coma entro le prime ore dopo la rottura dei vasi sanguigni. Con un attacco di cuore, una persona può rimanere cosciente a lungo..

Trattamento ictus

Un ictus è molto più pericoloso di un infarto cerebrale, poiché dopo una rottura di una nave, continua per ore. Il pronto soccorso tempestivo e correttamente svolto svolge un ruolo enorme in questo. Per questo, vengono utilizzati i seguenti gruppi di medicinali:

  1. Per alleviare l'agitazione psicomotoria (Sibazon, Relanium, Flunitrazepam).
  2. Per prevenire il vomito (Cerucal, Raglan).
  3. Per normalizzare la pressione sanguigna (Kartopril, Clonidine).
  4. Per eliminare il mal di testa (Ketonal, Analgin, Tramal).

L'ulteriore trattamento della vittima, a seconda della gravità della sua condizione, viene effettuato in un ospedale nel reparto di terapia intensiva o nel reparto di neurochirurgia.

In presenza di un ematoma che interferisce con la circolazione sanguigna e l'afflusso di sangue, di solito viene prescritta un'operazione chirurgica per eliminarlo.

Quando si prescrive una terapia conservativa, viene eseguita:

  • Normalizzazione e mantenimento della pressione.
  • Stabilizzazione della frequenza cardiaca.
  • Miglioramento della funzione cardiaca.
  • Eliminazione dell'edema.
  • Prevenire le complicanze.

Trattamento di infarto

Nel trattamento dell'infarto cerebrale, la vittima viene iniettata con trombolitici, che dissolvono i coaguli di sangue che hanno bloccato i vasi e viene ripristinata la circolazione sanguigna. Fornito un trattamento tempestivo, la vittima migliora quasi immediatamente..

Importante! Se i trombolitici non sono stati somministrati al paziente per la prima volta 3 ore dopo l'attacco, si sviluppa un danno irreversibile nei tessuti dell'organo interessato.

Un ulteriore trattamento consiste nell'assunzione dei seguenti gruppi di farmaci:

  • Normalizzazione della pressione.
  • Prevenzione dei coaguli di sangue.
  • Ripristino e miglioramento della circolazione sanguigna e dell'afflusso di sangue nel cervello.

La dieta del paziente comprende vitamine e complessi minerali, nonché vitamine del gruppo B..

Se è necessario rimuovere un coagulo di sangue che non può essere rimosso con i farmaci, è possibile un intervento chirurgico..

Le conseguenze di ictus e infarto

Secondo le statistiche, il verificarsi simultaneo di un infarto e di un ictus è generalmente fatale. Anche con un trattamento tempestivo e adeguato di infarto o ictus, possono apparire gravi conseguenze.

Possibili complicanze di un infarto:

  • Edema cerebrale.
  • Polmonite congestizia.
  • Embolia polmonare.
  • Insufficienza cardiaca acuta.
  • Ulcere da decupito.

Possibili complicanze di un ictus:

  • Polmonite.
  • Coma, compreso prolungato.
  • Compromissione della funzione cerebrale o addirittura morte di una parte del cervello.
  • Perdita di sensibilità in aree specifiche del corpo.
  • Dolore in un lato del corpo.

Inoltre, oltre a ciò, possono svilupparsi le seguenti complicazioni:

  • Disturbo della memoria e della psiche.
  • Deterioramento delle capacità intellettuali.
  • Convulsioni epilettiche.
  • Coordinamento alterato del linguaggio e del movimento.

Affinché la vittima torni alla sua vita normale il più presto possibile, gli vengono prescritte speciali procedure di restauro, che includono fisioterapia, esercizi di fisioterapia, lezioni con un logopedista e, se necessario, con uno psicologo, e una dieta speciale e l'assunzione di farmaci devono essere pienamente osservate.

Fino alla fine, il tratto non può essere curato; in futuro è possibile una ricaduta. Per quanto riguarda un attacco di cuore, la ricomparsa di uno stato pre-infarto è determinata sulla base di una diagnosi completa. Affinché non accada di nuovo, la vittima deve seguire rigorosamente la dieta e tutte le prescrizioni del medico curante.

Importante! Prima inizia la riabilitazione, maggiore è la probabilità di un pieno recupero. Con un trattamento adeguato e tempestivo, oltre all'assunzione di farmaci, la probabilità di tornare alla vita precedente e attiva aumenta in modo significativo.

Booster di immunità efficace al 100%

Un'ottima alternativa per aumentare l'immunità a casa è un rimedio per eliminare lo stress accumulato. Gli scienziati hanno dimostrato che il 95% delle malattie è causato da stress e depressione: asma bronchiale, reumatismi, diabete mellito, riduzione della potenza, obesità, ipertensione, psoriasi, insonnia, malattie del tratto gastrointestinale, riduzione della memoria e dell'intelligenza e grave sudorazione.

Secondo le statistiche, lo stress accorcia la vita di 15-20 anni, provoca un invecchiamento precoce e può provocare infarto e ictus..

Inoltre, studi clinici condotti da ricercatori europei, che hanno coinvolto 1400 persone, hanno stabilito:

  • 100% efficace per alleviare lo stress cronico!
  • Efficacia delle malattie psicosomatiche del 98%.
  • Migliorare il benessere fisico del 96%.

Il prodotto non ha effetti collaterali.

Maggiori informazioni sul potenziatore dell'immunità di Neyrolock qui.

Miei cari lettori! Sono molto contento che tu abbia guardato il blog di Andryukhin, grazie! Questo articolo ti è stato interessante e utile? Si prega di scrivere la tua opinione nei commenti. Vorrei che condividessi anche queste informazioni con i tuoi amici sui social media. reti.

Spero davvero che comunicheremo con te per molto tempo, ci saranno molti altri articoli interessanti sul blog. Per non perderli, iscriviti agli aggiornamenti del blog.

Qual è la differenza tra infarto e ictus

Il cuore e il cervello sono le parti principali del nostro corpo. Il suo normale funzionamento dipende da loro. Come mostrano le statistiche, infarto e ictus sono malattie molto comuni che spesso portano alla morte..

Per salvare una persona, devi sapere con cosa combattere. L'infarto e l'ictus sono malattie che si verificano spesso nel mondo moderno. E a volte ognuno di noi può salvare la vita a qualcuno. Dopotutto, chiunque può incontrarsi per strada che vacillò bruscamente o gli afferrò il cuore. Ma non tutti sanno cosa bisogna fare in questa situazione..

Ictus: cause, sintomi e classificazione

Un ictus è un disturbo acuto della circolazione sanguigna nel cervello, che porta a danni cerebrali. I segni più comuni e comuni di un ictus:

  1. Debolezza nelle braccia o nelle gambe, sentendosi come se fosse stato portato via un arto.
  2. Un lato del viso appare innaturalmente distorto.
  3. Una persona può avere una scarsa comprensione di ciò che sta accadendo e di ciò che sta facendo.
  4. Il linguaggio diventa confuso, la vista si deteriora.
  5. La testa inizia a girare bruscamente.

È impossibile fare immediatamente una tale diagnosi, è necessario superare una serie di test e sottoporsi a un esame.

Cause di un ictus

Esistono tre cause principali di ictus:

  • Ipertensione arteriosa,
  • Cardiopatia ischemica (ischemia),
  • Aterosclerosi.

La loro manifestazione è facilitata da dieta malsana, fumo, consumo frequente di alcol, stress frequente e molto altro. Tra le donne, il fattore più comune che può portare all'ictus è l'obesità, negli uomini - l'alcolismo.

Tipi di corsa

Esistono 2 tipi di tratti:

  • Ischemico, che può essere causato da un coagulo di sangue formato nel cuore; elementi di placca aterosclerotica o spasmi vascolari.
  • Emorragico, che è caratterizzato da sanguinamento nel cervello, nelle membrane cerebrali, nei ventricoli del cervello o misto.

Quest'ultimo è generalmente più serio e si sviluppa più velocemente. I sintomi più comuni sono vomito, mal di testa e nausea. Appare intorpidimento di braccia e gambe, i muscoli si indeboliscono.

L'occhio può socchiudere gli occhi, l'angolo della bocca può abbassarsi, un lato del viso può restare indietro rispetto all'espressione facciale. La sensibilità può diminuire o scomparire del tutto.

Che cos'è un infarto, i suoi sintomi

A differenza di un ictus, un infarto è causato dalla formazione di un coagulo di sangue, a seguito del quale muore una parte del cuore. L'attacco cardiaco è microscopico, piccolo, medio e grande. C'è un attacco cardiaco primario che si è verificato per la prima volta e uno ricorrente è un attacco cardiaco ricorrente.

Sintomi di infarto

Un sintomo comune è il dolore toracico che dura 20 minuti. Sentirsi come se qualcosa stesse premendo e stringendo dentro. Possibile perdita di conoscenza, vomito, nausea, paura, eccitabilità emotiva.

La forza inizia a lasciare la persona, appare la mancanza di respiro, il dolore si diffonde sul lato sinistro del collo e delle scapole, della mascella inferiore, del braccio.

È necessario un elettrocardiogramma per stabilire la malattia. Avrai anche bisogno di biochimica del sangue.

Pronto soccorso per un infarto

Se sospetti un attacco di cuore, dovresti interrompere qualsiasi attività, sederti e, se possibile, mettere una compressa di nitroglicerina sotto la lingua. Se dopo 15 minuti il ​​dolore si intensifica, adagiare il paziente, sollevando la testa.

Successivamente, somministrare 0,25 nitroglicerina e 0,25 aspirina per masticare e deglutire. Assicurati che l'aria fresca entri nella stanza: apri finestre, balconi, prese d'aria il più possibile. Se la situazione non è cambiata dopo 5 minuti, chiamare urgentemente un'ambulanza. Vale la pena sapere che non dovresti usare la pillola più di tre volte.

Se sospetti un attacco di cuore, non dovresti mangiare, fumare, camminare o alzarti.

Qual è la differenza tra ictus e infarto

Da quanto sopra, possiamo concludere che un ictus colpisce il cervello e un infarto: il cuore. Con un infarto, è necessario agire immediatamente, la malattia colpisce a una velocità maggiore rispetto a un ictus.

Ma le malattie cardiovascolari possono essere controllate e persino evitate se si segue lo stile di vita prescritto dal medico, osservando tutte le raccomandazioni. Di norma, tali malattie non compaiono inaspettatamente, quindi il paziente deve essere consapevole delle possibili conseguenze..

La somiglianza di infarto e ictus è che la condizione cambia in modo incredibile in peggio. La differenza è che un attacco di cuore può provocare grave stress o attività fisica. L'ictus, di regola, non è preceduto da nulla..

Anche l'aiuto che dovrebbe essere fornito in tali situazioni differisce. Se vedi il sospetto di un attacco di cuore, in nessun caso sposta la persona, alla luce diretta del sole - fornisci un baldacchino. Il massimo che si può fare è alzare leggermente la testa e somministrare aspirina, se presente..

Se possibile, parla e supporta il paziente nella mente, scopri cosa è successo e chiama immediatamente un'ambulanza.

Con un colpo, la cosa principale è non lasciare che il paziente mangi e beva, mettilo in una posizione comoda, allenta il colletto o la cravatta, se presente. È ancora meglio metterlo da parte per respirare più facilmente. Chiama anche un'ambulanza.

Per una di queste opzioni, chiama i dottori il prima possibile, aspettali, raccontando loro in dettaglio cosa hai imparato e fatto.

Infarto e ictus: non passare!

Sfortunatamente, vedendo un'andatura irregolare o ascoltando discorsi incoerenti, la prima cosa che viene in mente agli altri è che una persona è ubriaca o inadeguata e c'è il desiderio di aggirarlo. Tuttavia, in realtà può essere un problema al cuore..

E da un infarto e un ictus nel nostro tempo, nessuno è immune. Vale la pena ricordare che è meglio fare un errore 10 volte piuttosto che superare una persona bisognosa di aiuto una volta..

Qual è la differenza tra un infarto e un ictus

Molti sono convinti che l'infarto e l'ictus siano malattie simili, ma questa opinione è errata. Queste patologie hanno uno sviluppo completamente opposto, tuttavia esiste una certa connessione tra loro. Si tratta delle differenze chiave tra queste malattie che saranno discusse in questo articolo..

Che cos'è un colpo?

L'ictus è un tipo di malattia neurologica pericolosa in cui il normale flusso sanguigno al cervello è compromesso. Può farsi sentire attraverso trombosi, convulsioni. In una forma più seria, diverse funzioni chiave vengono simultaneamente interrotte, di cui il cervello è responsabile.

Importante! L'ictus è spesso disabilitante. Dopo di lui, molti non riescono a tornare alla vita normale..

Esistono due tipi di malattia:

  • emorragico, quando una nave si rompe;
  • ischemico, derivante dalla formazione di un coagulo di sangue.

La sconfitta o la morte graduale delle cellule nervose porta alla perdita di funzioni chiave, ad esempio in una persona, gli arti sono paralizzati. Nel tempo, vengono ripristinate nuove funzioni e ci sono quelle che non tornano alla normalità fino alla fine della vita.

La maggior parte dei pazienti che hanno sofferto di un disturbo ha bisogno di una riabilitazione piuttosto lunga. Più veloce viene fatta la diagnosi, maggiori sono le possibilità di guarigione..

Che cos'è un infarto?

Un attacco di cuore significa un concetto più ampio.

Questo è, prima di tutto, la carenza di ossigeno nei tessuti, che appare se il flusso sanguigno di un particolare organo è disturbato..

La causa della malattia è il blocco dei vasi sanguigni con placca.

Se la circolazione sanguigna non può essere normalizzata per un breve periodo di tempo, i tessuti muoiono..

La malattia porta spesso a conseguenze spiacevoli, ad esempio disfunzione del sistema muscolo-scheletrico, forte dolore e infiammazione. Tuttavia, nei casi più gravi, può verificarsi un arresto cardiaco..

Riferimento! Se un infarto si verifica una volta, in futuro aumenta la possibilità di ricaduta. Riesce a farsi sentire in due mesi.

Qual è la differenza?

Entrambe le patologie si sviluppano a seguito di una violazione del processo di fornitura degli elementi necessari ai tessuti. Questo porta a ischemia o morte..

Un infarto può colpire determinati organi:

  1. un cuore;
  2. polmoni;
  3. fegato;
  4. Tratto gastrointestinale;
  5. reni;
  6. cervello.

Quando viene fatta una diagnosi, l'attenzione è focalizzata sull'area interessata..

La sottospecie più comune è l'infarto del miocardio, quando l'ossigeno non viene fornito ai tessuti del cuore..

Ictus: il concetto prevede una diminuzione del flusso sanguigno ai tessuti cerebrali e questo si riflette nel loro danno.

Di conseguenza, si formano sintomi cerebrali e focali. Il termine è usato per formulare una diagnosi di nevralgia.

Non è difficile distinguere tra i tipi di tratti:

  1. con un tipo di ictus ischemico, il paziente è cosciente, i suoi sintomi sono principalmente di tipo focale. Si osserva intorpidimento degli arti, che spesso si sviluppa in paralisi;
  2. con un ictus emorragico, gli anziani sono più spesso colpiti. La malattia si sviluppa improvvisamente, sono presenti vertigini, sindrome convulsiva, temperatura corporea e aumento della pressione.

Principi diagnostici

Qual è la differenza rispetto alla diagnosi di infarto e ictus cerebrale? Nonostante il fatto che entrambi i problemi abbiano una genesi comune e sintomi simili, il processo di identificazione è diverso. Il medico deve necessariamente condurre una conversazione con il paziente e i suoi parenti al fine di stabilire la probabile causa dell'insorgenza della malattia.

Quando si sospetta un ictus, vengono svolte le seguenti attività:

  1. analisi del sangue generale;
  2. identificazione dei livelli di glucosio;
  3. viene eseguito un esame delle urine generale;
  4. viene studiato un coagulogramma;
  5. bilirubina, il colesterolo viene valutato;
  6. il medico valuta le condizioni dei reni, del fegato;
  7. il paziente è sottoposto a una scansione MRI / CT del cervello;
  8. viene praticata una puntura lombare.

Nel caso di infarto del miocardio, l'esame è più ristretto. Il paziente deve passare attraverso:

  1. Ultrasuoni del cuore;
  2. ECG;
  3. fare un esame del sangue e delle urine.

Attenzione! Entrambi i disturbi necessitano sempre di mutua esclusione. Abbastanza spesso devi contattare specialisti specializzati per un consiglio..

Somiglianza di malattie

Il numero di giovani che soffrono di infarto o ictus continua ad aumentare ogni anno. Il fatto è che le malattie sono simili nella patogenesi. I principali fattori sono di solito:

  1. la presenza di chili in più;
  2. ipertensione arteriosa;
  3. inosservanza delle condizioni di lavoro;
  4. la presenza di cattive abitudini;
  5. stile di vita sedentario;
  6. aterosclerosi;
  7. dieta squilibrata;
  8. fatica;
  9. stress frequente;
  10. funzionamento anomalo del pancreas;
  11. patologie del cuore, dei reni, della ghiandola tiroidea.

Inizialmente, le malattie possono procedere secondo il quadro clinico generale, quindi, nella prima fase, è difficile riconoscerle. I pazienti si lamentano spesso di:

  1. svenimento a breve termine;
  2. fiato corto;
  3. paralisi degli arti;
  4. un brusco salto della pressione sanguigna;
  5. dolore alla testa e al cuore;
  6. sbiancamento della pelle.

Vale la pena ricordare che in caso di infarto, sensazioni dolorose si faranno sentire nella regione del cuore, il disagio viene spesso registrato nella mascella inferiore, nel braccio, nella scapola sinistra. La loro durata media è di 30 minuti..

L'ictus è accompagnato principalmente da frequente bisogno di vomito, mal di testa e convulsioni. In base alla posizione della lesione, anomalie del linguaggio, compromissione della funzione di deglutizione, andatura instabile, si verificano allucinazioni.

Importante! Entrambe le malattie richiedono cure mediche immediate. Il paziente deve essere consegnato al più presto alla struttura medica.

Video utile

Ti consigliamo di guardare un utile video sull'argomento:

Cosa c'è di più pericoloso?

Sia un infarto che un ictus sono malattie molto gravi che richiedono un trattamento immediato..

La mancata assistenza al paziente può portare alle conseguenze più negative, inclusa la morte.

È piuttosto difficile dire quale delle due patologie sia peggio.

Le informazioni statistiche suggeriscono che un numero molto maggiore di complicanze si osserva con un infarto, che il paziente non riesce sempre a far fronte.

In un colpo, la lesione è fissata in una zona. Se la diagnosi è moderna, solo una parte del corpo è interessata. La violazione del flusso sanguigno cerebrale è accompagnata da:

  1. atrofia muscolare;
  2. coma;
  3. violazione dell'attenzione;
  4. irretention;
  5. perdita di memoria;
  6. disturbi neurologici periferici.

Una diagnosi corretta e tempestiva e un trattamento adeguatamente prescritto aiuteranno il paziente a rimettersi in piedi più velocemente.

Secondo il medico, il più pericoloso è lo sviluppo parallelo di infarto e ictus. Quindi c'è un aumentato rischio di morte. La diagnostica mista è più complessa. Viene spesso eseguito in terapia intensiva e unità di terapia intensiva..

Attenzione! Per non portare a uno stato critico, è necessario non dimenticare le misure preventive di questi disturbi. Il criterio più importante è ancora mantenere uno stile di vita sano.

conclusioni

L'infarto e l'ictus sono malattie simili in termini di sintomi e quadro clinico iniziale, ma il primo concetto è considerato più ampio. In un modo o nell'altro, al fine di curare la malattia, è necessario contattare tempestivamente uno specialista specializzato e aderire a tutte le sue raccomandazioni.

Infarto o ictus, che è peggio

Patologie di natura cardiovascolare possono manifestarsi in pazienti di qualsiasi genere ed età. Le malattie comuni sono infarto e ictus, la differenza tra le principali manifestazioni, le tattiche di trattamento e la tecnica di pronto soccorso per la vittima. Entrambe le violazioni sono pericolose, possono causare la morte di una persona, ma non sono malattie identiche.

Perché entrambi i concetti sono confusi?

Le persone non mediche non possono sempre dire la differenza tra infarto e ictus. Questa funzione è dovuta alla presenza di segni comuni.

  • entrambe le patologie si manifestano più spesso nei pazienti anziani;
  • entrambe le malattie dipendono dalle condizioni del muscolo cardiaco;
  • sia un infarto che un ictus possono svilupparsi in persone che hanno subito importanti interventi chirurgici in passato, fratture, che sono inclini alla formazione di coaguli di sangue migratori.

Esiste anche una somiglianza tra le malattie nella terminologia. I medici spesso classificano un ictus come un infarto cerebrale..

Caratteristiche generali delle patologie

Nella fase iniziale, il corso delle violazioni è in gran parte simile tra loro. Si manifestano segni comuni di patologie di infarto e ictus:

  • dolore intenso;
  • sensazione opprimente al petto;
  • un improvviso aumento della pressione sanguigna;
  • sbiancamento della pelle;
  • mancanza di aria;
  • la probabilità di perdita di coscienza.

Oltre a sintomi simili, infarto e ictus hanno un'eziologia simile. Le ragioni per lo sviluppo di queste malattie possono diventare:

  • sconfitta da aterosclerosi, diabete mellito;
  • dipendenze dannose (alcoliche, nicotina);
  • dieta malsana;
  • un eccesso di colesterolo nel sangue;
  • essere sovrappeso;
  • stile di vita inattivo;
  • frequenti aumenti della pressione sanguigna.

In caso di rinvio prematuro a uno specialista, entrambe le patologie tendono a progredire rapidamente, peggiorando significativamente il benessere generale del paziente.

La principale differenza tra le malattie

Se c'è un'ipotesi sullo sviluppo della malattia, è necessario capire: infarto e ictus, qual è la differenza. La caratteristica principale che distingue tra loro le malattie sarà il luogo di localizzazione. Nel primo caso, la patologia è in grado di diffondersi dalla regione del cuore al fegato, al cervello, all'intestino. L'ictus tende ad essere stretto, interessando le cellule cerebrali. Le conseguenze del suo sviluppo sono disturbi nel funzionamento del sistema nervoso centrale..

Altre differenze includono la sintomatologia di ciascuna delle malattie, i metodi diagnostici preferiti e le tattiche di trattamento..

Caratteristiche importanti di un infarto

Quando si verifica una condizione di infarto, ci sono:

  • alterazione dell'afflusso di sangue al muscolo cardiaco;
  • morte del tessuto cardiaco;
  • un forte calo di forza;
  • aumento del rischio di morte del paziente.

A differenza di un ictus, un attacco di cuore viene definito concetti più ristretti. Questa patologia, attribuita alle malattie CVD, è principalmente registrata sullo sfondo dell'occlusione vascolare..

Ciò che caratterizza un ictus

Un brusco e significativo aumento della pressione sanguigna in ipertensione, aritmia, ischemia, sovrasaturazione del colesterolo, aterosclerosi e insufficienza cardiaca porta alla manifestazione di un ictus. Questa violazione è caratterizzata da:

  • integrità tissutale danneggiata, interruzione della loro alimentazione, causata da emorragia nel cervello;
  • forte mal di testa;
  • intorpidimento di mani, piedi, altre parti del corpo.

Il danno ai vasi sanguigni porta a un disturbo della coscienza, vertigini. Nei pazienti, la funzione del linguaggio è spesso compromessa. La disabilità è spesso una conseguenza di un ictus..

In alcune situazioni, infarto e ictus si sviluppano contemporaneamente. In tali casi, i sintomi si confondono ed è possibile determinare le condizioni del paziente solo dopo procedure speciali..

Caratteristiche del trattamento di ciascuna delle malattie

Per molti pazienti, la risposta alla domanda è importante: infarto e ictus, che tratta i pazienti con questi disturbi. Con la prima malattia, molto spesso vengono da un cardiologo. La terapia dell'ictus viene eseguita da un terapeuta, neurologo.

Con lo sviluppo dell'infarto miocardico, gli sforzi dei medici servono per fluidificare il sangue, ripristinare la sua circolazione nell'area patologica del cuore, eliminare i coaguli di sangue, espandere i lumi arteriosi ed eliminare le aritmie. I principali farmaci sono trombolitici, anticoagulanti, farmaci per la pressione alta.

I medicinali usati per le condizioni di ictus contribuiscono a:

  • fluidificare il sangue;
  • eliminazione dell'edema nei tessuti danneggiati;
  • stabilizzazione della pressione sanguigna, pressione intracranica;
  • protezione dei vasi cerebrali, aumentando la densità delle loro pareti;
  • migliorare la circolazione sanguigna, i processi metabolici.

La terapia consiste nella nomina di farmaci neuroprotettivi, farmaci che aiutano a ridurre la coagulazione del sangue, agenti antipiastrinici, anticonvulsivanti.

Nel trattamento di ciascuna delle malattie, vengono utilizzati mezzi per prevenire pericolose complicazioni, aumentare l'efficienza del cuore e prevenire possibili infezioni..

Infarto e ictus - che è più pericoloso

Con entrambe le malattie, aumenta la probabilità di sviluppare gravi complicanze. Inoltre, c'è sempre il rischio di morte del paziente..

La morte si verifica più spesso dopo un infarto. Provoca anche ritmo cardiaco irregolare, tachicardia, asma o insufficienza cardiaca, edema polmonare. Nei casi più gravi, ci sono:

  • shock cardiogeno, accompagnato da forte dolore;
  • abbassamento potenzialmente letale della pressione sanguigna;
  • insufficienza cardiaca;
  • rottura dei muscoli del cuore, che porta alla morte inevitabile.

In uno su 10 pazienti che hanno avuto un infarto, l'integrità del tessuto muscolare del cuore è interrotta. Di conseguenza, si consumano e muoiono più velocemente e il paziente morirà prematuramente..


Le complicazioni che si verificano dopo un ictus assumono la forma:

  • funzionamento inadeguato dell'area interessata del cervello;
  • appassimento del sito patologico;
  • paresi e paralisi, accompagnate da perdita parziale o completa dell'attività motoria;
  • demenza, causando compromissione dell'attività mentale;
  • indebolimento o perdita completa della memoria;
  • perdita di sensibilità in alcune parti del corpo;
  • coma incosciente.

Se un paziente con un ictus è in posizione supina per lungo tempo, può svilupparsi una forma grave di polmonite, che porta a un esito fatale..

Principi di primo soccorso

Quando si verificano un infarto e un ictus, il primo soccorso si basa sull'esecuzione di azioni simili. In tale situazione, avrai bisogno di:

  1. Immobilizzare la vittima.
  2. Rilascia la pressione dei capi sul corpo.
  3. Crea riposo completo per il paziente.
  4. Fornire ventilazione nella stanza.

Non è sicuro somministrare farmaci efficaci a un paziente. Dopo aver completato le azioni descritte, dovrai chiamare un'ambulanza.

Prima dell'arrivo dei medici, è possibile utilizzare i mezzi per aiutare a mantenere le condizioni soddisfacenti della vittima. Se ci sono tutti i segni di un infarto, è consentito somministrare al paziente 30-40 gocce di Corvalol o Valocordin.

Se si sospetta un ictus, sarà necessario misurare la pressione sanguigna. Con letture del tonometro superiori a 150/90, come Captopress, Metoprolol può essere utilizzato.

Prevenzione delle violazioni

A qualsiasi età, è necessario disporre di informazioni: infarto e ictus, come evitare lo sviluppo di questi disturbi. La prevenzione delle condizioni di infarto è promossa da:

  • rifiuto di nicotina, dipendenza da alcol;
  • stile di vita moderatamente attivo;
  • alimentazione sana con particolare attenzione ai cibi a basso contenuto di grassi, frutti di mare.

Se si è già verificato un attacco di infarto, viene mostrato l'uso del corso di aspirina, un fluidificante del sangue, antagonisti del calcio, ACE-inibitori, beta-bloccanti. Sarà necessario visitare periodicamente un medico e sottoporsi agli esami necessari.

Le misure già menzionate aiutano a evitare lo sviluppo di un ictus. La rilevazione tempestiva e il trattamento di alta qualità delle malattie provocatorie sono di fondamentale importanza..

Per prevenire entrambe le malattie, è importante monitorare regolarmente i livelli di pressione sanguigna, colesterolo, zucchero e protrombina nel sangue. È necessario ridurre al minimo le condizioni stressanti, lottare per le emozioni positive.


Nonostante la comunanza di molte caratteristiche, l'elevata probabilità di una prognosi negativa di infarto e ictus, la differenza tra queste condizioni diventerà evidente per il medico specializzato. Con un attento esame dei sintomi della patologia, è possibile distinguere l'uno dall'altro indipendentemente, tuttavia, il trattamento successivo deve necessariamente aver luogo sotto controllo medico.

Differenza tra ictus e infarto: qual è la differenza e cosa è comune

Qual è la differenza tra un ictus e un infarto del miocardio e cosa hanno in comune queste malattie??

L'ictus è un disturbo acuto della circolazione sanguigna nel cervello, a seguito del quale una sezione del tessuto cerebrale viene privata del cibo e muore. Parlando di un attacco di cuore, il più delle volte significano danni al cuore, alla sua componente muscolare - il miocardio. Tuttavia, questo termine può essere applicato anche a reni, intestino, polmoni e anche al cervello: l'infarto cerebrale viene talvolta chiamato ictus ischemico a causa dell'ammorbidimento del tessuto cerebrale nel sito della lesione. In entrambi i casi, a causa dell'insufficiente circolazione sanguigna, si sviluppa ischemia acuta e le cellule muoiono.


Nonostante tutte le differenze, l'ictus e l'infarto hanno molto in comune

Attacco di cuore

Qual è la differenza tra un infarto e un ictus? La risposta a questa domanda può essere trovata considerando le loro caratteristiche. Un infarto è una malattia di un organo di natura locale o onnicomprensiva. Si verifica a causa della trombosi nei vasi, nonché della mancanza di fornitura di nutrienti e nutrienti. Immediatamente dopo un infarto (entro 3-4 ore), può svilupparsi la necrosi e l'organo muore gradualmente.

Quando si effettua una diagnosi, il medico deve chiarire la posizione della lesione. Questi possono essere tali corpi:

- muscolo cardiaco - miocardio;

Poiché la causa principale di questa malattia è la trombosi vascolare, questa è la principale differenza da un ictus.

Cosa c'è di più spaventoso

È meglio vivere la vita senza infarto o ictus. Dal momento che entrambe le malattie sono terribili a modo loro. Secondo i dati per il 2020, ci sono 654,8 decessi per complicanze della malattia coronarica, 299,2 decessi per ictus per 100.000 persone in Russia (3). La differenza nei numeri è dovuta alla più rara presenza di disturbi della circolazione cerebrale rispetto alla coronarica.

Il tasso di mortalità per entrambe le malattie è elevato. La mortalità in ospedale per infarto del miocardio in Russia è del 15,2%, ictus 16-22,3% (4). La ricorrenza di infarto nel primo anno si verifica nel 40% dei pazienti, l'ictus ripetuto in 2 anni si sviluppa nel 4-14%.

Il recupero da un attacco di cuore può essere abbastanza rapido. Già il secondo giorno, molte persone possono alzarsi, sedersi, camminare da sole. Secondo le statistiche, la durata media del trattamento ospedaliero per un infarto in Russia è di 14,6 giorni, Repubblica Ceca, Polonia, Svizzera - circa 7 giorni, Inghilterra 8,6 giorni (5).

La riabilitazione dopo un ictus è di solito più difficile. Le persone devono imparare di nuovo a parlare, camminare, ripristinare la mobilità di alcune parti del corpo. La durata media delle cure ospedaliere in Russia è di 12,8-13,4 giorni, Repubblica Ceca - 18,2-22,3 giorni, Inghilterra - 19,5-21,8 giorni (5).

Ictus

E cos'è questa malattia? Come si manifesta un ictus? Il lavoro degli organi del sistema nervoso è compromesso, il che influenza la circolazione sanguigna, più spesso si verifica nel cervello. Può manifestarsi in diversi modi:

- sotto forma di trombosi, quasi uguale a un infarto;

- crampo (questo significa che c'è una forte contrazione dell'arteria).

Un ictus è più grave ed è caratterizzato da disfunzioni, di cui è responsabile il cervello.

Ci sono casi in cui l'infarto dell'arteria cerebrale è classificato come un ictus. Cos'altro è la differenza in queste malattie?

Queste due malattie sono anche diverse l'una dall'altra in quanto dopo un ictus, l'area interessata del cervello non si riprenderà e il lavoro delle cellule morte rimarrà come un carico aggiuntivo sulle cellule vicine che funzionano normalmente. E sebbene la riabilitazione richieda molto tempo e richieda molta pazienza, il recupero è del tutto possibile.

Somiglianze in eziologia

Ci sono somiglianze in queste malattie in termini di cause di queste patologie. Le principali cause di necrosi tissutale e ictus:

  • Malattie croniche caratterizzate da vasocostrizione: diabete mellito, distonia vegetativa, aterosclerosi, obesità.
  • Mancanza di dieta e cattive abitudini alimentari: consumo eccessivo di cibi grassi, cibi fritti, fast food, dolci e prodotti a base di farina.
  • Cattive abitudini - abuso di alcool, fumo.
  • Bassa attività fisica.
  • Frequente aumento della pressione sanguigna.

Nonostante tutti i tipi di differenze, uno dei punti del trattamento complesso sia per l'una che per la seconda patologia è lo stesso:

  • Sono prescritti farmaci che migliorano la funzione respiratoria;
  • Viene eseguita la terapia antibatterica;
  • I complessi sono prescritti per migliorare la qualità del sangue e lo stato dei vasi sanguigni;
  • L'attività del muscolo cardiaco è stimolata.

Inoltre, le misure terapeutiche generali includono la nomina di farmaci immunomodulatori per ripristinare la forza del corpo e includerla nel lavoro di riabilitazione..

Cause dell'evento

Qual è la differenza tra un ictus e un infarto? Per rispondere a questa domanda, è necessario evidenziare le cause dell'evento, provocate da tali malattie:

- trombosi nei vasi sanguigni;

- malattie infettive (forme acute) che il paziente soffre o ha già sofferto.

Inoltre, una scarsa eredità e fattori ambientali possono innescare lo sviluppo della malattia. Inoltre, la causa di questa malattia può essere:

- alcolismo, nicotina e tossicodipendenza;

- stress, dieta sbagliata;

- eccessiva attività fisica.

Differenze aggiuntive

Una differenza significativa tra le due condizioni si osserva nella loro diagnosi. Con il paziente o i suoi cari, devono avere una conversazione, che consente di identificare i fattori di rischio e i possibili fattori scatenanti della malattia, la predisposizione ereditaria. Una persona con sospetto infarto cerebrale viene mostrato il passaggio di TC o risonanza magnetica della testa, ELETTROENCEFALOGRAMMA. Prendono sangue da lui per gli indicatori di glucosio e colesterolo, controllano la sua coagulazione. La valutazione dello stato neurologico è obbligatoria. L'infarto del miocardio è confermato da ECG, ecografia cardiaca, analisi biochimiche e generali del sangue.

I primi segni di due malattie

Qual è la differenza tra un ictus e un infarto che sono così spesso confusi? Sebbene siano due diverse malattie, i sintomi sono molto simili. I primi segni sono:

- pallore e intorpidimento del corpo, nella maggior parte dei casi accompagnati da perdita di coscienza;

- la pressione sanguigna si discosta dalla norma, molto spesso è alta;

- i lineamenti del viso diventano intorpiditi, si verifica mancanza di respiro, compaiono problemi respiratori che, a loro volta, rappresentano una grande minaccia. In questo momento, è necessario monitorare attentamente in modo che la lingua non affondi e ostruisca il flusso d'aria nel corpo;

Consiglio di un cardiologo

E infine, vorrei darti un consiglio personale. Ora è metà aprile, un po 'di più e i giardinieri inizieranno a fare giardinaggio. Fu in questo momento che il flusso di colpi, secondo le statistiche, aumenta in modo significativo.

Ciò è dovuto alla posizione in cui le persone devono scavare nei letti, piantare piante, diserbare, ecc. Questa posizione di costante flessione verso l'alto è un pericolo maggiore e spesso provoca l'insorgenza di un ictus..

Come essere? Dopotutto, non si può rifiutare completamente di lavorare con la terra, soprattutto perché alimenta semplicemente molti. Ovviamente no. Devi solo sapere quando fermarti.

Segui queste semplici linee guida durante i lavori di giardinaggio e ridurrai significativamente il rischio di ictus:

  • Non lavorare mai a caldo
  • Fai una pausa ogni 2 ore
  • Tutti gli attrezzi da giardinaggio devono essere maneggiati a lungo
  • Quando si diserbano i letti, è meglio sedersi su una panchina o almeno accovacciarsi, ma non capovolto
  • Misura e controlla la pressione del sangue durante il giorno
  • Ascolta la tua salute per non perdere il campanello d'allarme. Nessuno può farlo meglio di te

Questo è tutto per me. Ora sai come riconoscere i segni di ictus e infarto e cosa fare in questo caso. Ilyukhina Vera Mikhailovna era con te - un cardiologo e autore di articoli nella rubrica "Malattie cardiovascolari" del sito "Note del villaggio Aibolit".
In media, ci vogliono 3-4 ore per scrivere 1 articolo. Condividendo un articolo sui social network esprimi gratitudine agli autori del blog per il loro lavoro.

Primo soccorso

È necessario il primo soccorso, nel primo e nel secondo caso. Per cominciare, ciò che dovrebbe essere fatto è fornire al paziente l'accesso all'ossigeno e quindi adottare misure per ripristinare il normale funzionamento dell'organo interessato. Se non sai come fare, è meglio non toccare la vittima, ma fornire riposo completo. Un'ambulanza dovrebbe essere chiamata il più presto possibile.

Nel caso in cui si tratti di un ictus e per tre ore le cellule cerebrali non vengano alimentate con le sostanze necessarie, inizierà la necrosi: morte cellulare.

Se si tratta di un infarto, c'è un'alta probabilità che si verifichi un esito fatale anche prima dell'arrivo di un'ambulanza. Ma anche con l'aiuto tempestivo dei medici, è necessario il trapianto per salvare vite umane o sarà necessario l'impianto di valvole e placche di origine artificiale.

patogenesi

Indipendentemente dalla causa che ha causato l'ischemia cerebrale locale, si sviluppa una cascata di cambiamenti patobiochimici, che porta a danni irreversibili al tessuto nervoso a causa dei meccanismi di necrosi e apoptosi [15]: 235. Questa serie di cambiamenti correlati è stata chiamata "cascata patobiochimica" o "cascata ischemica" (Gusev E.I. et al., 1997).

Il processo di ischemia cerebrale è dinamico e, di norma, potenzialmente reversibile. Il grado di danno ischemico dipende dalla profondità e dalla durata della riduzione del flusso sanguigno cerebrale..

Il volume ottimale del flusso sanguigno cerebrale è di 50-60 ml per 100 g / min. Quando il livello del flusso sanguigno cerebrale è inferiore a 55 ml per 100 g di sostanza al minuto, si nota una reazione primaria, che è caratterizzata dall'inibizione della sintesi proteica nei neuroni: la "zona marginale dell'ischemia". Quando il flusso sanguigno cerebrale è inferiore a 35 ml per 100 g / min, le reazioni biochimiche nelle cellule cerebrali vengono interrotte - la glicolisi (scomposizione del glucosio) viene completata lungo il percorso anaerobico con l'accumulo di lattato e la formazione di sole 2 molecole di ATP.

Con un'ulteriore diminuzione del flusso sanguigno, si verifica una violazione dello stato funzionale della corteccia cerebrale e una riduzione a 10-15 ml per 100 g / min porta a rapidi cambiamenti irreversibili nei neuroni entro pochi minuti e alla formazione di una zona centrale di infarto ("nucleo ischemico"). Entro 6-8 minuti, i neuroni rimangono vitali e possono ripristinare le loro funzioni con la normalizzazione della circolazione sanguigna.

Con l'ischemia cerebrale locale, si forma una zona intorno all'area con cambiamenti irreversibili, il cui afflusso di sangue è al di sotto del livello necessario per il normale funzionamento, ma al di sopra della soglia critica di cambiamenti irreversibili - "penombra ischemica" o "penombra". Non ci sono cambiamenti morfologici in questa zona..

La durata della "finestra terapeutica" - il periodo durante il quale è possibile ripristinare la funzione dei neuroni nell'area della "penombra ischemica" - non è stata stabilita con precisione. Sebbene per la maggior parte delle cellule questo tempo sia limitato a 3-6 ore, è possibile che la capacità di recupero rimanga per diversi giorni.

  • diminuzione del flusso sanguigno cerebrale.
  • eccitotossicità del glutammato (i neurotrasmettitori eccitatori glutammato e aspartato sono citotossici).
  • accumulo di calcio intracellulare.
  • attivazione di enzimi intracellulari.
  • aumento della sintesi di NO e sviluppo di stress ossidativo.
  • espressione genica a risposta precoce.
  • conseguenze a lungo termine dell'ischemia (reazione dell'infiammazione locale, disturbi microvascolari, danni alla barriera emato-encefalica).
  • apoptosi - morte cellulare geneticamente programmata [11] [18].

I processi ischemici nel tessuto cerebrale sono accompagnati da edema cerebrale. L'edema cerebrale si sviluppa pochi minuti dopo lo sviluppo dell'ischemia locale, la sua gravità dipende direttamente dalla dimensione dell'infarto cerebrale. Il punto di partenza per lo sviluppo dell'edema è la penetrazione dell'acqua dallo spazio intercellulare nelle cellule a causa della mancanza di energia nei neuroni per mantenere l'omeostasi intracellulare..

DETTAGLI: Riabilitazione dopo infarto del miocardio Treatment Trattamento cardiaco

Successivamente, l'edema extracellulare (vasogenico) si unisce all'edema intracellulare (citotossico), causato dalla morte degli elementi cellulari che compongono la barriera emato-encefalica, con l'accumulo nella zona danneggiata di prodotti sotto ossidati formati durante la glicolisi anaerobica [19] [20] [21] [22 ] [23] [24].

Il danno alla barriera emato-encefalica è anche accompagnato dalla migrazione transendoteliale dei leucociti nel tessuto cerebrale, che, tra le altre cose, danneggia le cellule sane del tessuto nervoso [25] [26] l'edema intra ed extracellulare provoca un aumento del volume cerebrale e lo sviluppo dell'ipertensione endocranica. Con un aumento della pressione in una certa parte del cervello e del cranio (l'aspetto di un'area di distorsione), parti del cervello vengono spostate l'una rispetto all'altra, il che provoca lo sviluppo di alcune sindromi di dislocazione.

Ictus e infarto cerebrale. Differenza

Qual è la differenza tra un ictus e un infarto cerebrale? Le loro differenze sono le seguenti:

  1. Con un ictus, l'afflusso di sangue al cervello viene bloccato. E questo porta a danni ai tessuti. Un infarto interrompe la nutrizione dell'organo danneggiato. Questo porta alla morte dei tessuti..
  2. L'ictus colpisce solo il cervello e un infarto - quando si verifica la necrosi - qualsiasi organo.
  3. L'attacco cardiaco si riferisce alle malattie cardiovascolari. L'ictus è una malattia neurologica.
  4. Ci sono molte ragioni per un ictus, ma la principale per un infarto è la trombosi;
  5. Il risultato di un ictus è la disabilità. La seconda malattia è spesso fatale.

Qual è la differenza tra un ictus e un infarto cerebrale? La differenza può essere vista nei sintomi:

  1. Durante un ictus, si verificano vertigini e l'andatura diventa instabile. Con un infarto, tali segni non vengono osservati..
  2. Quando si verifica un ictus, il paziente perde conoscenza. Durante un infarto, manifesta grave debolezza..
  3. Quando inizia un ictus, c'è intorpidimento degli arti, difficoltà di movimento. E con un attacco di cuore a causa di un forte dolore, appare l'attività.

Caso dalla pratica

Un paziente è stato ricoverato in ospedale con lamentele di debolezza, forte dolore toracico e pesantezza alla testa. Allo stesso tempo, sono stati osservati vertigini, mancanza di respiro, triangolo nasolabiale blu, ipertensione e aumento della frequenza cardiaca. L'ECG ha mostrato segni di ischemia miocardica acuta del cuore posteriore-basale. Durante l'assunzione di un elettroencefalogramma, non sono state rilevate anomalie e non c'erano sintomi patologici dal sistema nervoso. Gli esami del sangue hanno mostrato un aumento di mioglobina, troponina, SLA e AST, livelli di colesterolo a bassa densità.
Diagnosi: infarto miocardico acuto a grande focale. Ipertensione II grado.

È stato effettuato il trattamento (ossigenoterapia, nitrati endovenosi in flebo, "eparina", beta-bloccanti, diuretici, sedativi). Dopo 3 settimane di terapia intensiva, la condizione è migliorata, la dinamica è positiva sul cardiogramma e si nota la formazione di una cicatrice. Dimesso sotto la supervisione di un cardiologo nel luogo di residenza. Prevenzione secondaria raccomandata della malattia, assunzione costante di "Aspirina", "Nitroglicerina" quando si verifica dolore, "Bisoprololo", "Atorvastatina" per la vita, una dieta con cibi grassi limitati.

Ictus e infarto del miocardio. differenze

Qual è la differenza tra un ictus e un infarto del miocardio? Ecco i primi sintomi di un infarto:

- l'insorgenza di dolore compressivo, che si irradia al lato sinistro del corpo sopra la vita, nonché alla mascella e alla gola;

- la tachicardia può essere distinta;

- il triangolo nasolabiale diventa blu, la pelle del viso si scurisce e con essa i lobi delle orecchie;

- si verifica una grave mancanza di respiro;

- aritmia, dolore acuto all'addome;

In rari casi, l'unico sintomo è l'arresto cardiaco completo..

Letteratura

  1. Tatiana Gitun. Infarto miocardico, 2013
  2. Mironenko T.V., Mironenko M.O., Loshak A.M., Didenko L.V. Manifestazioni atipiche di ictus cerebrali, 2012
  3. Martsevich S. Yu. Esiti immediati e distanti di infarto miocardico acuto. Dati provenienti da registri internazionali e russi, 2014
  4. Dottore in lettere Bekbaev. Analisi della mortalità in pazienti con ictus cerebrale nei distretti di Almaly e Bostandyk di Almaty per il 2012, 2013
  5. T. M. Maksimova, N. P. Lushkina Durata media della degenza ospedaliera per pazienti con patologia del sistema circolatorio in Russia e in alcuni paesi europei, 2013

Istruzione medica superiore. Kirov State Medical Academy (KSMA). Terapista locale. Maggiori informazioni sull'autore

Tutti gli articoli dell'autore

Trattamento

Nei casi più gravi, la terapia dell'attacco cardiaco e dell'ictus emorragico ha lo scopo di preservare e mantenere le funzioni di base del corpo. Le misure terapeutiche per l'infarto e l'emorragia hanno le loro specifiche e differenze..

Con qualsiasi ictus, la pressione arteriosa non può essere drasticamente ridotta: con un infarto, questo può causare un'insanguinazione ancora maggiore dell'area interessata del cervello e, con l'emorragia, può provocare lo sviluppo di ischemia.

Trattamento di infarto cerebrale

Nell'ictus ischemico, nelle prime ore, la somministrazione endovenosa di un attivatore del plasminogeno viene talvolta utilizzata per dissolvere il coagulo di sangue e ripristinare l'afflusso di sangue al cervello. Durante la riabilitazione, vengono prescritti anticoagulanti per ridurre la trombosi e fluidificare il sangue..

Trattamento dell'ictus emorragico

Nell'ictus emorragico, il trattamento terapeutico si basa sul compito opposto: aumentare i coaguli di sangue e la viscosità del sangue per ridurre il sanguinamento. Per fare questo, vengono iniettati farmaci endovenosi che aumentano la coagulazione del sangue. La reazione di difesa naturale del corpo in questo caso consiste nel vasospasmo e in una diminuzione del flusso sanguigno: questa condizione è pericolosa per lo sviluppo dell'ischemia.

Per le emorragie, non dovresti assumere l'aspirina come antidolorifico, perché assottiglia il sangue, aumentando ulteriormente il sanguinamento..

In alcuni casi, l'accumulo di sangue e il gonfiore vengono rimossi chirurgicamente. Con un ictus emorragico, la chirurgia cerebrale è pericolosa, perché può provocare un sanguinamento maggiore.

In caso di aneurisma, per rafforzare la parete vascolare assottigliata, vengono posti speciali rinforzi di rinforzo nei punti di allargamenti patologici.

Con un ictus, soprattutto come prevenzione della re-emorragia, è necessario controllare la pressione sanguigna.

La riabilitazione dopo infarto e ictus comprende la fisioterapia, il massaggio terapeutico, la correzione nutrizionale, le consultazioni con il logopedista e l'assistenza psicoterapica se necessario.

Misure preventive

La prevenzione di infarto e ictus è di mantenere il normale stato dei vasi sanguigni. Per questo si consiglia:

  • sbarazzarsi della dipendenza da nicotina e alcol, soprattutto dopo 40 anni;
  • stabilire una dieta con alimenti contenenti colesterolo limitati e aumentare la quantità di frutta e verdura fresca nella dieta;
  • neutralizzare parte dello stress nella fase dell'evento;
  • trascorrere abbastanza tempo all'aperto.

Ha anche senso monitorare i primi sintomi di patologie vascolari, ad esempio sotto forma di mal di testa e sbalzi di pressione, controllare le condizioni dei vasi - eseguire l'angiografia e, se necessario, iniziare la terapia il prima possibile.

Diagnostica

Nell'ictus emorragico si osservano ematomi, che sono chiaramente visibili sulla TC sotto forma di aree bianche. Le aree di necrosi nell'ictus ischemico sembrano oscuranti.

La tomografia computerizzata rivela anche il grado di edema e dislocazione del cervello - uno spostamento patologico di parti del cervello. Lo stato delle navi è controllato da CT e RM-angiografia, che è particolarmente importante per gli aneurismi.

Gli esami del sangue e il monitoraggio della pressione sanguigna sono importanti anche per la diagnosi di infarto e ictus. È particolarmente importante controllare la pressione come prevenzione della re-emorragia con aneurismi.

Sintomi

La sintomatologia neurologica dipende dalla gravità del danno cerebrale e dalla localizzazione del focus necrotico nell'attacco di cuore o nell'ematoma nell'ictus emorragico.

L'ictus emorragico è caratterizzato da un rapido sviluppo, mal di testa più intenso, vomito grave e perdita di coscienza prolungata. Nei casi più gravi compaiono convulsioni, si sviluppa un coma che dovrebbe essere distinto dall'ipoglicemia nel diabete mellito.

Una caratteristica dell'emorragia cerebrale è il forte arrossamento del viso (iperemia) fino alla comparsa di un tono di pelle viola. Nell'ictus ischemico, al contrario, il viso è pallido.