Il cervello è il centro di controllo del corpo umano; controlla tutto ciò che facciamo. Ciò che pensiamo, sogniamo, quando facciamo sport, leggiamo un libro o addirittura dormiamo, prende la parte più diretta.

Ogni parte di questo corpo impiega una serie di compiti specifici per il successo del raggiungimento del risultato desiderato..

Funziona in tandem con il resto del sistema nervoso, riceve e invia messaggi, da dove esiste una connessione continua tra il mondo esterno e se stessi.

caratteristiche generali

Il cervello è un organo umano con 100 miliardi di neuroni, ognuno dei quali è collegato direttamente o indirettamente a diecimila altre cellule..

Ha un peso medio di 1,3 kg, che varia da 1 kg a 2,5 kg. Tuttavia, il peso non influisce in alcun modo sulle capacità intellettuali del suo proprietario..

Diagramma e descrizione della struttura del cervello umano

Lo schema è presentato in sezione anatomica.

La struttura e la funzione del cervello nella tabella

ParteStrutturaFunzione
oblungo

Estensione del midollo spinale situato sul tronco. Esternamente, ha una sostanza bianca e al suo interno è grigia. La materia grigia è contenuta sotto forma di nuclei.Conduttivo, alimentare, protettivo, controllo della frequenza respiratoria, controllo della frequenza cardiaca, controllo dei riflessi vitali responsabili di starnuti, deglutizione, fame.mezzoCollega il cervello anteriore e il cervello posteriore.

Contiene parti chiamate quadruple collinette.

Centri primari o subcorticali di udito e visione. Grazie a ciò, una persona nel campo visivo percepisce nuovi oggetti o fonti sonore che sono apparse. Ci sono anche centri responsabili del tono muscolare..IntermedioComprende: talamo, epithalamus, ipotalamo. Il talamo contiene i centri di quasi tutti i sensi sensoriali. L'ipotalamo è la parte dell'intermedio che si collega e controlla la ghiandola pituitaria.Visione, sensi tattili e gustativi, sensazioni di temperatura corporea e ambientale, memoria, sonno.Cervelletto (Hindbrain)La parte subcorticale del cervello che ha scanalature. I suoi componenti sono due emisferi, che sono tenuti insieme da un verme..Regola il coordinamento dei movimenti, la capacità di mantenere il corpo nello spazio libero.Emisferi grandi (telencefalo)È formato da due parti (destra e sinistra), divise in scanalature e convoluzioni, a causa delle quali la superficie aumenta. Sono costituiti da una grande quantità di materia grigia, che si trova all'esterno e all'interno, rispettivamente, del bianco.Visione (lobo occipitale), sensibilità dell'articolazione della pelle e tono muscolare (lobo parietale). Memoria, pensiero, coscienza, linguaggio (lobo frontale) e udito (lobo temporale).

In quali dipartimenti è composto il cervello??

È suddiviso in due grandi dipartimenti. Cervello romboidale e grande.

Quale parte del cervello è responsabile della memoria?

Solo parti della corteccia, del sistema limbico e del cervelletto sono responsabili del funzionamento della memoria. Principalmente interessato da aree situate nella zona temporale degli emisferi destro e sinistro.

Inoltre, il dipartimento principale per la memorizzazione di informazioni a lungo termine è l'ippocampo..

Di cosa è responsabile il mesencefalo??

È responsabile delle attività multifunzionali. Trasmette sensazioni motorie (coordinazione), sensazioni tattili e riflesse.

Con l'aiuto di quest'area, una persona può muoversi nello spazio senza problemi.

Quale parte del cervello è responsabile della parola?

L'emisfero sinistro, in cui si trovano le zone del linguaggio motorio e sensoriale, è principalmente responsabile della funzione vocale..

Quali sono le caratteristiche morfologiche del cervello?

La separazione della materia grigia e bianca è la caratteristica più importante e complessa.

Una quantità significativa di materia grigia si trova nella parte esterna del grande cervello e del cervelletto, formando una corteccia di varie pieghe.

Quali azioni sono controllate dagli emisferi cerebrali?

L'emisfero destro è responsabile di un completo orientamento nello spazio, della percezione della posizione. Inoltre, a causa di questo emisfero, viene eseguita l'elaborazione non verbale delle informazioni percepite.

Pensiero creativo e intuizione, sistema associativo e attività integrativa dovuta all'emisfero destro.

A sua volta, il lato sinistro dell'emisfero è specializzato principalmente in abilità linguistiche come il controllo del parlato e la capacità di leggere e scrivere. Responsabile del pensiero logico e analitico.

Qual è la parte più giovane del cervello?

Nel processo evolutivo, la più giovane di tutte le formazioni è la corteccia cerebrale, che è composta da diversi strati neurali.

La maggior parte è costituita da neuroni del sistema nervoso centrale..

Il cervello è un muscolo o no?

Il cervello non è un muscolo, poiché la sua struttura è costituita da fibre nervose, non da muscoli.

Questo articolo è una breve descrizione della struttura e delle funzioni del cervello di un organo estremamente complesso che reagisce e controlla i sistemi del corpo umano. Su una fotografia MRI, puoi studiare più in dettaglio la sua struttura, le sue funzioni e le possibili deviazioni del cervello..

In cosa consiste il cervello?

Il cervello, insieme alle membrane che lo ricoprono, occupa l'intera cavità cranica. La sua massa in un adulto è in media di 1360-1375 g. In un neonato, la massa del cervello è di 370-400 g. Durante il primo anno di vita di un bambino, raddoppia e di 6 anni aumenta di 3 volte. Quindi c'è un lento aumento della massa cerebrale, che termina a 20-25 anni..

Dipartimenti del cervello

In conformità con le cinque vescicole cerebrali da cui si è sviluppato il cervello, in esso si distinguono cinque principali divisioni:

1.il midollo allungato;

2. il posteriore, costituito da ponte e cervelletto;

3. mesencefalo, comprese due gambe del cervello e il tetto del mesencefalo con due paia di tumuli;

4. diencefalo, le cui principali formazioni sono due talami, con due coppie di corpi genicolati e l'ipotalamo;

5.il telencefalo, rappresentato da due emisferi.

1. Il midollo allungato è un'estensione del midollo spinale. Contiene i nuclei delle coppie VIII-XII dei nervi cranici. I centri vitali per la regolazione della respirazione, l'attività cardiovascolare della digestione e il metabolismo si trovano qui. I nuclei del midollo allungato sono coinvolti nella realizzazione di riflessi alimentari incondizionati (separazione dei succhi digestivi, suzione, deglutizione), riflessi protettivi (vomito, starnuti, tosse, battito di ciglia). La funzione conduttiva del midollo allungato è quella di trasmettere gli impulsi dal midollo spinale al cervello e nella direzione opposta..

2. Il cervelletto e il pons varoli formano il posteriore. Le vie nervose che collegano il mesencefalo e il mesencefalo con il midollo allungato e il midollo spinale passano attraverso il ponte. Nel ponte sono i nuclei delle coppie V-VIII dei nervi cranici. La materia grigia del cervelletto è all'esterno e forma una corteccia con uno strato di 1-2,5 mm. Il cervelletto è formato da due emisferi collegati da un verme. I nuclei cerebellari forniscono il coordinamento di atti motori complessi del corpo. Gli emisferi cerebrali regolano il tono dei muscoli scheletrici attraverso il cervelletto e coordinano i movimenti del corpo. Il cervelletto partecipa alla regolazione di alcune funzioni autonome (composizione del sangue, riflessi vascolari).

3. Il mesencefalo si trova tra il Pons Varoli e il Diencefalo. È costituito dalla quadrupla e dalle gambe del cervello. Le vie ascendenti verso la corteccia cerebrale e il cervelletto e le vie discendenti verso il midollo allungato e il midollo spinale (funzione di conduzione) passano attraverso il mesencefalo. Nel mesencefalo si trovano i nuclei delle coppie III e IV dei nervi cranici. Con la loro partecipazione, vengono effettuati i riflessi di orientamento primario alla luce e al suono: movimento degli occhi, rotazione della testa verso la fonte di irritazione. Il mesencefalo è anche coinvolto nel mantenimento del tono muscolare scheletrico.

4. Il diencefalo si trova sopra il mesencefalo. I suoi dipartimenti principali sono il talamo (collinette visive) e l'ipotalamo (regione del sotto-collinetta). Gli impulsi centripeti provenienti da tutti i recettori del corpo (ad eccezione del recettore olfattivo) passano attraverso il talamo alla corteccia cerebrale. L'informazione riceve la corrispondente colorazione emotiva nel talamo e viene trasmessa agli emisferi cerebrali. L'ipotalamo è il principale centro subcorticale per la regolazione delle funzioni autonome del corpo, di tutti i tipi di metabolismo, della temperatura corporea, della costanza dell'ambiente interno (omeostasi) e dell'attività del sistema endocrino. L'ipotalamo contiene i centri del sentimento di sazietà, fame, sete, piacere. I nuclei dell'ipotalamo sono coinvolti nella regolazione dell'alternanza di sonno e veglia (ghiandola pineale).

I ventricoli del cervello sono un sistema di cavità. Contengono liquido cerebrospinale.

  1. Ventricoli laterali sono cavità nel cervello che contengono liquido cerebrospinale. Questi ventricoli sono i più grandi del sistema ventricolare. Il ventricolo sinistro è chiamato il primo e il ventricolo destro è chiamato il secondo. Vale la pena notare che i ventricoli laterali comunicano con il terzo ventricolo con l'aiuto dei fori interventricolari o Monroe. La loro posizione è sotto il corpo calloso, su entrambi i lati della linea mediana, simmetricamente. Ogni ventricolo laterale ha un corno anteriore, un corno posteriore, un corpo, un corno inferiore.
  2. Terzo ventricolo - situato tra i collinetti visivi. Ha una forma anulare, poiché in essa crescono dei collinetti visivi intermedi. Le pareti del ventricolo sono riempite con il midollo grigio centrale. Contiene centri vegetativi subcorticali. Il terzo ventricolo è comunicato con l'acquedotto del mesencefalo. Dietro le aderenze nasali, comunica attraverso l'apertura interventricolare con i ventricoli laterali del cervello.
  3. Quarto ventricolo - situato tra il midollo allungato e il cervelletto. La volta di questo ventricolo sono le vele cerebrali e il verme, e il fondo è il ponte e il midollo allungato..

5. Il cervello anteriore è la parte più grande e più sviluppata del cervello. È rappresentato da due emisferi - sinistro e destro, separati da una fessura longitudinale. Gli emisferi sono collegati da una spessa piastra orizzontale - il corpo calloso, che è formato da fibre nervose che attraversano trasversalmente da un emisfero all'altro. Tre scanalature - centrale, parieto-occipitale e laterale - dividono ciascun emisfero in quattro lobi: frontale, parietale, temporale e occipitale. Il quinto - il lobo insulare (isolotto) - è posato nella profondità della fossa laterale del cervello grande, separando il lobo frontale dal temporale.

All'esterno, l'emisfero è coperto da uno strato di materia grigia - la corteccia; all'interno vi sono la materia bianca e i nuclei subcorticali. I nuclei subcorticali sono una parte filogeneticamente antica del cervello che controlla le azioni automatiche inconsce (comportamento istintivo). La sostanza bianca del cervello anteriore è formata da fibre nervose che collegano diverse parti del cervello.

La corteccia cerebrale ha uno spessore di 1,3-4,5 mm. A causa della presenza di pieghe, convoluzioni e solchi, l'area totale della corteccia in una persona adulta è 2000-2500 cm 2. La corteccia è composta da 12-18 miliardi di cellule nervose disposte in sei strati.

Le cellule sono classificate in base alle caratteristiche morfologiche nei principali tipi: piramidale, fusiforme, stellato, granulare. Funzionalmente, i neuroni sono suddivisi in neuroni sensoriali, motori e intermedi (intercalari). Le cellule piramidali e a forma di fuso svolgono una funzione efferente e quelle stellate - un afferente.

Organizzazione stratificata della neocorteccia:

I. Molecolare. Questo strato contiene molte fibre che formano un denso plesso parallelo alla superficie, ma poche cellule.

II. Granulare esterno. Contiene piccoli neuroni densamente impacchettati di varie forme, tra cui vi sono piccole cellule piramidali. Le fibre nervose qui sono orientate principalmente parallelamente alla superficie della corteccia..

III. Piramidale esterno. È costituita principalmente da neuroni piramidali.

IV. Granuloso interno. In questo strato, piccoli neuroni di varie dimensioni (cellule stellate) sono localizzati diffusamente, tra i quali densi fasci di fibre paralleli alla superficie del passaggio corticale.

V. Piramidale interna. È costituita principalmente da cellule piramidali medio-grandi; per esempio, gigantesche cellule piramidali di Betz nel giro precentrale.

Vi. Strato cellulare fusiforme. Qui ci sono principalmente neuroni a forma di fuso. La parte più profonda di questo strato passa nella sostanza bianca del cervello..

Sebbene la corteccia cerebrale funzioni nel suo insieme, le funzioni delle sue singole sezioni non sono le stesse. Le aree sensoriali (sensibili) della corteccia ricevono impulsi da tutti i recettori del corpo. Pertanto, l'area visiva della corteccia si trova nel lobo occipitale, l'area uditiva nel lobo temporale, ecc. Nelle aree associative della corteccia, vengono effettuati l'archiviazione, la valutazione, il confronto delle informazioni in arrivo con le informazioni precedentemente ricevute, in questo modo si svolgono i processi di memorizzazione e apprendimento., pensando. Le zone del motore (motore) sono responsabili di movimenti coscienti. Da loro, gli impulsi nervosi vanno ai muscoli striati.

1 - corpo calloso;
2 - volta;
3 - talamo;
4 - tetto del mesencefalo;
5 - mastoide;
6 - acquedotto del mesencefalo;
7 - tronco cerebrale;
8 - crossover visivo;
9 - Ventricolo IV;
10 - ghiandola pituitaria;
11 - ponte;
12 - cervelletto

Cervelli e loro significato

Il cervello è l'organo umano più perfetto e complesso. Gli scienziati non sono ancora stati in grado di indagare a fondo e conoscere tutte le sue caratteristiche e capacità. Ma molto è già noto sul cervello, ad esempio, è stato dimostrato che la corteccia cerebrale è la sua componente più altamente organizzata. Consiste in molte convoluzioni, ognuna delle quali svolge la propria funzione. Diamo un'occhiata a cosa è fatto il cervello e quali sono i significati..

Il cervello è composto da cinque divisioni

La formazione di questo organo inizia quasi all'inizio dello sviluppo intrauterino. Il giorno 28, il tubo neurale dell'embrione si trasforma in una formazione complessa. 5 vescicole cerebrali iniziano a gonfiarsi, da cui si sviluppano l'oblungato anteriore, intermedio, medio, posteriore e midollare. Dal cervello anteriore (talentcephalon) si formano la corteccia cerebrale, i nuclei basali e la parte anteriore dell'ipotalamo. Il diencefalo (diencefalo) dà origine al talamo, all'epitalamo e alla parte posteriore dell'ipotalamo. Dal mesencefalo (masencefalo) si formano la quadrupla e le gambe del cervello. Il cervelletto o il matencefalo forma il cervelletto e il ponte. Il midollo allungato (mielencefalo) è una continuazione diretta del midollo spinale. È responsabile della respirazione e della circolazione, quindi il suo danno provoca immediatamente la morte..

Composizione della corteccia cerebrale

L'esame della corteccia cerebrale è essenziale. Dopo tutto, è grazie alla sua presenza che una persona sente, comprende, naviga nel mondo che lo circonda, vive emozioni. Ogni persona ha una struttura unica della corteccia cerebrale. Le scanalature e le convoluzioni di cui è composta hanno forme e dimensioni diverse. I solchi sono chiamati solchi, grazie ai quali si formano i lobi della corteccia (frontale, parietale, temporale e occipitale). Cosa si intende con il termine "giro del cervello"? Questo è il nome delle aree convesse situate tra i solchi..

Il processo di formazione della corteccia in embriogenesi

La formazione della corteccia inizia circa alla decima settimana di sviluppo intrauterino del feto. Si formano solchi primari, che sono i più profondi. Formano i lobi della corteccia. Quindi compaiono scanalature secondarie, che formano convoluzioni. Le scanalature terziarie e più superficiali sono responsabili dell'individualità del sollievo della corteccia cerebrale. Il sollievo più intenso si forma dalle 24 alle 38 settimane di sviluppo intrauterino.

Scanalature e circonvoluzioni del cervello

Il rilievo della crosta è individuale, ma la composizione è la stessa. Quindi, il cervello umano include:

  • Scanalatura silviana tra i lobi frontale e temporale;
  • la scanalatura laterale che separa i lobi temporale, parietale e frontale;
  • Scanalatura di Roland che separa il lobo frontale dal parietale;
  • il solco parietale-occipitale, che delimita le aree occipitale e parietale;
  • solco cingolato sulla superficie mediale del cervello;
  • una scanalatura circolare che forma una parte insulare sulla superficie basale degli emisferi cerebrali;
  • solco dell'ippocampo, che è una continuazione del cingolato.

I cervelli hanno dimensioni e forme diverse. Un fatto interessante: se raddrizzi tutte le convoluzioni e ce ne sono molte nel cervello umano, il tessuto risultante impiegherà fino a 22 metri quadrati. metri di area. Consideriamo il giro principale e le loro funzioni:

  • il giro angolare è responsabile della vista e dell'udito;
  • il giro frontale inferiore ha un centro di Broca nella parte posteriore, che è responsabile della corretta riproduzione del linguaggio;
  • il giro temporale superiore con il centro di Wernicke nella parte posteriore è coinvolto nel riconoscimento del discorso scritto e parlato;
  • il giro centrale anteriore è responsabile dell'implementazione di movimenti coscienti;
  • il giro cingolato è coinvolto nella formazione delle emozioni;
  • il giro dell'ippocampo è necessario per la normale memorizzazione;
  • il giro fusiforme è coinvolto nel riconoscimento facciale;
  • il giro linguale è necessario per elaborare le informazioni che entrano nella retina;
  • il giro precentro è responsabile della comprensione delle informazioni che provengono dal contatto;
  • il giro postcentrale è necessario per i movimenti volontari.

Ora conosci le principali convoluzioni del cervello e di cosa sono responsabili. Questo è un argomento piuttosto complesso e sfaccettato. Non è facile considerarlo completamente nel quadro di un articolo. Tuttavia, possiamo dire con certezza che ogni giro ha un ruolo importante, ha un significato specifico ed è una componente necessaria della corteccia cerebrale..

Solchi e circonvoluzioni sono indissolubilmente legati. Le scanalature limitano i lobi, costituiti da un gruppo di convoluzioni. Delimitano anche il singolo giro. Il cervello ha una struttura complessa, che gli consente di svolgere molte funzioni importanti.

I cervelli hanno bisogno di allenamento

Il giro del cervello è responsabile di tutte le nostre azioni, sentimenti, sensazioni, emozioni e processi di pensiero. Possono e dovrebbero essere allenati, proprio come i muscoli del corpo. Cosa dobbiamo fare:

  • Assegna al tuo cervello compiti non standard più spesso. Ad esempio, se hai la mano destra, prova a imparare a scrivere con la mano sinistra..
  • Di tanto in tanto, svolgi le tue solite attività in un modo diverso: vai al negozio dall'altra parte, lavati i denti o prendi un cucchiaio con l'altra mano a pranzo.
  • Per saperne di più, perché i libri ci sono di grande beneficio: entriamo in empatia con l'eroe, pensiamo alle sue azioni, analizziamo le situazioni, sperimentiamo le emozioni. Tutto ciò ha un effetto positivo sulla funzione cerebrale..
  • Impara le lingue straniere. Allena la memoria, migliora l'intelligenza e generalmente sviluppa l'attività cerebrale..

E un altro consiglio: usa i simulatori Wikium. Esercizi interessanti per memoria, attenzione, velocità di reazione, compiti logici e analitici: tutto ciò sviluppa il pensiero e fa funzionare meglio il giro.

CERVELLO

Il cervello è una parte del sistema nervoso centrale, che consiste di organi situati all'interno del cranio e circondati da membrane protettive, tra le quali vi è un fluido destinato all'assorbimento degli urti in caso di lesioni; il liquido cerebrospinale circola anche attraverso i ventricoli del cervello. Il cervello umano pesa circa 1300 grammi Le dimensioni e la complessità di questa struttura non ha eguali nel regno animale..

Il cervello è l'organo più importante del sistema nervoso: nella corteccia cerebrale, che è la superficie esterna del cervello, in un sottile strato di materia grigia, costituito da centinaia di milioni di neuroni, le sensazioni diventano consapevoli, viene generata tutta l'attività volontaria e processi mentali più elevati come il pensiero, la memoria e discorso.

Il cervello ha una struttura molto complessa, comprende milioni di neuroni, i cui corpi cellulari sono raggruppati in diverse sezioni e formano la cosiddetta materia grigia, mentre altri contengono solo filamenti nervosi coperti con guaine mieliniche e costituiscono la materia bianca. Il cervello è costituito da metà simmetriche, emisferi cerebrali, separati da un lungo solco di 3-4 mm di spessore, la cui superficie esterna corrisponde a uno strato di materia grigia; la corteccia cerebrale è costituita da diversi strati di corpi neuronali.

  • la corteccia cerebrale, l'organo più voluminoso e importante, poiché controlla tutte le attività consce e la maggior parte delle attività inconsce del corpo, inoltre, è il luogo in cui processi mentali come la memoria, il pensiero, ecc.;
  • il tronco encefalico è costituito dal ponte e dal midollo allungato, il tronco encefalico contiene centri che regolano le funzioni vitali, il tronco encefalico è costituito principalmente da nuclei di cellule nervose, quindi è di colore grigio;
  • il cervelletto prende parte al controllo dell'equilibrio del corpo e coordina i movimenti del corpo.

STRATO ESTERNO DEL CERVELLO
La superficie del cervello è molto irregolare perché la corteccia è formata da molte pieghe che formano molte pieghe. Alcune di queste pieghe, le più profonde, sono chiamate scanalature, che dividono ciascun emisfero in quattro sezioni chiamate lobi; i nomi dei lobi corrispondono ai nomi delle ossa craniche che si trovano sopra di essi: lobi frontale, temporale, parietale, occipitale. Ogni lobo, a sua volta, è attraversato da pieghe meno profonde che formano curvature allungate chiamate convoluzioni.

STRATI INTERNI DEL CERVELLO
Sotto la corteccia cerebrale c'è una sostanza bianca, costituita dagli assoni dei neuroni situati sulla corteccia, che collega diverse zone in un emisfero (fili di collegamento), raggruppa diverse parti del cervello (fili di proiezione) e collega anche i due emisferi tra loro (fili di sutura)... I filamenti che collegano entrambi gli emisferi formano una spessa fascia di sostanza bianca chiamata corpus callosum.

Nella parte più profonda del cervello si trovano anche i corpi neurali che formano la materia grigia della base; in questa parte del cervello si trovano il talamo, il nucleo caudato, il nucleo lenticolare, costituito dal guscio e dal nucleo pallido, o dall'ipotalamo, sotto il quale si trova la ghiandola pituitaria. Questi nuclei sono anche separati da strati di sostanza bianca, tra questi c'è una membrana, chiamata capsula esterna, che contiene i filamenti nervosi che collegano la corteccia cerebrale con il talamo, il tronco cerebrale e il midollo spinale..

Le meningi sono tre membrane sovrapposte l'una sull'altra e avvolgono il cervello e il midollo spinale, che svolgono principalmente una funzione protettiva: la dura madre, l'esterno, il più resistente e il più spesso, è a diretto contatto con la superficie interna del cranio e le pareti interne del canale spinale, che contiene il midollo spinale; la membrana aracnoidea, al centro, è una sottile membrana elastica che ricorda una ragnatela nella struttura; e la pia madre - la membrana interna, molto sottile e delicata, adiacente al cervello e al midollo spinale.

Tra le varie meningi, così come tra la dura madre e le ossa del cranio, ci sono spazi che hanno nomi e caratteristiche diversi: lo spazio semi-aracnoideo che separa l'aracnoide e la pia madre è riempita di liquido cerebrospinale; spazio semisolido situato tra la dura madre e l'aracnoide; e lo spazio epidurale, situato tra la dura madre e le ossa del cranio, pieno di vasi sanguigni - cavità venose, che si trovano anche nel settore in cui la dura è divisa attorno a due lobi. All'interno della cavità venosa si trovano i rami della membrana aracnoidea chiamati granuli che filtrano il liquido cerebrospinale.

All'interno del cervello vi sono varie cavità riempite di liquido cerebrospinale e interconnesse da sottili condotti e aperture, che consentono al fluido cerebrospinale di circolare: i ventricoli laterali si trovano all'interno degli emisferi cerebrali; il terzo ventricolo si trova quasi al centro del cervello; il quarto si trova tra il tronco encefalico e il cervelletto, collegato al terzo ventricolo dal solco silviano, nonché allo spazio semi-aracnoideo che corre lungo il canale centrale del midollo spinale - ependima.

Come funziona il cervello umano: dipartimenti, struttura, funzioni

Il sistema nervoso centrale è quella parte del corpo che è responsabile della nostra percezione del mondo esterno e di noi stessi. Regola il lavoro di tutto il corpo e, in effetti, è il substrato fisico di ciò che chiamiamo "io". L'organo principale di questo sistema è il cervello. Analizziamo come sono disposte le parti del cervello.

Funzioni e struttura del cervello umano

Questo organo è prevalentemente costituito da cellule chiamate neuroni. Queste cellule nervose producono impulsi elettrici che fanno funzionare il sistema nervoso..

Il lavoro dei neuroni è fornito da cellule chiamate neuroglia: costituiscono quasi la metà del numero totale di cellule nel sistema nervoso centrale.

I neuroni, a loro volta, sono costituiti da un corpo e processi di due tipi: assoni (impulsi di trasmissione) e dendriti (ricezione di impulsi). I corpi delle cellule nervose formano una massa tissutale, comunemente chiamata materia grigia, e i loro assoni sono intrecciati in fibre nervose e rappresentano una sostanza bianca.

  1. Solido. È un film sottile, un lato adiacente al tessuto osseo del cranio e l'altro direttamente alla corteccia.
  2. Morbido. È costituito da tessuto sciolto e avvolge saldamente la superficie degli emisferi, andando in tutte le fessure e scanalature. La sua funzione è quella di fornire sangue all'organo..
  3. Ragnatela. Si trova tra la prima e la seconda membrana e svolge lo scambio di liquido cerebrospinale (liquido cerebrospinale). Il liquore è un ammortizzatore naturale che protegge il cervello dai danni durante lo spostamento.

Quindi, diamo un'occhiata più da vicino a come funziona il cervello umano. Secondo le caratteristiche morfo-funzionali, anche il cervello è diviso in tre parti. La sezione più bassa è chiamata romboide. Dove inizia la parte romboidale, il midollo spinale termina - passa nel oblungo e nella parte posteriore (ponte di Varoliev e cervelletto).

Questo è seguito dal mesencefalo, che unisce le parti inferiori con il centro del nervo principale - la regione anteriore. Quest'ultimo include il finale (grandi emisferi) e il diencefalo. Le funzioni chiave degli emisferi cerebrali sono l'organizzazione dell'attività nervosa superiore e inferiore.

Cervello supremo

Questa parte ha il volume maggiore (80%) rispetto al resto. È costituito da due emisferi cerebrali, il corpo calloso che li collega e il centro olfattivo..

I grandi emisferi del cervello, sinistro e destro, sono responsabili della formazione di tutti i processi mentali. Ecco la massima concentrazione di neuroni e si osservano le connessioni più complesse tra loro. Nel profondo del solco longitudinale che divide gli emisferi, c'è una densa concentrazione di sostanza bianca - il corpo calloso. Consiste in complessi plessi di fibre nervose che si intrecciano in varie parti del sistema nervoso..

All'interno della sostanza bianca ci sono gruppi di neuroni chiamati gangli della base. La posizione vicina alla "giunzione del traffico" del cervello consente a queste formazioni di regolare il tono muscolare e di eseguire reazioni riflesso-motorie istantanee. Inoltre, i gangli della base sono responsabili della formazione e del funzionamento di complesse azioni automatiche, ripetendo parzialmente le funzioni del cervelletto.

Corteccia

Questo piccolo strato superficiale di materia grigia (fino a 4,5 mm) è la formazione più giovane nel sistema nervoso centrale. È la corteccia cerebrale che è responsabile del lavoro dell'attività nervosa superiore umana..

La ricerca ha permesso di determinare quali aree della corteccia si sono formate relativamente di recente durante lo sviluppo evolutivo e quali erano ancora presenti nei nostri antenati preistorici:

  • la neocorteccia: la nuova parte esterna della corteccia, che è la sua parte principale;
  • archicortex: una formazione più antica responsabile del comportamento istintivo e delle emozioni di una persona;
  • La paleocorteccia è l'area più antica interessata al controllo delle funzioni autonome. Inoltre, aiuta a mantenere l'equilibrio fisiologico interno del corpo..

Lobi frontali

I lobi più grandi degli emisferi cerebrali sono responsabili di funzioni motorie complesse. Nei lobi frontali del cervello sono previsti movimenti volontari e qui si trovano anche centri di linguaggio. È in questa parte della corteccia che viene effettuato il controllo volitivo del comportamento. In caso di danno ai lobi frontali, una persona perde potere sulle sue azioni, si comporta in modo antisociale ed è semplicemente inadeguata.

Lobi occipitali

Strettamente legati alla funzione visiva, sono responsabili dell'elaborazione e della percezione delle informazioni ottiche. Cioè, trasformano l'intero insieme di quei segnali luminosi che entrano nella retina in immagini visive significative.

Lobi parietali

Viene eseguita l'analisi spaziale e vengono elaborate la maggior parte delle sensazioni (tatto, dolore, "sensazione muscolare"). Inoltre, aiuta ad analizzare e combinare varie informazioni in frammenti strutturati: la capacità di sentire il proprio corpo e i suoi lati, la capacità di leggere, contare e scrivere.

Lobi Temporali

In questo reparto, si svolge l'analisi e l'elaborazione delle informazioni audio, che fornisce la funzione dell'udito, la percezione dei suoni. I lobi temporali sono coinvolti nel riconoscere i volti di persone diverse, nonché le espressioni facciali, le emozioni. Qui è dove le informazioni sono strutturate per l'archiviazione permanente e quindi viene implementata la memoria a lungo termine..

Inoltre, i lobi temporali contengono centri di linguaggio, il cui danno porta all'incapacità di percepire il parlato..

Lobo insulare

È considerato responsabile della formazione della coscienza in una persona. Nei momenti di empatia, empatia, ascolto di musica e suoni di risate e pianti, c'è un'opera attiva del lobo insulare. Elabora anche i sentimenti di avversione allo sporco e agli odori sgradevoli, compresi gli stimoli immaginari..

diencefalo

Il diencefalo serve come una specie di filtro per i segnali neurali: riceve tutte le informazioni in arrivo e decide dove andare. È costituito dalle parti inferiore e posteriore (talamo ed epithalamus). In questa sezione viene anche realizzata la funzione endocrina, ad es. scambio ormonale.

La parte inferiore è costituita dall'ipotalamo. Questo piccolo e denso fascio di neuroni ha un enorme effetto su tutto il corpo. Oltre a regolare la temperatura corporea, l'ipotalamo controlla i cicli di sonno e veglia. Secerne anche gli ormoni che sono responsabili dei sentimenti di fame e sete. Come centro di piacere, l'ipotalamo regola il comportamento sessuale.

È anche direttamente correlato alla ghiandola pituitaria e traduce l'attività nervosa in endocrino. Le funzioni della ghiandola pituitaria, a loro volta, sono di regolare il lavoro di tutte le ghiandole del corpo. I segnali elettrici vanno dall'ipotalamo alla ghiandola pituitaria del cervello, "ordinando" la produzione di quali ormoni dovrebbero essere avviati e quali dovrebbero essere fermati.

Il diencefalo include anche:

  • Thalamus - è questa parte che funge da "filtro". Qui i segnali provenienti da recettori visivi, uditivi, gustativi e tattili sono sottoposti a elaborazione primaria e sono distribuiti ai dipartimenti appropriati.
  • Epithalamus: produce l'ormone melatonina, che regola i cicli di veglia, partecipa al processo della pubertà e controlla le emozioni.

Mesencefalo

Prima di tutto, regola l'attività del riflesso uditivo e visivo (costrizione della pupilla in piena luce, trasformando la testa in una fonte di suono forte, ecc.). Dopo l'elaborazione nel talamo, le informazioni vanno al mesencefalo.

Qui ha luogo la sua ulteriore elaborazione e inizia il processo di percezione, la formazione di un suono significativo e di un'immagine ottica. In questa sezione, i movimenti oculari sono sincronizzati e viene fornita la visione binoculare..

Il mesencefalo comprende le gambe e la quadrupla (due uditive e due viscere). All'interno si trova la cavità del mesencefalo che collega i ventricoli.

Midollo

Questa è un'antica formazione del sistema nervoso. Le funzioni del midollo allungato sono di assicurare la respirazione e il battito cardiaco. Se quest'area è danneggiata, la persona muore - l'ossigeno cessa di fluire nel sangue, che il cuore non pompa più. Nei neuroni di questa sezione iniziano i riflessi protettivi come starnuti, battito di ciglia, tosse e vomito.

La struttura del midollo allungato ricorda un bulbo allungato. Al suo interno contiene i nuclei della materia grigia: la formazione reticolare, i nuclei di diversi nervi cranici, nonché i nodi neurali. La piramide del midollo allungato, costituita da cellule nervose piramidali, svolge una funzione conduttiva, unendo la corteccia cerebrale e la regione dorsale.

I centri più importanti del midollo allungato:

  • regolazione della respirazione
  • regolazione della circolazione sanguigna
  • regolazione di una serie di funzioni dell'apparato digerente

Cervello posteriore: ponte e cervelletto

La struttura del cervelletto comprende il ponte Varoli e il cervelletto. La funzione del ponte è molto simile al suo nome, poiché consiste principalmente di fibre nervose. Il ponte del cervello è, infatti, una "strada" attraverso la quale passano i segnali dal corpo al cervello e gli impulsi dal centro del nervo al corpo. Lungo i percorsi ascendenti, il ponte cerebrale passa nel mesencefalo.

Il cervelletto ha una gamma molto più ampia di possibilità. Le funzioni del cervelletto sono di coordinare i movimenti del corpo e mantenere l'equilibrio. Inoltre, il cervelletto non solo regola i movimenti complessi, ma contribuisce anche all'adattamento dell'apparato motorio in vari disturbi.

Ad esempio, esperimenti con un invertoscopio (occhiali speciali che trasformano l'immagine del mondo circostante) hanno dimostrato che sono le funzioni del cervelletto che sono responsabili del fatto che, con una lunga usura del dispositivo, una persona non solo inizia a navigare nello spazio, ma vede anche il mondo correttamente.

Anatomicamente, il cervelletto ripete la struttura degli emisferi cerebrali. L'esterno è coperto da uno strato di materia grigia, sotto il quale è presente un grappolo di bianco.

Sistema limbico

Il sistema limbico (dalla parola latina limbus - edge) è un insieme di formazioni che circondano la parte superiore del tronco. Il sistema include i centri olfattivi, ipotalamo, ippocampo e formazione reticolare.

Le principali funzioni del sistema limbico sono l'adattamento del corpo ai cambiamenti e la regolazione delle emozioni. Questa educazione contribuisce alla creazione di ricordi duraturi attraverso le associazioni tra memoria ed esperienze sensoriali. La stretta connessione tra il tratto olfattivo e i centri emotivi porta al fatto che gli odori evocano ricordi così forti e chiari in noi..

Se si elencano le principali funzioni del sistema limbico, è responsabile dei seguenti processi:

  1. Odore
  2. Comunicazione
  3. Memoria: a breve e lungo termine
  4. Sonno riposante
  5. L'efficienza di dipartimenti e organi
  6. Emozioni e componente motivazionale
  7. Attività intellettuale
  8. Endocrino e vegetativo
  9. Partecipa parzialmente alla formazione del cibo e all'istinto sessuale

In cosa consiste il cervello?

Il cervello è l'organo responsabile del coordinamento e della regolazione di tutte le funzioni vitali. Inoltre, è responsabile del controllo del comportamento, del pensiero, dei sentimenti, dei movimenti, dei desideri o, in altre parole, della gestione di tutto ciò che riguarda la componente fisica ed emotiva della vita umana. Il cervello è l'organo principale del sistema nervoso centrale (sistema nervoso centrale). Uno dei suoi compiti principali è l'elaborazione delle informazioni sensoriali trasmesse attraverso i sensi. Il cervello si trova nella cavità cranica, ripetendo i suoi contorni e riempiendosi quasi completamente. Sono le ossa del cranio che lo proteggono da danni esterni..

Cervello negli adulti

Il peso del cervello in un adulto può essere compreso tra 1 e 2 kg o più. In media, la massa di un organo è del 2% del peso corporeo totale. È un'idea sbagliata che più grande è il cervello, più intelligente è la persona. Il più grande mistero per la scienza moderna è la differenza tra le caratteristiche del funzionamento del cervello di uomini e donne. Più di uno studio è stato condotto su questo argomento, più di un libro e un articolo sono stati scritti. I risultati di molti studi hanno permesso di determinare che esistono effettivamente differenze nel lavoro del cervello maschile e femminile. Ad esempio, gli uomini hanno maggiori probabilità di sviluppare il morbo di Parkinson, mentre le donne hanno maggiori probabilità di sviluppare depressione e demenza..

È interessante notare che il cervello maschile è circa l'8-10% più grande della femmina. Inoltre, i rappresentanti di diversi sessi differiscono non solo per la sua massa totale, ma anche per le dimensioni delle singole zone dell'organo. Ad esempio, uno studio del 2001 condotto da scienziati dell'Università di Harvard ha dimostrato che i lobi frontali del cervello nelle donne sono più grandi che negli uomini, il che consente loro di prendere decisioni e risolvere i problemi più rapidamente. Gli uomini, d'altra parte, hanno un'amigdala più grande e una parte parietale della corteccia cerebrale, che consente loro di navigare meglio nello spazio e reagire bruscamente al pericolo.

Non è solo la dimensione che distingue il cervello maschile e femminile. Secondo gli scienziati, anche il livello di attività dell'organo principale del sistema nervoso centrale in entrambi i sessi è diverso. Pertanto, il cervello femminile è sempre attivo e può monitorare costantemente la situazione. Nelle donne, le connessioni interemisferiche sono più pronunciate, negli uomini, al contrario, le connessioni nell'area di ciascun emisfero sono più sviluppate..

Cervello negli uomini

Secondo gli scienziati, gli effetti sul cervello degli ormoni sessuali maschili e femminili sono diversi. Sia il testosterone che gli estrogeni lo proteggono da compromissione funzionale. Ma a differenza degli uomini, le donne, a causa delle caratteristiche fisiologiche del corpo, con l'età, c'è un forte calo del livello di estrogeni. Pertanto, gli uomini sono meno sensibili allo sviluppo della malattia di Alzheimer, della demenza e di altri disturbi funzionali dell'organo principale del sistema nervoso centrale..

Il cervello maschile percepisce le informazioni visive più velocemente. Ecco perché gli uomini reagiscono meglio e ricordano la pubblicità, ma non fissano l'attenzione su piccoli dettagli e testi che la accompagnano. Il cervello negli uomini permette loro di sentirsi pieni molto più velocemente quando mangiano. Ad esempio, nel 2005 gli scienziati olandesi hanno condotto uno studio su come il cervello maschile e quello femminile reagiscono all'assunzione di sostanze contenute nel cioccolato. Negli uomini, quando si mangiava cioccolato, c'era una maggiore attività dell'ipotalamo, che è responsabile del controllo della sensazione di fame. Il corpo maschile ha un grande bisogno di consumo di carne, mentre le donne hanno un forte desiderio di grassi e carboidrati facilmente digeribili. La spiegazione è abbastanza semplice Il corpo degli uomini, a causa delle sue caratteristiche fisiologiche, ha bisogno di un costante apporto di proteine, che viene utilizzato per costruire i muscoli. Il corpo femminile ha bisogno di grasso, che è necessario per la piena produzione di ormoni e per garantire la capacità di trasportare un bambino.

Anche uomini e donne vivono lo stress in diversi modi. Quindi, nel sesso più forte, il lato destro dell'amigdala del cervello è più attivo, nelle donne, al contrario, la sinistra. È l'amigdala del cervello umano che è responsabile della sensazione di paura e aggressività. Gli uomini in situazioni stressanti reagiscono immediatamente, rispondendo alla contro aggressività o cercando di ritirarsi per pensare o ripensare tutto. Le donne, d'altra parte, cercano di trovare supporto e ottenere protezione dai propri cari..

Cervello nelle donne

Tutti sanno che le donne sono più sensibili e vulnerabili. Stranamente, questo non è un tratto caratteriale, ma il risultato delle peculiarità del cervello. Quindi, il gentil sesso è più sensibile al dolore e anche le sensazioni del tocco per loro sono più pronunciate. Studi di imaging hanno dimostrato che il segnale del dolore viene elaborato dal cervello femminile in un modo completamente diverso. Il dolore suscita emozioni più forti nelle donne, il che spiega perché le donne hanno maggiori probabilità di segnalare problemi di salute che li disturbano.

Gli studi hanno dimostrato che le donne hanno tre volte più probabilità di avere emicranie. Oltre alle fluttuazioni ormonali, un fattore che contribuisce alla comparsa dell'emicrania è la maggiore suscettibilità del gentil sesso all'irritabilità. Ad esempio, gli specialisti dell'Università della California hanno condotto uno studio in cui hanno provocato mal di testa negli uomini esponendoli alla luce, che era tre volte più luminoso del flusso di luce che agisce sulle donne..

Le donne sono più inclini alla demenza (demenza). Il cervello femminile consente la memorizzazione a lungo termine di informazioni. Responsabile di ciò è la maggiore attività dell'ippocampo, precisamente quell'area del cervello che fornisce memoria a lungo termine. Inoltre, nella malattia di Alzheimer, la regressione dell'abilità intellettuale nelle donne è più rapida che negli uomini..

Le donne, a differenza degli uomini, sono più inclini alla depressione. A causa delle peculiarità del lavoro della regione limbica del cervello, il gentil sesso è più preoccupato per determinate situazioni della vita e le valuta negativamente.

Cervello del bambino

Il materiale per lo sviluppo intrauterino del sistema nervoso centrale umano è l'ectoderma, che è lo strato germinale esterno. A circa 17-18 giorni di sviluppo, si forma una piastra neurale, che entro la fine del primo mese di gravidanza viene trasformata in un tubo neurale. Dopo circa 31-32 giorni di sviluppo intrauterino, la neurulazione nell'embrione è completata. Nello stesso momento, inizia la formazione del cervello del bambino. Il processo di formazione degli organi inizia con il rudimento di entrambi gli emisferi del cervello. In questo momento, possono già essere visualizzati, poiché gli emisferi costituiscono un quarto del volume dell'intero organo. Con un esame ecografico dettagliato, lo specialista può anche esaminare il rudimento cerebellare.

È durante questo periodo che, sotto l'influenza di fattori dannosi esterni, il feto può sviluppare malformazioni del sistema nervoso centrale. Ridurre il rischio del loro aspetto consentirà:

  • prendendo l'acido folico da una donna fin dalle prime fasi della gravidanza;
  • eliminazione dell'influenza di fattori negativi, come l'assunzione di farmaci sedativi, che contengono fenobarbital, ipossia o esposizione prolungata alle alte temperature sul corpo.

Fino alla metà del secondo trimestre, la formazione attiva e lo sviluppo dei neuroni si verificano nell'ippocampo e nell'area intorno ai ventricoli cerebrali. Dopo la nascita, la formazione di neuroni continua, ma non è attiva come durante lo sviluppo intrauterino.

Il movimento dei neuroni di nuova formazione nella corteccia e nelle strutture profonde del cervello del bambino inizia approssimativamente alla fine del 2 ° mese di sviluppo intrauterino e dura fino a 26-29 settimane. Già dalla 35a settimana di gravidanza, la struttura del cervello del bambino diventa simile alla struttura della corteccia di un organo di un adulto. Entro 29-41 settimane, il cervello del bambino triplica. Ciò è dovuto al processo di deposizione di mielina della fibra nervosa - mielinizzazione, che inizia a circa il quinto mese di sviluppo intrauterino. Disturbi della mielinizzazione fetale possono verificarsi a causa dell'esposizione al corpo di una donna incinta e direttamente alle tossine e ai farmaci del feto stesso. Inoltre, una carenza di sostanze a causa della quale il cervello del bambino si sviluppa completamente, ad esempio ferro, iodio, vitamine B o rame, può influire negativamente su questo processo. L'alcol è il più dannoso per lo sviluppo del cervello fetale. L'abuso di bevande alcoliche durante la gravidanza minaccia di gravi patologie di sviluppo mentale nel feto.

Caratteristiche anatomiche e fisiologiche del cervello umano

Il cervello è una struttura simmetrica. Al momento della nascita di un bambino, la massa dell'organo è di circa 300 grammi, il peso del cervello in un adulto è approssimativamente uguale a un chilo e mezzo. Esternamente, l'organo è una struttura di due grandi emisferi collegati a più formazioni complesse. Esternamente, gli emisferi del cervello sono coperti di convoluzioni e scanalature, a causa delle quali aumenta la corteccia dell'organo. Dietro gli emisferi si trova il cervelletto, all'esterno è anche coperto da piccole circonvoluzioni. Il tronco parte dagli emisferi sottostanti, collegandosi al midollo spinale. I nervi si estendono da entrambe queste strutture.

La struttura del cervello suggerisce la presenza di dodici coppie di nervi cranici. La struttura del cervello si basa sulla materia bianca e grigia. Il primo è formato da fibre nervose, il secondo - dai corpi delle cellule nervose. Il cranio, che è separato dall'organo dai gusci esterni e interni, così come la cosiddetta ragnatela, protegge il cervello dai danni esterni. Il fluido cerebrospinale si trova tra queste tre membrane..

L'afflusso di sangue al cervello è fornito dalle arterie carotidi, che si diramano alla base del cervello e vanno in ogni sezione specifica. Un quinto del volume totale di sangue, saturo di ossigeno, viene continuamente fornito al cervello. È l'ossigeno che è la principale fonte di energia per l'organo principale del sistema nervoso centrale..

Struttura del cervello

La struttura del cervello è piuttosto complessa. Le funzioni svolte da questo organismo sono altrettanto complesse. Consiste di tre parti. Sono componenti come gli emisferi cerebrali, il cervelletto, il tronco. Gli emisferi cerebrali sono la parte più grande dell'organo, costituita dai centri nervosi superiori. Questi ultimi sono responsabili della coscienza, dell'intelligenza umana, della funzione della percezione e della riproduzione del linguaggio. Ciascuno degli emisferi cerebrali è costituito da:

  • nuclei formati dalla materia grigia;
  • sostanza bianca che funge da strato intermedio;
  • materia grigia coperta di convoluzioni che formano la corteccia cerebrale.

Il cervelletto è la parte del cervello responsabile del coordinamento dei movimenti. La sua struttura si basa sulla materia grigia profonda. Lo strato intermedio è composto da sostanza bianca. All'esterno, il cervelletto è coperto da uno spesso strato di materia grigia con molte convoluzioni.

Il tronco encefalico è rappresentato da una massa di materia bianca e grigia interconnessa. Il suo scopo principale è fornire la funzione respiratoria e la circolazione sanguigna. Una tale parte del cervello come lo stelo è strettamente connessa con gli emisferi cerebrali e il cervelletto, così come la seconda parte funzionale del sistema nervoso centrale - il midollo spinale..

Parti del cervello

Esistono cinque regioni cerebrali in totale:

Divisione dell'organo principale del sistema nervoso centrale, che funge da estensione del midollo spinale. Il suo compito principale è controllare le funzioni vegetative, in particolare la respirazione, la digestione e il lavoro del sistema cardiovascolare..

Posteriore, costituito da ponte e cervelletto.

La struttura del ponte è una massa di fibre. Queste fibre uniscono gli emisferi cerebellari situati dietro il midollo allungato e il ponte. Il compito principale di tale dipartimento è garantire il coordinamento dei movimenti.

Il dipartimento responsabile delle funzioni sensoriali, visive e motorie, oltre a controllare il processo di masticazione e deglutizione del cibo. Questo reparto è il più piccolo in termini di dimensioni.

Il dipartimento che precede quello precedente. Le sue parti principali sono il cervello talamico, l'ipotalamo e il terzo ventricolo. Lo scopo funzionale di questo dipartimento è controllare le sensazioni. Inoltre, ciascuna delle sue parti svolge le sue funzioni specifiche, in particolare, garantendo il metabolismo, regolando la temperatura corporea e la pressione sanguigna, la respirazione e l'omeostasi..

Cervello anteriore (terminale), costituito dagli emisferi cerebrali.

Questa è la parte più grande del cervello. Ogni emisfero è diviso nei lobi frontale (tratti della personalità), parietale (sensazioni tattili, coordinazione), occipitale (funzione visiva) e temporale (odore e udito).

Navi cerebrali

La funzione cerebrale completa dipende dalla qualità dell'apporto di sangue dell'organo. Insieme al sangue, gli ormoni e altre sostanze che regolano molti processi vitali, così come i nutrienti e, naturalmente, l'ossigeno, provengono dal cervello e da esso. Le principali navi del cervello che le forniscono sangue:

  • carotide interna accoppiata;
  • arteria basilare spaiata.

I vasi cerebrali sopra menzionati si diramano, creando un flusso continuo di sangue negli organi del collo, della testa, del midollo spinale superiore e del cervelletto. Queste arterie si uniscono a livello del tronco cerebrale per formare un cerchio di Willis. 3 coppie di arterie partono da quest'ultima. Le seguenti arterie cerebrali si trovano al di fuori degli emisferi cerebrali:

  • anteriore, fornendo sangue alla superficie laterale dell'emisfero, nonché a lobi parzialmente parietali e frontali;
  • mezzo, fornendo il flusso e il deflusso del sangue nei lobi frontale, parietale e parzialmente temporale;
  • posteriore, responsabile dell'apporto di sangue alla superficie inferiore dei lobi occipitale e temporale.

Le arterie cerebrali sopra elencate formano una vascolarizzazione con numerosi rami. Le connessioni intervascolari sono chiamate anastomosi. Quest'ultimo può essere arterio-arterioso, arteriovenulare o venoso.

Funzioni e lavoro del cervello

Tutte le funzioni cerebrali sono poliedriche, vitali e sono ancora oggetto di molte ricerche scientifiche. È il cervello che è il regolatore di quasi tutti i processi nel corpo. Controlla il lavoro degli organi interni, combinandoli in un unico insieme, fornisce una maggiore attività nervosa e mentale. I componenti del cervello sono i neuroni, che sono responsabili della formazione di impulsi elettrici attraverso le connessioni sinaptiche. L'organo principale del sistema nervoso centrale elabora i dati sensoriali trasmessi attraverso i sensi, è responsabile del coordinamento di movimenti, memoria, intelligenza, attenzione, parola. In altre parole, il cervello è il principale regolatore nel corpo umano, permettendogli di vivere pienamente.

Il cervello è estremamente complesso. Ad esempio, prendendo una matita in mano, non intendiamo quali processi si verificano in questo caso nel cervello. Pertanto, la luce riflessa da un oggetto viene focalizzata dalla lente dell'occhio e proiettata sulla retina. Di conseguenza, si forma l'immagine dell'oggetto contemplato, percepita dalle cellule cerebrali. Pertanto, la percezione visiva di una matita comporta i processi più complessi. La sua percezione tattile non è meno difficile. Il nostro corpo letteralmente al tatto valuta la forma di un oggetto, la sua massa, la temperatura e altri parametri. Qualsiasi disturbo nel lavoro del cervello può portare a conseguenze irreparabili e cambiare completamente la vita di una persona, riducendo significativamente la sua qualità.

Connessione cervello-midollo spinale

I componenti principali del sistema nervoso centrale sono il cervello e il midollo spinale. Quest'ultimo riempie la colonna vertebrale, è cilindrico e coperto da 3 membrane. Nella sezione della colonna vertebrale, il midollo spinale è visualizzato a forma di H. La materia grigia è centrata con la materia bianca attorno ad essa. La sostanza bianca contiene le vie sensoriali ascendenti che terminano nella materia grigia e le vie motorie discendenti che emanano da essa. Nelle sezioni anteriori della materia grigia, si trovano i corpi dei motoneuroni dei nervi del midollo spinale e nelle parti posteriori delle fibre sensoriali trovano il loro completamento.

Insieme al cervello, il midollo spinale controlla il lavoro dei singoli organi interni e dei sistemi del corpo. Tali componenti del sistema nervoso centrale assicurano l'integrità e l'unità dell'intero organismo..

Malattie cerebrali e loro diagnosi

Le malattie del cervello influenzano il suo lavoro, interrompendo il funzionamento del sistema nervoso centrale. Ciò porta all'interruzione dei processi vitali responsabili della possibilità di movimento, pensiero, ecc. Il cervello umano in varie patologie perde parzialmente o completamente la sua funzionalità. In alcuni casi, la disfunzione del cervello può portare alla morte del paziente. Allo stato attuale dello sviluppo della medicina, è nota un'enorme varietà di malattie dell'organo principale del sistema nervoso centrale. Inoltre, sono stati sviluppati metodi efficaci per il loro trattamento. Ma la principale garanzia dell'efficacia di qualsiasi terapia è la diagnosi tempestiva di una malattia del cervello..

Esistono vari tipi di malattie dell'organo principale del sistema nervoso centrale. La loro classificazione viene eseguita in base a quale sia esattamente la fonte dello sviluppo della malattia. Quindi ci sono:

  • trauma cranico;
  • malattie di natura infettiva;
  • neoplasie nei tessuti del cervello, sia maligne che benigne;
  • malattie vascolari, accompagnate da danni ai vasi cerebrali;
  • malattie genetiche, ecc..

Le misure diagnostiche utilizzate per determinare le malattie di determinati gruppi sono selezionate in ciascun caso individualmente.

Trauma cerebrale

I traumi craniocerebrali (TBI) di vario genere sono abbastanza comuni e, secondo alcune fonti, rappresentano quasi la metà di tutti i tipi di lesioni. Tali lesioni sono generalmente classificate in lesioni cerebrali chiuse, aperte e penetranti:

  • lesioni alla testa chiuse si verificano a causa di danni meccanici all'organo e direttamente al cranio stesso;
  • le ferite aperte sono accompagnate non solo da danni al cervello e al cranio, ma anche dalla formazione di ferite che coinvolgono tutti gli strati della pelle;
  • lesioni penetranti che comportano danni alla dura madre.

I principali tipi di trauma cranico sono:

  • concussione;
  • contusione del cervello;
  • compressione dell'organo principale del sistema nervoso centrale, derivante da lesioni o senza di essa.

Una condizione soddisfacente con tali lesioni è accompagnata dalla conservazione di una chiara coscienza e funzioni cerebrali, nonché dalla presenza di sintomi neurologici secondari. La prognosi per lesioni di questa gravità è molto positiva. I TBI più difficili sono:

  • TBI di moderata gravità, caratterizzato da coscienza chiara / moderatamente assordata, conservazione delle funzioni cerebrali, presenza di sintomi focali;
  • trauma grave, accompagnato da profonda stordimento, disfunzione del sistema nervoso centrale, presenza di sintomi staminali / emisferici / cranio-basali;
  • le lesioni che portano a una condizione grave sono caratterizzate da coma, violazione di più parametri di funzioni vitali contemporaneamente, presenza di sintomi focali pronunciati;
  • lo stato terminale dopo una lesione è un coma terminale, mentre le funzioni cerebrali e i segni focali sono gravemente compromessi
  • rappresentano un pericolo per la vita del paziente.

La diagnosi di danno cerebrale deve essere effettuata il più presto possibile. Il metodo principale per determinare varie lesioni è la tomografia computerizzata. Può essere utilizzato per diagnosticare non solo fratture minori delle ossa del cranio, ma anche ematomi intracerebrali o intratecali. La TC è obbligatoria per i pazienti con lesioni alla testa accompagnate da perdita di coscienza e presenza di sintomi neurologici.

Una risonanza magnetica del cervello può essere prescritta per identificare piccoli lividi o gonfiore dell'organo. Questo metodo diagnostico è il più informativo. La sua nomina è più rilevante nel periodo post-traumatico subacuto e di lungo periodo..

Violazione acuta della circolazione cerebrale (ACVA)

I disturbi della circolazione cerebrale occupano un posto piuttosto grave nell'elenco delle principali cause di morte della popolazione in tutto il mondo. Per la maggior parte, tali patologie procedono secondo il tipo ischemico. Lo sviluppo di tali condizioni può essere innescato dalla dissezione e dalla trombosi di grandi arterie, trombosi dei seni venosi, aterosclerosi cerebrale, tromboembolia, ecc..

Principalmente per la diagnosi di disturbi acuti della circolazione cerebrale, ai pazienti viene prescritta la tomografia computerizzata. Può aiutare a visualizzare anche emorragie minori causate da ictus misti ed emorragici. Se i sintomi neurologici del paziente sono pronunciati e non ci sono cambiamenti rilevati alla TC, molto probabilmente i disturbi circolatori sono di natura ischemica. Le loro prime manifestazioni possono essere determinate alla TC entro la fine del primo giorno..

La risonanza magnetica del cervello è prescritta, se necessario, per valutare l'area del danno d'organo, ad esempio con un ictus ischemico. Per determinare l'ictus, di norma, la diagnosi viene eseguita senza l'uso di agenti di contrasto. Ma una tale procedura può essere ancora necessaria per escludere neoplasie e un processo infiammatorio nel cervello. Quando si esegue una risonanza magnetica del cervello, un mezzo di contrasto viene iniettato in un getto. I metodi diagnostici con radionuclidi possono anche essere prescritti per valutare la perfusione cerebrale..

Grazie alla funzionalità dei dispositivi utilizzati oggi per la TC e la risonanza magnetica del cervello, gli specialisti possono eseguire l'angiografia dei vasi dell'organo, identificando rapidamente il vaso danneggiato che ha causato lo sviluppo dell'ictus.

Emorragia intracranica

Ci possono essere molte ragioni per lo sviluppo di emorragie intracraniche. A seconda della localizzazione, gli ematomi possono essere intracerebrali o meningi. Compaiono, di regola, a causa del complesso decorso di ipertensione, aterosclerosi e difetti vascolari. Inoltre, possono verificarsi emorragie intracraniche sullo sfondo dello sviluppo di neoplasie tumorali nei tessuti dell'organo, primario o secondario.

I segni e le caratteristiche del decorso dell'emorragia intracranica meningea dipendono dallo strato in cui si trova:

  • l'ematoma subaracnoideo è localizzato nello spazio subaracnoideo, può diffondersi nei solchi e nel liquido cerebrospinale dell'organo;
  • le emorragie subdurali sono localizzate nello spazio tra la superficie dell'organo principale del sistema nervoso centrale e l'osso cranico;
  • L'ematoma epidurale ricorda visivamente una lente biconvessa di dimensioni limitate.

La tomografia computerizzata viene utilizzata per diagnosticare in modo rapido e accurato le emorragie. Un ematoma 3-4 settimane dopo la sua formazione potrebbe non essere visualizzato con TC. Se l'emorragia intracranica diventa cronica, al suo posto può formarsi un cambiamento atrofico o cistico. La risonanza magnetica consente di determinare l'emorragia in qualsiasi fase del suo sviluppo.

Tumori al cervello

Le neoplasie nei tessuti dell'organo principale del sistema nervoso centrale possono manifestarsi in molti segni. I sintomi della malattia dipendono dalla posizione del tumore, dalle sue dimensioni e dalla dinamica di sviluppo. I principali segni di tumori cerebrali possono essere:

  • mal di testa progressivo, aumentando gradualmente in intensità e frequenza di manifestazione;
  • irragionevole nausea e vomito che non hanno motivo;
  • compromissione della vista, consistente in visione doppia o perdita completa della visione periferica, visione offuscata;
  • compromissione della coordinazione, della parola, dell'udito, perdita parziale o completa del tatto;
  • convulsioni, sonnolenza costante, confusione, cambiamenti nel comportamento, ecc..

In altre parole, i tumori nei tessuti dell'organo possono manifestarsi come numerosi disturbi del cervello che funzionano con vari gradi della loro manifestazione..

Le formazioni tumorali nei tessuti dell'organo principale del sistema nervoso centrale sono primarie e secondarie. La TC e la risonanza magnetica aiutano uno specialista a identificare un tumore al cervello, valutare i segni della sua malignità, indicare la localizzazione della neoplasia, le sue dimensioni e le caratteristiche strutturali. Per determinare con precisione il tumore, ai pazienti viene assegnata la diagnostica utilizzando agenti di contrasto.

Cancro al cervello

Il cancro al cervello è una malattia pericolosa e difficile da trattare. In assenza della sua diagnosi tempestiva, una tale malattia può essere fatale con un'alta probabilità. Il cancro al cervello è una malattia molto insidiosa che è asintomatica nelle sue fasi iniziali. I segni che possono accompagnare le prime fasi della malattia sono estremamente difficili da mettere in relazione con il cancro. I sintomi della fase 4 possono indicare un tumore al cervello, ma in questo caso è improbabile un esito positivo del trattamento.

Quindi, ci sono quattro fasi nello sviluppo del cancro al cervello..

Il primo stadio della malattia è caratterizzato da un lieve danno alle cellule dell'organo principale del sistema nervoso centrale. Se viene rilevata una malattia in questa fase, il suo trattamento è abbastanza efficace. La ricorrenza del cancro è improbabile in questo caso. Nella prima fase del tumore al cervello, i pazienti possono notare sonnolenza, debolezza generale, mal di testa ricorrenti e vertigini.

Nella seconda fase del cancro, il tumore al cervello cresce, l'area interessata aumenta e i centri cerebrali vengono gradualmente schiacciati. In questa fase, i pazienti possono sperimentare convulsioni, interruzione del tratto digestivo. L'intervento chirurgico di stadio 2 è ancora possibile, ma il rischio di recidiva è già maggiore.

Al terzo stadio, la crescita del tumore è piuttosto rapida. È quasi impossibile rimuovere tale neoplasia con un intervento chirurgico. Tra i sintomi in questa fase, sono ancora presenti convulsioni, ma anche l'udito, la vista e la parola sono compromesse. Inoltre, c'è intorpidimento delle estremità, sensazione di formicolio in esse, difficoltà di concentrazione, compromissione della coordinazione, ecc. Il nistagmo orizzontale è anche un segno caratteristico del cancro al cervello nel terzo stadio. Quindi, in un paziente con una posizione fissa della testa, si possono osservare pupille mobili.

Il quarto stadio dello sviluppo della malattia è il più pericoloso. In questo caso, una neoplasia maligna colpisce le parti vitali del cervello. In questo caso, il trattamento chirurgico non è nemmeno prescritto. Un tentativo di ottenere la regressione della malattia viene eseguito utilizzando tecniche palliative, farmaci e radioterapia. Le funzioni vitali del cervello nel quarto stadio del cancro sono compromesse a seconda di quali parti dell'organo sono colpite dal tumore.

La diagnosi di tumore al cervello comprende un esame personale del paziente, una risonanza magnetica utilizzando un mezzo di contrasto, una radiografia e una puntura dei tessuti degli organi. All'esame personale, uno specialista può determinare una violazione del coordinamento, nonché delle funzioni motorie e tattili. L'imaging a risonanza magnetica con un mezzo di contrasto è prescritto quando si identificano anomalie specifiche durante un precedente esame. Con l'aiuto di una puntura, puoi determinare la presenza di cellule maligne, valutare il grado di danno tissutale e stabilire lo stadio di sviluppo della malattia. Tale misura diagnostica prima dell'intervento non è sempre possibile a causa della localizzazione inaccessibile della neoplasia. Pertanto, molto spesso una biopsia viene eseguita già durante la rimozione del tumore. La radiografia, come la risonanza magnetica, viene eseguita utilizzando un mezzo di contrasto. Il suo scopo principale è determinare la presenza e la posizione di una neoplasia valutando lo stato dei vasi sanguigni..

Cisti cerebrali

Una malattia abbastanza comune, ma allo stesso tempo pericolosa è una cisti cerebrale. Tale neoplasia è una bolla piena di liquido. La cisti può essere localizzata in qualsiasi parte del cervello. Nella maggior parte dei casi, una cisti cerebrale si trova nella cosiddetta "maglia" aracnoidea situata sulla superficie degli emisferi cerebrali. Il decorso di questa malattia è asintomatico. A volte i pazienti possono notare sensazioni dolorose e una sensazione di spremitura. In assenza di un trattamento tempestivo, una cisti cerebrale può portare a:

  • coordinamento, udito e visione alterati;
  • accumulo di liquido cerebrospinale nei ventricoli di un organo, chiamato idrocefalo;
  • encefalite e la conseguente morte del paziente.

Se la dimensione della cisti cerebrale è insignificante e la sua presenza è determinata in tempo, ai pazienti viene prescritta una terapia farmacologica. Le neoplasie volumetriche di solito richiedono un intervento chirurgico.

Esistono diversi tipi di cisti cerebrali, che differiscono nelle caratteristiche del decorso della malattia, nei sintomi, nei metodi di trattamento e nella prognosi per i pazienti. Oggi, le cisti cerebrali non sono considerate una patologia. Per la loro definizione, la parola "anomalia" è più adatta, che molto spesso non è pericolosa per la vita. Distingue tra cisti primarie e acquisite. I primi si sviluppano sullo sfondo di disturbi dello sviluppo intrauterino o della morte del tessuto cerebrale, che sono sorti a causa dell'asfissia intrapartum. Le cisti acquisite sono generalmente il risultato di infiammazione, lividi ed emorragia. I principali tipi di cisti dell'organo principale del sistema nervoso centrale sono:

  • Una cisti aracnoidea localizzata sulla superficie del cervello tra diversi strati delle sue membrane. Tale neoplasia è una vescica con liquido cerebrospinale..
  • Cisti retrocerebellare - una formazione cava con fluido situato nello spessore del tessuto cerebrale.
  • Una cisti subaracnoidea è una massa benigna determinata dalla risonanza magnetica.
  • Cisti pineale - una bolla piena di liquido e situata alla giunzione di entrambi gli emisferi del cervello, direttamente nella ghiandola pineale.
  • Una cisti pineale è una formazione localizzata nella ghiandola pineale, che è particolarmente pericolosa per lo stato dei processi metabolici, la coordinazione e la visione. Spesso, una tale educazione porta allo sviluppo di encefalite e idrocefalo..
  • CSF è una neoplasia situata alla giunzione delle meningi. La comparsa di una cisti di questo tipo può essere il risultato di infiammazione, ictus, meningite, trauma o chirurgia.
  • La cisti lacunare è una formazione che può essere localizzata nei nodi subcorticali o nel ponte. Meno comunemente, le cisti di questo tipo si trovano nei tubercoli ottici o nel cervelletto..
  • Una cisti porencefalica è una formazione situata nello spessore del tessuto cerebrale. Il suo aspetto può essere il risultato di una malattia infettiva. In questo caso, la schizencefalia e l'idrocefalo possono diventare pericolose complicazioni..

Inoltre, sono isolate una cisti colloide e dermoide, nonché una cisti della ghiandola pineale e dei plessi coroidi del cervello..

Malattie infettive e infiammatorie, idrocefalo

Vari virus, parassiti, funghi e batteri possono provocare lo sviluppo di malattie infiammatorie e infettive del cervello. Le infezioni parassitarie più comuni sono echinococcosi e cisticercosi. Il danno batterico può causare lo sviluppo di meningite, ascesso, empiema sub ed epidurale. Per diagnosticare meningite, leptomeningite, ascessi ed empiema, viene prescritta la TC o la RM con un mezzo di contrasto.

Processi autoimmuni, infezione, ischemia, radiazioni ed effetti tossici sul cervello possono portare a demielinizzazione. Questa malattia è caratterizzata da un danno alla sostanza bianca dell'organo principale del sistema nervoso centrale. Tra le malattie della sostanza bianca, la sclerosi multipla è anche la più comune. Per determinarlo, di norma, viene prescritta una risonanza magnetica con contrasto. Encefalite di natura virale, vasculite ed encefalopatia possono essere diagnosticate quando vengono rilevate lesioni grandi o multiple, localizzate nella sostanza bianca del cervello.

L'idrocefalo è un'espansione patologica degli spazi contenenti liquore di un organo. L'idrocefalo può essere interno, esterno o misto, a seconda di dove si nota l'espansione patologica. Inoltre, ci sono idrocefali aperti e occlusivi. Per diagnosticare la malattia, ai pazienti vengono prescritti imaging a risonanza magnetica calcolata.

Trattamento delle malattie del cervello

La chiave principale per il successo di un trattamento efficace delle malattie del cervello è la diagnosi tempestiva delle patologie esistenti. Le misure diagnostiche sono determinate in ciascun caso individualmente in base alla storia raccolta e ai sintomi esistenti. Ai pazienti, di norma, vengono prescritti studi di laboratorio e strumentali in combinazione. In alcuni casi, può essere prescritta la raccolta di tessuti di organi per biopsia.

A seconda del tipo di malattia e della gravità del suo decorso, ai pazienti può essere mostrato un trattamento conservativo o chirurgico. Viene spesso utilizzata una terapia complessa. Per alcune malattie non è stato ancora sviluppato un trattamento efficace. Per tali pazienti, può essere prescritta una terapia di supporto, che consente di indebolire le manifestazioni sintomatiche della malattia e frenarne la progressione..

Trattamento farmacologico

Il trattamento del cervello con la terapia farmacologica può essere prescritto per varie malattie.

Quindi, per il trattamento del cancro del secondo e dei successivi stadi, possono essere prescritti farmaci antinfiammatori anticonvulsivanti e steroidei. Questo trattamento è sintomatico. Gli anticonvulsivanti possono ridurre il rischio di convulsioni epilettiche e i farmaci antinfiammatori steroidei sono progettati per alleviare il gonfiore dei tessuti della neoplasia, ridurre la pressione meccanica sui tessuti sani.

Il trattamento di una cisti cerebrale comporta l'assunzione di farmaci volti a rimuovere le cause dello sviluppo della malattia. Quindi, ai pazienti possono essere prescritti farmaci volti a risolvere le aderenze, ripristinare la circolazione sanguigna, abbassare i livelli di colesterolo, normalizzare la pressione sanguigna e la coagulazione del sangue. I nootropi possono essere prescritti per saturare il cervello con ossigeno e glucosio. Gli antiossidanti aiutano a prevenire anomalie della pressione intracranica. Nel determinare le malattie autoimmuni e infettive, potrebbe essere necessario assumere farmaci antibatterici e antivirali.

Nel trattamento di una malattia vascolare come aneurisma, calcioantagonisti, farmaci anticonvulsivanti, antiipertensivi, analgesici e antiemetici, nonché farmaci del gruppo antiacido possono essere prescritti.

I disturbi emorragici della circolazione cerebrale possono richiedere una terapia farmacologica intensiva volta a ridurre la pressione sanguigna, ripristinare la funzione vitale, fermare l'emorragia ed eliminare l'edema degli organi. Di norma, la somministrazione di farmaci viene effettuata per iniezione.

I disturbi della circolazione cerebrale di natura ischemica comportano l'iniezione di farmaci volti a normalizzare il lavoro del sistema cardiovascolare. Inoltre, al paziente possono essere prescritti farmaci che riducono la pressione intracranica..

Trattamento operativo

Il trattamento chirurgico del cervello è uno dei metodi terapeutici più efficaci e frequentemente utilizzati. Questo metodo di trattamento è più efficace per:

Trattamento del cancro al cervello.

La chirurgia è più efficace nel trattamento del carcinoma in fase iniziale. Non solo le neoplasie maligne, ma anche benigne possono essere rimosse. I metodi di esecuzione della chirurgia possono variare. Quale tipo di operazione è necessaria in un caso particolare viene determinata individualmente per ciascun paziente dopo un complesso di procedure diagnostiche.

Trattamento cisti cerebrali.

Le cisti di grandi dimensioni vengono generalmente rimosse. I metodi chirurgici più comuni sono l'innesto di bypass, l'endoscopia e la craniotomia. Le cisti cerebrali nei neonati possono anche essere rimosse con questi metodi. Il trattamento tempestivo consente di evitare ritardo mentale, disturbi mentali, mal di testa, compromissione e perdita completa della vista, del linguaggio, dell'udito.

Trattamento dell'emorragia intracranica (ematoma).

La necessità e il tipo di intervento chirurgico sono selezionati in base alle caratteristiche dell'ematoma stesso. Per eliminare l'emorragia intracranica, è possibile eseguire la craniotomia o l'imposizione di un foro di fresatura.

Trattare una malattia vascolare come l'aneurisma.

Un intervento chirurgico tempestivo può ridurre significativamente la probabilità di rottura dei vasi sanguigni, nonché eliminare l'effetto della compressione dei tessuti vicini. Nella moderna pratica medica, vengono utilizzati vari tipi di intervento chirurgico per curare gli aneurismi. La craniotomia e il taglio dell'aneurisma sono principalmente utilizzati, così come la sua eliminazione endovascolare.

Prevenzione delle malattie del cervello

L'unico gruppo di malattie cerebrali che non possono essere prevenute sono le malattie genetiche. In altri casi, è probabile che riduca il rischio di sviluppare malattie. In particolare, è necessario escludere dalla vita i seguenti fattori:

  • gravi malattie infettive, come toxoplasmosi, rabbia, HIV, ecc.;
  • lesioni alla testa subite a seguito di attività professionali, in condizioni domestiche, ecc.;
  • esposizione a sostanze chimiche aggressive, radioattive, elettromagnetiche o qualsiasi altra radiazione sul corpo;
  • abuso di droghe o alcol;
  • malnutrizione con inclusione di alimenti di bassa qualità nella dieta;
  • fumo attivo e passivo, ecc..

Per la prevenzione delle malattie cerebrovascolari, è necessario condurre un cosiddetto stile di vita sano. Escludendo tutti i suddetti fattori di rischio e in aggiunta:

  • distribuire correttamente il resto e il regime di lavoro, riservando un tempo sufficiente per dormire;
  • evitare l'inattività fisica, prendersi del tempo per camminare, fare sport, visitare la piscina e altre attività fisiche praticabili;
  • ridurre la probabilità di stress, evitando situazioni di conflitto e imparando a mantenere la calma e rispondere adeguatamente a qualsiasi stimolo;
  • assumere un atteggiamento responsabile verso l'assunzione di vari farmaci, assumendoli solo come indicato da un medico e osservando rigorosamente il dosaggio indicato;
  • consultare un medico in tempo, notando la comparsa anche dei minimi segni di incidente cerebrovascolare.

Un atteggiamento attento alla propria salute e stile di vita, come si suol dire, si rivelerà cento volte per ogni persona, riducendo al minimo il rischio di sviluppare varie malattie del cervello..